PODEVAMOS

    Podemos non ha sfondato, ottenendo di fatto un risultato mediocre. Il voto di ieri in Spagna, a distanza di soli 6 mesi dalle ultime elezioni, ha consegnato un quadro politico simile a quello precedente, preludio per un possibile riproporsi del problema “governabilità” che assilla da un po’ di tempo a questa parte il Paese iberico. L’unico che può parzialmente gioire è l’ex premier Rajoy, disastroso premier uscente che dimostra di   Leggi tutto ...

    GRILLO SI E’ VENDUTO E SALVINI NON E’ ALL’ALTEZZA. CHI SALVERA’ GLI ITALIANI DALLA FURIA DEI NAZISTI TECNOCRATICI?

    Sull’esempio inglese tanti popoli europei sperano ora di riuscire a liberarsi dalla morsa del nazismo tecnocratico e riconquistare la dignità e la libertà tristemente perdute.  I vari Merkel, Draghi, Schaeuble e Juncker sono nel panico, preoccupati dal dilagare di movimenti “euroscettici” (eufemismo) pronti a regolare i conti una volta  e per sempre con una masnada di volgari burocrati manovrati da un circuito usuraio che opera su scala planetaria. La lotta   Leggi tutto ...

    BREXIT!

    Brexit! Nonostante il terrorismo mediatico messo in scena dal solito circuito mediatico al servizio dell’oligarchia dominante, i cittadini britannici hanno scelto la libertà, voltando le spalle ad una Europa costruita ad uso e consumo dei massoni mondialisti e dei nazisti tecnocratici. E pensare che il “sistema” aveva fatto di tutto per scongiurare l’ipotesi che prevedeva l’uscita dalla Ue, costringendo Cameron e Corbyn ad un abbraccio innaturale nel nome degli interessi   Leggi tutto ...

    “CUI PRODEST” L’INFAME OMICIDIO DI JOE COX?

    Nel Marzo del 2014 pubblicai un pezzo per il lettori de “Il Moralista” titolato “Le quattro fasi del neonazismo tecnocratico” (clicca per leggere). Di fronte all’imperversare delle solite mistificazioni a beneficio dei gonzi, tentavo allora di offrire uno schema semplice per consentire a chiunque di cogliere i dati salienti della svolta autoritaria in atto, occultati da una informazione schizofrenica che parla di continuo di ciò che è futile per distogliere   Leggi tutto ...

    O VOTI PER IL SISTEMA GOVERNATO DAI NAZISTI TECNOCRATICI O TI OPPONI. NON HAI ALTRA SCELTA

    Quali segnali si colgono dalla lettura dei dati delle elezioni amministrative? In primo luogo pare evidente come la narrazione “renziana” non incanti più nessuno. Crisi economica galoppante, disperazione giovanile, continui fallimenti di aziende e imprese falcidiate da una deflazione che non lascia scampo hanno naturalmente indebolito la leadership di cartapesta dell’ennesimo burattino imposto al potere dalla massoneria mondialista guidata nel Vecchio Continente da un concentrato di malvagità allo stato puro   Leggi tutto ...

    I NAZISTI TECNOCRATICI NON USCIRANNO DI SCENA DA SOLI

    Non è vero che le soluzioni per uscire dalla “crisi” siano difficili, sono in realtà semplicissime e scontate. Esiste una minoranza di multimilionari che gestisce patrimoni pari alla ricchezza complessiva del restante 50% più povero? Bene, si confischino i beni dei primi e si ridistribuiscano in favore dei secondi. Fine della crisi, fine della disuguaglianza. A questo punto i servi del sistema alzano il sopracciglio e dicono con faccia da   Leggi tutto ...

    I NAZISTI TECNOCRATICI PIANIFICANO LA “SOLUZIONE FINALE” IN DANNO DELLE CLASSI SUBALTERNE

    Questa Europa è un lager. Perfino il Corriere della Sera ha pubblicato giorni fa uno studio dove si evidenzia come negli ultimi anni sia esploso anche in Italia il numero dei bambini poveri, dei bambini che, cioè, nel cuore dell’Occidente “opulento” e “libero”, vivono in condizioni paragonabili a quelle che scandiscono la vita delle famigerate favelas brasiliane. Il Corriere della Sera, al pari dei boss mafiosi che mandano una corona   Leggi tutto ...

    L’AUSTRIA SI RIBELLA AI NAZISTI TECNOCRATICI MENTRE L’ITALIA GUARDA A LUIGI DI MAIO…

    Questa Europa è un inferno, un vero Olocausto mascherato dove le vite di intere generazioni vengono spezzate e tramortite. Vivere decentemente è diventata una illusione, riuscire a guadagnare un misero stipendio da un migliaio di euro al mese un miraggio. I giovani sopravvivono grazie agli aiuti di mammà e papà, a volte dei nonni, di continuo ingiuriati (“choosy”) e vilipesi da milionari privilegiati come Elsa Fornero. Il numero dei suicidi,   Leggi tutto ...

    ALL’ITALIA MANCA UN PARTITO IDENTITARIO E VOTATO ALLA GIUSTIZIA SOCIALE. TOCCHERA’ A MATTEO SALVINI IL COMPITO DI COSTRUIRLO?

    Grazie alla generosa intercessione di alcuni amici comuni, un paio di giorni fa ho avuto modo di scambiare due chiacchiere con Matteo Salvini, Segretario della Lega Nord oramai proiettato nel grande gioco nazionale. Sul piano umano sono rimasto molto sorpreso nel constatare il profilo decisamente gentile di Salvini, perfino delicato oserei dire, distante anni luce dal ritratto truce e kitsch di continuo proposto dal sistema mediatico cosiddetto mainstream. Tale evenienza   Leggi tutto ...

    AL SISTEMA MEDIATICO DOMINANTE NON PIACCIONO LE INCHIESTE DELLA PROCURA DI TRANI. CHISSA’ COME MAI?

    In questi giorni si fa un gran parlare di politica e magistratura, riscoprendo il gusto di riportare indietro le lancette della Storia ai tempi in cui dominava la scena lo stucchevole teatrino Berlusconi-Toghe rosse. Preliminarmente invito tutti a rifuggire da facili banalizzazioni e semplificazioni. Che significa la magistratura mette il governo nel mirino? Quale magistratura? I politici non sono tutti uguali e neanche i magistrati, alcuni dei quali sono mossi   Leggi tutto ...

    LA VERITA’ STORICA E QUELLA GIUDIZIARIA NON SEMPRE COINCIDONO

    Ho appena finito di leggere un bel libro, “La Magia del Danaro”, scritto da Hjalmar Schacht, ministro delle Finanze di Adolf Hitler dal 1934 fino al Novembre del 1937, nonché per molti anni a capo della Banca Centrale Tedesca. Quella di Schacht è a suo modo una figura eccezionale, studioso di grandissimo spessore, artefice e promotore di iniziative in grado di rimettere in sesto la sgangherata economia germanica del tempo   Leggi tutto ...

    L’IDEA DI “DEMOCRATIZZARE” L’EUROPA E’ MORTA CON IL TRADIMENTO DI TSIPRAS. PASSA PER LA RISCOPERTA DELLE SINGOLE IDENTITA’ NAZIONALI LA SCONFITTA DEI TECNONAZISTI DI BRUXELLES?

    In Austria il “Partito della libertà” (Fpo) ha ottenuto uno strepitoso risultato elettorale. Il suo candidato per la carica di Presidente Norbert Hofer  ha raccolto il 35, 1 % dei suffragi, staccando di gran lunga gli sciapi candidati proposti dai partiti etero-diretti dal politburo di Bruxelles, popolari e socialisti in testa. Al ballottaggio il candidato del partito che fu di Jorg Haider dovrà vedersela con il verde Alexander Van der   Leggi tutto ...

    LE MASSONERIE OCCULTE E ANONIME RAPPRESENTANO UN PROBLEMA DA NON SOTTOVALUTARE

    In questi giorni, con alcuni cari amici, abbiamo instaurato un intenso e positivo dibattito su tutta una serie di questioni che riguardano la contemporaneità. In particolare, sotto il profilo più strettamente filosofico, alcuni mi contestavano una deriva di preconcetta ostilità verso alcune forme sapienziali tramandate perlopiù da istituzioni misteriosofiche come la massoneria. Mi piacerebbe che gli amici in questione, alcuni dei quali appartenenti ad alcune storiche e prestigiose obbedienze massoniche   Leggi tutto ...

    MARIO DRAGHI E’ MOLTO PIU’ PERICOLOSO DI WOLFANG SCHAEUBLE

    “Timeo Danaos et dona ferentes” (temo i Greci anche quando portano doni). Con queste parole un lungimirante Lacoonte tentava invano di convincere i Troiani a non fare entrare il famoso “cavallo di Troia” all’interno della città (Virgilio, Eneide, libro II, 49). Come andò a finire la faccenda è storia abbastanza nota. Allo stesso modo, e fatte le dovute proporzioni (Draghi è molto più feroce e cinico dei Greci di allora),   Leggi tutto ...

    GLI ELETTORI DI BERNIE SANDERS POTRANNO MAI VOTARE PER HILLARY CLINTON ALLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DI NOVEMBRE?

    Donald Trump, con buona pace del gotha del partito Repubblicano, continua a vincere con largo margine lasciando le briciole ai suoi improbabili avversari. Anche a New York il tycoon odiato dal sistema di potere ha stracciato i suoi avversari proiettandosi oramai sicuro verso la corsa per la Casa Bianca. Sul fronte democratico, invece, la terribile e pericolosissima Hillary Clinton ha avuto la meglio su Bernie Sanders ipotecando di fatto la   Leggi tutto ...

    PERFINO JEREMY CORBYN TRADISCE UNA SUBALTERNITA’ CULTURALE NEI CONFRONTI DI QUESTO MOSTRO DI EUROPA

    La scelta di Jeremy Corbyn, leader del partito laburista inglese, di sostenere insieme al premier conservatore David Cameron le ragioni della permanenza del Regno Unito all’interno della Ue getta una definitiva ombra di discredito su tutte le forze di “sinistra alternativa” che prendono quota in ogni angolo del Vecchio Continente. Dopo il bluff di Tsipras, le cui miserabili piroette sono state giustificate oltre il limite della decenza pure dal leader   Leggi tutto ...

    L’EUROPA DI OGGI, SEMPLICE E IGNARA PEDINA NELLA “GRANDE SCACCHIERA” DISEGNATA DA ZBIGNIEW BRZEZINSKI

    Per capire l’attuale stato dell’Unione Europea, più che le fesserie dette di volta in volta da politicanti ora di finta destra ora di finta sinistra, è indispensabile leggere un libro di Zbigniew Brzezinski, “La Grande Scacchiera”, pubblicato da Longanesi nel lontano 1997. Il libro in questione non è facilmente reperibile e, dopo averlo letto, la cosa non stupisce. Brzezinski, per chi non lo sapesse, è uno dei più influenti player   Leggi tutto ...

    IL GIOCO DELLE PARTI TRA MARIO DRAGHI E WOLFANG SCHAUEBLE NON POTRA’ ANCORA REGGERE A LUNGO

    Wolfang Schaeuble, ministro delle finanze e uomo forte del governo di frau Merkel, ha duramente bacchettato il presidente della Bce Mario Draghi, accusato di favorire la crescita dei populisti antieuro con le sue politiche monetarie giudicate “troppo espansive”. Schaueble è il capo dei tecno-nazisti europei, uomo di rara malvagità che mai andrebbe elevato al ruolo di interlocutore. Buona regola sarebbe perciò quella di non commentare le ricorrenti sparate di questa   Leggi tutto ...

    PANAMA PAPERS E L’ETEROGENESI DEI FINI

    Devo dire che non sono affatto persuaso della bontà e genuinità dell’inchiesta “Panama Papers”. Uno dei finanziatori della poderosa inchiesta in questione parrebbe essere George Soros, noto e controverso personaggio (clicca per leggere). Per chi lo avesse dimenticato Soros è quel simpatico signore che nel 1992- per mezzo dei soliti magheggi speculativi- determinò il crollo della lira, preludio per una serie di investimenti italiani avviati bontà sua di lì a   Leggi tutto ...

    “CHAIM WEIZMANN MI IMPEDI’ DI TUTELARE LA VITA E LA LIBERTA’ DEGLI EBREI TEDESCHI”. PAROLA DI HJALMAR SCHACHT

    All’interno di un bel libro scritto da Hjalmar Schacht, massone, già ministro delle finanze di Hitler e a capo della Banca Centrale Tedesca del tempo- “La Magia del Danaro” (Edizioni del Borghese)- viene riportato un fatto  poco conosciuto che appare ai miei occhi di notevole importanza: “Dopo i vergognosi fatti del 1938”, scrive Schacht, “che culminarono con la distruzione dei templi ebraici, mi ero apertamente schierato contro questi atti di   Leggi tutto ...

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    PODEVAMOS

    Scritto il 27 - giu - 2016

    0 Commenti

    GRILLO SI E’ VENDUTO...

    Scritto il 25 - giu - 2016

    34 Commenti

    BREXIT!

    Scritto il 24 - giu - 2016

    19 Commenti

    O VOTI PER IL...

    Scritto il 6 - giu - 2016

    25 Commenti

    YELLEN WAS OBVIOUS CHOICE,...

    Scritto il 13 - ott - 2013

    6 Comment1

    LA MMT E IL...

    Scritto il 11 - mar - 2013

    2 Comment1

    ANCHE LANDINI SA CHE...

    Scritto il 29 - mar - 2015

    4 Comment1

    RODION, IL MORALISTA E...

    Scritto il 26 - mar - 2014

    22 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.