DIFENDERE LA DEMOCRAZIA DALLE GRINFIE DEL CAPITALE FINANZIARIO GLOBALIZZATO

    Mettiamola così: o comandano i rappresentanti eletti dal popolo sovrano per il tramite di libere elezioni o comandano gli amministratori delegati del grande capitale finanziario per mezzo di tecnocrati ammaestrati alla Draghi o Juncker. Il primo nodo che bisogna sciogliere è questo. La dicotomia destra/sinistra, ammesso esista ancora, andrà semmai affrontata in un secondo momento. La politica, per contare, deve poter incidere; e per incidere deve possedere gli strumenti per   Leggi tutto ...

    TSIPRAS E’ UN VOLGARE TRADITORE. I GRECI ORGANIZZINO IN VISTA DEL VOTO UN UNICO CARTELLO ELETTORALE TENUTO INSIEME DALLA NECESSITA’ DI RESPINGERE L’ASSALTO DEI TECNO-NAZISTI TEDESCHI E RELATIVI COLLABORAZIONISTI

    Alexis Tsipras è un farabutto ipocrita. Dopo avere vinto le elezioni di gennaio al grido “mai più Troika”, questa specie di Matteo Renzi ellenico si è completamente consegnato nelle mani dei tecno-nazisti Draghi, Merkel e Schaeuble, adducendo scuse false e risibili degne dei suoi nuovi compari Samaras e Venizelos. L’ex leader di Syriza, oramai ridottosi a patetica macchietta, ha tradito la sua gente, sterilizzando di fatto la straordinaria prova di   Leggi tutto ...

    ABBIAMO CRIMINALIZZATO IL CONCETTO DI STATO-NAZIONE. E ABBIAMO FATTO MALE

    Temo che negli ultimi anni sia stato sottovalutato da molti, me per primo, il forte legame sussistente fra il concetto stesso di Stato e quello di Democrazia. Abbiamo depotenziato il ruolo dello Stato per favorire la nascita e il rafforzamento di organismi sovranazionali presuntivamente illuminati; abbiamo destrutturato un equilibrio rispettabile, basato per l’appunto sul rispetto della sovranità dei singoli Stati, nella speranza di favorire così facendo la nascita dei mitologici   Leggi tutto ...

    CHE FARE? INNANZITUTTO PIANIFICARE METODI E STRATEGIE. “NESSUN VENTO E’ FAVOREVOLE PER IL MARINAIO CHE NON SA DOVE ANDARE”

    Per incidere in profondità sui processi politici, non basta organizzare una rete di supporto che corra il rischio di scivolare più o meno consapevolmente nel girone dell’ autoreferenzialità e, di conseguenza, della sostanziale irrilevanza. Non serve nemmeno utilizzare una retorica di tipo ridondante, buona per suggestionare i semplici ma alla lunga controproducente, sterile e  respingente. Serve invece mantenere quella lucidità che consente di scegliere, di volta in volta, gli obiettivi   Leggi tutto ...

    CENNI SULLA NATURA E GLI OBIETTIVI DEL NUOVO PARTITO FEDERALE, KEYNESIANO E DEMOCRATICO CHE INTENDIAMO COSTRUIRE

    Cari amici, come già ripetutamente annunciato, a Settembre partirà un processo costituente finalizzato alla costruzione di un vero partito politico d’ispirazione federale, democratica e keynesiana. Federale perché disegnato e pensato per venire incontro alle esigenze dei diversi territori; democratico perché conformato secondo lo spirito dell’art. 49 della nostra Costituzione; keynesiano perché attento alla giustizia sociale pur nel rispetto delle garanzie di libertà tipiche di uno stato di diritto. Un partito   Leggi tutto ...

    LA FINE DELLA GRECIA COME STATO INDIPENDENTE E SOVRANO IMPONE UN RAPIDO CAMBIO DI PASSO E PROSPETTIVA

    Cari amici, la capitolazione di Tsipras ha oggettivamente cambiato il quadro geopolitico. Prima del tradimento del volere del popolo greco, espresso in maniera inequivocabile tramite referendum, era ancora possibile comprendere la posizione di tutti quelli che, pur non negando le storture insite nell’attuale costruzione comunitaria, continuavano a dirsi convinti di vivere all’interno di una cornice istituzionale improntata al rispetto delle regole democratiche e dello stato di diritto. Oggi, chiarito che   Leggi tutto ...

    E’ GIUNTO IL MOMENTO DI COSTRUIRE UN VERO PARTITO FEDERALE, DEMOCRATICO E KEYNESIANO

    Il 3 luglio scorso, sulla scia di una serie di polemiche poi trascese su un piano perlopiù di tipo personalistico, ho deciso di dimettermi dalla carica di Segretario Generale del MR (clicca per leggere). A distanza di due settimane, passate a riflettere serenamente sullo stato delle cose, sono certo di avere fatto la scelta giusta. Se dal punto di vista dell’analisi politologica e dell’impianto ideologico continuo a ritenere brillante il   Leggi tutto ...

    QUESTA EUROPA NON E’ PIU’ RIFORMABILE. IL GOVERNO TSIPRAS TORNI ALLA DRACMA

    Al punto in cui siamo non è più possibile puntare alla progressiva “democratizzazione” dell’attuale progetto di integrazione comunitaria. Molti galantuomini, in perfetta buona fede, ritenevano di dover sopportare il parziale e limitato nel tempo congelamento delle diverse democrazie nazionali al fine di perseguire l’obiettivo di costruire l’Europa politica. L’errore è stato quello di credere che la progressiva interdipendenza di tipo monetario ed economico avrebbe prima o poi, non si capisce   Leggi tutto ...

    I COMUNI ITALIANI CHE HANNO ESPOSTO LA BANDIERA GRECA HANNO FATTO BENISSIMO. CON BUONA PACE DEL GIORNALISTA FILIPPO CECCARELLI

    I grandi giornali italiani non perdono occasione per dimostrarsi pessimi. Dopo avere passato gli ultimi anni ad incensare gli arrivi in pompa magna di personaggi funesti in stile Mario Monti, le migliori italiche penne si trovano oggi in evidente imbarazzo. Come spiegare adesso al popolo bue ciò che agli occhi dei più smaliziati era chiaro ed evidente da almeno un paio di anni? Come dire ai lettori belanti che, al   Leggi tutto ...

    I GRECI IGNORANO IL CANTO DELLE SIRENE DIFENDENDO LA DEMOCRAZIA IN NOME E PER CONTO DI TUTTI I POPOLI D’EUROPA

    Il popolo greco non si è lasciato intimidire dalle infami minacce veicolate dai “padroni del vapore” in questi ultimi giorni. I vari Draghi, Merkel, Hollande, Renzi e Schulz, garanti di quel potere finanziario che sovraintende la manipolazione di quello mediatico, hanno perso. I greci hanno rifiutato di sottoscrivere un accordo indegno, dimostrando come la democrazia conservi anticorpi speciali e inaspettati pronti ad entrare in azione di fronte a tentativi diretti   Leggi tutto ...

    MI DIMETTO IRREVOCABILMENTE DALLA CARICA DI SEGRETARIO GENERALE DEL MOVIMENTO ROOSEVELT

    Cari amici, ho riflettuto e meditato negli ultimi giorni sulle scelte da intraprendere, evitando di rispondere istintivamente al fine di sedimentare un quadro d’insieme il più pacato e oggettivo possibile. Ho quindi deciso di presentare, con animo sereno e senza alcun intento polemico, le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di Segretario Generale del MR, conservando la qualità di semplice iscritto. Un movimento politico, per quanto meta-partitico, può crescere solo se   Leggi tutto ...

    AL FIANCO DI ALEXIS TSIPRAS E DEL POPOLO GRECO

    Alexis Tsipras ha dimostrato di essere un uomo di valore. Di fronte all’impressionante escalation di minacce ricevute da parte del gotha del potere continentale, il premier ellenico ha deciso di tenere le schiena dritta, mettendo nel conto di poter da ora in avanti essere oggetto di gravissime ritorsioni. Tsipras e Varoufakis stanno combattendo una battaglia di civiltà in favore di tutti i cittadini europei, non solo di quelli che vivono   Leggi tutto ...

    IL MOVIMENTO ROOSEVELT VINCE LA SUA PRIMA IMPORTANTE BATTAGLIA

    Cari amici, sono davvero felice e orgoglioso di registrare insieme a tutti voi la nostra prima importante vittoria. Come saprete infatti Giuseppe Pedà, tra i soci fondatori del Movimento Roosevelt, è stato eletto sindaco di Gioia Tauro, cittadina calabrese che ospita uno dei porti più importanti d’Europa. L’indiscussa capacità organizzativa e aggregativa del nostro candidato, unita alla straordinaria forza del messaggio politico “rooseveltiano”, ha garantito il pieno successo di una   Leggi tutto ...

    IL NAZISMO TECNOCRATICO E’ IN AGONIA. E’ GIUNTO IL MOMENTO DI ORGANIZZARE UNA “INTERNAZIONALE” NUOVA DI ZECCA

    I nazisti tecnocratici Mario Draghi e Wolfang Schaeuble, con relativo codazzo di servi, politicanti e giornalisti, hanno i giorni contati. L’Europa intera è scossa da un fremito di ribellione che, dalla Spagna alla Polonia, dalla Finlandia alla Grecia, appare oramai inarrestabile. A poco servono le menzogne reiterate veicolate da un circuito informativo grottesco e screditato. I cittadini hanno deciso di dire basta. Ricordate i tanti articoli dei soliti giornalai italiani   Leggi tutto ...

    IL QUADRO GEOPOLITICO E’ CAMBIATO. DRAGHI E SCHAEUBLE NE PRENDANO ATTO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

    La strategia dei nazisti tecnocratici, da tempo egemoni su un piano globale, comincia a mostrare la corda. I vari Merkel, Schaeuble, Draghi, Monti e compagnia cantante hanno sbagliato i conti, sottovalutando la capacità di reazione delle forze progressiste e democratiche. I massoni reazionari hanno dormito fino ad oggi sonni tranquilli, dedicandosi perlopiù  alla costruzione mediatica di finte emergenze, tipo lo spread, pensate con l’obiettivo di distruggere il welfare e impoverire   Leggi tutto ...

    TUTTI GLI UOMINI LIBERI AIUTINO I FRATELLI GRECI A RESPINGERE L’INFAME ATTACCO DEI MODERNI NAZISTI TECNOCRATICI

    I creditori internazionali stanno ripetutamente tentando di strozzare la Grecia. Il Presidente della Bce Mario Draghi si sta comportando come un sadico torturatore, impedendo al governo guidato da Tsipras di finanziarsi fino alla definitiva capitolazione. Di fronte ad una simile quanto scellerata violenza la comunità internazionale tace, consentendo di fatto ai nazisti tecnocratici di seminare impunemente il panico. L’ex Troika non accetta punti di compromesso, vuole continuare a dettare l’agenda   Leggi tutto ...

    IL ROOSEVELT INSTITUTE, AVAMPOSTO DI IDEALI AUTENTICAMENTE PROGRESSISTI

    I giovani, i precari, gli impoveriti e i disadattati, bastonati a sangue dai principali esponenti del nazismo tecnocratico oggi dominante (Mario Draghi e Wolfang Schaeuble su tutti), hanno comprensibilmente maturato un razionale e motivato rifiuto verso l’attuale sistema di potere. Un sistema che premia la rendita finanziaria parassitaria a scapito del lavoro, aumentando a dismisura le diseguaglianze e le sacche di vera indigenza. Alcuni intellettuali engagé, spesso rilanciati dal mainstream,   Leggi tutto ...

    BLAIR E’ UN MODERATO E GIAVAZZI E’ UN ECONOMISTA. PAROLA DI “GRANDE FRATELLO”

    Nel suo capolavoro, “1984”, George Orwell battezzò “Ministero dell’Amore” un luogo preposto alla consumazione delle peggiori atrocità e torture. Sembrerebbe un paradosso, non è vero? Invece è realtà, cruda realtà che vive in mezzo a noi. Come vengono definiti al giorno d’oggi quelle forze politiche che bastonano a sangue i cittadini comprimendo welfare, salari e diritti? “Moderate e responsabili”. E, di contro, i media dominati dal sempiterno “Grande Fratello”, quali   Leggi tutto ...

    LA CONSULTA NEL MIRINO DEI NAZISTI TECNOCRATICI

    Tempo fa un report della banca d’affari Jp Morgan, dominata da uomini organici ai peggiori circuiti latomistici sovranazionali, sosteneva che l’Europa doveva al più presto liberarsi delle Costituzioni antifasciste (clicca per leggere). Come gli assidui lettori de Il Moralista sanno, l’obiettivo finale e dissimulato perseguito dai vari Mario Draghi e Wolfang Schaeuble, è proprio quello di re-impiantare nel Vecchio Continente i semi del fascismo, pronto a risorgere sulle ceneri di   Leggi tutto ...

    ED MILIBAND E’ POLITICAMENTE FINITO. NON CI MANCHERA’

    Le elezioni inglesi confermano un dato consolidatosi in tutta Europa: la sinistra politicamente corretta e con la puzzettina sotto il naso è oramai morta dappertutto. Era ora. Non se può più di leader di cartapesta alla Obama, Hollande, Venizelos, Schulz, Bersani e, per l’appunto Miliband, sedicenti progressisti culturalmente subalterni al mantra del rigore, bravi nel lavarsi periodicamente la coscienza esprimendo “disappunto per l’aumento delle disuguaglianze”, preoccupazione per lo smantellamento del   Leggi tutto ...

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    DIFENDERE LA DEMOCRAZIA DALLE...

    Scritto il 25 - ago - 2015

    20 Commenti

    TSIPRAS E’ UN VOLGARE...

    Scritto il 21 - ago - 2015

    51 Commenti

    CENNI SULLA NATURA E...

    Scritto il 29 - lug - 2015

    9 Commenti

    Messaggio al Presidente

    Scritto il 31 - dic - 2013

    4 Comment1

    L’AGENDA MONTI

    Scritto il 6 - set - 2012

    3 Comment1

    P2,3 STELLA

    Scritto il 26 - giu - 2011

    0 Commenti

    PAOLO BARNARD NON FACCIA...

    Scritto il 16 - set - 2012

    47 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.