BRANCACCIO: “IL JOBS ACT? PEGGIO DELLA RIFORMA FORNERO”

    La bocciatura del Jobs Act è sonora. Emiliano Brancaccio, docente all’Università del Sannio e promotore del “monito degli economisti” contro le politiche europee di austerity, è netto: “Negli ultimi vent’anni abbiamo assistito a un progressivo smantellamento delle tutele del lavoro. Il provvedimento del governo Renzi è il sequel di un film già mandato in onda tante volte. Non intravedo svolte di politica economica”. Eppure i centristi capeggiati dal ministro Angelino   Leggi tutto ...

    IL RUOLO DEI ROCKEFELLER DALLA STRAGE DEL COLORADO FINO AI GIORNI NOSTRI

    La disoccupazione dilaga, le famiglie senza reddito alcuno si moltiplicano, mentre quel farabutto di Renzi fa finta di occuparsi della povera gente varando un provvedimento inutile e deleterio come il Jobs Act. Al di là delle finte minacce del vice-Dudù Angelino Alfano, patetico nell’alzare la voce nella speranza che qualcuno si accorga della sua esistenza, le idee del governo in tema di lavoro sono letteralmente assurde, antistoriche e ipocrite. Da   Leggi tutto ...

    LA RETE DOVREBBE POTERSI ESPRIMERE SULL’ESPULSIONE DI GIANROBERTO CASALEGGIO

    L’articolo pubblicato ieri, destinato a sottolineare le troppe bestialità proposte da Casaleggio in una intervista per il Fatto Quotidiano, ha fatto molto discutere (clicca per leggere). A parte qualche commento screanzato, vergato da sporadici quadrupedi in cerca d’autore, molti lettori del blog hanno avanzato legittimi dubbi e sottili distinguo. Come sanno i visitatori più “anziani”, il Moralista è uno spazio volterriano e socratico che crede nella forza del ragionamento e   Leggi tutto ...

    IL MOVIMENTO 5 STELLE E’ ORA UFFICIALMENTE INVOTABILE. CASALEGGIO HA GETTATO LA MASCHERA

    Fino ad oggi, pur nella piena consapevolezza di tutti i limiti e le ambiguità  che caratterizzano il Movimento 5 Stelle, avevo invitato i miei lettori a votare (con il naso turato) per i pentastellati in vista delle prossime elezioni europee (clicca per leggere). Dopo avere letto sul blog di Grillo un pezzo demenziale, a firma Guido Maria Brera (clicca per leggere),  avevo confermato il precedente endorsement con lo stesso entusiasmo   Leggi tutto ...

    80 EURO IN BUSTA PAGA. I TWEET CI SONO, MA IL DECRETO DOV’E'?

    Per avere un’idea più precisa delle misure varate dal governo “per la competitività e la giustizia sociale” (gli 80 euro) sono andato sul sito del Governo, pensando di trovare il testo del decreto approvato dal Consiglio dei Ministri. Non l’ho trovato. Sulla home, in alto e in bella mostra, si trovano i Tweet, gli hashtag, le slide e i video della conferenza del premier, ma del decreto nemmeno l’ombra. Visto che c’ero,   Leggi tutto ...

    PERFIDIA-ULTIMA PUNTATA

    Segnala presso:

    NAPOLITANO HA RIDOTTO L’ITALIA A CUMULO DI MACERIE

    Le vittorie hanno molti padri mentre le tragedie sono sempre orfane. L’Italia è annichilita, stanca, impoverita e afflitta, tenuta in ostaggio da un demagogo da strapazzo come Renzi, pervaso dal desiderio di accaparrarsi ciò che resta di questo povero Paese vilipeso e crocifisso. Gli uomini potenti sono sempre saggi, lungimiranti e luminosi; mentre il popolino schiacciato che non riconosce la validità delle ricette imposte dagli aguzzini di Bruxelles è populista,   Leggi tutto ...

    LE “CONVERGENZE PARALLELE” FRA GOD E IL MORALISTA

    Stimolati da un mio articolo sulla Russia e dintorni (clicca per leggere), i Fratelli di Grande Oriente Democratico hanno vergato un ottimo pezzo (clicca per leggere) volto ad arricchire il pubblico dibattito intorno a questioni destinate a condizionare il futuro prossimo dell’Europa e del mondo intero. Pochi sfuggono alle manovre depistanti del mainstream, abile nel costringere l’elettorato a dibattere di argomenti secondari o pacchiani come la casta, la burocrazia e   Leggi tutto ...

    IL GIOCO DELLE TRE CARTE

    Una nube di ottimismo circonda l’annuncio del Documento Economico e Finanziario (Def) presentato dal premier Matteo Renzi e dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, con il quale il nuovo governo si appresta a valutare l’impatto delle proprie riforme sugli andamenti economici futuri del Paese. Per quest’anno si prevede, secondo il Def, una crescita del Pil dello 0,8%, che dal prossimo anno diviene addirittura dell’1,3% per poi aumentare ancora negli anni   Leggi tutto ...

    IL CAZZARO DEL GIORNO: GUIDO MARIA BRERA PER IL BLOG DI PEPPECRILLO

    Tutti i farisei della carta stampata si sono stracciati le vesti solo perché Grillo ha scritto, in versi, una solare verità: l’Italia è chiaramente ostaggio di una classe dirigente piduista che persegue scopi nazisti. Tutti i suicidi, i casi di depressione e di autolesionismo, cresciuti in maniera esponenziale con l’incrudelirsi delle politiche di austerità, sono responsabilità diretta di una politica fattasi manganello al servizio di una genia occulta e perversa   Leggi tutto ...

    LA RUSSIA DI PUTIN E IL “PEZZO MANCANTE”

    La crisi ucraina diventa ogni giorno più complessa. Dopo avere annesso la Crimea, regione storicamente russa “regalata” all’Ucraina dall’ex presidente sovietico Krusciov, Putin continua ad esercitare una certa pressione sul fragile governo di Kiev nato sull’onda delle proteste (etero- dirette?)  di piazza Maidan. La cacciata di Yanukovich, premier imbelle ma eletto con metodo democratico, ha destabilizzato l’intera regione, rinverdendo al contempo le ambizioni di una Russia mai del tutto rassegnatasi   Leggi tutto ...

    ANGELINO ALFANO, IL MAGGIORDOMO COL PUGNALE

    La parabola finale di Berlusconi è oggettivamente triste, leader afono costretto a barattare il silenzio con la libertà. Nella sua fase crepuscolare, risulta evidente anche ai ciechi la ragione sociale che ha accompagnato Forza Italia nell’arco di un ventennio: l’interesse del Cavaliere. Di fronte agli obiettivi contingenti del satrapo di Arcore tutto passa sempre in secondo piano. Per cui il posizionamento politico di uno dei maggiori partiti politici del Paese   Leggi tutto ...

    L’APPELLO DEGLI INFAMI

    Qualche giorno fa è uscito sulle pagine del Corriere della Sera un appello pro euro firmato da un manipolo di milionari che ingrassano sulla pelle della povera gente (clicca per leggere). I temerari curatori del testo, tutti ascari al servizio del progetto massonico-reazionario volto ad annichilire le classi medie e proletarie del Vecchio Continente, paventano scenari catastrofici nel caso in cui l’Italia dovesse abbandonare il “comune progetto comunitario”. Questi sepolcri   Leggi tutto ...

    DI MAIO PERCHE’ PARLI?

    Leggendo questa specie di pensierino a firma Luigi Di Maio (clicca per leggere), grillino compìto e beneducato, mi è venuto il dubbio circa la giustezza del mio precedete endorsement (clicca per leggere) in favore del Movimento 5 Stelle. Sul finire della sua noiosetta scorreggina, infatti, Di Maio spara la solita cazzata in voga fra gli ebeti e i mentecatti: “Nel Movimento 5 Stelle non vogliamo ci siano politici di professione.   Leggi tutto ...

    IL DIRITTO HA LA SUA COLLERA

    Esistono dei momenti storici nei quali la moderazione, l’accondiscendenza e la ragionevolezza divengono colpe e non pregi. Questo è uno di quelli. Assistere compìti al massacro dei greci in attesa che arrivi il nostro turno non è una buona idea. L’ex Presidente della Repubblica Sandro Pertini disse: “Quando un governo non fa ciò che vuole il popolo va cacciato anche con mazze e pietre”. E quando un governo lavora con   Leggi tutto ...

    PER LA GRANDE STAMPA VERDINI E’ UN “UCCELLO-CANGIANTE”

    L’avvenuta torsione in senso antidemocratico della nostra civiltà viaggia sulle ali della disinformazione. Il popolino tende a puntare il dito contro la Casta politica, composta perlopiù da ebeti ignoranti e straccioni, riservando ai padroni dell’informazione mainstream un trattamento tutto sommato di riguardo. Si tratta di un approccio sbagliato. Le responsabilità vanno invertite. La gran parte dei nostri parlamentari eletti con il Porcellum non legge e, se legge, non capisce. I   Leggi tutto ...

    LA COSTITUZIONE VA APPLICATA, NON SMANTELLATA

    Il disegno perverso delle élite reazionarie al potere non potrà dirsi  completo fino al definitivo smantellamento della Costituzione. Nata all’indomani della caduta del fascismo, la nostra Carta fondamentale è infatti un inno alla libertà e all’uguaglianza. Dopo aver letto alcuni dei principi cardine, non è difficile comprendere le ragioni che inducono alcuni colossi speculativi come Jp Morgan (clicca per leggere), per il tramite di politicanti servili e infingardi come Matteo   Leggi tutto ...

    UNGHERIA, IL PAESE DEI FALSI MIRACOLI ECONOMICI

    Oggi gli ungheresi saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo parlamento. Saranno le prime elezioni generali da quando è entrata in vigore la nuova costituzione. L’Ungheria è da qualche anno nel mirino della stampa internazionale per le virate autoritarie del governo in carica e queste elezioni, che si svolgeranno con una nuova legge elettorale sfacciatamente confezionata sulle esigenze del partito al potere, risentiranno anche degli strombazzi governativi sullo stato   Leggi tutto ...

    L’EPIDEMIA

    E’ ufficiale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha certificato che la maggioranza degli Italiani è affetta da due patologie devastanti e al momento senza alcun rimedio di tipo farmacologico o finanche chirurgico: la Stoltezza Degenerativa e la Sindrome Cronica del Tifoso. La prima, la Stoltezza Degenerativa, è provocata da un virus che risiede stabilmente nella popolazione della penisola, isole comprese e, tra gli altri sintomi, spinge il malato a ripetere inconsciamente i   Leggi tutto ...

    CHI SONO E COSA VOGLIONO DA ME I FANTOMATICI MERCATI?

    La tragedia attuale, quella che condanna milioni di persone in carne ed ossa ad una vita di stenti ed inquietudini, viaggia sulle ali di un dogma di fede che tutti i peggiori lestofanti  in forza al mainstream ripetono in coro (e a pagamento): i mercati non capirebbero. Prima di approfondire l’effettivo grado di empatia che i suddetti mercati provano nei confronti dei comuni mortali, sarebbe forse il caso di sciogliere   Leggi tutto ...

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    BRANCACCIO: “IL JOBS ACT?...

    Scritto il 23 - apr - 2014

    3 Commenti

    IL RUOLO DEI ROCKEFELLER...

    Scritto il 22 - apr - 2014

    17 Commenti

    LA RETE DOVREBBE POTERSI...

    Scritto il 21 - apr - 2014

    33 Commenti

    IL MOVIMENTO 5 STELLE...

    Scritto il 20 - apr - 2014

    217 Commenti

    80 EURO IN BUSTA...

    Scritto il 19 - apr - 2014

    3 Commenti

    AVVISI AI NAVIGANTI

    Scritto il 9 - dic - 2011

    1 Commento

    IL TERZO POLLO

    Scritto il 19 - mar - 2011

    0 Commenti

    LE PRIMARIE DEL PD:...

    Scritto il 29 - ott - 2013

    5 Comment1

    IDEE PER LA TERZA...

    Scritto il 16 - dic - 2011

    0 Commenti

    TIRANNI MASCHERATI

    Scritto il 26 - ott - 2011

    0 Commenti

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.