Francesco Maria Toscano per “Gazzetta del sud”

    Un Paese che funziona si riconosce dalle scuole che ha. Attraverso la cultura e l’istruzione intere generazioni di giovani, in un recente passato, provenienti da contesti non agiati hanno avuto l’opportunità di scalare le gerarchie sociali imponendo il criterio del merito e della lucidità dell’intelletto rispetto ai privilegi di censo e di casta acquisiti alla nascita. Oggi bisogna invece amaramente constatare come sempre più frequentemente i criteri di selezione delle classi dirigenti risultino sovente, ad ogni livello, influenzati da logiche distorte che raramente premiano l’effettivo valore delle reali potenzialità dei singoli individui. Ma siccome, nonostante le difficoltà, non esiste nessun ascensore sociale, eticamente accettabile, capace di sorvolare il momento formativo, bisogna rivolgere una sempre maggiore attenzione al mondo della scuola nella speranza che il binomio cultura-responsabilità torni d’attualità anche in un Paese distratto come il nostro. Per questo è importante valorizzare e premiare gli sforzi di giovani come Gabriele Benedetto (Liceo Scientifico L. Da Vinci), Roberta Tripodi (Liceo Classico Campanella) e Andrea Malara (Liceo Scientifico A. Volta) che, seguiti con passione dal corpo docente, hanno vinto le olimpiadi nazionali di astronomia e faranno perciò parte di un gruppo di sei studenti che rappresenteranno in Settembre l’Italia nelle olimpiadi internazionali previste in Kazakistan. Per rendere il giusto merito alle eccellenze intellettuali e per fare il punto sulla stato di salute del sistema formativo calabrese, il dott. Francesco Mercurio, direttore dell’ufficio scolastico regionale della Calabria, ha inteso incontrare la stampa attraverso apposita conferenza, svoltasi presso l’edificio scolastico del liceo scientifico Leonardo da Vinci, alla presenza di molti rappresentai istituzionali e di un nutrito gruppo di ragazzi. Dopo i saluti e i ringraziamenti di rito espletati dalla preside Giusy Princi e dal Prof. Caminiti, il dott. Mercurio ha espresso, non senza emozioni, il suo punto di vista: “Il mio obiettivo”, ha detto Mercurio, “è quello di aumentare il prestigio delle nostre scuole. La Calabria deve cogliere a pieno le possibilità offerte dalla riforma. In primo luogo rendendo più stringente il rapporto tra mondo della scuola e mondo del lavoro”. Mercurio non si è poi nascosto problemi di natura ambientale “dobbiamo”, ha continuato, “ lavorare con maggiore impegno nelle aree ad alta densità mafiosa perché la cultura è una forma di contrasto al dilagare della logica della violenza e della sopraffazione”. Rispetto poi all’importanza dello studio e dell’impegno, il direttore scolastico ha voluto portare la sua intima e personale testimonianza: “Io sono figlio di un bidello e sono orgoglioso di essere calabrese. Lo studio e la testardaggine mi hanno permesso di conseguire risultati importanti”. Per il sindaco della città Giuseppe Raffa “tutte le agenzie formative devono lavorare in sinergia con l’obiettivo comune di promuovere il benessere economico e sociale del nostro Paese”. Un Paese che non premia le intelligenze”, ha concluso Raffa, “è destinato ad andare incontro ad un inesorabile declino”. Concetto ribadito con forza anche dall’assessore provinciale alla pubblica istruzione Ercole Nucera secondo il quale “bisogna ripartire dalla valorizzazione del merito sapendo che cultura significa libertà. Anche se ancora oggi dobbiamo tristemente registrare per la Calabria picchi di emigrazione intellettuale”. Meritevoli di nota, infine, oltre alla bravura dei ragazzi del coro “Bee Free del liceo”, anche i lavori dei ragazzi che hanno vinto il premio “Schiaparelli” grazie ad un progetto denominato “Dai canali su Marte alle possibilità di vita nell’universo”. L’alunno Diego Merolillo ha vinto il primo premio, mentre il giovane Andrea Barbieri ha intrattenuto una interessata platea su alcuni studi volti alla scoperta di forme di vita aliena. Nella speranza di trovare in futuro vite intelligenti nello spazio, sarebbe forse il caso, intanto, di tornare a valorizzare al massimo le intelligenze terrestri. Sarebbe senza dubbio un risultato spaziale.

    Categorie: Italia

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    PERCHE’ L’INCONTRO DEL 20...

    Scritto il 15 - feb - 2019

    0 Commenti

    IL GRAND GUIGNOL DI...

    Scritto il 12 - feb - 2019

    0 Commenti

    LO STRANO CASO DEL...

    Scritto il 8 - feb - 2019

    3 Commenti

    SECONDO MERKEL, MACRON E...

    Scritto il 6 - feb - 2019

    1 Commento

    L’ORA DEI BERLUSCHINI

    Scritto il 5 - nov - 2011

    0 Commenti

    AL FIANCO DEI RESISTENTI...

    Scritto il 10 - mar - 2012

    2 Comment1

    BOSSI, “THE FAMILY” E...

    Scritto il 1 - lug - 2014

    1 Commento

    IL NEW YORK TIMES,...

    Scritto il 1 - set - 2016

    0 Commenti

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.