In Molise ha vinto Iorio, espressione del centrodestra. Il Pd, anziché puntare il dito contro il trasformismo dell’Udc, che a parole dice di voler contribuire al superamento del berlusconismo mentre nei fatti lo consolida, se la prende con Grillo. Il movimento 5 stelle del comico genovese, infatti, è riuscito a racimolare quasi il 6% dell’elettorato molisano, e tanto basta a far gridare i piddini allo scandalo:” Grazie a Grillo vince un inquisito”, sbraitano i sepolcri imbiancati. Ora l’analisi strumentale di questi politicanti da strapazzo si fonda su un errore preliminare, quello cioè di ritenere che tutto sommato l’elettorato “grillino” è, in qualche modo, genericamente catalogabile come “di centrosinistra”. Già all’indomani della sconfitta della governatora piemontese Mercedes Bresso, i poco lucidi commentatori del partito di Bersani puntarono il dito contro lo stesso bersaglio. Oggi sbagliano come ieri. Il movimento 5 stelle è evidentemente equidistante tanto dal Pdl quanto dal “Pd meno elle”. Anzi, a voler essere precisi, la piattaforma politica dei seguaci di Grillo pare essere assolutamente antitetica proprio a quella del Pd. Si coglie infatti nei ragionamenti dei leader del movimento 5 stelle un surplus di animosità proprio nei confronti di partiti che come il Pd, pur difendendo le stesse logiche e gli stessi interessi difesi da Berlusconi, aggiungono al male una sfacciata ipocrisia. Pdl, Pd e Udc sono partiti intercambiabili e infatti non di rado molti dirigenti di punta di queste formazioni passano da una parte all’altra con una certa disinvoltura. Il movimento 5 stelle fa paura perché oggettivamente diverso, negli uomini e nelle logiche. Una diversità salutare che trova forza e giovamento proprio dalle accuse di una classe dirigente fallimentare che, trasversalmente, da un ventennio governa il Paese. In conclusione, non so se se i “grillini” sono una soluzione percorribile. Il fatto però che non piacciano allo stato maggiore del Pd e dell’Udc mi induce a credere che abbiano ragione.

    Francesco Maria Toscano

    Categorie: Editoriale, Politica

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    E’ IN ATTO UNA...

    Scritto il 19 - lug - 2019

    2 Commenti

    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    LA CRISI IRREVERSIBILE DEL...

    Scritto il 13 - lug - 2019

    0 Commenti

    DALLA VAL BREMBANA CON...

    Scritto il 12 - lug - 2019

    0 Commenti

    ASSOLTI PER INSUFFICIENZA DI...

    Scritto il 15 - giu - 2014

    12 Comment1

    ILLUMINATI (DA CHI?)

    Scritto il 8 - ago - 2011

    0 Commenti

    QUALE SARA’ IL FUTURO...

    Scritto il 12 - gen - 2016

    34 Comment1

    IL PARADOSSALE RIEMERGERE DEL...

    Scritto il 8 - nov - 2013

    4 Comment1

    IL CREPUSCOLO DEI GLOBALISTI...

    Scritto il 1 - ago - 2016

    4 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.