Ignoravo l’esistenza del giornalista Massimo Nava, corrispondente da Parigi per il Corriere della Sera, fino a pochi minuti fa. Fino a quando cioè non ho finito di leggere il suo pezzo di oggi circa la brillantezza dell’incontro tra il nostro Monti e il suo omologo francese Sarkozy sulle pagine del quotidiano di via Solferino, sobriamente appecoronato su una linea di lodi ad oltranza per l’uomo del Monte. Di Nava ricordo soltanto un discreto difensore che, sul finire degli anni ’80, faceva da riserva nel Milan di Sacchi al mitico duo Baresi-Costacurta. Ma quello si chiamava Stefano e non Massimo e, probabilmente, se mai dovesse scrivere qualcosa, lo farebbe con maggiore senso del pudore rispetto al suo omonimo pensatore. Massimo Nava invece, sopravvalutandosi, sotto la pretenziosa dicitura “analisi”, titola così il suo pezzo di approfondimento di oggi: “Un alleato prezioso per respirare un po’”. L’antifona slinguazzante si coglie appieno fin dalle prime battute: “Monti e Sarkozy”, attacca il sobrio Nava, “si conoscono da anni, si stimano e si danno del tu…”. Finite le inutili manfrine, Nava tenta poi senza successo di dare una chiave di lettura all’incontro e, pur sforzandosi, non ci riesce. Le uniche cose che il povero lettore capisce di sicuro, leggendo l’analisi (?), riguardano il profilo personale di Monti che, ricorda Nava, “fu già consulente di Sarkozy nella commissione Attali”. Per il resto l’articolo è interamente farcito da una serie infinita di amenità e stupidaggini varie. Si passa dalla considerazione circa la “grande novità” che “il tecnico di “chiara fama” Monti rappresenta per l’opinione pubblica francese, ad altre fesserie difficilmente commentabili tipo questa:” Già sembra di sentire”, azzarda Nava, “i commenti sul professor Monti da Varese: così serio che non sembra italiano. Ma anche così low profile che non sembra francese…”. Nava invece scrive così che non sembra proprio un giornalista. La considerazione più interessante e più vera dell’inutile analisi di Nava, peraltro evidenziata come decisiva, è la seguente: “L’incontro di Parigi forse non passerà alla storia…”. Tranquillo Nava, puoi togliere il forse. Ma anche se dovesse passarci, leggendoti, nessuno capirebbe il perché.

    Francesco Maria Toscano

    Categorie: Editoriale

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    A FURIA DI USARE...

    Scritto il 10 - ott - 2019

    4 Commenti

    VOX ITALIAE. PARTE IL...

    Scritto il 3 - ott - 2019

    6 Commenti

    E’ IN ATTO UNA...

    Scritto il 19 - lug - 2019

    2 Commenti

    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    CASO FUSARO/GIOIA TAURO. LE...

    Scritto il 28 - mag - 2019

    11 Comment1

    ASCOLTANDO IL FIGLIO DEL...

    Scritto il 16 - feb - 2016

    46 Comment1

    IL PAREGGIO DI BILANCIO,...

    Scritto il 11 - apr - 2012

    17 Comment1

    MADE IN CHINA

    Scritto il 20 - nov - 2014

    3 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.