Sto guardando la 7. Ospite della Gruber c’è Antonio Di Pietro e in collegamento non si sa da dove un certo Jacopo Tondelli, direttore del sito online linkiesta.it. Sono molto incuriosito da queste nuove piattaforme online che ritengo possano a breve ritagliarsi uno spazio di opinione nel panorama informativo del Paese. Un panorama, lo abbiamo detto tante volte, asfittico e caramelloso che gareggia nell’incensare a prescindere il premier illuminato Mario Monti. Proprio l’accondiscendenza acritica e interessata dei grandi media tradizionali dovrebbe naturalmente aprire possibili autostrade per quelle testate giornalistiche che puntano sul web. Il web come possibile luogo di stoica resistenza ad un sistema sostanzialmente fascista, mentre tutt’intorno dilagano mandolinisti, leccaculo e suonatori di serenate per professione. Questa immagine utopica e cavalleresca muore istantaneamente non appena il direttore del quotidiano online in questione apre la bocca. Un condensato di banalità e conformismi da fare invidia a Massimo Franco del Corsera, per altro accompagnate da una mimica facciale non proprio profondissima. Spengo subito la tv, mi siedo di fronte al monitor del mio vecchio computer e mi domando: ma a che cosa serve una replica delle tante buffonate cartacee sul web? Mistero. Non credo sia il caso di approfondire analiticamente il taglio del sito diretto da Tondelli. La faccia del suo direttore è già tutto un programma. Linkiesta.it, insieme al sito Lettera43, dovrebbe rappresentare uno dei laboratori più interessanti circa la comunicazione del futuro prossimo. La paura, sempre più fondata, è che lungi dal divenire oasi di informazione per davvero plurali e al servizio dei fatti, queste piattaforme web si rivelino soltanto la prosecuzione con altri mezzi della guerra disinformativa oligarchica e reazionaria attualmente in atto.

    Francesco Maria Toscano

    Categorie: Cultura

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    E’ IN ATTO UNA...

    Scritto il 19 - lug - 2019

    0 Commenti

    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    LA CRISI IRREVERSIBILE DEL...

    Scritto il 13 - lug - 2019

    0 Commenti

    DALLA VAL BREMBANA CON...

    Scritto il 12 - lug - 2019

    0 Commenti

    LA CINA E’ GIA’...

    Scritto il 25 - nov - 2011

    0 Commenti

    IL RISORGIMENTO MERIDIONALE E’...

    Scritto il 23 - feb - 2019

    2 Comment1

    RITORNO AL CREPUSCOLO

    Scritto il 8 - nov - 2011

    0 Commenti

    MESSINA CAPITALE D’ITALIA DEL...

    Scritto il 29 - giu - 2013

    6 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.