Ieri ho partecipato, in un piccolo comune arbëreshë del Parco Nazionale del Pollino, San Basile, alla commemorazione di tre desaparecidos. Tre ragazzi di origini calabresi vittime del terrorismo di stato nell’Argentina dei militari. Durante la cerimonia mi hanno colpito molto alcune parole pronunciate da Carlo Cherniak, ministro e responsabile per i diritti umani dell’ambasciata Argentina in Italia. Il diplomatico, riferendosi ai processi che si sono celebrati e che si stanno celebrando nel suo paese contro i membri superstiti della giunta militare ed altri esponenti di quel regime, ha detto che l’Argentina è impegnata strenuamente in un’operazione verità relativamente a quegli anni, ma “sarebbe troppo grande, insostenibile, la frustrazione del popolo se alla ricerca ed all’ottenimento della verità non si accompagnasse anche la giustizia per le vittime del terrore”. Per un attimo la mia mente è andata al dibattito di questi giorni, quello sulle intercettazioni che hanno coinvolto l’inquilino del Colle, e le parole pronunciate dal diplomatico argentino hanno assunto immediatamente un significato beffardo, addirittura sinistro. “Ricerca della verità”, “giustizia per le vittime”, “frustrazione del popolo”….tre espressioni che ci spalancano dinanzi gli abissi di casa nostra, la patria degli omissis, delle impunità, dei depistaggi, delle mezze verità. Non entro nel merito giuridico della scelta del Presidente della Repubblica di sollevare un conflitto di attribuzione dinanzi alla Suprema Corte relativamente all’attività investigativa dei giudici di Palermo – non ne avrei le competenze -, ma mi chiedo se Napolitano abbia preso in considerazione l’ipotesi che la sua decisione potesse “frustrare” il desiderio di giustizia dei famigliari delle vittime di mafia e di tutto il popolo italiano, che su questi temi ha sempre mostrato una certa sensibilità. Credo che qui, in questa vicenda, il problema non fosse quello della tutela delle prerogative e delle guarentigie del Capo dello Stato, quanto piuttosto quello di aiutare la “ricerca della verità” su alcune pagine tra le più buie della nostra storia, per ristabilire il giusto rapporto di fiducia tra cittadini ed Istituzioni, purtroppo compromesso oltre che da una perdurante crisi della politica anche da precipue circostanze, tra cui anche quelle che afferiscono alla nota e disdicevole vicenda della (presunta?) trattativa tra Stato e mafia. Diciamocelo chiaramente: l’Italia non se la passa molto bene. Ed il problema non è soltanto quello degli spread, che forse è l’unico falso problema di questa crisi. Ciò che dovrebbe preoccupare realmente è il disfacimento progressivo della compagine statale e dei suoi valori fondamentali, lo scollamento sempre più pernicioso tra cittadini e sistema politico, la crisi della rappresentanza ad ogni livello. Si parla sempre più spesso di antipolitica. Qualcuno si è chiesto però se quella che viene definita, con sufficienza, antipolitica altro non è che una legittima reazione all’arroccamento autoreferenziale del ceto politico che, un giorno con manifestazioni di intolleranza verso certe indagini della magistratura, un altro col concepimento di perverse leggi elettorali, solo per fare due esempi a loro modo calzanti, pensa esclusivamente alla sua sopravvivenza mentre il paese reale scivola verso il baratro? Se poi intervengono anche alcuni comportamenti, che minano la credibilità dello Stato nella lotta ai poteri criminali, la frittata è fatta. La “frustrazione”, per parafrasare il diplomatico argentino, è l’unico sentimento che plausibilmente può farsi strada nell’animo dei cittadini. Prima di sollevare il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato, il Presidente Napolitano, forse avrebbe fatto meglio a considerare la portata devastante del conflitto che da un po’ di tempo a questa parte oppone una larga fetta del popolo italiano alle istituzioni della Repubblica. Che, a questo punto, mi sembra l’unico, vero, problema di cui la politica dovrà (dovrebbe) farsi carico nei giorni avvenire.

    Luigi Pandolfi

    31/08/2012

     

     

     

    Categorie: Politica

    2 Commenti

    1. [...] http://www.ilmoralista.it/2012/08/31/napolitano-non-ha-tenuto-conto-della-crisi-di-fiducia-dei-citta… //Start section to modify var ed_Related_Title_Box = "Ti potrebbero interessare anche"; //Define the title box var ed_Related_Result_Number = 0; //Define the max number of result : 0 = All result var ed_Related_Result_Lenght = 70; //Define the max title lenght var ed_Related_Box_Width = "610px"; //Define the box width var ed_Related_Title_Box_Color = "#CD1713"; //Define the title color var ed_Related_Box_Line_Height = "25px"; //Define the distance between title and links var ed_Related_Padding_Right = "10px"; //Define the distance from box right border var ed_Related_Title_Font_Family = "'palatino linotype',palatino,'times new roman',times,serif"; //Define the title font family var ed_Related_Title_Font_Size = "19px"; //Define the title font size var ed_Related_Title_Font_Weight = "bold"; //Define the title font weight var ed_Related_Link_Font_Family = "'palatino linotype',palatino,'times new roman',times,serif"; //Define the link font family var ed_Related_Link_Font_Size = "13px/19px"; //Define the link font size var ed_Related_Link_Color = "#555555"; //Define the link color var ed_Related_Link_Line_Height = "25px"; //Define the distance between link rows var ed_Related_Link_Decoration = "underline"; //Define the link decoration: none = nothing decoration var ed_Related_Link_Weight = "normal"; //Define the link font weight var ed_Related_Link_Display = "inline-block"; //Define the links display property var ed_Related_Char = " + "; //Define the decoration row char var ed_Related_Char_Color = "#555555"; //Define the color of decoration row char var ed_Related_Char_Font_Weight = "normal"; //Define the font weight of decoration row char //End section to modify function ed_Related_Box() { if ((eDintorniRelated["Link"]["Record"].length > ed_Related_Result_Number) && (ed_Related_Result_Number != 0)) { ed_Related_Counter = ed_Related_Result_Number; } else{ ed_Related_Counter = eDintorniRelated["Link"]["Record"].length; } ed_Related_Div = document.getElementById("ed_Related_Box"); for (ed_Related_I = 0; ed_Related_I < ed_Related_Counter; ed_Related_I++) { if (ed_Related_I == 0) { ed_Related_Box_Div = document.createElement("span"); ed_Related_Box_Div.style.width = ed_Related_Box_Width; ed_Related_Box_Div.style.fontFamily = ed_Related_Title_Font_Family; ed_Related_Box_Div.style.fontSize = ed_Related_Title_Font_Size; ed_Related_Box_Div.style.color = ed_Related_Title_Box_Color; ed_Related_Box_Div.style.fontWeight = ed_Related_Title_Font_Weight; ed_Related_Box_Div.style.lineHeight = ed_Related_Box_Line_Height; ed_Related_Box_Div.style.cssFloat = "left"; ed_Related_TitleBox = document.createTextNode(ed_Related_Title_Box); ed_Related_Box_Div.appendChild(ed_Related_TitleBox); ed_Related_Div.appendChild(ed_Related_Box_Div); } ed_Related_Content = document.createElement("div"); ed_Related_Content.style.width = ed_Related_Box_Width; ed_Related_Record = eDintorniRelated["Link"]["Record"][ed_Related_I]; ed_Related_Link = document.createElement("a"); ed_Related_Link.href = ed_Related_Record["Url"]; ed_Related_Link.style.fontFamily = ed_Related_Link_Font_Family; ed_Related_Link.style.fontSize = ed_Related_Link_Font_Size; ed_Related_Link.style.fontWeight = ed_Related_Link_Weight; ed_Related_Link.style.lineHeight = ed_Related_Link_Line_Height; ed_Related_Link.style.color = ed_Related_Link_Color; ed_Related_Link.style.textDecoration = ed_Related_Link_Decoration; ed_Related_Link.style.display = ed_Related_Link_Display; ed_Related_Link.style.border = "0px"; ed_Related_Link_Char_Decoration = document.createElement("span"); ed_Related_Link_Char_Decoration.innerHTML = ed_Related_Char; ed_Related_Link_Char_Decoration.style.fontWeight = ed_Related_Char_Font_Weight; ed_Related_Link_Char_Decoration.style.fontFamily = ed_Related_Link_Font_Family; ed_Related_Link_Char_Decoration.style.fontSize = ed_Related_Link_Font_Size; ed_Related_Link_Char_Decoration.style.color = ed_Related_Char_Color; ed_Related_Content.appendChild(ed_Related_Link_Char_Decoration); if (ed_Related_Record["Title"].length > ed_Related_Result_Lenght){ ed_Related_Link.setAttribute("title", ed_Related_Record["Title"]); ed_Related_Title = document.createTextNode(ed_Related_Record["Title"].substring(0,ed_Related_Result_Lenght) + "…"); } else{ ed_Related_Title = document.createTextNode(ed_Related_Record["Title"]); } ed_Related_Link.appendChild(ed_Related_Title); ed_Related_Content.appendChild(ed_Related_Link); ed_Related_Div.appendChild(ed_Related_Content); } } ed_Related_Box(); Tags Berlusconi città crisi dati dell diritti donne famiglia Fatto Quotidiano futuro Giovani giustizia Governo Guerra il fatto quotidiano informarexresistere informarexresistere.fr Informazione Italia italiani Lavoro lega legge Libertà mafia mercato milano mondo parlamento parole pdl Politica Polizia PROCESSO Repubblica ricerca rispetto roma scuola sicurezza SOCIALE STATO storia USA VOTO [...]

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    A FURIA DI USARE...

    Scritto il 10 - ott - 2019

    4 Commenti

    VOX ITALIAE. PARTE IL...

    Scritto il 3 - ott - 2019

    6 Commenti

    E’ IN ATTO UNA...

    Scritto il 19 - lug - 2019

    2 Commenti

    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    MA ALESSANDRO NOTARSTEFANO E’...

    Scritto il 19 - ott - 2012

    2 Comment1

    ITALIA- COREA DEL NORD...

    Scritto il 30 - gen - 2012

    2 Comment1

    PAUL KRUGMAN INDICA LA...

    Scritto il 17 - mag - 2012

    6 Comment1

    MODELLO CETTO

    Scritto il 24 - nov - 2011

    0 Commenti

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.