“Tutto quello che viene dalla Grecia, fin dall’antichità, ha un carattere universale. Ci parla dell’uomo, dell’anthropos. Ci dice dell’uomo, del destino, di cosa sta succedendo all’uomo d’Occidente in questo momento di ‘crisi’, di scelta”, inizia così “Tefteri”, l’ultimo libro del cantautore Vinicio Capossela, un viaggio onirico e musicale nel mondo del Rebetiko, tra taverne dimenticate, briganti e fumo di sigarette arrotolate. Non si può quindi prescindere dalla Grecia, antica culla della democrazia, diventata, suo malgrado, cavia per gli esperimenti delle banche e della troika europea. Nel paese ellenico, il costo della crisi, insieme al popolo, lo sta pagando la Cultura. Dopo ben 75 anni di attività chiude i battenti l’Orchestra Sinfonica Nazionale, per mancanza di fondi. Stessa sorte sarebbe toccata a “Ert”, la tv pubblica nazionale, se la Corte Suprema di Giustizia non avesse annullato il decreto del premier conservatore Antonis Samaras, in quanto incostituzionale. Ert, dopo lo spegnimento d’imperio, dovrà riprendere le trasmissioni, ma è ancora incerta la sorte dei 2700 lavoratori licenziati in tronco. La Cultura spaventa anche la vicina Turchia, dove la polizia ha sequestrato il piano di Davide Martello, artista tedesco di origini italiane, esibitosi ad Istanbul in piazza Taskim durante i giorni della protesta. Il potere, a qualsiasi latitudine, prospera nell’ignoranza dei sudditi. Per questo, intellettuali come Antonio Gramsci o Bertrand Russel, insistevano sull’importanza dello studio per l’emancipazione proletaria. Studiare, informarsi, “creare bellezza”, significa mettere in discussione il potere costituito, ribellarsi alle leggi ingiuste, rovesciare i tiranni. Per questi motivi non è poi così bislacca l’azione di sequestrare un piano o quella di imbavagliare le voci libere.

    Emanuele Bellato

    Categorie: Esteri

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    E’ IN ATTO UNA...

    Scritto il 19 - lug - 2019

    0 Commenti

    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    LA CRISI IRREVERSIBILE DEL...

    Scritto il 13 - lug - 2019

    0 Commenti

    DALLA VAL BREMBANA CON...

    Scritto il 12 - lug - 2019

    0 Commenti

    IL BURATTINO RENZI HA...

    Scritto il 17 - set - 2014

    3 Comment1

    LA CRISI INFINITA EUROPEA...

    Scritto il 7 - mag - 2014

    6 Comment1

    QUESTO E’ PAZZO

    Scritto il 28 - mag - 2013

    7 Comment1

    SFRUTTATI, INGANNATI E DERISI

    Scritto il 4 - ago - 2011

    0 Commenti

    LA NEMESI

    Scritto il 7 - nov - 2011

    0 Commenti

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.