Ricordate nove mesi fa quando Timothy Geithner ci ha assicurato (clicca per leggere) che sarebbe stato “estremamente improbabile” che lui avesse preso una posizione a Wall Street?! Il meme dei media quando Geithner ha annunciato che stava per lasciare come segretario del Tesoro per prendere una posizione come “senior fellow” al Council on Foreign Relation (CFR) era quello di quanto fosse superiore come essere umano per non prendere un posto a Wall Street. “L’estremamente improbabile” (senza sorpresa per nessuno) è stato annunciato nove mesi dopo. La società di private equity Wartburg Pincus (clicca per leggere) ha assunto Geithner come suo Presidente. “L’annuncio con un insolito basso profilo – fatto con poco clamore un sabato mattina – è la prima incursione nel settore privato dopo 25 anni di attività del signor Geithner, dopo aver prestato servizio presso il Dipartimento del Tesoro, il Fondo Monetario Internazionale e la Federal Reserve di New York”. Il Fondo Monetario Internazionale e la Fed di New York sono più privati che pubblici ed esistono primariamente per servire le banche. La Fed di New York è di proprietà di banche private che si suppone debba esaminare e supervisionare; e le banche eleggono i banchieri che agiscono come amministratori della Fed di New York (includendo fino al passato molto recente presunti amministratori di interesse pubblico). Essi non sono soggetti al tetto, in materia di retribuzioni, previsto dal governo degli Stati Uniti e nel caso del Fondo Monetario Internazionale i dipendenti ricevono un aumento retributivo per compensare le tasse che sono chiamati a pagare negli USA (e che Geithner non ha pagato per molti anni). Il disastroso “servizio pubblico” di Geithner alla Fed di New York ed al FMI lo ha fatto multi-milionario con un grosso costo per il pubblico. Il NYT è tipico comportarsi come se Geithner avesse avuto la sua prima leadership nel 2008 (è stato nominato capo della Fed di NY nel 2003). “Come presidente della Fed nel 2008 il signor Geithner ha contribuito a guidare la risposta del governo federale alla crisi finanziaria, inclusa la vendita di Bear Stearns e il salvataggio di American International Group”. La Fed di NY, naturalmente, doveva essere l’esaminatore principale e il supervisore di molte delle più grandi banche della nazione e delle holding bancarie. Geithner era al vertice della supervisione regionale durante gli anni topici delle tre frodi di controllo che hanno portato alla crisi finanziaria e la NY Fed ha attirato molte critiche per il suo totale fallimento come supervisore durante la crisi. Naturalmente, il Presidente Obama ha risposto ai suoi fallimenti promuovendolo. Il New York Times riabilita il ruolo di Geithner come vertice della supervisione regionale alla Fed. Anche il fatto che Geithner ha usato AIG per salvare segretamente alcune delle più grandi banche al mondo (alle dirette spese del governo USA) è sparito dal “rendiconto”. Il nuovo datore di lavoro di Geithner, tuttavia cerca di superare il NYT impedendo qualsiasi conto sul costo per far cambiare “l’estremamente improbabile” di Geithner in “dove devo firmare”, da sempre reso pubblico. Né la società, né Geithner vogliono che il pubblico sappia quanto è lucrativo il compenso con cui i banchieri premiano gli antiregolatori.  “Il suo nuovo datore di lavoro, Warburg Pincus, è una società di private equity vecchia di 47 anni che controlla 35 miliardi di dollari in attività. La società è rimasta a capitale privato e ha tenuto un basso profilo”.  Siccome Warburg Pincus (WP) è una società privata non potremo mai sapere il compenso di Geithner. Anche il NYT ammette che Geithner è un esempio di come Wall Street assicura una porta girevole facendo ricchi i suoi sostenitori nelle alte posizioni governative una volta che si dimettono da queste; e Geithner è la prova che questo non ha nulla a che fare con i meriti o l’idoneità dell’ex funzionario che accede a una posizione privata. “Da quando ha lasciato il Tesoro il signor Geithner ha lavorato per il Council of Foreign relations come fellow ed è stato pagato per delle conferenze. Il signor Geithner prosegue nel percorso delle passate segreterie del Tesoro che, dopo aver lasciato il governo, hanno accettato posizioni lucrative a Wall Street. Dopo aver lasciato l’amministrazione Clinton, Robert E. Roubin è andato a Citigroup. E John W. Snow il segretario del Tesoro dell’amministrazione Bush è andato alla una società privata di equity, Cerberus.  Mentre al signor Geithner è stato dato il titolo nobile di Presidente, molti dirigenti di società di equity private si domandavano se sarebbe stato molto più che solo un nome di spicco e se avesse potuto aiutare Warburg Pincus per aprire le porte dal punto di vista della raccolta di fondi, in particolare con gli investitori stranieri come i fondi sovrani.  A differenza dei segretari del tesoro passati Henry M. Paulson e il signor Roubin (entrambi ex allievi di Goldman Sachs) il signor Geithner è stato un funzionario pubblico per la maggior parte della sua carriera. Non ha mai lavorato in una banca e non ha esperienza nella contrattazione di “equity private”. Geithner non è un esperto finanziario, ma questo non è stato un impedimento nel farlo capo della Fed di NY o del Tesoro. I banchieri ed i loro alleati politici hanno messo i Geithner del mondo in posizioni di potere crescente, non nonostante le loro debolezze ed i fallimenti, ma per la loro volontà di aiutarli pur quando questo comportasse il tradimento del loro ufficio. Geithner “è stato un funzionario pubblico” finché qualcuno si ricorda che nel suo mondo questo significa essere stato fatto milionario per guidare una banca per lo più privata (la Fed di NY), di proprietà e gestita per le grandi banche, nei peggiori fallimenti della vigilanza nella sua storia con (massiccio) costo per il pubblico – che per i banchieri e il NYT è come essere “servitori” del “pubblico”. Ryan Grim ha sottolineato in un suo bel pezzo che Geithner come Segretario del Tesoro ha emanato una regolamentazione insipida che è stata indebolita a tal punto da poter essere apprezzata dall’industria delle private equity. Geithner era un repubblicano che è diventato indipendente come una foglia di fico per facilitare la sua nomina da parte di Obama a Segretario del Tesoro, ma compagnie come Warburg Pincus si curano poco del partito. Hanno in gran parte sostenuto Obama nel 2008 e poi Mitt Romney nel 2012. Quello che volevano da Geithner, come pure il NYT ammette, è qualcuno che eccitasse i facoltosi investitori stranieri circa la prospettiva di usare le sue conoscenze politiche per loro conto. Ma un’altra cosa mi ha insospettito non appena ho sentito che Geithner era stato ingaggiato da Warburg Pincus – ricordavo di aver dibattuto con un ex leader della società di Geithner (i dettagli sono qui (http://www.nextnewdeal.net/keep-tim-geithner), qui (http://neweconomicperspectives.org/2009/12/bo-cutters-indictment-of-finance.html), qui (http://neweconomicperspectives.org/2009/12/geithner-as-martyr-to-ungrateful-nation.html)  e qui (http://neweconomicperspectives.org/2009/12/geithner-as-our-last-action-hero.html). “Bo” Cutter era infuriato con gente come me che criticava il Segretario del Tesoro Geithner e la decisione di Obama di promuoverlo. Warburg Pincus sarà con Geithner per almeno quattro anni. La porta girevole è alimentata dalle reciprocità e Geithner ha avuto alle spalle Wall Street per un decennio. Transparecy International parla di corruzione attraverso tangenti sul greggio nei paesi in via di sviluppo, ma la corruzione “perfettamente legale” dei paesi “avanzati” come gli USA differisce in gran parte nel modo. Warburg Pincus è stata paziente, ma il suo vertice ha anche riconosciuto che non è mai troppo presto per cominciare ad attrarre i potenti, soprattutto se altri stanno criticando una alto funzionario governativo per essere troppo asservito ai banchieri d’elite.

    William K. Black

    Traduzione a cura di Luca Pezzotta dell’associazione Economia Per I Cittadini (clicca per leggere)

    Categorie: Economia, Esteri

    3 Commenti

    1. [...] Ricordate nove mesi fa quando Timothy Geithner ci ha assicurato (clicca per leggere) che sarebbe stato “estremamente improbabile” che lui avesse preso una posizione a Wall Street?! Il meme dei media quando Geithner ha annunciato che stava per lasciare come segretario del Tesoro per prendere una posizione come “senior fellow” al Council on Foreign Relation (CFR) era quello di quanto fosse superiore come essere umano per non prendere un posto a Wall Street. “L’estremamente improbabile” (senza sorpresa per nessuno) è stato annunciato nove mesi dopo. La società di private equity Wartburg Pincus (clicca per leggere) ha assunto Geithner come suo Leggi la notizia [...]

    2. Sapevate che la FED è l’unica corporazione a scopo di lucro in America esentata dal pagamento delle tasse federali e statali? La FED guadagna circa un trilione di dollari l’anno per l’esenzione dalle tasse! Le famiglia di banchieri elencate poco sopra si spartiscono tutti questi soldi.

    3. […] a peso d’oro da una delle solite banche d’affari una volta terminato il suo incarico pubblico (clicca per leggere), legittima i peggiori sospetti. Geithner, infatti, ricopre oggi l’incarico di Presidente della […]

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    PERCHE’ L’INCONTRO DEL 20...

    Scritto il 15 - feb - 2019

    0 Commenti

    IL GRAND GUIGNOL DI...

    Scritto il 12 - feb - 2019

    0 Commenti

    LO STRANO CASO DEL...

    Scritto il 8 - feb - 2019

    3 Commenti

    SECONDO MERKEL, MACRON E...

    Scritto il 6 - feb - 2019

    1 Commento

    GOD SCUOTE LA MASSONERIA...

    Scritto il 27 - ott - 2014

    13 Comment1

    PER I SONDAGGISTI STREGONI...

    Scritto il 10 - feb - 2013

    3 Comment1

    GINA E LA CIA

    Scritto il 16 - mar - 2018

    1 Commento

    MACRON E’ IL FIGLIOCCIO...

    Scritto il 24 - apr - 2017

    6 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.