ListenerCari amici del Moralista, buon anno. Il 2015 sarà un anno decisivo. Tante cose stanno velocemente cambiando sullo scenario nazionale ed internazionale. Nessuno crede più ai soliti tromboni che predicano l’austerità per gli altri e l’abbondanza per se stessi. Il giochino è oramai sfacciato e scoperto. In molti non intendono più farsi abbindolare da parole vuote come “sacrifici”, “responsabilità”, “stabilità” e “mercati”, cavalieri di una apocalisse economica che cammina sulle gambe di Maestri Venerabili del calibro di Mario Draghi e Wolfang Schauble. Pur frastornati da una propaganda subdola ed incessante, gli italiani cominciano ad intuire di essere stati raggirati. La mistica dei “sacrifici che salvano” non incanta più nessuno, a parte qualche inguaribile idiota-credulone utile solo a fini statistici. Oggi non sarebbe possibile piazzare impunemente al potere un figuro come Mario Monti, massone reazionario imposto alla guida dell’ Italia per assecondare bramosie private. Il 2015, tanto per cominciare, si apre con una bella notizia: Napolitano se ne va. Il nostro (ancora per poco) Presidente della Repubblica, iniziato presso la Ur-Lodge Three Eyes nell’Aprile del 1978, ha distrutto con zelo e costanza il benessere italiano, avallando la formazione di governi direttamente funzionali ai desiderata di un manipolo di plutocrati globalizzati. Napolitano, adducendo una improbabile stanchezza, ha deciso di farsi da parte. Come mai un uomo come lui, abituato fin dai tempi dell’invasione sovietica in Ungheria a vivere il potere per il potere, ha inteso abbandonare anzitempo il suo ruolo? Forse perché alcuni riservati mondi, magari quegli stessi che aiutarono Alan Fridman a scrivere “Ammazziamo il Gattopardo”, gli hanno fatto capire con una certa perentorietà di non essere più gradito? Anche in Grecia, altra vittima designata della crudeltà di una Troika in versione Mengele, l’aria sembra essere cambiata. Il premier Samaras, iniziato come Napolitano presso la superloggia Three Eyes, non è riuscito a trovare i numeri in Parlamento per eleggere un nuovo Presidente della Repubblica gradito al politburo di Bruxelles. Il dispiegarsi di tante minacce e blandizie, ad opera dei soliti noti, questa volta non è bastato per alterare il corso della democrazia ellenica. Solo pochi anni fa il premier greco in carica, il socialista Papandreou, fu invitato a rimangiarsi la promessa di indire un referendum per chiedere al suo popolo cosa ne pensasse delle politiche lacrime e sangue richieste da alcuni organismi finanziari sprovvisti di legittimità democratica. Allo stesso modo, alcuni emissari di specifiche Ur-Lodges, digrignando i denti, spaventarono fin da subito il molliccio Hollande, costringendo il presidente francese ad appiattirsi in silenzio ai voleri di Angela Merkel. Oggi invece, anche e soprattutto grazie al ritrovato protagonismo di alcuni massoni di ispirazione progressista come Gioele Magaldi, già iniziato presso la Ur-Lodge democratica Thomas Paine, il  potere di “persuasione” dei sadici emissari tenuti al guinzaglio dai vari Draghi, Juncker e Lagarde è di molto diminuito. In Italia si gioca una partita decisiva per le sorti dell’intero pianeta. Molti italiani, nonostante i melliflui ragionamenti articolati dai vari Renzi e Napolitano, resistono di fronte alla prospettiva di una definitiva “cinesizzazione” del Belpaese. Questi italiani devono fare massa critica all’interno di un contenitore chiaro, visibile, limpido, forte ed efficace: questo contenitore si chiama Movimento Roosevelt (clicca per leggere). Il Movimento Roosevelt non è massonico né para-massonico. Il Movimento Roosevelt, inizialmente metapolitico, non intende entrare direttamente nell’agone elettorale, rivolgendosi invece a tutte le forze politiche già presenti sul territorio nazionale affinché abbandonino definitivamente i falsi miti del rigore e dell’austerità. Più saranno i cittadini pronti a combattere una battaglia di civiltà insieme a noi, maggiore sarà la nostra capacità di cambiare in meglio l’esistente. Tutti coloro i quali, pur contingentemente tesserati all’interno di partiti di destra, centro o sinistra, sentano di dover difendere i capisaldi della nostra civiltà, ovvero uguaglianza fra tutti gli uomini, diritto al lavoro, difesa del welfare e della sovranità popolare, non perdano altro tempo iscrivendosi immediatamente al Movimento Roosevelt seguendo le semplici indicazioni che trovate in alto a destra. Qualora i partiti esistenti, sordi di fronte alla volontà di cambiamento che sale dal basso, dovessero continuare a dare vita a governi consociativi eterodiretti dall’esterno, il Movimento Roosevelt si trasformerà in partito, chiedendo a viso aperto il consenso dei cittadini. Le migliaia di persone che si ritroveranno per la prima volta insieme a Perugia nel Gennaio/Febbraio del 2015 sono destinate a rendersi protagoniste di un processo storico, imitando dopo un secolo e mezzo l’epopea gloriosa dei mille garibaldini in camicia rossa. Chi non intende spendersi personalmente per difendere la democrazia, non la merita. Quindi tutti a Perugia!

    Francesco Maria Toscano

    2/01/2015

    Categorie: Politica

    17 Commenti

    1. Auspico che il segretario generale, sia tu!
      Lunga vita

    2. Alessandra scrive:

      ..io purtroppo non sono cosi’ ottimista..e mi auguro di sbagliare..

    3. Claudio scrive:

      Mi sono appena iscritto al MR e, anche se non è un circolo massonico o paramassonico,sono certo che “Libertà, Uguaglianza e Fratellanza” rimangano i Principi di sempre.Buon 2015 a tutti!

    4. Cerberus scrive:

      Sono felice di questo nuovo fermento e che stia partendo proprio qui in Italia.
      Se mi permettete una riflessione che spero non sia accolta come off-topic:
      mi auguro che da questo movimento nasca,sempre se non sia gia’ in programma,la nascita anche di una vera e propria “Intelligence del popolo” perche’ con tutte le belle propensioni e ideali del mondo non ci puo’ essere democrazia del popolo senza quello che ho pocanzi auspicato.

    5. Chiara scrive:

      Ho aderito al MR perché condivido in toto i principi su cui si fonda; credo che sia arrivato il momento di ristabilire gli equilibri ed i valori veri della vita di questa società nonché di tutti noi. Sono in trepidante attesa di essere partecipe a questo storico evento e, perchè no?, magari indossando una camicia rossa!

    6. Laura scrive:

      L’unica rivoluzione vera e possibile -e di giorno in giorno è sempre più evidente- è il Movimento Roosevelt.
      Di rivoluzioni improbabili, sciagurate operazioni di gate-keeping, gli italiani ne hanno già avute abbastanza.
      Sono così felice che non riesco a prender sonno! :)

    7. Spartaco scrive:

      Magaldi sfida, anche sul blog di Grillo, i vari Draghi, Napolitano, Renzi etc. etc. ad indire una conferenza stampa per accusare l’autore di “Massoni società a responsabilità illimitata” di calunnie e diffamazioni. Visto e considerato però che nessuno, per ovvi motivi, si muoverà, perché Magaldi non sfida i deputatati pentastellati a costituire una commissione d’inchiesta parlamentare per indagare sui fatti narrati nel suo libro? Così facendo gli inscritti al movimento (ai quali mi pregio di appartenere) avranno modo di verificare se i loro portavoce in parlamento sono liberi e disposti a combattere il sistema concretamente, mentre Magaldi avrà il pretesto di mostrare questi famosi documenti per dimostrare che non è un complottista. In assenza di azioni concrete non ci si lamenti poi che i cittadini dubitino di Grillo, Magaldi e i portavoce in parlamento.

      W La Libertà

    8. Cerberus scrive:

      Gentile Spartaco lei pone il dubbio se i portavoce del movimento al quale si pregia di appartenere siano “liberi e disposti a combattere il sistema” ma si è chiesto se il suddetto 5stelle non sia gia’ a “monte” una creatura in vitro?
      La invito a meditare sull’analogia della sigla M5S con la notazione in uso in virologia.
      Sul movimento Roosevelt non ho ancora un’idea chiara..diciamo che la mia idea su di esso alloggia ancora nel chiaroscuro.Certo qualche commentatore per queste mie titubanze molto probabilmente mi dara’ dell’ignavo o mi annettera’ al leontastierismo, quello che mai si tramuta in spavalderia sintetico-operativa, ma in fondo me ne faro’ una ragione…sono un uomo del dubbio e non del dogma.
      Di una cosa sono certo pero’: il termine piu’ esatto per definire il M.Roosevelt è appunto “movimento liquido” e proprio con la metafora idrica che si puo’ capire il suo senso.
      In generale comunque Spartaco La invito a procurarsi il “De vinculis in genere”.
      Saluti

      • Spartaco scrive:

        Caro Cerberus è ovvio che dietro il m5s ci sia un gruppo di potere economico. La politica in occidente funziona come i campionati di calcio per le squadre di club: se vuoi fare sul serio devi avere un gruppo economico bello potente. Visto che Grillo vuole uscire dall’Euro questo post potrebbe dare alcune indicazioni: ( http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2014/12/da-dove-viene-la-borsa-italiana-dove-va.html).
        Fai benissimo a coltivare dubbi però ai profani per adesso è possibile solo scegliere quale gruppo di potere sostenere. I più utili mi sembrano sia i 5 stelle che quelli del MR.
        Saluti

        • Cerberus scrive:

          Gentile Spartaco La ringrazio della risposta e sono d’accordo che la politica spesso funziona come un campionato di calcio ma una cosa certa è: con il M5S si è passati al cricket.Gli italiani non ameranno mai questo gioco ,infatti i modi da tifoseria di cui è stato dotato il movimento stesso e il suo leader formale ma non sostanziale grillo,sono stati appositamente implementati nel codice del movimento stesso proprio per farlo piacere a “forza” al popolo italico e per un po’ ci sono riusciti.
          Il grillismo e gli entomologi di tutto il mondo lo possono confermare è stato costruito secondo le regole della “mente alveare”,il nuovo operaio politico(l’uno vale uno) alla catena di montaggio sociale da una parte e la regina dall’altra che canta e impartisce per la sua colonia.
          A me il M5S mi ha sempre un po’ turbato.

          Riguardo alla sua ultima frase mi ha colpito che Lei abbia usato la parola “profani”…ecco anche io in un mio commento precedente l’ho usata ma ho deciso di non utilizzarla piu’ in quanto la rigetto.Se me lo permette mi sento di farLe una confidenza riguardo una mia meditazione personale di questi giorni:
          non riesco a non pensare a quanto omologo sia l’impianto gnostico basato sulla suddivisione del genere umano in ilici psichici e pneumatici e la suddivisione degli uomini in profani(ilici?) paramassoni(psichici?) e massoni(pneumatici?).

          • Spartaco scrive:

            Caro Cerberus, proprio per testare se i grillini in parlamento sono uomini liberi o api che seguono la regola della “mente alveare”, ho provocatoriamente suggerito a Magaldi di sfidare i deputati portavoce del m5s a costituire una commissione d’inchiesta parlamentare per indagare sui fatti narrati nel suo libro. Così se accettassero dimostrerebbero di essere uomini liberi, se rifiutassero dimostrerebbero di essere delle api che coprono la loro regina (Ur lodge). In fin dei conti quelli del MR, in queste inchieste, non hanno nulla da perdere in quanto unico movimento dove c’è massima trasparenza: Una Ur lodge dichiarata di riferimento, un promotore che dichiara di essere massone e appartenente alla Ur lodge, una fondazione dove confluiranno i soldi dei gruppi economici di riferimento; più trasparente di così che cacchio volete.
            Quanto all’impianto gnostico il Moralista aveva suggerito questa lettura:( http://matrixunaparabolamoderna.blogspot.it/2013/04/ilico-psichico-e-pneumatico-lucifero-il.html); io, non me ne voglia il Moralista, suggerisco la lettura di un post più datato che trovi nella Bibbia: luca 23 39-43; Gesù, la parte pneumatica, parla direttamente con il padre, il ladrone che chiede a gesù di intercedere con il padre è la nostra parte psichica o animica, il terzo ladrone che se ne sbatte alla grande è la nostra parte ilica. L’impianto gnostico, se non vuoi aprire la Bibbia, lo ritrovi se accendi Rai 1 nel pomeriggio; 3 programmi: “Torto o Ragione” che si rivolge alla parte ilica e cioè alle cose materiali, “La vita in diretta” che si rivolge all’anima con il susseguirsi di lieti eventi e di drammi, “L’Eredità” che si chiude con “la ghigliottina”, risolvibile soltanto ricevendo la scintilla divina: L’INTUIZIONE. Come vedi si può continuare all’infinito nell’interpretare l’impianto gnostico, ma questo porta a divisione, fanatismo, guerra.

            P.s. Gli gnostici hanno omesso però una quarta categoria, quella degli “Gli uomini Liberi” che coltivano il dubbio, per l’evidente motivo che sono quelli dediti a scassare i cabbasisi e perciò da eliminare. (Vedi Socrate).

            Saluti e W la Libertà

            • Cerberus scrive:

              Ecco mi piace caro Spartaco la sua visione di ilicita’,di psichicita’ e di pneumaticita’ come parti coesistenti in ogni singolarita’ umana a non come stato-condizione assoluto e totalizzante assunto sin dalla nascita e insuperabile a priori come mi pare venga inteso da grossa parte dei supermassoni e/o anche quadri dirigenti di altri network.
              Riguardo al link proposto l’ho letto. Sia ben chiaro è una mia personalissima opinione,ma stendo un velo pietoso…preferisco appunto quel passo da lei citato.
              Ritornando a noi sono convinto che “gnosi gnostica” sia viziata da molte omissioni e incoerenze sostanziali.
              Saluti

          • Giovanni scrive:

            Trovo molto suggestiva la suddivisione degli esseri umani in ilici, psichici e pneumatici, ritengo tuttavia che le cose siano più complesse. O forse più semplici. Questa suddivisione dà per scontato peraltro che gli psichici abbiano oramai padronanza della materia ed i pneumatici abbiano padronanza sia della materia che della psiche. Vedo invece spesso individui psichici che viaggiano costantemente con la testa fra le nuvole fino a dimenticarsi della materia che li circonda. Vedo anche individui che si occupano del mondo dello spirito, ma che sono ancora succubi della mente e assoggettati all’ego (il senso di essere un io separato dal non-io) che la mente stessa produce.
            C’è una parvenza di logica nel sostenere che coloro i quali sono più “avanti” nella scala evolutiva debbano governare gli altri, ma ho letto una volta, una bella definizione della scala evolutiva, in termini spirituali, che si riassume così: “I massimi devono servire i minimi”. Così come i genitori responsabili non trattano i figli come schiavi ma, al contrario li nutrono e li sostengono aiutandoli a crescere, così chi è più avanti si suppone che abbia il compito di aiutare chi è rimasto più indietro. Altrimenti dovremmo parlare di furberia pneumatica. Mi domando come può un “pneumatico” che sia davvero tale anche solo “sentirsi superiore” agli altri ed agire di conseguenza. Forse che nonostante gli studi esoterici, che si presume abbia fatto, non conosce la legge cosmica che, a tempo debito, fa toccare con mano quanto la separatività sia illusione? O anche solo che ignori quanto possa essere spiacevole il film che proiettano al cinema che si trova poco dopo la porta di ciò che chiamano “Oriente Eterno” ?

    9. Pierluigi scrive:

      @Spartaco
      facendo riferimento alla proposta da te fatta a G. Magaldi la trovo “geniale”.
      Come attivista del Movimento ma non “grillino” spesso mi sono ritrovato davanti ad un muro invalicabile nel quale molti “grillini” pur parlando di democrazia diretta, dell’uno vale uno tanto per citare uno slogan, aspettano che le decisioni vengano prese dall’alto. Il fatto che il Movimento non abbia una sua piattaforma di vota ma debba essere una appendice del Blog di Grillo non viene considerato, E’ un argomento TABU….. Potrei citare altri evidenti episodi di violazione dei principi democratici. Se ti ricordi, in alcuni spettacoli antecedenti la nascita del M5S, Grillo era solito dire : ” le parole sono importanti. Da come uno dice le cose, condiziona la visione che si ha della realtà “. Hai visto i commenti sul blog di Grillo all’intervento di Magaldi ? Chiusura mentale è il minimo che si possa dire. Molti si sono trasformati in Fedeli, aspettano il Verbo e così rinunciano ad esercitare quella democrazia che credono di portare avanti. Se continua così il Movimento si trasformerà in una Riserva Indiana … Peccato
      @ Caro Francesco Toscano. Per quanto riguarda il MR … sto ultimando le mie riflessioni nel mio nuova posizione di democratico agnostico

      • Spartaco scrive:

        Già, hai perfettamente ragione e i commenti sul Blog di Grillo contro Magaldi hanno fatto incazzare anche me.
        Per quanto riguarda la mia proposta, di costituire una commissione di inchiesta parlamentare per indagare sui fatti denunciati nel libro di Magaldi, non credo sia condivisa dall’autore. Rimango del parere che fra le Ur lodges ci sia un patto tacito per cui è possibile contrastarsi anche violentemente ma mai distruggersi, altrimenti i reazionari sarebbero già stati tutti giustiziati alla fine della seconda guerra mondiale. Possiamo però raccogliere 500 firme, in base alle nuove regole, e proporlo noi al Blog. Manca solo di trovare altri 498 attivisti che condividano l’iniziativa (visto i commenti dei grillini a Magaldi sarà dura)e poi….. ci saranno altre 500 espulsioni.

        Ciao e W la Libertà

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    PERCHE’ L’INCONTRO DEL 20...

    Scritto il 15 - feb - 2019

    0 Commenti

    IL GRAND GUIGNOL DI...

    Scritto il 12 - feb - 2019

    0 Commenti

    LO STRANO CASO DEL...

    Scritto il 8 - feb - 2019

    3 Commenti

    SECONDO MERKEL, MACRON E...

    Scritto il 6 - feb - 2019

    1 Commento

    DALLA FINE DEL MONDO

    Scritto il 14 - mar - 2013

    2 Comment1

    AD OGNUNO IL SUO

    Scritto il 24 - dic - 2011

    0 Commenti

    PAPA RATZINGER COME PAPA...

    Scritto il 2 - set - 2012

    2 Comment1

    SECONDO MERKEL, MACRON E...

    Scritto il 6 - feb - 2019

    1 Commento

    STEFANO FASSINA, IL FINANCIAL...

    Scritto il 15 - gen - 2013

    14 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.