untitledVenerdi 16 gennaio lo storico Aldo Giannuli ha scritto un articolo sul suo blog dal titolo “Napolitano è un fratello della Ur-Loggia Three Eyes?(clicca per leggere). Il pezzo in questione, chiaramente ispirato dal libro “Massoni” di Gioele Magaldi, è alquanto sciatto ed impreciso. Al di là del merito delle cose raccontate da Giannuli, perlopiù banali e trascurabili, è forse più interessante ragionare sulla tempistica scelta da Giannuli stesso per dedicarsi con scarsi risultati alla frettolosa esegesi delle rivelazioni contenute nel manoscritto in argomento. Il 5 gennaio scorso, dimostrando coraggio, autonomia e lungimiranza, il blog di Beppe Grillo ha pubblicato una importante intervista a Magaldi, leader del movimento massonico d’opinione Grande Oriente Democratico, nonché fondatore ed ispiratore del nascente Movimento Roosevelt (clicca per ascoltare). Nell’intervista in questione Magaldi, dopo avere ribadito l’appartenenza al milieu massonico/reazionario di molti nefasti personaggi a partire da Giorgio Napolitano,  ha inteso generosamente tendere una mano ai leader del Movimento 5 Stelle, spronandoli al fine di sedimentare ed interpretare una proposta politica più coerente ed articolata. Proprio in questa ottica è auspicabile e possibile una sempre più stringente collaborazione fra il Movimento Roosevelt e il Movimento 5 Stelle, entità diverse che agiscono su un piano differente e non concorrenziale. L’obiettivo primario del Movimento Roosevelt, infatti, non è quello di creare un partitino in grado di ritagliarsi una piccola quota di potere da barattare poi sul tavolo della politica nazionale. Al contrario, scopo principale del Movimento Roosevelt è quello di costringere i partiti esistenti a perseguire finalmente una idea di interesse generale che non possa prescindere dall’immediato abbandono delle fallimentari politiche del rigore fino ad oggi consociativamente  implementate e difese. E’ bastato un aurorale tentativo di “contaminazione” per produrre immediatamente frutti pregiati. Tanto la senatrice Laura Bottici quanto la deputata Dalila Nesci (quest’ultima firmataria di una interrogazione parlamentare riguardante l’affiliazione del Presidente Napolitano presso la Ur-Lodge Three Eyes), entrambe in forza al Movimento 5 Stelle, hanno difatti affrontato in Parlamento alcune delle questioni ripetutamente poste con forza da Magaldi (clicca per ascoltare). La cosa non deve essere piaciuta al professor Giannuli, bravo accademico riuscito a ritagliarsi un faticoso spazio di visibilità in età matura. Considerata la natura chiaramente strumentale di alcune gratuite ed improvvide considerazioni contenute nel vaniloquio di Giannuli richiamato in apertura di articolo, la domanda sorge spontanea: non è che il nostro caro storico, finalmente calatosi con soddisfazione nei panni del maitre à penser  di un Movimento politico di vaste dimensioni, intravede in Magaldi un potenziale competitor? In tal caso mi sentirei di rassicurare in toto Giannuli, parafrasando per l’occasione un fortunato adagio già renziano: Aldo stai sereno! Giannuli, ma le pare per davvero che l’ambizione di Magaldi, autore di un best seller che nessuno fino ad oggi ha osato smentire neppure per scherzo o in parte, possa mai essere quella di conquistare il ruolo di consigliere capo di Grillo e Casaleggio? Giannuli, lo dico con delicatezza e garbo, non sarebbe opportuno recuperare al più presto il senso delle proporzioni? Se il Movimento 5 Stelle deciderà di abbeverarsi alla sorgente della “Roosevelt” non farà un favore né a Magaldi né a nessun altro; lo farà semmai a se stesso e, di riflesso, alla politica italiana in generale. In caso contrario, continuando cioè a sbraitare senza costrutto contro gli sprechi e la Casta, i pentastellati andranno incontro ad una lenta quanto improcrastinabile consunzione. Chi, come Magaldi, abbraccia una prospettiva storica è generalmente poco avvezzo al facile entusiasmo per simili piccinerie. Rimango comunque in attesa di leggere il prossimo articolo di Giannuli, nel quale il noto storico dovrebbe finalmente rivelare al mondo perché “il libro di Magaldi emana un forte odore di patacca”. Intanto duole precisare come il forte “odore di patacca” per ora promani solo dalla penna affannata di Giannuli, confuso fino al punto da attribuire a Magaldi notizie e circostanze che esistono solo nella sua mente. Magaldi non ha mai scritto, come erroneamente riportato da Giannuli, che “Berlusconi ha fatto parte per qualche tempo della Ur-Lodge Three Eyes”. Tale affiliazione è frutto della fantasia di Giannuli, bravo nel dimostrare incidentalmente come per commentare adeguatamente un libro non basti sfogliarlo e neppure leggerlo. Bisognerebbe pure capirlo…

    P.s. Invito tutti i lettori de Il Moralista ad iscriversi al “Movimento Roosevelt” in vista del primo congresso nazionale che si terrà a Perugia in data 21 marzo 2015. Il modulo per aderire lo trovate in alto a destra

    Francesco Maria Toscano

    19/01/2015

    Categorie: Cultura, Politica

    28 Commenti

    1. Gio scrive:

      L’accanimento speculativo con tendenza gossippara su chi appartiene a cosa rischia seriamente di distogliere l’attenzione dal contenuto dell’analisi storica complessiva contenuta in “Massoni” e dalla conseguenziale risposta pratica di cui il MR è portavoce.

      Esimi accademici ciarlano puerilmente circa l’esistenza di documenti che attestino l’appartenenza massonica di tizio e caio, fregandosene altamente dell’esistenza in luoghi ben accessibili a tutti (si chiamano librerie) di documenti (si chiamano libri) che riportano teorie politiche ed economiche che potrebbero migliorare l’ esistenza dei cittadini.

      QUANDO IL SAGGIO INDICA LA LUNA, LO STOLTO GUARDA IL DITO!

    2. Condivido pienamente l’apertura ai m5s, anche se, di fatto, spetta noi l’ardua scelta di dare il giusto viatico alla nuova europa e altresì, auspico, il consiglio datoci, omaggiatoci da Rodion; la vittoria spetterà a chi si impossesserà, saprà divenire titolare del concetto di UGUAGLIANZA…. in termini sociali e pluralisti.

      Uguaglianza- Stati Uniti d’Europa; un grande POPOLO in uno Stato piccolo!

      Lunga vita!

      • Aspettando Gödel scrive:

        Se qualcuno riuscira’ a impossessarsi del concetto di uguaglianza,vincendo quindi e di conseguenza generando degli sconfitti,allora avremo alcuni possessori di qualcosa e altri no con il risultato di aver generato ulteriore disuguaglianza.

          • Aspettando Gödel scrive:

            Lei confonde il platonismo con la scuola sofista.Caro amico, a volte la fretta di esprimersi fa prendere simili cantonate.Aspetti con calma Gödel…magari arriva anche dalle sue parti.

            • Gio scrive:

              sofisma (ant. sofismo) s. m. [dal lat. sophisma, gr. σόϕισμα -ατος, der. di σοϕίξεσϑαι «fare ragionamenti cavillosi; usare argomenti sofistici»] (pl. -i). –

              1.

              a. In filosofia, ragionamento apparentemente valido ma non concludente perché contrario alle leggi stesse del ragionamento; o anche ragionamento che, pur partendo da premesse vere o verosimili e rispettando le leggi del ragionamento, giunge a una conclusione inammissibile, assurda (per es., gli argomenti di Zenone contro il movimento). Storicamente il termine, nel suo primo e più comune sign., è l’equivalente di paralogismo.

              b. S. matematico, dimostrazione apparentemente rigorosa, che conduce però a un risultato palesemente assurdo.

              2. Nell’uso corrente, qualsiasi ragionamento cavilloso e falso, anche se in apparenza coerente: questi sono s.!; i suoi s. non mi convincono; Chi dietro a iura e chi ad aforismi Sen giva, e chi seguendo sacerdozio, E chi regnar per forza o per sofismi (Dante).

              http://www.treccani.it/vocabolario/sofisma/

              ;)

              • Aspettando Gödel scrive:

                Caro Gio’ apprezzo il suo sforzo enciclopedistico ma non si puo’ sostituire la riflessione sintetica che segue lo studio,quello faticoso e impegnato intendo, con un mero copia e incolla(che non mi sono degnato neanche di leggere) vero e prorio sofisma-cibernetico dei tempi odierni.
                Il suo primo intervento-commento è in vero, quello si, un esempio di sofisma e precisamente una “ignoratio elenchi” ovvero provare una tesi diversa da quella in questione…quello che ha fatto Lei nella foga di etichettarmi(dopo soli circa 20 minuti) come “sofista” dimenticando di rispondere con veri argomenti sulla questione oggetto di discussione: l’appropriabilita’ “titolistica” di un valore come la democrazia.
                Intervenivo per mettere in evidenza anche come slogan come “un grande popolo in un piccolo stato” sia,anche quello si, un vero e proprio sofisma che ricorda molto quelli di Prodico,,Ippia,Antifone e Trasimaco(sofisti) quando si impegnarono a ricercare un criterio per contestare le istituzioni ormai cristallizzate e suggerire forme nuove di ordine.
                Gli slogan fanno parte a buon titolo dell’arsenale del sofisma.
                Saluti

    3. Claudio scrive:

      Non soltanto Giorgio Napolitano non ha ancora nemmeno commentato circa la sua affiliazione alla three eyes ( infatti non è sempre necessario sporgere querela, basta commentare un po’ come ha fatto Giannuli) ma tanti altri citati nel libro ” Massoni” italiani e/o stranieri non hanno rilasciato il minimo commento o lanciato querele etc. Il tutto lascia pensare che non di “patacca” si tratti. A Renato vorrei ribadire che l’apertura ad un movimento che si è alleato con l’UKIP, anche se per motivi strategici, rende incompatibile anche la simpatia per il M5S

    4. Per Claudio; ” M.R e M5S, entità diverse che agiscono su un piano differente e non concorrenziale”. Credo di avere capito che M.R, abbia come intento di riunire ciò che rappresenta lo scenario politico italiano ed europeo.
      Detto ciò, nel “non-statuto” del M5S esiste l’abolizione dei Comuni inferiori a 5 mila abitanti, personalmente gradito e altresì chi lo compone sono UOMINI LIBERI; possono sia sbagliare valutazione sia essere conformi agli ideali del Movimento Roosevelt-
      Lunga Vita!

      • Claudio scrive:

        Carissimo Renato,sono d’accordo quasi su tutto, ma l’abolizionedeicomjuni con< di 5000 abitanti è solo un granellino ancorché giustissimo di strategia. Ho avuto grosse simpatie con il M5S fino a quando si è voluto contaminare con il movimento populista nazifascistoide di Farage. Ti prego di confrontare quanto segue dai 2 seguenti cut and paste:

        il Movimento Roosevelt intende restituire integrale potestà sovrana al Popolo Europeo, o passando per una transitoria restituzione di piena sovranità alle singole nazioni del Vecchio Continente- in vista di un successivo riavvio del processo federativo- oppure pervenendo direttamente, a partire dall’attuale Unione Europea, a dei genuini Stati Uniti d’Europa. USE (United States of Europe), dove il potere legislativo sia esercitato dal Popolo Europeo Sovrano in forma diretta, tramite referendum propositivi e abrogativi e leggi di iniziativa popolare; in forma indiretta, mediante l’elezione periodica di rappresentanti al Parlamento Europeo. Stati Uniti d’Europa dotati di una precisa Costituzione elaborata e deliberata con il supporto e il suffragio del Popolo Europeo Sovrano (debitamente coinvolto, informato e consultato, in questo processo costituente, sin dalla sua originaria elaborazione da parte di esperti giuristi-costituzionalisti), che assegni il potere esecutivo a governi continentali fiduciabili e sfiduciabili dallo stesso Parlamento Europeo e il potere giudiziario federale a magistrati direttamente eletti sempre dal Popolo Europeo Sovrano.

        UKIP is a patriotic party that promotes independence: from the EU, and from government interference……

        …..UKIP believes in Britain becoming a democratic, self-governing country once again. This can only be achieved by getting our nation out of the European Union and reasserting the sovereignty of Parliament.

        We believe Britain must get back control over its borders, so that it can welcome people with a positive contribution to make while limiting the overall numbers of migrants and keeping out those without the skills or aptitudes to be of benefit to the nation.

        Tutti sono uomini liberi, ma non so quanto siano fratelli e quanto desiderino UGUAGLIANZA.

        Felicità

        • Caro Claudio, già presentata la modifica nella pagina facebook del M.R!
          ” Su questa traiettoria ideologica e operativa, il M.R intende restituire integrale potestà sovrana al Popolo Europeo e riattivare il processo federativo dei genuini Stati Uniti d’Europa, dove il potere legislativo sia esercitato dall’iniziativa popolare e via dicendo”.
          In sostanza più Comune e meno Stato-nazione in vista di una Europa basata sulle Regioni.
          Tipo l’amministrazione di uno stato Americano; Comune, Contea, Stato. Per farla breve.
          Lunga vita!

    5. Cromo scrive:

      1)Non vogliamo fare un altro partitino, sono perfettamente d’accordo.
      2)Consentire di dissetarsi alla sorgente Roosevelt è nostro dovere ma chi beve si rafforza e quindi…
      Si tengono gli occhi bene aperti.
      3)Appoggio alle interrogazioni parlamentari 5stelle e a chi singolarmente con coraggio le porta avanti, ottimo.
      4)Fidarsi di Grillo oggi?
      “Le parole insegnano, gli esempi trascinano.
      Solo i fatti danno credibilità alle parole”.
      Staremo a vedere ma deve bere e fare bere Roosevelt, che ci depuriamo finalmente da anni di scorie azotate e di bugie.
      Altrimenti lo lasciamo al suo destino senza indugi.

    6. Cromo scrive:

      Da Grillo e Casaleggio voglio sentire queste parole, ripetute ad ogni intervista, come un mantra:
      Risanare il debito pubblico nel pieno della peggiore crisi economica del dopoguerra è come la corazzata potemkin, una cagata pazzesca!!! Che si stampi nella mente dagli Italiani
      (Beppe, su dai, ti viene bene e ti farà bene ripeterlo).

      Poi i fatti, almeno 1 subito:
      libertà di opinione e di parola nei 5stelle.

      Allora troverò l’accordo/assonanza/convergenza credibile, altrimenti non mi fido e non avranno il mio voto.

    7. scrive:

      Bisogna ammetterlo: usi la “penna” come Caravaggio il pennello..

    8. Gio scrive:

      @ aspettando Gödel

      Lei è uno spasso! :D
      Come i suoi commenti che si aggregano per rilassamento muscolare, come una flatulenza.

      Lei confonde la logica formale col vivere in società. Già questo sarebbe sufficiente a capire quanto davvero lei conosce (o crede di conoscere) Gödel.

      Che tipino! :)

      • Aspettando Gödel scrive:

        Vedo che di flatulenze commentizie se ne intende dato che continua ad intervenire “ad personam” come solo un vero sofista sa fare …ma dal copia-incollismo che l’aggravava vedo che almeno un piccolo passo evolutivo lo ha fatto,in effetti avevo timore di dover ancora una volta dialogare con la treccani e per giunta per interposta persona.
        Vedo comunque che il qui scrivente rilassatore muscolare ,che sarei io mi pare di capire per come Lei mi definisce,ha fatto del bene in quanto probabilmente l’ha spinta a informarsi seppur frettolosamente con wikipedia su chi sia Gödel..certo da qui a pensare che in pochi minuti di lettura abbia compreso chi Egli sia e cosi sia la logica formale o addirittura come sia utilizzata a fini di controllo sociale(rif. al da Lei citato “vivere sociale”),certo che ce ne passa.
        Quando Lei afferma che è possibile confondere la logica formale col vivere in societa’ vuole forse dimostrare di non aver capito non solo nulla della logica,di Godel ma anche di tutta la societa’ e del suo vivere mediato da strutture nate dalla logica?Vede…anche solo a voler considerare questo strumento(funzionante in virtu’ della logica formale) sul quale stiamo comunicando e che influenza e cambia il suo,il mio e quello di tutti di “vivere sociale”, dovrebbe portarla a ricredersi di quanto ha affermato.
        Io produrro’ rilassamenti muscolari ma Lei ha saputo come riempire queste pagine solo di parole-etichette come: “flatulenza”,”sofista” e “tipino” oltre a un congruo numero di emoticon,rifiutando di fatto e all’evidenza di tutti un dialogo basato sulle argomentazioni.
        Saluti

    9. Gio scrive:

      @aspettando Gödel

      “non si puo’ sostituire la riflessione sintetica che segue lo studio,quello faticoso e impegnato intendo”

      Questa è l’unica cosa di buon senso e banalmente condivisibile che lei ha scritto.
      Pertanto sarebbe opportuno che studiasse e sinteticamente ci tenesse aggiornati sul concetto di a)democrazia, b) principio di uguaglianza. Da quel che ho letto (ma forse è un mio errore) lei confonde i due concetti.

      Esegesi del commento (illuminato) del tipino che aspetta:

      “Se qualcuno riuscira’ a impossessarsi del concetto di uguaglianza…” <—- il principio di uguaglianza (peraltro declinabile in 101 modi differenti) è una elaborazione del pensiero giuridico.. dei fenicotteri? Dei rettiliani? No, degli esseri umani tout court. Qualora applicato sarebbe (si spera) universalmente valido per una determinata comunità, valido dunque, erga omnes.

      "Se qualcuno riuscira’ a impossessarsi del concetto di uguaglianza,vincendo quindi e di conseguenza generando degli sconfitti" <—- Si vincono orsetti gommosi o buoni pasto?

      "allora avremo alcuni possessori di qualcosa e altri no con il risultato di aver generato ulteriore disuguaglianza." <— cioè mi faccia capire,secondo la sua "logica" stringente (un sofismo e pure sciatto) se prevalesse e se venisse applicato il concetto di uguaglianza allora dovremmo preoccuparci perchè esseri umani illiberali essendo contrari a tale immonda eresia ne uscirebbero sconfitti dunque scontenti (poverini :)) da ciò scaturirebbe (sempre secondo il suo s-ragionamento) ulteriore diseguaglianza (sic)!!!!!
      LO VOLESSE IDDIO! :)

      Volendo essere buoni le ripeto quanto detto in precedenza:
      Lei confonde la logica formale con la vita.

    10. Gio scrive:

      Sarò breve.

      1) Non leggo Wikipedia. La versione italiana è pietosa.

      2) In questo blog sono ospite e non mi va di implementare futili polemiche facendo casino in “casa” altrui. Perciò taccio.

      3) Se le mie parole le hanno recato fastidio mi scuso con lei e con gli altri utenti.

      4) A meno che non abbia poteri divinatori lei non conosce la mia età.

      5)Le ho chiesto di argomentare il suo primo intervento. Evidentemente il mio invito è caduto nel vuoto.

      Ad majora :)

    11. Aspettando Gödel scrive:

      Il mio primo intervento nonchè tutti gli altri sono stati argomentati a dovere.
      Non si preoccupi non ha offeso nessuno.
      “Ad bonanoctum”..vista l’ora.

    12. Gio scrive:

      mmmh…non ha colto la j e questo è sintomo delle non pretestuosità del suo argomentare.Bene, bene. Mi sbagliavo.

      “Ad bonanoctum”

      • Aspettando Gödel scrive:

        Era abbastanza palese che il bluff(esposizione del j),in una teresina per giunta,non poteva avere molte chance di successo…comunque ho ugualmente apprezzato molto il suo stratagemma.
        Saluti

    13. luca martinelli scrive:

      Veramente, nel dubbio di Giannuli sull’appartenenza massonica di Napolitano, gli si potrebbe ricordare quella nazi-fascista: infatti il nostro eroe era iscritto al GUF di Padova sul giornale del quale scriveva a proposito dell’assalto nazista alla Unione Sovietica:
      «L’Operazione Barbarossa civilizza i popoli slavi “: dato che il nostro sicuro Alleato [è] lanciato alla conquista della Russia” vi è la necessità assoluta di “un corpo di spedizione italiano per affiancare il titanico sforzo bellico tedesco”, allo scopo di “far prevalere i valori della Civiltà e dei popoli d’Occidente sulla barbarie dei territori orientali.» (Giorgio Napolitano – “BO’ “, Luglio 1941, giorn. univ. del GUF di Padova)

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    LA SCOPERTA DEGLI “INDICIBILI...

    Scritto il 18 - giu - 2018

    0 Commenti

    IL BUNKER DI MERKEL

    Scritto il 5 - giu - 2018

    0 Commenti

    MARIO DRAGHI HA IMPOSTO...

    Scritto il 31 - mag - 2018

    2 Commenti

    VI SPIEGO CHI SONO...

    Scritto il 24 - mag - 2018

    3 Commenti

    IL SENTIERO STRETTO DI...

    Scritto il 23 - mag - 2018

    0 Commenti

    ANCORA SU GRILLO E...

    Scritto il 13 - set - 2012

    8 Comment1

    MENTIRE SEMPRE, COMUNQUE E...

    Scritto il 31 - mar - 2015

    2 Comment1

    ELOGIO DI PILATO. OVVERO,...

    Scritto il 27 - gen - 2015

    3 Comment1

    OBAMA E MONTI, TRA...

    Scritto il 10 - feb - 2012

    0 Commenti

    VOI MORIRETE MA L’EURO...

    Scritto il 4 - giu - 2013

    3 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.