untitledTempo fa un report della banca d’affari Jp Morgan, dominata da uomini organici ai peggiori circuiti latomistici sovranazionali, sosteneva che l’Europa doveva al più presto liberarsi delle Costituzioni antifasciste (clicca per leggere). Come gli assidui lettori de Il Moralista sanno, l’obiettivo finale e dissimulato perseguito dai vari Mario Draghi e Wolfang Schaeuble, è proprio quello di re-impiantare nel Vecchio Continente i semi del fascismo, pronto a risorgere sulle ceneri di una Europa avvelenata dalle politiche di austerità. In Finlandia, in Francia, in Inghilterra e perfino in Polonia avanzano le forze di destra nazionalista, dolosamente aiutate da una retorica che alimenta l’astio fra i popoli del sud e quelli del nord Europa (“presunti spreconi del sud contro presunti virtuosi del nord”). Oggi, grazie all’opera malefica svolta dai soliti figuri nel buio di logge perverse come la “Der Ring” e la “Hathor Pentalpha”, la prospettiva degli Stati Uniti d’Europa sembra molto lontana, materializzandosi invece a passi veloci lo spauracchio rappresentato dal prepotente riemergere di nuove e più sottili forme di nazifascismo. In Italia, uno degli ultimi baluardi posto a difesa della democrazia è rappresentato dalla Corte Costituzionale. I recenti e sguaiati attacchi rivolti ai giudici della Consulta, per via della sentenza che stabilisce l’incostituzionalità delle legge Fornero che prevedeva il blocco dell’indicizzazione delle pensioni, sono parte integrante e coerente di quel processo di progressiva fascistizzazione appena dipinto. Non c’è bisogno di richiamare alla mente il famoso scontro concettuale fra due giuristi che hanno fatto la storia del Novecento, come il liberale Hans Kelsen e il filonazista Carl Schmitt, per rendersene conto. Il nazismo tecnocratico di Schaueble, esattamente come il nazismo classico di Hitler, non tollera e accetta l’esistenza di un contropotere che ne limiti il raggio d’azione. L’attacco indiscriminato ai diritti acquisiti, sulla base di una furba teoria dell’emergenza non a caso teorizzata con chiarezza proprio dal principale architetto giuridico del regime nazista hitleriano (clicca per leggere), trova nella Consulta un limite per ora insormontabile. Come possono i nazisti moderni svuotare fino in fondo la nostra democrazia senza prima sbarazzarsi del potere di controllo esercitato dalla Corte Costituzionale? E’ chiaro quindi come la declinazione in senso autoritario dello Stato contempli necessariamente la pianificazione di una specifica e martellante campagna di delegittimazione in danno degli Ermellini. La Corte Costituzionale non è immune dal commettere errori. Basti pensare a quella assurda sentenza con la quale si riconosceva al precedente Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, finito al centro di una verminosa vicenda entrata nel processo sulla Trattativa Stato-Mafia, una specie di immunità assoluta dal sapore anacronistico e medievale.  E’ possibile quindi che, pressati dalla violenza di alcuni politici influenti, i giudici finiscano saltuariamente per piegare il diritto alle ragioni della forza. Non è però possibile pensare che un organo collegiale come la Corte Costituzionale, per quanto minacciato, possa mai derogare completamente dal delicato compito di vigilanza che la Costituzione gli assegna. I nazisti moderni, come quelli passati, sanno che va abbattuto ciò che non si può corrompere. Gli articoli di stampa volti a gettare fango sui giudici che hanno osato smascherare le condotte infingarde e illegali messe in atto al tempo di Mario Monti, proseguiranno perciò senza sosta. I circuiti che parlano per bocca del Venerabile Maestro Mario Draghi controllano i media e controllano i leader dei principali partiti che eleggono tanto i singoli parlamentari quanto il Presidente della Repubblica. Per instaurare una nuova forma di potere assoluto non resta quindi che colpire e ridimensionare i giudici costituzionali, difensori di quella Magna Carta che tanto infastidisce i vertici della Jp Morgan.

    Francesco Maria Toscano

    12/05/2015

    Categorie: Politica

    22 Commenti

    1. Balla sotto le stelle scrive:

      Ma sempre le stesse cose scrivi?
      Sempre lo stesso schema utilizzi?
      Sempre le stesse persuasion-key-words ci devi sbomballare?
      Hai notato di quanto si è ridotta la partecipazione commentatoria ai tuoi articoli?
      E’ forse ormai chiaro che l’inserimento nella web-sfera del concetto di ur-lodge non ha avuto il risultato “virale-memetico” sperato?
      Fatevi una domanda e datevi pure una risposta…

      • il Moralista scrive:

        A me interessa fornire la chiave giusta. Chi non capisce oggi capirà domani… oppure non capirà mai. Saluti

        • Balla sotto le stelle scrive:

          Le chiavi che ci vuoi fornire?
          E’ una chiave di volta?
          Una chiave inglese?
          Una chiave di sol?
          Sei simpatico quando riprendi i canoni stilistici di guzzanti…certo manca un pizzico di originalità ma quattro risate ce le siamo fatte lo stesso…

          • il Moralista scrive:

            Perdonami, ma a proposito di umorismo poco originale, le tue battute sono penose…Non ho capito una cosa: tu contesti o no l’esistenza delle Ur-Lodges?

            • Balla sotto le stelle scrive:

              Ma certo che ti perdono :D anche tu hai il bisogno di sfogarti qualche volta non credi?
              Tu guizzanteggi ma io ti consiglio ti marzullizzarti…sulle ur lodge si faccia una domanda e si dia una risposta…

              P.S.
              Hai visto? Se non te la ravvivavo io la sezione commentizia…

              • il Moralista scrive:

                Qua l’unico che si parla addosso da solo sei tu. Comunque, se ti piacere, resta pure. Almeno ci facciamo due risate. Fino a quando la definitiva vittoria del nazifascismo draghiano non chiuderà gli spazi di confronto e di libertà naturalmente…

              • Balle dentro le stalle scrive:

                Salve Moralista sono quassu’…ma alla eta’ tua ancora appresso ai draghi vai?
                I draghi lasciali sconfiggere a
                San Giorgio,quel Santo che non deve stare tanto simpatico ai mickey mice e ai cappuccetti rossi d’oltreoceano :D
                A proposito di favole,c’ho una domanda da fare:
                ma non è che per caso quella favoletta anglodiretta piena di grilli parlanti e fate giovani-turchine,che non è andata secondo le altrui aspettative,la si vuole sostituire con affabulazioni saturnocontroiniziatiche?Non è che per caso qualcuno crede che ce la beviamo la favoletta dei “signori degli anelli” fabbricati alla bisogna di network radicaleggianti e sventolati in faccia a mo’ di spauracchio?Tu pensi che noi ce la beviamo? E se dovessimo bercerla la urineremmo subito dopo? :D ahahahahah

              • il Moralista scrive:

                A proposito di prosa oscura e involuta…

              • Balle dentro le stalle scrive:

                Eh no caro Moralì…c’hai sta fissa con quel rodion…aho ce vedi? Io so Balle dentro le stalle sto qua me vedi?…se me volevo cerca er niccke russo me sarebbi chiamato “De Putin in bianco”…te piace? :D ahahahahaha

              • il Moralista scrive:

                Non è che l’esclusiva del linguaggio “paragnostico” ce l’aveva Rodion…E poi si capisce che non sei Rodion. Rodion era fumoso ma interessante. Tu solo fumoso…

    2. Cara Balla sotto le stelle, hai ragione. Il Movimento Roosevelt sta lavorando a un altisonante progetto inerente agli Stati Uniti d’Europa, ove la democrazia sostanziale sia il perno centrale, il catalizzatore del POPOLO.
      Ti consiglio, avessi i coioni, di presentarti con nome e cognome. Abbiamo bisogno anche di te, per ridare dignità al POPOLO Europeo.
      Amen!

    3. Giuseppe scrive:

      Gli argomenti affrontati da Toscano sono molto seri, e di conseguenza dovremmo considerarli con molta serietà, altro che ballo liscio o tango.

    4. opsoR-Rospo scrive:

      Io se dovessi essere francese..voterei volentieri Le Pen…e sono tutto tranne che fascista….e non mi dispiace neanche Orban…oggi il vero fascista è chi difende l’Euro (in qualsiasi modo e per qualsiasi ragione )…questa moneta è la nuova svastica nazista …un qualcosa che non è una moneta vera e propria perché non ne ha le caratteristiche (è solo un micidiale blocco dei cambi..non c’è una realtà statuale dietro come tutte le monete “normali” del mondo,l’impianto tecnico è su cui è modellata è “disfunzionale” ad aree economico /valutarie strutturalmente differenti, chi la emette è una Banca Centrale (BCE ) che usa criteri mai visti oggi e ieri nella storia delle BC del mondo..etc etc )….ma un efficace grimaldello/manganello distruggi-economie..che sta devastando interee macro-aree europee..come qualche economista dice : non una moneta ma un “sistema di potere”…

      voi difendete l’Euro (mi è sembrato di capire )…con l’obiettivo di una permanenza in una moneta unica cambiandone (a sentir voi ) le regole e l’assetto con una lotta politica (illusi…nel mentre saremo tutti crapati..come diceva il bravo Keynes detto è premesso che una moneta unica in macroaree strutturalmente diverse in molteplici aspetti: geografici, culturali,etnici,linguistici,economici etc etc..NON FUNZIONERA’ MAI…diversità che non si possono armonizzare in poco tempo..ci vorrebbero decenni e tanta ma tanta buona volontà…buona volontà che non si vede manco lontanamente all’orizzonte in primis dal popolo tedesco..ma anche quello inglese..che si guarda bene dall’entrare nell’Euro ma addirittura tende a volersene andare anche dall’UE…tanto per citarne alcuni..)….ma ci pensa Grawonsky il piddinazzo militante nel piu ladro,falso, cialtrone, lurido partito che l’Italia abbia mai avuto (se ci ha militato evidentemente ne ha condiviso il contenuto ) : il PD…che vi siete scelti ad hoc…(possiamo far sonni tranquilli ..siamo in buone mani :-))

      insomma volete cambiare l’Europa..senza estirpare il cancro che la ha devastata : l’Euro….una bella prospettiva…

      a parte l’entusiasmo iniziale…ma …ma….non è che siete l’ennesima bidonata ???

    5. Mi chiamo Renato Protti Miracca e mi trovate in viale sormani 1/5 Mede (pv) 27035. Dopo balla sotto le stelle è apparso, come d’incanto, opsoR-Rospo. Il bacio per divenire un essere umano, vallo a cercare altrove; sub-….

      • opsoR-Rospo scrive:

        Una considerazione intelligentissima la tua….prendo nota e ne faccio tesoro.

        trovarne come te. Se nel MR son tutti come te…il futuro di questo neo movimento è assicurato. Scommetto che sei pure piddino…;-)

      • Balla sotto le stelle scrive:

        Suvvia’ Messer Miracca un prode cavaliere come lei aspirante tanghero,criollo o di milonga che sia,non dovrebbe brigare cosi animatamente con un anfibius palindromicus un po’ lepenista…insomma lasci che anche il resto della fauna globoterracquea si esprima.E poi voglio dire che tra grilli,fate turchine,rospi principeschi,cappuccetti rossi,pinocchi,draghi e signori degli anelli vari ed eventuali, non sara’ certo un personaggio fiabesco in piu’ o in meno a scandalizzarci vero?

        • opsoR-Rospo scrive:

          Danza sotto le stelle….io non sono per Le Pen (come non son fascista..)..ma non faccio più distinzioni tra destra e sinistra nel senso classico del termine…per me la contrapposizione è tra chi è per l’Euro e chi no..per cui pur non condividendo tante cose di Le Pen…oppure di altre formazioni europee (Ukip/Farage in Inghilterra…o che so Victor Orban in Ungheria etc etc )..li voterei perché sono nettamente anti estabhlisment Euro…(Una moneta unica nello scenario geopolitico europeo..con eterogenee caratteristiche NON FUNZIONERA’ MAI…per cui anche se in buona fede e con buoni propositi..è semplicemente una pazzia priva di senso e di logica economica…nella migliore delle ipotesi..certi paesi del nord in particolare la Germania dovrebbe sussidiare permanentemente la fascia meridionale del sud Europa (forse Francia compresa )..creando un simil modello nord sud italiano (che ha creato un equilibrio sbilenco..che funzionava con sovranità monetaria ma che non permetteva un “reale” sviluppo del sud proprio perché la lira era sottovalutata al nord e sopravalutata al sud….oggi con la voluta “rarefazione monetaria” indotta dal sistema euro..e con l’impossibilità di emettere moneta dal nulla dovendocela procurare dai “mercati” a tassi strozzini…non so sino a che punto reggerà (adesso il sud “pesa ” veramente sulle tasche del nord..)..con un simil modello a livello europeo..tutta l’Italia..compreso il nord verra “permanentemente ” meridionalizzata e sussidiata a vita (ma ce la vedete voi un Germania che rinuncia al 15 % del suo Pil per sussidiare la fascia meridionale…se la ricca Baviera brontola continuamente per sussidiare l’ex Germania Est (che è in condizioni molto ma molto peggiori del nostro sud )???

          Si puo fare una sorta di unione europea per le cosiddette sfide globali (vere e presunte…) o perché l’Europa si differenzia al suo interno su tanti aspetti..ma ha anche tante cose e radici in comune…ma si puo e si deve fare senza una moneta unica..(perché è tecnicamente fallace ..) con le proprie monete l’Europa geografica non scappa, le nostre radici storico, culturali etc restano, gli assetti restano, i commerci restano etc etc…e si possono fare tante cose anche come macroarea..con le rispettive sovranità monetarie , le rispettive diversità etc etc

          Se si vuol mantenere l’euro..allora bisognerebbe permettere delle “monete paralle ” sotto forma di CCF (Certificati di Credito Fiscali )…per supplire alle criticità che la moneta unica comporta (senza dover sussidiare i cosiddetti paesi deboli..se oggi ad esempio l’italia emettesse circa 200 miliardi annui di CCF..il sistema economico italiano si riequilibrerebbe e nel giro di un anno ci sarebbe una crescita del 2 o 3 %..). MA PARE CHE A QUESTO ORECCHIO NON CI SENTANO MANCO QUELLI CHE SON A FAVORE DELL’EURO MA CONTRO “QUESTO” EURO…CIOè’quelli che vorrebbero UN EURO STRUTTURATO IN MODO DIVERSO…meno germanocentrico…

          SINTESI: SE è CONTRO L’EURO…NON SOLO VOTO UN FASCISTA (O UN COMUNISTA ESTREMISTA ) MA ANCHE IL PEGGIOR LOMBRICO..voto chiunque si contrapponga al “sistema euro”

          dimenticavo: con il Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli (lodato dal simpatico Magaldi nel suo libro ) NON MI CI PULISCO MANCO IL CULO.

          ciao

          pardon..per il linguaggio e stile da cowboy da bar…ma io sono orgogliosamente un volgare “ignurant “…sintesi: me ne fotto….a me gli arzigogoli dialettici sofisticati “dotti” mi fan venir la diarrea…(fossi almeno stitico ;)….azz…son proprio un rospo…;-)

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    LA QUARTA TEORIA POLITICA....

    Scritto il 23 - giu - 2019

    1 Commento

    LE FORZE DELLA TERRA...

    Scritto il 22 - giu - 2019

    0 Commenti

    SENZA ANCORARSI AD UNA...

    Scritto il 21 - giu - 2019

    0 Commenti

    BRUXELLES DELENDA EST

    Scritto il 20 - giu - 2019

    1 Commento

    IL PRIMO CONGRESSO DEL...

    Scritto il 18 - giu - 2019

    0 Commenti

    LA NEMESI

    Scritto il 7 - nov - 2011

    0 Commenti

    ANCHE LETTA, DOPO MONTI,...

    Scritto il 26 - set - 2013

    8 Comment1

    IL POTERE OCCULTO E...

    Scritto il 1 - ott - 2013

    21 Comment1

    PERCHE’ I MEDIA IGNORANO...

    Scritto il 20 - nov - 2013

    3 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.