imagesTMUJNEYOLa guerra è un mostro schifoso, una tentazione abominevole che fa sprofondare l’uomo negli abissi degli inferi. Ogni giorno vediamo immagini disumane e raccapriccianti che provengono da territori martoriati dalla guerra, uomini e donne che scappano in preda al terrore di finire dilaniati da una bomba o catturati dai nemici. In Europa il ricordo della guerra è sbiadito, lontano; le nuove generazioni non conoscono le brutture dei conflitti, abituate a crescere sotto la cappa di un continente finalmente reso prospero e pacificato. Non è questa la retorica che usano i difensori a oltranza di questo mostro di Europa? Non si regge forse su un ricatto morale la difesa del nostro attuale modello di società? Non ci viene continuamente spiegato che bisogna accettare supinamente l’instaurarsi di un modello sociale ingiusto, schiavista ed ipocrita per preservare la continuità di quella “pace” che solo la Ue è riuscita ad assicurare dalla fine del secondo conflitto mondiale fino ai giorni nostri? Noi abbiamo il dovere di respingere una simile lettura, non lasciandoci ingannare dai melliflui racconti di chi “fa il deserto e poi lo chiama pace”. La pace che regna oggi nel Vecchio Continente è la pace dei cimiteri. Un cimitero fatto di vite perdute, di giovani invecchiati senza essere mai cresciuti per davvero, di suicidi programmati e  di servi disoccupati costretti ad elemosinare un lavoro qualunque nella speranza di poter sopravvivere. Questa è la “pace” che difendiamo inseguendo il “sogno” dell’Europa unita. Ma, poi, in fondo, di quale “pace” stiamo parlando? Siamo in guerra e non lo sappiamo. Una guerra che le élite combattono in maniera dissimulata ogni giorno contro ognuno di noi. Un guerra fatta da finanzieri che maneggiano “derivati” come fossero cannoni e combattuta da giornali militanti che scientificamente costruiscono in vitro una realtà inesistente creata ad uso e consumo delle classi subalterne. Una guerra subdola e silenziosa che uccide in guanti bianchi lasciando sul terreno un numero imprecisato di vittime, cadute senza neppure avere la soddisfazione di intravedere la mano che li colpisce. La guerra economica gestita dai nazisti tecnocratici non è meno sporca della guerra classica; è solo più ipocrita, aggiungendo alla violenza classica una buona dose di dissimulazione e di recitata filantropia. Per essere riconosciuti come malvagi bisogna compiere azioni malvagie alla luce del sole; ma per trasfigurarsi nell’essenza stessa del male personificato bisogna compiere azioni malvagie che tutti gli uomini racconteranno invece come nobili e degne di lode. “Guai a voi quando tutti gli uomini diranno bene di voi“, ammonisce infatti Gesù Cristo per come riportato nel Vangelo di Luca (Lc 6, 24-26), sintetizzando mirabilmente un concetto che potrebbe apparire contraddittorio se letto secondo una prospettiva sbagliata. I nazisti tecnocratici utilizzano in Occidente metodi asimmetrici e incruenti per colpire gruppi umani ritenuti inferiori non per convinzione ma per puro opportunismo. Si tratta infatti degli stessi uomini  e delle stesse donne che in altre parti del mondo, a partire dal Medio Oriente, sfogano in “forme classiche” il loro naturale impulso al genocidio e alla violenza. Come insegna l’epopea hitleriana, però, tutti sanno quanto sia pericoloso porre in essere nel cuore dell’Occidente manovre spericolate che si concludono quasi sempre con la dipartita fisica dei soliti incauti avventurieri. Per queste ragioni perfino Wolfang Schaeuble si guarda bene dal minacciare i greci su un piano strettamente militare, limitandosi a promettere agli ellenici un futuro fatto di carestie e stenti in caso di prolungata disubbidienza. Una guerra orizzontale inoltre, combattuta da potenze equivalenti, rappresenta finalisticamente un pericolo mortale per tutti indistintamente, vertici compresi. La storia non si fa con i se, ma è plausibile ritenere che se Hitler e Mussolini avessero vinto la guerra a finire uccisi e straziati sarebbero stati Churchill e Stalin. La violenza soft usata invece dai nazisti tecnocratici, che uccidono perlopiù a colpi di spread, debito pubblico e competitività, mette al riparo gli assassini odierni da qualunque tipo di futuribile ritorsione risultante dal sempre possibile mutare degli eventi. Una ragione in più per disprezzare l’attuale classe dirigente europea che, oltre che crudele e infame, si conferma ogni giorno di più pavida e meschina.

    Francesco Maria Toscano

    12/10/2015

    Categorie: Editoriale

    12 Commenti

    1. Pesce Spada Flambe' scrive:

      Oh finalmente un articolo in cui non è citato nessun paracelso,eggregora,urloggie dei khazzari e chi piu’ ne ha piu’ ne metta…ma invece una bella citazione del Santo Vangelo.
      Sto toscano sta acquistando punti bravo

      • Pesce Spada Flambe' scrive:

        Ah dimenticavo caro Francesco oltre al virus evola devi stare attento anche alla peste crowleyana…pare che in europa ci sia una recrudescenza virale di questo ceppo bubbonico…mai completamente debellato…

        • Paedicando sororem tuam scrive:

          Vabbe’, c’è del buono anche nel ragazzino scemo.
          In effetti si dice che i pauperes spiritu possono farcela. Se stanno attenti ai danni al naso, naturalmente…

          • Mmmh guarda guarda…Sapevo che citando la peste bubbonica crowleyana si sarebbe appalesato qualche bilioso commentante…forse nervi “scoperti” a fior di pelle?
            :D ahahahahah

            • Paedicando sororem tuam scrive:

              Crowley anelava a quello che lui stesso chiamava “il piacere doloroso”. Tu non so ma tu sorella ne va matta.

              • Giuseppe Verdi scrive:

                Musica maestrooo :D ahahahah vatti a coricare e fatti una cammomilla che all’eta’ tua ti fa male parlare di certe cose :D ahahahahah scostumato :D

    2. Amario Lucano scrive:

      Su dai fate i bravi…ma senti quello i poveri di spiritooo ma vatti a coricare :D ahahahahahah

    3. R°°°o------>>>S***p_O scrive:

      alla peste crowleyana…pare che in europa ci sia una recrudescenza virale di questo ceppo bubbonico…mai completamente debellato…

      Citazione Pesce Spada (+ tutti gli altri niikkkkiiii )

      mai completamente debellata ??…non solo non è mai stata debellata ma da Crowley in poi..c’è stato un crescendoo…e mo il Crowleysmo è più diffuso che mai in Europa e negli Stati Uniiti…(e si diffonderà sempre di piùù…)

      …Satana e il suo esercito avanzano…

      domanda che ho fatto un altra volta: ma sto cazzo di satana esiste o no ?….

      scusate era tanto per scrivere qualcosa….vado a mangiarmi un jogurt

      Bisogna fare un articolo su Satana ??….tutte le elite che citi…sono o in un modo o in un altro dedite a rituali esoterico /satanici ..(non solo a Bohemian Grove in quella famosa foresta Californiana ..ma ovunque in Europa e in particolare negli Stati Uniti…)(mo a parte gli scherzi: a New York..è praticato ovunque..satanismo, santeria, woodooo e chi ne ha più ne metta…

      da un po di tempo a questa parte sono interessato all’argomento…il rapporto tra satanismo&potere…

      si faccia un articolo sul satanismo …(praticato da banchieri,politici,tecnocrati, branche dei servizi segreti (la CIA in particolare )

      a Bohemian Grove..ci son passati tutti: presidenti degli stati uniti , politici di ogni livello europei e statunitensi, attori, giornalisti,militari, servizi segreti pare anche qualche economista di fama…

      domanda: ma se satana non esiste…perché cazzo fanno sti cazzo di riti ??? perché persone di alto livello sociale e cultura….amano sti rituali ?…che sembra roba da medioevo.

      ma non è che sto satanasso esiste ???

    4. R°°°o------>>>S***p_O scrive:

      a los angeles poi…ha hollywoood..nel sfarzose ville delle star..un altro po e mettono le statuine di Crowley e di Anton La Vey in salotto…come i cattolici Padre Pio…

      mi incuriosisce e affascina sto argomento…(problema: che cazzo c’èntra con l’Articolo ?…

    5. R°°°o------>>>S***p_O scrive:

      dai parliamo di Satana …….(i massoni praticanti l’esoterismo da sempre…dovrebbero essere preparati in questo argomento tenebroso, inquietante ma anche affascinante…..

    6. TOPOLINO E I SUOI FRATELLI FANTASMA scrive:

      DA BUON FUMETTISTA E SUPEREROE COMUNICO A TOSCANO DI AVER SCRITTO ANCH’IO UNA
      “LETTERA EPOCALE E SOLENNE N°1″:

      Come già accennato nella prima lettera ai Galati http://www.maranatha.it/Bibbia/6-LettereSanPaolo/55-GalatiPage.htm
      Ragionamento poi magistralmente rilanciato nelle Ultime lettere di Jacopo Ortis http://www.letteraturaitaliana.net/pdf/Volume_8/t167.pdf)
      Testo da integrare con la proficua lettura di lettera ad un bambino mai nato http://www.lucacarbone.it/files/Oriana-Fallaci—Lettera-A-Un-Bambino-Mai-Nato–Ita-Libro-.pdf Da non confondere con l’altrettanto imperdibile, eccezionale, spirituale e pleonastico lettere dalla Kirghisia http://www.ibs.it/code/9788890127014/agosti-silvano/lettere-dalla-kirghisia.html
      Sentiamo quindi il dovere di ribadire- erga omnes, urbi et orbi et coram populo- che nel mondo c’è grossa crisi https://www.youtube.com/watch?v=Af3inUxYWeo
      Per sconfiggere la malvagità che si annida nel cuore di chi ha smarrito la via, la verità e la luce non basta sfogliare il tuttocittà http://www.tuttocitta.it/ come erroneamente suggerito da chi non possiede gli strumenti empirici, ermeneutici, epistemologici, euristici e didascalici per affrontare le sfide gravissime che abbiamo di fronte;
      Bisogna invece rispettare le tavole della legge, così per come solennemente consegnate in mani sicure sul monte Sinai per la salvezza di tutti noi nella notte dei tempi https://it.wikipedia.org/wiki/Dieci_comandamenti
      Leggi poi rivisitate con rara sapienza, al lume di una conoscenza laica e non ierocratica, nel codice giustinianeo di bizantina memoria http://www.treccani.it/scuola/tesine/norme_nel_mondo_antico/pezzella.html
      Come voi ben sapete https://www.youtube.com/watch?v=9-VrY80K9y8Per essere degni di far parte dell’ecumene globalizzata in difesa della democrazia e del pluralismo delle idee bisogna fare esclusivamente e tassativamente fare come diciamo noi. E guai a chi dice il contrario http://www.treccani.it/enciclopedia/piaghe-d-egitto/
      Per le ragioni appena meravigliosamente e indiscutibilmente offerte con generosità (forse troppa), abbiamo inteso organizzare una irrinunciabile marcia a piedi in difesa della salvaguardia dei diritti del piccione viaggiatore, ora minacciato da nuove tecnologie che ne mettono in dubbio il futuro professionale https://www.youtube.com/watch?v=r05remlff2s
      La marcia avrà inizio il giorno di ferragosto, a partire dalle ore 11.30, dalla stazione metropolitana Anagnina in Roma https://www.youtube.com/watch?v=3MkD_meQk_U
      Direzione deserto del Sahara https://www.youtube.com/watch?v=AJNNfSr5u9k
      Chi diserterà la marcia epocale in favore del piccione, senza giustificato motivo firmato da mammà e papà ( se viventi), denotando così di possedere un animo pusillanime e mediocre, verrà immediatamente segnalato agli uffici competenti per le determinazioni del caso https://www.youtube.com/watch?v=Z_zhe9e5tjk
      Le punizioni conseguenti verranno stabilite da un apposito e sereno comitato https://www.youtube.com/watch?v=Ilhwh97zM98
      Chi, senza giustificato motivo, non parteciperà alla marcia epocale di cui sopra (arrivo previsto a fine Novembre) verrà iscritto d’ufficio alla coppa Cobram di prossima istituzione https://www.youtube.com/watch?v=g5gCRHnxSz0
      Per partecipare alla Coppa Cobram sarà necessario mantenere il peso forma (peso per altezza diviso 2). Per recuperare, dopo eventuali pranzi, cene e colazioni pagate in segno di sottomissione, si potrà frequentare la famosa clinica del dott. Birkemaier https://www.youtube.com/watch?v=vaGe5nXs8Ck
      I primi 100.000 mila iscritti riceveranno in regalo una spilla; i successivi 15 milioni di iscritti riceveranno invece un orsacchiotto di peluche https://www.youtube.com/watch?v=TIFnXGFO-Rc
      Si prevedono arrivi, da questo e da altri sistemi solari che condividono la nostre battaglie epocali, nell’ordine del miliardo https://www.youtube.com/watch?v=6YI9GbYBQOY

      P.s. Segue Lettera Epocale e Solenne N. 2

      Firmato
      LA CONGREGA DELLE MACCHIETTE

    Commenta a Paedicando sororem tuam


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    A FURIA DI USARE...

    Scritto il 10 - ott - 2019

    0 Commenti

    VOX ITALIAE. PARTE IL...

    Scritto il 3 - ott - 2019

    1 Commento

    E’ IN ATTO UNA...

    Scritto il 19 - lug - 2019

    2 Commenti

    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    COSA INSEGNA IL VOTO...

    Scritto il 21 - set - 2015

    6 Comment1

    CI DISPIACE PER CASALEGGIO...

    Scritto il 27 - nov - 2013

    9 Comment1

    IL PARADOSSALE RIEMERGERE DEL...

    Scritto il 8 - nov - 2013

    4 Comment1

    ALLA LEOPOLDA NASCE LA...

    Scritto il 31 - ott - 2014

    5 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.