untitledMentre la dittatura “eurocratica” mostra il suo volto feroce disintegrando il risparmio privato di tutti quelli che portano la colpa di fidarsi ancora delle banche, Matteuccio Renzi trova il coraggio di fare la faccia feroce con la potentissima frau Merkel, signora e padrona dei nuovi sudditi europei. E’ possibile intravedere una qualche connessione (non sentimentale) tra le due faccende? Io penso di sì. Fino a quando il sistema di potere, con annessi battimani mediatici e insabbiamento delle inchieste scomode, ha fatto gli occhi dolci al pinocchietto fiorentino, il nostro furbo premier ha ritenuto conveniente farsi piacere perfino quella specie di Hitler in gonnella di Angela Merkel; adesso però, finita la luna di miele fra Renzi e i soliti potentati occulti che manipolano l’informazione e stabiliscono le priorità, tutto cambia. La Merkel, lodata fino a poco tempo fa quale esempio di classe dirigente responsabile e benedetta alla stregua di “barriera contro il riemergere del tanto odiato populismo” (ma che vor dì?), finisce improvvisamente sul banco degli imputati. Ma davvero Matteuccio si è accorto solo adesso che i tedeschi usano due pesi e due misure? Ma davvero l’ex boy scout che somiglia a mister Bean prova empatia per i poveri greci costretti a “regalare” alcune infrastrutture strategiche ai teutonici (vedi alla voce “aeroporti”) pur di sopravvivere? Ma se fosse davvero così saremmo a cavallo. Che bisogno avremmo di faticare tanto nella speranza di costruire dal basso una alternativa politica degna di questo nome dal momento che perfino il nostro premier sposa e abbraccia le nostre battaglie? Il problema è che le cose non stanno così. A Renzi non gliene frega niente né dei pensionati, né dei risparmiatori, né dei greci e neanche dei filippini. A Renzi interessa continuare a governare, prendendo per il naso il più a lungo possibile un popolo oramai disabituato al ragionamento critico. E siccome per governare sulla menzogna è indispensabile che qualcuno  le menzogne continui a coprirle con una certa scientificità e costanza, Renzi strilla adesso nella speranza di ricostruire e ritrovare l’equilibrio perduto. Alcuni solidarizzano con Maria Elena Boschi, madonnina del renzismo trovatasi improvvisamente alla prese con le disavventure di un padre divenuto d’un tratto ingombrante. Non sarà forse più corretto chiedersi se, casomai, Maria Elena Boschi, madonnina del renzismo, e ministro giovanissimo pur in assenza di grandi qualità, debba in parte la sua folgorante carriera proprio al fatto di essere la figlia di un padre che era ingombrante ed importante anche prima che scoppiasse la scandalo “banca Etruria”? Si sa che tra il Pd e il mondo della finanza amorale, leggi Monte dei Paschi di Siena, esistono collaudate ed efficienti camere comunicanti, utilissime nel  riproporre all’infinito (teoria del ritorno ciclico di ciò che è identico, ndm) schemi vecchi e putridi, recitati però sempre da volti freschi e giovani. Ora è arrivato il turno di giostra di Maria Elena e Matteuccio. Si, ma quanto durerà la corsa sulle montagne russe? Matteuccio è cinico ma non è stupido, e temendo che la gita al Luna Park della politica possa finire prima del previsto ha pensato bene di alzare la posta. Come? Colpendo al cuore l’architrave del sistema massonico-mafioso che governa la Ue, già traballante in seguito alle elezioni polacche prima e francesi poi. Convinto di poter strappare qualche strapuntino in più minacciando di riposizionare l’Italia sulla scia dei Paesi che disobbediscono a nazi-Merkel, Renzi si è avventurato in una sortita certamente temeraria. Se conosco bene come ragiona il gotha del nazismo tecnocratico continentale, a partire da Draghi e Schaeuble, nessuna concessione verrà riconosciuta al rottamatore da rottamare. Per quelli come Draghi Renzi è poco più che un maggiordomo, issato alla guida dell’Italia per il tramite di Napolitano al solo scopo di servire con zelo gli interessi della genia dominante. E un maggiordomo che si ribella non viene mai promosso al ruolo di interlocutore, guadagnandosi il più delle volte solo una sonora bastonatura. Renzi non è stato votato da nessuno e deve il suo potere solo alla gentile concessione di un “mago” che ha deciso di trasformare una zucca in carrozza. A mezzanotte però, di regola, l’incantesimo svanisce. Matteuccio farebbe bene a dare un’occhiata all’orologio. Sono le 23 in punto…

    Francesco Maria Toscano

    19/12/2015

    Categorie: Editoriale, Politica

    21 Commenti

    1. raffaella c. scrive:

      DOBBIAMO AVERE DEI POLITICI IN GRADO DI DIRE NO ALLA U.E.
      DOBBIAMO AVERE DEI POLITICI IN GRADO DI RIPORTARE LA SOVRANITA’ DEL POPOLO ITALIANO.
      Siamo SOLO una piccola regione puzzolente di questa superba unione europea….
      nient’altro.. solo una piccola e puzzolente regione da schiacciare e annientare.
      Ma cosa ci vuole ancora?
      Renzi non vale una cippa e con lui una miriade di tanti altri e/o altre.
      Un piccolo verme in un mare di vermi.
      Popolo bue… non siamo altro.
      E “LORO” lo sanno…

      • raffaella c. scrive:

        mi sono un tantino sfogata… ;-)) scusate.
        comunque sia i nostri politici non sono altro che servi del sistema…

        • Non ti sei sfogata, semplicemente hai scritto di getto in modo tale che il tuo cuore ha detto ciò che il cervello ( in modo razionale) avrebbe annullato oppure modificato. Hai scritto con il sentore dell’anima. Di fatto, reputo che sia lodevole l’interagire. Lunga vita!

    2. […] Source:: SI AVVICINA A GRANDI FALCATE LA FINE DEL RENZISMO, PATETICO CREPUSCOLO DI UNA SECONDA REPUBBLICA DA … […]

    3. Cara Raffaella ” dobbiamo avere dei politici e quant’altro”. Voglio dire, ma se tra noi non c’è convergenza è inutile fare e altresì avanzare ipotesi; siamo segaioli mentali a favore del Tempio Malefico. D’altro canto se Francesco interagisse in modo costruttivo col Movimento Roosevelt; libero da lacci e lacciuoli, si potrebbe creare una piattaforma politica che diventerà ” FARO” di ogni singolo Cittadino. Smettiamo di farci le mitiche seghe mentali e iniziamo a collaborare, costruire, amplificare l’adeguata piattaforma politica che il POPOLO, agogna. Francesco, vuoi scendere dalla pianta e iniziare ad arare il terreno di una nuova visione Federale dell’Europa. Sei consapevole che ti voglio bene… diamoci una dignità che vada a favore di ogni singolo cittadino. In politica si può essere sia fiancheggiatori, sia faro, sia luce, sia fonte, sia quello che ognuno crede di essere ma quando si parla, si discute di ” Alta Politica” -l’ho- si fa per il POPOLO. Lunga Vita!

    4. Junius scrive:

      Direi che il tradizionalismo cattolico è lievemente più saggio:

      http://www.maurizioblondet.it/in-europa-bisogna-stare-con-renzi-o-italioti/

      Chi ha le palle non ha le risorse culturali, chi ha le risorse culturali non ha la palle.

      Chi ha le palle e le risorse culturali non ha potere.

      Purtroppo quel fascista di Spinelli (cit. Bagnai) ha pensato dall’alto della sua sapienza che se elimini gli stati nazionali elimini gli interessi nazionali…

      Ma a qualcuno sarà passato per il cervello per quale motivo un imbecille di tale portata sia stato così lautamente finanziato tanto da farne un santino?

      Come si può salvare un po’ di dignità ad un popolo con il cervello e la MORALE spappolata da decenni di europeismo?

      E poi mi vengono a chiedere cosa fare in concreto di concreto.

      Posso solo pregare che Putin resista con il più ampio consenso internazionale possibile e che Donald Trump non sia la solita trovata gatekeepettara per forzare il consociativismo funzionale al fasciomondialismo.

      • Caro Junius, eliminare gli Stati- Nazione è il futuro, giacché i Nuovi Stati Uniti D’Europa sono, anzi è Lo Stato-Nazione. A mio avviso, E’ pianificare la trasformazione dello Stato-Nazione in Regione, sotto l’egida degli Stati Uniti D’Europa tramite la piattaforma Glocal di cui Francesco è degno rappresentante. Auspico, che codesto blog, diventi il perno centrale e Francesco inizi a interagire politicamente sia a favore dell’area META sia a favore di ciò che rappresenta. Un connubio, un viatico verso il cambiamento epocale che la storia ci ha indicato e altresì unito in modo intellettuale, politico, avanguardista. Lunga vita!

        • Shardan scrive:

          eliminare gli Stati- Nazione è il futuro, giacché i Nuovi Stati Uniti D’Europa sono, anzi è Lo Stato-Nazione. A mio avviso, E’ pianificare la trasformazione dello Stato-Nazione in Regione, sotto l’egida degli Stati Uniti D’Europa

          ——
          ——

          L’inferno è lastricato di buone intenzioni. Complimenti.

          Continuate a sognare…e a ignorare la realtà inseguendo farfalle e perpetuando così l’errore….che porterà inevitabilmente al tragico “orrore”

          lunga vita a te Protti Miracca.

    5. Gennarius scrive:

      renzi salvini e grillo sono i rebbi di un medesimo forcone

    6. Shardan scrive:

      Ma a qualcuno sarà passato per il cervello per quale motivo un imbecille di tale portata sia stato così lautamente finanziato tanto da farne un santino?

      Citazione Junius

      —–
      —–

      Spinelli faceva parte del Bilderberg.Solo uno che fa parte di tali consessi può partorire certi progetti.

      Cito Ida Magli : —> “..Spinelli era infatti membro del Bilderberg e fondatore insieme ad Agnelli dell’Istituto per gli Affari Internazionali italiani. Non sappiamo se fosse la sua condivisione degli interessi degli Agnelli alla mondializzazione del mercato, o il suo odio per la Nazione Italia a spingerlo su posizioni europeiste assolute”

      Non per nulla un ala dell’ edificio del Parlamento Europeo è a lui intitolata.

      Nel “manifesto di Ventotene dice:—>>”…non può esserci progresso né libertà, né sviluppo senza cessione di sovranità al progetto europeo….”

      La figlioletta –Barbara Spinelli — non vorrei sbagliare ma mi pare abbia partecipato al Bilderberg nel 1993….tale padre quale figlia (buon sangue non mente )— è un caso che Tsipras di cui lei era esponente si sia rivelato un bluff???

      Il tutto con la benedizione dei “compagni” comunisti(dell’Illinois e no…)

      A proposito :strano che quasi tutti gli economisti a “impostazione marxista ” siano sostanzialmente “pro euro”….sognano una nuova internazionale tramite il collante della moneta unica…e da bravi comunisti (cioè fascisti ) si son scelti come vessillo una moneta che paradossalmente è il neo stemma nazista dell’oppressione, il manganello funzionale alla distruzione delle economie nazionali, alla neo proletarizzazione dei popoli. Che dire? son comunisti !! e fanno i comunisti….

      in fin dei conti son coerenti: la loro storia è sempre stata caratterizzata dal parlare bene e puntualmente razzolare male, oppressione,omicidio sociale,abruttimento , sangue….etc etc

      in fin dei conti son coerenti.Gentaglia.

    7. Shardan scrive:

      razzolare male, oppressione,omicidio sociale,abruttimento , sangue….etc etc

      —-
      —-

      …ciò che ci aspetta: perché ad un certo punto finirà in quel modo…non son ottimista per il futuro…spero di sbagliarmi ma ho questa sensazione…

      • Rospo scrive:

        Guardate sta manica di luridi cialtroni ,difensori e strumento veicolatore del progetto neoliberista della peggior destra economica fascista elitaria , reazionaria che sia mai esistita (e meno male che son marxisti & similari !!! ) che cantano “Bella ciao ciao..” ..il motivetto canoro che io odio di più…la canzonetta con pretese di liberazione cantata da gentaglia che della “libertà ” se ne è sempre riempita la bocca e puntualmente la ha negata (storia attuale e passata docet ). Bugiardi e luridi cornuti schifosi .cioè———->>> comunisti !!!

        https://www.youtube.com/watch?v=2×0-JjiJvWY

        la loro melma ideologica non è acqua buona manco per farcisi il bidè (posto che per pulirsi il culo ci vuol acqua pulita e sti cialtroni di pulito non hanno e non hanno mai avuto nulla : è nel loro DNA essere zozzi e non c’è acqua che tenga —>> la cacca non la puoi pulire: cacca resta ) . Massimo disprezzo.

        Chi è pro euro (per qualsiasi ragione ) o è fesso, o è in mala fede, o peggio ancora è fesso & in mala fede.Tragicamente Eurocoglioni i primi e Criminali i secondi.

        • Shardan scrive:

          Rospo come non darti ragione???…però siii educato…non essere il “solito” scurrile con la dialettica povera e cazzara da tavernaro da pub di periferia….

    8. Maurizio scrive:

      Credo che certi poteri nostrani (leggi Finmeccanica) potrebbero pur aver giocato un ruolo nel “ruggito” estemporaneo dell’Ebetino della Leopolda contro kapò-Merkel.

      Del resto anche confindustria tedesca ha messo dei rigidi paletti alla politica estera della culona, mi riferisco all’embargo anti-Putin, da alcune grosse aziende teutoniche ampiamente disatteso.

      Senza dimenticare che nel lager UE, se la Merkel è il volenteroso carnefice (guarda un po’ certi ricorsi storici…), la direzione è una poltiglia oligarchica prevalentemente stars and stripes.

    9. davis scrive:

      di sicuro non sarà il m5s ad avvantaggiarsi della caduta di renzi: caso quarto docet…per quanto vi sforzate di far credere il contrario, cari grillini, avete solo dimostrato di essere uguali agli altri, se non peggio poichè pensate solo agli scontrini ed al finaziamento pubblico ai partiti nonchè la restituzione degli stipendi( tutte cose che non hanno cambiato di una virgola la vita degli italiani)ed alle regole interne ma di progetti concreti il nulla più totale, a parte quella farsa chiamata reddito di cittadinanza… e meno male che governate pochi comuni, figuriamoci se avevate tante amministrazioni quante ne ha il pd: allora si che ne avremmo viste di belle…

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    LA GEOPOLITICA DEL CORONAVIRUS

    Scritto il 22 - mar - 2020

    0 Commenti

    LA GENEROSITA’ IPOCRITA DEI...

    Scritto il 18 - mar - 2020

    0 Commenti

    NASCE VOX ITALIA TV

    Scritto il 26 - feb - 2020

    2 Commenti

    COME E PERCHE’ VOX...

    Scritto il 18 - feb - 2020

    0 Commenti

    A FURIA DI USARE...

    Scritto il 10 - ott - 2019

    5 Commenti

    LA PAURA DEL BABAU

    Scritto il 12 - dic - 2011

    0 Commenti

    SECONDO MERKEL, MACRON E...

    Scritto il 6 - feb - 2019

    1 Commento

    TUTTA LA COMUNITA’ CHE...

    Scritto il 23 - gen - 2014

    12 Comment1

    IL DUBBIO AMLETICO DI...

    Scritto il 20 - giu - 2013

    3 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.