proletariatoArriva un momento nel quale parlare di formule politiche non ha più senso. Quel momento in Italia è arrivato. L’Istat certifica che oltre 10 milioni di italiani vivono in condizioni di povertà assoluta. Dieci milioni di persone, cioè, ora, adesso, nel cuore dell’Europa civile e democratica fanno fatica a curarsi, cibarsi e vestirsi. Di cosa dobbiamo parlare a chi patisce simile condizione esistenziale? Di domanda aggregata? Di progressismo? Di convergenze parallele fra partiti diversi che si uniscono per garantire la tenuta delle istituzioni? Ma fatemi il piacere! A questi 10 milioni di italiani, che sono i primi e migliori destinatari dei nostri scritti che trasudano orgoglio e passione, dobbiamo parlare il linguaggio della verità! Una verità dura, implacabile, difficile, che modifica però i connotati degli spiriti più arditi che hanno il coraggio di affrontarla. Voi sfruttati, esodati, licenziati, disoccupati, sottopagati e frustrati, siete schiavi! Schiavi di uomini in carne ed ossa che controllano prima la vostra mente e solo dopo i vostri corpi; schiavi di banchieri, tecnocrati, finanzieri e grandi industriali che rendono infernali le vostre misere vite; schiavi di politicanti lacchè che si organizzano per sterilizzare e rendere innocua la protesta e il relativo malcontento; schiavi infine di voi stessi, povere anime illuse e soggiogate da pantomime mediatiche pensate per uccidere in radice il pensiero critico. Per quanto tempo ancora volete restare in catene? Cos’altro deve accadere perché si alzi forte, dal basso, un grido si amore e di speranza che costringa i negrieri di oggi a fare i conti con le masse? Il primo problema da affrontare riguarda l’organizzazione: i padroni possono contare su meccanismi e strutture pensate per oliare il consolidamento e la supremazia di una élite apolide che sottomette tutti gli altri.  Il ceto medio impoverito e quello proletario e sub-proletario, invece, hanno perduto i luoghi della rappresentanza. Dove sono i partiti? Dove sono i sindacati? Spariti, annientati da una propaganda cinicamente e furbescamente veicolata dai padroni per disperdere e atomizzare gli odiati nemici di classe. Nessuno straccione può da solo pensare di fare la guerra al sistema oppressivo e delinquenziale oggi dominante. Bisogna necessariamente fare insieme massa critica, e bisogna farla all’interno di un contenitore politico e partitico che risponda ad esigenze nuove. Un partito cioè in grado di offrire e recuperare lo spirito che animò i rivoluzionari del passato, pronti a rompere tabù concettuali in spregio ad una aristocrazia corrotta formata da teste coronate finalmente rotolate ai piedi degli antichi servitori. Questi dieci milioni di italiani, indigenti totali, devono combattere insieme. Il nostro sforzo prioritario deve essere perciò quello di trasformare una marea di singoli disperati in una squadra efficiente, solidale e coerente in grado di conseguire scopi razionali in maniera razionale. Quale mastice serve per arrivare al cuore stanco e depresso di chi ha perduto tutto fuorché (forse) il senno? Come riuscire a suscitare nei più un indispensabile desiderio di riscatto? Di sicuro non vinceremo proponendo alchimie sofisticate buone per rallegrare tutt’al più le orecchie di qualche intellettuale da salotto. Ripartiamo dall’essenziale: pane, lavoro, welfare e salario. Nessuna ricchezza va reputata legittima fintantoché esistano sacche di povertà assoluta. Per non  disperdere le energie in mille rivoli, disorientati da forze che fingono di voler cambiare per garantire in realtà l’infinito perpetuarsi dell’ingiustizia e del sopruso, faremmo bene ad imparare a riconoscere i nostri nemici di classe. Chi ha materialmente “creato” i dieci milioni di disperati descritti dall’Istat?  Tecnocrati come Draghi e Schaeuble, spalleggiati dai titolari di  banche d’affari come Jp Morgan e Morgan Stanley, coperti da direttori di giornali come Ezio Mauro e Ferruccio De Bortoli. I politicanti alla Monti, Letta e Renzi, in nome e per conto di forze politiche putride e autoreferenziali,  rappresentano invece soltanto l’ultimo anello di una catena diabolica e infame. Nella confusione sguazzano i lestofanti. Non possiamo stare dentro un contenitore che tenga insieme Colaninno e il figlio dell’operaio cassintegrato; Profumo e il pensionato gettato sul lastrico dalle banche. Uniamoci dunque, ma su basi di coerenza e di opportunità, altrimenti correremo anche in futuro il serio rischio di affidare la cure delle pecore al buon cuore del lupo. Non è più il caso.

    Francesco Maria Toscano

    4/01/2016

    Categorie: Politica

    32 Commenti

    1. Ellsworth Bheezer scrive:

      Articolo molto interessante per varie ragioni.
      L’impoverimento di un tessuto sociale è sicuramente collegato al dato politico.
      Quel particolare potere che è chiamato “potere politico” non è l’unico operante sul campo.
      Come diceva quell’uomo di grande intelligenza che era Cossiga nella struttura del potere moderno se ne individuano sei tipologie:
      1 politico
      2 economico
      3 giudiziario
      4 religioso
      5 mediatico
      6 criminale

      Riguardo a quest’ultimo,il potere criminale,Cossiga con rassegnazione affermava che la forza
      di certe associazioni di criminalita’ organizzata purtroppo non poteva essere contrastata efficacemente poiché l’Italia, non essendo uno stato forte e unito, non è in grado di affrontare una vera e propria “guerra civile” tra più poteri coesistenti sullo stesso territorio.

      Perche’ è interessante tirare fuori questa analisi di Cossiga?
      Perche’ ci porta a fare un ulteriore domanda:
      Quanto incidono sull’impoverimento del tessuto sociale la forza di comando e il potere economico delle quattro mega organizzazioni criminali(per loro natura poteri a tendenza totalizzante) operanti sull’intero territorio nazionale?

      Al di la dei tecnocraticismi politici,spesso compagnuzzi degli al capone di turno nelle riunioni di alta finanza mondiale,quanto ndrangheta cosanostra camorra e sacra corona partecipano in qualita’ di “forze putride e autoreferenziali” anch’esse alla disarticolazione del tessuto economico sociale con relativa ricaduta di impoverimento sugli abitanti?
      Sarebbe interessante un articolo che analizzi piu’ in profondita’ le vere dinamiche di potere che impoveriscono i cittadini.

    2. […] Source:: E’ ORA DI COSTRUIRE UNA NUOVA COSCIENZA DI CLASSE […]

    3. gengiss scrive:

      A proposito di “un contenitore politico e partitico che risponda ad esigenze nuove”, cosa ne pensate di ORA ?

      http://oracostituente.it/

    4. Shardan scrive:

      Quanto incidono sull’impoverimento del tessuto sociale la forza di comando e il potere economico delle quattro mega organizzazioni criminali(per loro natura poteri a tendenza totalizzante) operanti sull’intero territorio nazionale?

      Citazione Ellsworth Bheezer

      ——-
      ——-

      Queste organizzazioni esistono perché il vero potere lo permette : se volessero le potrebbero eliminare nel giro di pochi anni—->> c’è un “area” opaca ma operante facente parte del potere istituzionale che ne sostiene l’esistenza. E’ quell’area alla quale si riferiva Giovanni Falcone quando parlava di un livello al di fuori e al di sopra della Mafia ma che ne controlla e ne permette l’operatività…definendoli se non ricordo male: “menti finissime”…

      Non son certamente elementi del tipo che so …Riina o Provenzano e similari .. le “menti finissime” capaci di tener sotto controllo un intera area geografica e le connessioni internazionali. Le mafie sono complementari e funzionali al potere ed esistono perché quest’ultimo lo permette e le vuole.

      Detto questo: ..tutti sappiamo incidono sull’impoverimento del tessuto sociale la forza di comando e il potere economico delle quattro mega organizzazioni criminali(

      al contrario della “vulgata” dei mass media..”oso” dire che nello specifico le quattro organizzazioni criminali italiane incidono relativamente poco rispetto all’incisività e distruttività (in tutti i sensi: politico, economico, sociale etc etc ) di un certo potere tecnocratico / finanziario, delle multinazionali,degli speculatori nazionali e internazionali alla George Soros (cito il più noto..)etc etc

      La differenza tra l’incisività(in tutti i sensi: politico, economico, sociale etc etc ) di tutte le mafie messe insieme e l’establishment prima menzionato è abissale.

      Al vero potere..fa comodo che il popolino focalizzi l’attenzione su qual problema —con tutta la sua drammaticità..che non voglio sminuire— ed ignori la vera , incisiva, devastante fonte del disastro (nel contesto italiano mass mediatico i vari Saviano, Travaglio,Santoro..svolgono un ruolo importantissimo : non avete notato..che sti qua..non parlano MAI..di massonerie e di un certo establishment ?..questi sono i “persuasori” per conto e a servizio del vero potere: pifferai….

      ripeto: “oso” dire che incide molto ma molto relativamente.

      • Shardan scrive:

        —>>Detto questo: ..tutti sappiamo incidono sull’impoverimento del tessuto sociale la forza di comando e il potere economico delle quattro mega organizzazioni criminali(

        —> (in tutti i sensi: politico, economico, sociale etc etc )

        —–
        —–

        correzione: scusate…ci son delle ripetizioni nel post (volevo spostare una frase , invece di far taglia/incolla..o fatto copia/incolla..e ho lasciato la precedente..)

        ho interrotto una frase e la ho ripresa inviando senza rileggere.

      • Ellsworth Bheezer scrive:

        Scusa se te lo dico ma anche la tua analisi pare un analisi di vulgata in quanto è evidente come tu non abbia colto,forse per eccessiva ideologizzazione,il tema dello scontro-incontro tra poteri operanti su di un territorio.

        Non hai colto l’importanza del concetto di “controllo sul territorio” che da sempre è caratteristica tipica della criminalita’ organizzata.Se il potere criminale,ragionando per assurdo,smettesse di fare attività anche per conto terzi,gli altri poteri risulterebbero esposti.Come vedi è un pezzo non solo importantissimo ma anche irrinunciabile e decisivo sulla carta geografica del potere.Il potere politico deviato senza il lavoro sporco criminale non avrebbe tutta quella forza che ha attualmente.E’ cosi difficile capirlo?Tu molto ingenuamente credi che il potere criminale sia subordinato quando in realtà è coordinato…perche’ non comprendi o non vuoi comprendere il concetto tattico di “moltiplicatore di forza”.

        I vari personaggetti ,dal ruolo mediatico che sappiamo, usano il tema mafia per attaccare solo certi soggetti politici quindi è strumentale a un certo discorso politico e non come rilevi tu,un po’ foucault-pendolisticamente,che è per spostare l’attenzione del popolino dal “vero potere”.

        A proposito di “vero potere”…è altrettanto evidente che quando si usa una espressione cosi generica come la tua allora si che siamo in presenza di uno “spostamento dell’attenzione” o meglio una diluizione della coscienza,in quanto è un espressione cosi tremendamente generica da rendere un analisi eccessivamente astratta.Al contrario individuare il “vero potere” come la sommatoria
        di “qualita’ di poteri” allora si che,ancora meglio di una coscienza di classe,si forma nel popolo una “coscienza sociale” in grado di orientare anche politicamente il popolo.
        Lo so che a molti di voi piacciono di piu’ espressioni come “per quanto tempo in catene” o ” gli spiriti più arditi che hanno il coraggio” o ” lo spirito che animò i rivoluzionari del passato”(ti ricordo che le rivoluzioni sono tutto indotto commerciale massonico) e via dicendo…ma senza fare i conti con il potere criminale o meglio con “l’economia criminale” non si puo’ capire la poverta’ italiana.
        Ora ti faccio una domanda:
        Chi è piu’ forte in calabria la nrdangheta’ o la politica?

        • Shardan scrive:

          Chi è piu’ forte in calabria la nrdangheta’ o la politica?

          Citazione Ellsworth Bheezer

          —-
          —-

          Il più forte è il “Vero Potere” ..che non è ne la ndrangheta ne la politica…. questi ultimi due funzionali e strumento del primo.

          Qui bisognerebbe domandarsi cosa si intende per un generico “Vero Potere “…domanda che si è posto anche il da te citato Cossiga che nonostante di “potere” se ne intendesse..sovente domandava e si domandava, (testuali sue parole)——>>: “”"..ma chi è che comanda veramente ? “”"

          su questo:
          –>>Lo so che a molti di voi piacciono di piu’ espressioni come “per quanto tempo in catene” o ” gli spiriti più arditi che hanno il coraggio” o ” lo spirito che animò i rivoluzionari del passato”(ti ricordo che le rivoluzioni sono tutto indotto commerciale massonico) e via dicendo

          dico: non riguarda me–>> non appartengo a quel tipo di persone (le detesto anche..e comunque ne son diffidente )…anzi: perfettamente d’accordo sulle rivoluzioni indotto commerciale massonico..)

          su questo:

          —->>>è evidente come tu non abbia colto,forse per eccessiva ideologizzazione,

          dico: evidente??…son privo di qualsiasi tipo di rivestimento ideologico…..ma forse parliamo due linguaggi diversi..e ci fraintendiamo (è il limite del comunicare tramite post..ognuno ci legge quel che gli pare o quel che gli sembra ;- )

          sul resto in un altro post (forse;-)

          tu hai fatto una specifica domanda:

          —>>Quanto incidono sull’impoverimento del tessuto sociale la forza di comando e il potere economico delle quattro mega organizzazioni criminali(per loro natura poteri a tendenza totalizzante) operanti sull’intero territorio nazionale?

          ed io ho espresso una mia considerazione. Non so se in questa domanda intendi le quattro organizzazioni criminali in se per se come entità prese separatamente o qualcosa di più “esteso” inglobante tali organizzazioni. Perché il discorso cambia.

          • Shardan scrive:

            Se per “forza di commando” e “potere economico” intendevi qualcosa di più ampio rispetto alle quattro organizzazioni avresti dovuto formulare la domanda in un altro modo.

          • Shardan scrive:

            I vari personaggetti ,dal ruolo mediatico che sappiamo, usano il tema mafia per attaccare solo certi soggetti politici quindi è strumentale a un certo discorso politico e non come rilevi tu,un po’ foucault-pendolisticamente,che è per spostare l’attenzione del popolino dal “vero potere”.(Ellsworth Bheezer)

            ——
            ——

            Mah…non lo so…vero che usano certi temi per attaccare certi soggetti politici..ma non solo..a me sembra che sti “signori pifferai incantatori..” facciano “sistematicamente” tutto un discorso che svia l’opinione pubblica (ma lo fanno tutti i cosiddetti mass media main stream..)..

            Chiamali personaggetti….hanno avuto un seguito di milioni e milioni di persone.

            Questi cialtroni..riescono a sviare l’opinione pubblica sistematicamente e secondo me coscientemente alterando le proporzioni: addebitando quasi tutto alle mafie , corruzione,malapoltica etc etc. la solita tiritera

            dico : combattere le mafie , i conflitti di interesse etc è corretto..ma in ordine di proporzione e di pericolo.Le mafie erano operanti e incisive nel territorio anche 20-30 anni fa (allo stesso modo )..eppure il Paese non era nelle condizioni che è adesso in tutti i sensi. A parità di condizioni evidentemente pre e post crisi—>>> evidentemente non sono le “mafie” le determinanti di questa situazione.

            Ho riletto i tuoi post fai una domanda molto precisa..infatti dici:—->> “”"Al di la dei tecnocraticismi politici,spesso compagnuzzi degli al capone di turno nelle riunioni di alta finanza mondiale,quanto ndrangheta cosanostra camorra e sacra corona partecipano in qualita’ di “forze putride e autoreferenziali” anch’esse alla disarticolazione del tessuto economico sociale con relativa ricaduta di impoverimento sugli abitanti?”"”" io mi son controllato i dati(dal 2008 in poi )….la differenza è abissale …osservando i dati..c’è una sproporzione enorme tra l’incisività negativa (in Italia ) delle 4 organizzazioni criminali messe insieme e quella di un certo establishment (lo chiamo genericamente establishment..per comodità espressiva ma si possono individuare con precisione ). Quei “personaggetti” (cito quelli perché sono i più conosciuti..ma son tutti i mass media in generale )son riusciti a convincere l’opinione pubblica che bisogna combattere il male minore..ignorando quello maggiore ed “tendenzialmente” addebitando le cause di questo disastro al male minore.Controllando alcuni dati la proporzione è per analogia come un cagnolino (mafie) che ci morde il calcagno e un leone che ci sta per sbranare (certo establishment)…e non sto esagerando. E i santificati “pifferai” persuasori per quanto riguarda il “potere mediatico” hanno svolto un ruolo importante: basta sentire cosa dice la cosiddetta gente comune nei bar, posti di lavoro , etc etc che si son cibati di quella merda mediatica…non hanno capito un cazzo.E non son 4 gatti..si tratta di milioni di persone.

            La domanda era precisa e la risposta è questa:le mafie..in questo disastro..hanno inciso e incidono..molto ma molto relativamente.A confronto è quasi robetta (senza togliere nulla alla gravità del fenomeno ).E’un dato di fatto.Si puo dire ?

            • Shardan scrive:

              Per essere più chiari, osservando i dati (dal 2008 in poi ) …la proporzione in quanto a incisività negativa (impoverimento del territorio, disarticolazione sociale,distruzione dell’assetto economico etc etc ) e di 1 a 100.Non c’è paragone.

              • Poiana Comune scrive:

                Scusa ma quali sono questi fantomatici dati che citi del 2008?
                La proporzione di 100 a 1 da dove l’hai desunta?

                Secondo l’Istat nel quadriennio 2005-2008 l’economia illegale in Italia ha pesato per oltre il 10% del PIL.A differenza degli altri paesi dove la media e dell’1%.

                La presenza di una invasiva economia criminale è «probabilmente <>.
                Questa percentuale è peraltro sottostimata per ammissione degli stessi ricercatori considerando la difficolta’ a circoscrivere effettivamente il fenomeno.
                A esempio proiettivo di stima di quanto pesa l’economia illegale su quella legale bisogna procedere in questa maniera desumendo a titolo esemplificativo il settore edile da dove estraiamo il dato che in questo ramo la mafia incide il doppio della economia legale sul territorio e sulla materia prima(le cave) addirittura 16 volte di piu’,
                anaizzare i settori:
                “Più che i numeri, però, sono i fatti che contano. E i fatti, sintetizzati in un paragrafo sui settori oggetto di riciclaggio, offrono prospettive interessanti. La ricerca, infatti, analizza le confische delle imprese (dal 1983 al 2012) e da queste ricava il “peso” dell’economia criminale sull’economia legale. La parte del leone, tra le aziende confiscate alle mafie, la fanno quelle di costruzioni, in altre parole il settore edile. Il “peso specifico” dell’economia criminale legata al mattone, evidenziano gli autori, è due volte quello nell’economia legale, il che vuol dire che dal movimento terra al calcestruzzo alla rifinitura d’interni, le mafie investono tantissimo. Mai, però, come nel settore delle cave, in realtà, come dimostrano recenti indagini della Dda di Torino, confinante con il precedente. Nel settore delle cave, che tantissimo ha inciso nel boom edilizio e che continua, anche se con un ruolo minore, ad esercitare un ruolo importante, la mano criminale è 16 volte più “pesante” che nell’economia legale.
                di Roberto Galullo – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/SnzU4z

              • Poiana Comune scrive:

                E stiamo parlando solo dell’edile ed in base alle sole confische che non rapresentano tutto il ventaglio criminale.
                E non osiamo immaginare se dovessimo avere realmente le stime su droga,traffico di umani e armi.
                Che cosa credi che siano le azioni tossiche dell’alta finanza?
                Come vedi l’economia criminale è economia concretissima che come tale,per via della sua ingente entita’,sotto il tappetto puo’ essee nascosta per poco tempo,ma subito poi deve essere “reintregata”.
                Questo è il “vero potere” del “vero potere”.Senza il “potere criminale” che semplificato è “giocare senza regole” chi potrebbe continuare ad avere camicie pulite?
                Chi minimizza o piu’ raffinatamente gregarizza la criminalità e il suo peso nella tirrania globale si pone come un inconsapevole o ,nel peggior caso consapevolmente, pifferaio magico a servizio dei poteri malsani.

              • Shardan scrive:

                @Poiana

                Adesso non ho tempo per scrivere..

                Io però baso il mio ragionamento su un altro tipo di dati..faccio un altro tipo di ragionamento (giusto o sbagliato..condivisibile o meno )..

                non ho tempo per scrivere:

                su questo:

                Secondo l’Istat nel quadriennio 2005-2008 l’economia illegale in Italia ha pesato per oltre il 10% del PIL.A differenza degli altri paesi dove la media e dell’1%.

                —-
                —-

                Io parlo di dati dal 2008 in poi (cioè dalla crisi della Lehman con i subprime )…quali sono gli altri stati ? perché a me risulta che nella “virtuosa ” Germania..il sommerso è di poco inferiore a quello italiano (controllerò e posterò anche la cifra esatta )..e mi risulta che il sommerso tedesco sia superiore a tutto il sommerso dei paesi della fascia nord Europa messi insieme.

                devo scappare…ci ritorno sull’argomento.

              • Poiana Comune scrive:

                Allora il tuo tirare nell’arena la germania(paese che non gode della mia stima) non centra molto col discorso che stiamo facendo.
                Mettendo un po’ di ordine:

                1)I dati dal 2008 in poi non sono mica diminuiti;

                2)Le criminalita’ organizzate ed egemonizzanti in germania sono due:la ndrangheta calabrese e la mafia turca.

                3)La ndrangheta calabrese ha il monopolio del traffico di petrolio bianco su tutta l’europa.Ti rendi conto del potere economico di tale monopolio?

              • Shardan scrive:

                dovrei controllare tutta una serie di articoli ed estrapolarne i dati che mi interessano al fine di cio che volevo dire io .

                lo so (la ndrangheta è soprattutto in Germania,la polizia lo sa, ma pare che le istituzioni “sonnecchino ” perché è operativa in modo diverso di come opera in Italia : investe e ricicla..ma ci sta..)..ho citato la Germania..solo ed esclusivamente perché nel tuo post si parlava di un 10 % di sommerso..a fronte di un 1 % negli altri Paesi europei—->>> e a me non risulta affatto. Non la ho citata al fine del discorso (non c’entra nulla ).

                In Italia il 25 % di economia distrutta in pochi anni (una cifra spaventosa..come se ci fosse stata una guerra di medie dimensioni ),un 135 % di debito pubblico, un 13/14 % di disoccupazione (cifre ufficiali…ma di fatto è molto più alta..perché nel conteggio non si considerano gli scoraggiati, cioè i “morti viventi”, che non cercano più lavoro e non risultano da nessuna parte ),200mila e passa aziende che hanno chiuso nel giro di pochi anni, trend che continua e non c’è un normale ricambio tra aziende che muoiono e quelle che nascono (quindi economia in costante fase di destrutturazione ).etc etc cioè tutto il “sistema paese” che si sta sfasciando…non è dovuto alle mafie…ma a quel che io ho genericamente chiamato “establishment” (che racchiude tutta una serie di non saprei come definirle..”entita ” nazionali ed estere che a mio parere operano in simbiosi..sotto più o meno una medesima regia — non è complottismo non vorrei essere frainteso —)

                questo da me cosidetto “establishment” opera in modo particolarmente “incisivo” dagli anni ottanta in poi..sempre più in crescendo e in modo sempre più incisivo.Se il alla disarticolazione del tessuto economico sociale con relativa ricaduta di impoverimento sugli abitanti?

                Se il tessuto economico/sociale si sta scollando ,disarticolando sempre più velocemente (ripeto dovuto a un certo processo iniziato negli anni ottanta in coincidenza dell’introduzione di un sistema a carattere Neoliberista con Reagan in USA e la Thatcher in Inghilterra..e in fase di instaurazione in tutta Europa..questa è la fase di destrutturazione..i lavori , ahimè, sono in corso..processo neoliberista che ha e sta creando le condizioni ideali perché “quell’establishment” possa ottimamente mettere in atto i disastri che vediamo..) ..in questo sempre più triste”quadretto italico)..NON E’ DOVUTO ALLE MAFIE (queste ultime sono un aggravante ma non la determinante ). I pifferai magici prima menzionati..per anni all’opinione pubblico..hanno fatto ingurgitare un altra minestrina..adesso molto ma molto meno..ma gli italiani la hanno bevuta: mafie, corruzione, malapolitica, trasformismo, mazzette, etc etc sono un “inezia” rispetto alle vere determinanti. Sull’incisività del sommerso da te menzionato avrei qualcosina da dire…ma sono stanco.

                ciauuuuuuu

                da notare: non sto difendendo le Mafie…ma pane al pane e vino al vino.

                Ho scritto di getto..non rileggo…come è resta…

              • opsoR scrive:

                shardan…infatti hai scritto a cazzo >>
                rileggi: una frase ripetuta due volte, parentesi chiuse due volte ..vai a dormire che è meglio.

              • opsoRRospo scrive:

                qui il discorso andrebbe concluso…shardan ha le ruote sgonfie e io non ho voglia di scrivere un C…

              • Cip scrive:

                non mi riferisco all’articolo (ci credo..e non toglie nulla ha cio che affermo io )ma in generale

                Il sole 24 ore (confindustriaa! )..è il giornale più bugiardo insieme alla repubblica. Ed è complementare a quell’establishment. Porello chi segue il discorso economico sulla base di cio che scrive quella carta straccia. Buttatelo nel cesso.Notte.

                In Italia nei tre anni seguenti lo shock Lehman del 2008 si son polve rizzati circa 300 miliardi…puff..spariti nel nulla.

                Nel 2009…secondo un autorevole studio sull’impatto della Mafia sull’economia produttiva della Sicilia (dal volume “Costi dell’illegalità ” –Antonio La Spina–(ed Il Mulino ) le cosche hanno sottratto a quella regione un miliardo nel 2007 quindi in 12 mesi..con pizzo ed estorsioni varie

                118 miliardi di euro è la somma che l’Italia (cioè noi ) abbiamo dovuto render disponibile dopo lo Shock Lehman nell’anno 2009 sempre 12 mesi per far fronte ai riccatti degli speculatori nazionali e internazionali e degli investitori internazionali cioè i responsabili della crisi finanziaria con annessa fuga di capitali. Questo è il danno in cifre. E le ripercussioni come danno sistemico ? enorme.

                Con la mafia ci son morti , commercianti strozzati , infiltrazioni nella politica.

                Con gli speculatori nazionali e internazionali (legalizzati) di “quell’establishment” come ripercussioni ci sono migliaia di aziende distrutte, centinaia di migliaia di licenziati,cassintegrati, sottoimpiegati..comunità distrutte, famiglie senza futuro, drami personali, un esercito di suicidati . Ne ho fatto solo un acenno.. e questa è robetta. C’è molto ma molto di peggio. Vado a nanna che domani sarà dura.

                I mafiosi a confronto son degli scalzacani (sempre senza togliere nulla o sminuire il dramma in tutti i sensi delle mafie..)

                State tranquilli non èl’incisività delle mafie (che va combatutta per carità..non vorrei essere frainteso )il preponderante fattore che ha portato alla distruzione di oltre 200 mila aziende in pochissimi anni..più tutto il resto…la mafia era operante forse anche più di oggi quando la nostra economia era quasi al 4° posto nella classifica mondiale. Anzi la mafia è un male fisiologico al nostro sistema …sin dall’Unità d’Italia (esisteva già da prima )..ha vissuto con noi da sempre eppure l’Italia è diventata una grande economia (la mafia è un male che riusciamo a contenere )…la disarticolazione in tutti i sensi attuale…e dovuta ad un incisività di ben altra portata e provenienza. sto dormendo mentre scrivo e me ne vado a nanna…notte.

                dimenticavo: il Sole 24 Ore appartiene a quei mass media..interessati a farci credere quel che vogliono loro.(non c’entra nulla con l’articolo )

              • Ciccillo O'cacacazz scrive:

                Che ci fanno nel rito di iniziazione della ndrangheta mazzini garibaldi e la marmora?

                https://www.youtube.com/watch?v=i-vfb5R2hzU

                Dimostrazione che il braccio armato del potere che ci soggioga e a cui fai riferimento è in realta’ la criminalita’ organizzata.

                La ndrangheta con il suo fatturato sommerso senza contare il riciclato nell’economia legale raggiunge i 52 miliardi di euro annui quindi preceduta solo da ENI(109 ml) Fiat-exor(84) Enel(77) e nettamente davanti ad aziende come finmeccanica telecom esso edison.

                E stiamo parlando solo della nrdangheta…pensa se sommiamo anche i fatturati di cosanostra camorra e sacra corona dove arriviamo.

                E’ inutile che cerchi credibilita’ per la tua critica solo basandoti sulla stigmatizzazione del sole24ore che quei dati li prende dall’Interpol e da dall’osservatorio Transcrime…fai cosi solo la figura del complottista new age.

                Il mercato della droga produce un utile da 322 miliardi di dollari; se fosse il fatturato di una nazione, questa cifra occuperebbe la 18/o posizione nella graduatoria dei Pil, collocando l’immaginario Stato narcotrafficante al di sopra dell’88% dei Paesi del mondo.
                E stiamo parlando solo di droga.
                I poteri che tu critichi sono cosi potenti proprio perche’ si appoggiano al potere criminale che è braccio armato.
                E’ inutile che si farnetica di rivoluzioni di spiriti arditi…questa battaglia la possono vincere solo coalizioni di governi che mantengono ancora aree di indipendenza istituzionale dalle cosidette deviazioni da criminogenia scientifica.

                Chi individua la crisi globale solo nel tecnopoliticsmo fa un’analisi parziale e disinformante perche’ non chiarisce che il potere è articolato in segmenti operativi e coordinati con le tre tipologie per qualita’ d’azione e cioe’sommersa(o coperta),di superficie(o in chiaro) e di collegamento(o zona grigia).

                Tutto il resto sono narrazioni complottistoidi.

                https://www.youtube.com/watch?v=i-vfb5R2hzU

              • opsoR::(GateKeeper)::Rospo scrive:

                sai che novità !!!

                lo sanno pure le zecche che per poter essere boss di una organizzazine criminale del tipo mafiosa , la condizione sine qua non è di essere iniziati alla massoneria (non so di che tipo..sarà deviata o altro, ma bisogna essere massoni ) è stato affiliato Provenzano e Riina..e lo sono pure gli altri.

                cosa ho scritto in un post precedente?

                questo:

                Queste organizzazioni esistono perché il vero potere lo permette : se volessero le potrebbero eliminare nel giro di pochi anni—->> c’è un “area” opaca ma operante facente parte del potere istituzionale che ne sostiene l’esistenza. E’ quell’area alla quale si riferiva Giovanni Falcone quando parlava di un livello al di fuori e al di sopra della Mafia ma che ne controlla e ne permette l’operatività…definendoli se non ricordo male: “menti finissime”…

                Non son certamente elementi del tipo che so …Riina o Provenzano e similari .. le “menti finissime” capaci di tener sotto controllo un intera area geografica e le connessioni internazionali. Le mafie sono complementari e funzionali al potere ed esistono perché quest’ultimo lo permette e le vuole.(Shardan)
                ——
                ——
                Ma la domanda era quanto le Mafie incidono sul territorio e sulla desgregazione economico/sociale…in relazione alla situazione italiana oggi. E io ho scritto che incidono relativamente rispetto a ben altri poteri (di cui direttamente o indirettamente magari ne sono uno anche esse uno strumento )

                Per lo sbarco in Sicilia dei Mille..I Savoia si son serviti dell’aiuto della Mafia….per lo sbarco degli americani nella seconda guerra mondiale idem — mi è sembrato di capire che son state utili per “predisporre il territorio ” allo sbarco. Da quel momento in poi..la mafia ha fatto un salto di qualità ed è iniziata la prima forte sostanziale connessione internazionale, rafforzandola notevolmente.

                Che le Mafie siano connaturate e funzionali al Vero Potere è pacifico. D’altronde se non fossero coordinate da quel “livello superiore” di cui parlava Giovanni Falcone…con gli strumenti investigativi, tecnologici, con i servizi segreti etc etc verrebbero radicalmente spazzate via nell’arco di cinque /dieci anni e forse meno. I boss di queste organizzazioni sono più o meno al livello di Riina, Provenzano dei Casalesi e similari…ottimi criminali, arguti, scaltri,buona intelligenza…ma sempre troppo scalzacani per poter mettere su una multinazionale (con tutto cio che implica )del crimine con un ottimo fatturato.

                Eppure cio non toglie (a mio avviso ) nulla a cio che ho detto. Due Multinazionali Criminogene (mafia e ndrangeta ) in ottima salute finanziaria e altre due organizzazioni criminali (Sacra Corona Unita e Camorra )…non hanno manco lontanamente la capacità per essere una forte,preponderante determinante di cio che sta succedendo in Italia.

                Questa disarticolazione attuale ,in tutti i sensi,economica, sociale, politica,istituzionale,del territorio etc etc(da notare: non c’è mai stata dal dopoguerra in poi una situazione del genere: stavolta si sta scollando veramente il sistema ) è solo marginalmente anzi enfatizzo: “molto marginalmente” dipendente dalle organizzazioni criminali. Se si scambia per “complottismo” quello che prima ho scritto io nei precedenti post (che è pure solo un accenno: letteralmente robetta )..beh..aimè…devo purtroppo ammettere che i pifferai magici , “i Travaglio” hanno fatto non un buon ma un ottimo lavoro.

                Porca vacca ma possibile che si liquidi tutto cio che non è in linea con la vulgata ufficiale per “complottismo” (un tempo si liquidava con “dietrologia” mo ha preso piede sto caz di termine..usato come coperchio per tutte le pentole )

                Quel fatturato che hai indicato..è robeta rispetto a quello di quelle “entità” che ci stanno facendo barba e capelli.(George Soros..cito questo perché è uno dei più noti..membro del “vero potere ” americano facente parte di chi detta legge al potere ufficiale americano ( pupazzetti..Obama&co è un “pupet” come lo definiscono non a torto gli americani stessi..come son “puppet” quasi tutti i politici repubblicani e democratici…fanno schifo peggio dei nostri politici italiani : questa campagna elettorale americana lo dimostra—> una pagliacciata …dicevo membro influente del CFR–Counsil fo Foreign Relation (per citare uno di quei poterini )>> una istituzione privata che detta la linea politica , economica e militare degli Stati Uniti ) (tengo in sospeso Donald Trump…se non sta fingendo e facendo il doppio gioco…potrebbe essere interessante )

                Vai a guardare il Fatturato della Morgan Stanley, di Citygroup, di AIG etc etc oppure di Goldman Suchs (quella che piazza i suoi ex Manager in tutti i gangli piu importanti delle istituzioni Europee Italiane comprese..) è spaventoso: sull’ordine di migliaia di miliardi. Il Gieorge Soros se lo ritiene opportuno ti manda in ginocchio uno Stato in un paio di giorni (le mafie non riescono a fare queste cose manco lontanamente..a confronto son dei cagnolini..) ..in questo momento ..ad esempio il “mestatore” in Ucraina è lui…per conto del governo americano (CFR e similari ….ovviamente ..di cui Obama ne è il fedele cameriere )

                Triste che in Italia con ormai 10 milioni di poveri (ed è solo l’inizio ) ci siano milioni di persone che “ancora” la menino con: la mafia, la corruzione, siamo spendaccioni (ho controllato i dati sulla spesa pubblica: BALLEEEE travagline ) , siamo italioti di qua e di là,le auto blu…mia zia e mia nonna. Ed ignorino chi ci sta veramente impiccando. Triste.

                Va beh è complottismo….

                E proprio vero: finiremo tutti impiccati. Non c’è speranza.

              • opsoR::(GateKeeper)::Rospo scrive:

                Sul Sole24Ore…non mi riferivo all’articolo postato (è corretto ) ma in generale a come imposta e porta avanti il “discorso economico” (falsato..e fuorviante..è la “vocina” della Confindustria..non è nel suo interesse esporre un quadro economico e tutte le dinamiche dell’economia in modo onesto, veritiero: svolge un altro ruolo (come d’altronde il Corriere della Ser-V-a ..e la Repubblica .)

                finiremo impiccati spennati come polli e cantando come coglioni: la mafia,italioti,la corruzione,siamo spendaccioni……..trallalà trallalà

                non mi entusiasma

                porca troia vorrei morire il più tardi possibile e in un altro modo.

              • opsoR::(GateKeeper)::Rospo scrive:

                e se la JP Morgan si permette di mettere in giro un cosiddetto “paper” ufficiale ove perentoriamente suggerisce che è venuto il momento di spazzar via le Costituzioni occidentali ..perché non più funzionali….

                e la Goldman Suchs si puo permettere di sostituire uomini di governi con suoi uomini (sono ovunque nel potere politico, finanziario, imprenditoriale )

                la dice lunga chi veramente sta tirando i fili di questo gioco….e di chi ha in mano le nostre sorti.

                E di chi è la “vera” responsabilità di quello che sta succedendo…..

              • Shardan scrive:

                non mi va di chiudere l’argomento così….mi lascia insoddisfatto.

            • John Gotti scrive:

              P-O-L-P-E-T-T-O-N-E

              Quali sono le determinanti sostanziali di questo disastro ?
              Ho scritto:
              –>”questo da me cosiddetto “establishment” opera in modo particolarmente “incisivo” dagli anni ottanta in poi..sempre più in crescendo e in modo sempre più incisivo….”
              -”in coincidenza dell’introduzione di un sistema a carattere Neoliberista con Reagan in USA e la Thatcher in Inghilterra..e in fase di instaurazione in tutta Europa..questa è la fase di destrutturazione..i lavori , ahimè, sono in corso..processo neoliberista che ha e sta creando le condizioni ideali perché “quell’establishment” possa ottimamente mettere in atto i disastri che vediamo..(Shardan)

              ———————

              —- Oggi stiamo pagando una montagna di denaro in interessi per un debito pubblico del circa 135%. Il Travaglio e co. (Tg, in generale, stampa: Corriere della SerVa, Reppubblica, Sole24 Ore etcetc Lerner,Santoro,Gomez..etc etc in particolare tutto il PD in coro etc ) ..per 20 anni ci hanno bombardato con il debito fatto da Craxi e compagnia. E vero ?…noo balle. Prima della separazione della Banca d’Italia dal Tesoro..quest’ultimo emetteva denaro (dal nulla ) tramite Titoli e la BC ne acquistava (per obbligo) gli invenduti a tassi irrisori quasi simbolici (era un giro convenzionale tra Tesoro e BC) con tale metodo il cosiddetto Debito Pubblico si manteneva a livelli fisiologici per un economia (circa il 50 -60 %). Con la separazione (per imput –imposizione straniera) tramite Andreatta, Ciampi, Mont, Carli i etc..si è impedito che i Titoli venissero convenzionalmente acquistati dalla BC…ma dai “mercati” esteri—–>> risultato: aumento stratosferico dei tassi d’interesse..conseguente disinteresse degli imprenditori ad investire nell’economia reale per acquistare Titoli molto più remunerativi—>> primo colpo sostanziale all’economia italiana..l’economia reale incomincia a contrarsi ed in soli dieci anni il debito schizza dal fisiologico 60 % ad un mastodontico 120 % con interessi annuali altissimi da pagare…altro risultato..: aumento abnorme rispetto al trend precedente di disoccupazione soprattutto giovanile: 1981 debito 60%—> 1991 debito 120 % !!! con una significativa contrazione dell’espansione economico/imprenditoriale e un raddoppio della disoccupazione giovanile . Un danno provocato da una scelta disgraziata imposta dall’estero (la scusa era che bisognava contenere l’inflazione e togliere ai politici il monopolio monetario , di fatto l’inflazione era dovuto a fattori esterni: shock petrolifero , guerre in medio oriente etc etc ed aumento abnorme del prezzo del petrolio…l’inflazione abnorme era salita in tutto il mondo non solo in Italia )…..di quel debito contratto per ragioni di natura finanziaria artificiosamente creato per indirizzi imposti da un certo establishment estero con il sostegno di confindustria, fiat etcc..ne stiamo pagando amaramente le conseguenze oggi. Prima grossa mazzata al nostro sistema.Altrochè Mafie

              –>> per 30 anni dal dopoguerra in poi cresciamo a ritmi cinesi al ritmo del 5% con un trend costante…dopo la separazione Tesoro/Banca d’Italia…per tutti gli anni ottanta la crescita flette ad un 3%(sempre buono…il paradiso rispetto ad oggi )…e nonostante tutto…verso la fine degli anni ottanta scavalchiamo l’Inghilterra…per posizionarci quasi al 4 posto nella classifica dell’economia mondiale (nonostante Mafia, corruzione, spreco, terrorismo, etc etc )
              L’agganciamento allo SME —- prima prova sperimentale di Euro..si agganciano tutte le monete in un unico sistema…e già questo incomincia a crear criticità (avrebbe dovuto far riflettere ) ..non come nell’attuale Euro ovviamente..perchè era una “prova” ed era prevista un margine di “flessibilità” alla moneta ..margine inesistente (e devastante )con l’Euro. George Soros in un paio di giorni mette in atto un attacco speculativo mastodontico..e l’Inghilterra vien messa in ginocchio e subito dopo fa la stessa cosa con l’Italia. Cade lo SME…Inghilterra e Italia son costrette ad uscirne. Entriamo in crisi. Amato nottetempo fa un bel prelievo dai conti degli Italiani. L’Italia riesce a superare il momento e si riprende.
              Dopo.. l’agenzia di Rating Standard and Poor’s…definisce l’Italia nonostante le note criticità una economia, dinamica, con fondamentali sani (dico io: nonostante le botte ricevute..i fondamentali dell’economia italiana sono sani ancora…e questo dimostra quanto fosse poderosa la nostra struttura economico: faceva paura alla Francia ma soprattutto alla Germania….non per nulla già da allora decisero di distruggerla..con un accordo franco tedesco…tramite il grimaldello sfascia tutto Euro calibrato secondo i parametri dell’economia tedesca: infatti è un sostanziale Marco )..la definisce la migliore economia d’Europa e una delle più significative come player mondiale . La Tedesca della “virtuosa” Germania era la “malata” d’Europa , asfittica, arrancava disperatamente..

              —->> arriva il secondo micidiale colpo : le privatizzazione per ordine e imput di potenze anglossassoni con la benedizione (da leggere: ordine ) dell’ Unione Europea. Le “famose” privatizzazioni degli anni novanta..a dir loro (PD , Unione Europea, Economisti venduti vari, Sole 24 Ore, Repubblica…Travaglio &pifferai vari etc etc ) per “snellire” (da leggere : distruggere …) e render piu efficiente , dinamico il nostro sistema produttivo a partecipazione statale (che era ottimo e poderoso…andavano smussate solo alcune criticità..e basta ). Atracc un certo “panfilo “ della Regina Elisabetta a Civitavecchia …con presente tutto il ghota del mondo finanziario ed imprenditoriale italiano ed estero(quel generico “establishment di cui parlavo ) : e si decise di smantellare tutto l’apparato (da leggere: svendere e distruggere ) . Questa faccenda quel falsario al soldo di “quelli là” Travaglio & co…la ha definita per anni: favoletta da complottasti. Invece è stato proprio cosi…qui si è citato Cossiga…che lo conferma (è l’affermazione di un Presidente della Repubblica..ma confermato anche da altri ad esempio : Rino Formica noto politico di allora )
              https://www.youtube.com/watch?v=pb0lM-mAW6g
              Cossiga testualmente dice su Draghi allora Governatore della Banca d’Italia (uomo della Goldman Sachs in una posizione cosi importante !! ) presente nel Britannia..al meeting per disintegrare l’Italia.

              Dice: “ …un vile affarista…( )…socio della Goldman Sachs ..grande banca d’affari americana..è il LIQUIDATORE dopo la famosa crocerà sul “Britannia” ..la svendita dell’industria pubblica italiana quando era direttore generale del Tesoro…e immaginate cosa farebbe da presidente del consiglio dei ministri …svenderebbe quel che rimane : Finmeccanica, Enel, Eni ai suoi ex compagnuzzi di Goldman Sachs…” (Cossiga)…(silenzio di tomba del pifferaio magico Travaglio….) (comunque il suo lavoro il Draghi lo sta facendo in una posizione di rilievo : alla BCE…là e nella Commissione Europea ..tutti direttamente o indirettamente uomini della Goldman Sachs …son posizionati ovunque in tutta Europa..nei gangli strategici delle istituzioni..legiferano e fanno …altroche Mafie…e coglionate varie.)
              La svendita finta privatizzazione degli anni novanta..è stata definita una delle più grandi dismissioni di tutto il mondo che ci sia mai stata (credo al secondo posto ) ..smembrato e disintegrato un apparato produttivo che tra l’altro era efficiente e competitivo, alcuni suoi grossi componenti produttivi erano dei player internazionali di primissimo livello (producevano brevetti di qualità ) che rendevano forte il nostro assetto industriale e davano prestigio all’Italia –>> Via PD, Draghi, Amato, ma soprattutto Prodi…svenduto tutto a sottocosto…a pleyer nazionali (Renties come De Maledetti , Provera,etc ) ed esteri…che a loro volta hanno smembrato e rivenduto al prezzo reale di mercato incassando una montagna di denaro (nostro ) …addirittura alcune di quelle realtà rivendute nuovamente allo Stato..roba da pazzi. I residui di quella realtà industriale sono Enel, Finmeccanica, Eni…considerati tuttora i nostri gioielli…che prima o poi riusciranno a portarci via …
              Un danno enorme a tutto il nostro asseto.altrochè Mafie…

              -> Per entrare nella sbandierata da tutti media “favolosa moneta unica “il Prodi ci fa pagare pure una tassa e poi si truccano i conti anche del debito pubblico (gia gonfiato artificiosamente per il meccanismo prima esposto e NON per la spesa allegra pubblica Craxiana(che c’è stata ) .sarebbe stata relativa l’incidenza sul debito se fosse rimasto il meccanismo di emissione Tesoro/Banca d’Italia prima della separazione….e son stati truccati con trucchi contabili servendosi dei Derivati (questo è quello che si vocifera e pare sia vero-> equivale a dire che il nostro Debito Pubblico se scoppia il bubbone è piu alto di cio che appare…)…Il pollo Prodi (consulente e collaboratore della Goldman Sachs.. ) svende la nostra lira per 1.936,27 (la moneta riflette il valore di un economia di riferimento…la nostra economia era molto piu forte del valore che gli è stato dato)…
              Alla fine degli anni novanta veniamo agganciati all’Ecu…e già si nota nei grafici una flessione anomala rispetto al trend normale (piccola ma significativa ). Qualche anno dopo entriamo definitivamente nell’Euro…e letteralmente si dimezza il potere d’acquisto della domanda italiana: un disastro. Ci ritroviamo subitaneamente con una capacità di spesa dimezzata e questo è il terzo colpo micidiale all’economia italiana. Altrochè Mafie…

              –>>Dall’entrata nella “favolosa moneta unica” (chiamiamola per quel che è..non Euro ma Marco..non Eurozona ma Marcozona )..sino al 2008 cioè lo scoppio della crisi Lehman …la situazione è apparentemente tranquilla…di fatto il “sistema Euro” come un tarlo in un albero..sta producendo i suoi effetti dal di dentro al sistema. Euro strutturato ad hoc per la Germania cioè Marco …Italia e Germania le più grandi potenze manifatturiere europee…che competono reciprocamente: Euro svalutato del circa 25 % in Germania e viceversa sopravalutato sempre del 25% in Italia..impossibilitati al riallineare di volta in volta il cambio perché il cambio è definitivamente fisso. Germania e Italia che competono sul medesimo campo…Germania produce con un costo /vantaggio rispetto a noi del 25%…risultato: Germania vende ovunque anche da noi…e noi chiudiamo a catena ottime aziende in salute (come quelle del nord est..piccole medie aziende..rinomate che vendevano prodotti eccellenti in tutto il mondo..devastate ..kilometri e kilometri di capannoni chiusi..) . Risultato : 25% della nostra economia “sana” distrutta e guarda guarda…25 % dell’economia tedesca ampliata….(e non mi si venga a dire minchiate del tipo che noi non eravamo competitivi rispetto a loro…il polo Lombardo /Veneto era considerato uno dei poli produttivi migliori al mondo in tutti i sensi ..venivano da tutto il mondo a studiare il “fenomeno nord est” )…quarto colpo all’economia italiana: Altrochè Mafie…

              —>> 2008 scoppia la bolla Lehman…e i Derivati tossici…ed è un macello. Il bubbone Euro(Marco) che prima rodeva dal di dentro come un tarlo esplode con tutte le sue contraddizioni..di una moneta assurda che non ha precedenti in tutta la storia monetaria del mondo per come è architettata tecnicamente (moneta unica per 18 Paesi completamente differenti, architettura della BCE differente in modo anomalo da tutte le BC del mondo passate e presenti: praticamente si occupa solo della stabilità dei prezzi …senza una realtà statuale dietro come dovrebbe essere una normale BC ma un coagulo assurdo di Stati agglomerati forzatamente a mo di Frankstain…..p-a-z-z-e-s-c-o !!! ) ma poteva funzionare un assurdità del genere ???
              Solo in Italia volano via nei primi tre anni circa 300 miliardi…spariti, ingoiati…e nessuno ne parla (si parla di mafia, corruzione, auto blu…le solite minchiate…e a me viene il vomito….ma come si può essere cosi deficenti…e ingoiare una sbobba del genere…dinanzi ad una realtà che parla chiaro…eppure gli italiani la hanno bevuta…)..ma poi ne spariscono tantissimi altri cifre enormi…risucchiati direttamente dall’Italia a wall street
              E in questo contesto che giochetti fanno?..ne esemplifico uno: nell’ottobre 2008 il Governatore BC (se non erro Draghi ) ha emesso circa 40 miliardi di euro in titoli di stato di “alta qualità” scambiandoli con titoli di scarso valore delle nostre banche per permettere a quest’ultime di poter funzionare. SOLDI NOSTRI. In sintesi il Draghetto Goldman Sachs ha usato 40 miliardi dei euro di debito pubblico ( 3 robuste finanziarie servirebbero per altre necessità del paese ..) per salvare le banche danneggiate dai sui amichetti di Wall Street che poi grazie ai finanziamenti illimitati e cambiali in bianco del Decreto Salva-Banche possono poi promuovere i loro prodotti finanziari assicurando i clienti di godere “delle garanzie illimitate dello Stato “ . Come gira il giochetto ?la Gang degli investitori internazionali delinque impunemente, scoppia la crisi finanziaria, le nostre banche vanno in tilt ..in forte sofferenza…e il come definirlo ? il “delegato” di quella Gang in questo caso Draghetto messo in un posto importante per far i nostri interessi …prende i nostri soldini e salva il culo ai suoi amici banchieri (quell’establishment generico di cui ho accennato ) che a loro volta si fanno bellini con i nostri soldini e ricominciano a rivenderci i loro prodotti/giocatolini avvelenati…e la giostra continua…e solo un piccolo esempio…di un frangente ..con robette del genere in tanti modi…drenano i nostri soldi e finiscono a wall street ..alla City di Londra…non so dove…ma volano via..e sono cifre notevoli…e milioni di fessi incantati da un cialtrone alla Travaglio..si sperticano su mafie,costi politica (vedas M5S …quei cagoni micidiali…quelli del: ci siamo abbassati lo stipendio…), le mazzete da polli ….e minchiate varie
              Da questo momento in poi inizia il finimondo e il precipizio è veloce e dramatico.5 colpo all’economia italiana .Altrochè mafie..

              Da notare: con l’Euro moneta straniera (perché lo è ) non possiamo emettere dal nulla come tutti i normali stati (USA, Inghilterra, Giappone , etc etc )..ma dobbiamo approvvigionarci della moneta acquistandola attraverso i mercati a tassi strozzini…quindi una montagna di denaro che vola via e che potremo usare per la nostra economia (non possiamo esercitare piu una nostra politica monetaria– quindi abbiamo perso la dignità di Stato…e siamo ridotti alla condizione di una qualsiasi azienda ma uno Stato non è un azienda!!! )
              E il nostro debito pubblico con l’euro è stato di botto esternalizzato..ad un’altra entità..alla quale dobbiamo pagare gli interessi…ma si può essere cosi cretini (eppure lo siamo stati ). Il Giappone ha un debito pubblico che è quasi il doppio del nostro…244% (noi 135%)…non è in rischio defoult…e paga bassissimi interessi ..come mai ? perché hanno la loro moneta…e possono ripagare il debito all’infinito…e i mercati lo sanno …mentre noi non abbiamo una nostra moneta…e siamo suscettibili di default…i mercati lo sanno…e ci strozzano con interessi proibitivi (una montagna di soldi che C-O-S-T-A-N-T-E-M-E-N-T-E vola via ) .(da notare che quel 120 % di debito non è dovuto al nostro spreco…come ho specificato inizialmente …il resto lo ha fatto Monti..eseguendo gli ordini sempre di quell’ “establishment” ed il debtio è schizzato in modo abnorme rispetto al trend precedente al 135 %….era il programma “salva italia”…ci pigliano pure per il culo) 6 colpo all’economia italiana .Altrochè mafie.

              Il resto è storia recente: austerity assurda che ci tiene in uno status di costante pericolosissima deflazione che può farci velocemente scivolare in depressione (e allora saranno cazzi amari ma amari veramente…), trattato di lisbona che imbriglia la nostra costituzione e tutta la nostra legislazione, i vincoli di mastrich assurd in particolare il 3% ,,,vincoli assurdi di tutti i generi imposti dall UE. PAREGGIO DI BILANCIO…(la morte di Keynes…è stato ucciso il modo per poter rivitalizzare l’economia…iniettare spesa pubblica nella fase anticiclica ..)…MES…costretti a sborsare 125 miliardi per il fondo salva stati…se poi chiediamo aiuto veniamo strozzati per ripagare parte dei soldi che noi stessi abbiamo dato loro (insomma ci fanno pagare la corda che ci impicca ) , costretti a versare 50 miliardi come terza economia…10 per la Spagna e 40 per la Grecia ..soldi che poi son serviti a queste per ripagare parte dei debiti bancari contratti con la Germania e la Francia..cose dell’altro mondo (e noi paghiamo….e nel mentre ci lamentiamo: è la mafia, la corruzione , le auto blu…)

              TUTTO QUESTO (E ALTRO ANCORA ) CI HA PORTATO IN QUESTA SITUAZIONE: CHE CAZZO C’ENTRA LA MAFIA CON TUTTO QUESTO? NON C’ENTRA UN CAZZO DI NULLA.

              Un quarto dell’economia italiana disintegrata (una cosa spaventosa ) è la conseguenza di cio che ho detto. La mafia danni del genere non riesce a farne.

              Le pianificazioni criminali in grado di rovinare generazioni di italiani non avvengono a Casal di Principe, a Corleone o dove cazzo stanno sti mafiosi MA IN UFFICI CON L’ARIA CONDIZIONATA PERFETTAMENTE LEGALI. . la mafia fa paura ..perchè fa paura…ma ce da rabrividire e tremare quando si vedono scritte tipo Citygroup, Goldman Sachs o il termine Hedge Fund…..perchè racchiudono un qualcosa che fa veramente ma veramente male. Coloro che hanno i nostri risparmi e il destino delle nostre aziende e dei lavoratori…cioè vite reali , costretti a metter le nostre sorti in un campo minato di indebitamente e finanza speculativa selvaggia che puo farci saltare per aria da un giorno all’altro , a loro piacimento.

              Come buttano giu i diritti dei lavoratori o i diritti in generale acquisiti in qualche secolo di lotte?…con i giochetti che loro sanno far benissimo…mandano a morte migliaia di aziende , si licenzia a go go ..con la scusa della crisi (è sotto gli occhi di tutti ) ..e si aumentano i lavoratori a spasso…quindi nel mercato c’è una inflazionata offerta di disoccupati ,le loro prestazioni perdono valore (per eccessiva disponibilità come tutte le cose in economia ) e sempre con la scusa della crisi si erodono i salari (i disoccupati disperati a un certo punto accettano tutto ) ,si precarizza il lavoro e si ricattano i sindacati (pure questi ultimi tra parentesi mezzi mascalzoni…non hanno mai fatto veramente gli interessi di chi lavora ) …et voilà-> il diritto ad una vita dignitosa e il diritto al lavoro (1° articolo Costituzione )…va a farsi fottere…e che fanno poi ? dicono che per essere competitivi..bisogna snellire l’azienda ..e renderla flessibile cioè come dicono loro “dimagrire” cioè dare calci in culo ai dipendenti …perché se non dimagrisce e non diventa , snella, agile e flessibile (dicono: ringiovanire…) atraggono gli investimenti e si possono riquotare i borsa acquisendo piu valore—–>> e i dirigenti (quelli che ci fottono ) si prendono pure un bonus milionario. Il tutto è legale..e pagato con lacrime e sangue da milioni di persone , i diritti evaporano che è una bellezza…e il futuro diventa sempre piu nero.E loro ingrassano: chi sono loro? Quell’Establishment. E’ il neoliberismo che si sta realizzando sotto i nostri occhi.

              Ultima stronzata succhia sangue (tra le tante) il Bail-in… Bancario…una cosa allucinante.

              • John Kontroll scrive:

                Ma questo intervento è geniale…veramente molto molto interessante.
                Sono notizie difficilmente reperibili nel web ma la differenza la fa l’unione di queste informazioni in un tutt’uno coerente altro che i polpettoni prolissi di altri utenti pieni di articoletti presi dai giornalacci di regime.
                che dire una lectio magistralis di economia e sociologia messe insieme.
                Forza modern money theory altro che i rotszchill…

              • John Gotti scrive:

                che risposta oibooo….ahahhah

                a Jonny..ma che pensi che le notizie mi piovono dal celo mentre mi sollazzo in un angolo dello stagno..a sentirmi i demodè Ac /Dc o i Metallica per non parlare dei Guns and Roses ?

                leggi cosa ho scritto in un post precedente:

                Shardan scrive:

                6 gennaio 2016 alle 22:15

                dovrei controllare tutta una serie di articoli ed estrapolarne i dati che mi interessano al fine di cio che volevo dire io .

                —-
                —-

                ma…ma….e ancora ma….quando davi gli esamini all’università di che parlavi?? di cio che ti sei sognato nella notte ? o piuttosto di cio che hai studiato nel libro.

                e in certi articoli o libri…che leggi in fondo o alla fine..cosa c’è : la bibliografia…

                cioè uno si documenta..fa suo cio che gli interessa e condivide , estrapola alcuni dati e poi gli ordina secondo cio che vuol dire…e gli espone.

                ma mi sembra una banalità.

                mo posto la mia bibliogafia ahhah : Galloni,Bagnai,Brancaccio, Barnard,Zibordi , Il Sole 24 Ore,Corriere della Sera prof. Guarino, Rino Formica, alcuni video.la Voce.info . Alcune di queste cose sono pure nel libro di Joelle Magaddi il divino del MR

                Detto questo tranne alcuni dati…è una minestra che so a memoria perché la laggo da anni. (separazione banca d’italia /tesoro, SME, Speculazione Soros primi anni novanta che mette giu in pochi giorni Inghilterra e Italia, prelievo nottetempo dai conti bancari italici ,Svendita industrie pubbliche (Iri ) Euro,giochetti finanziari dei Draghetti, dinamiche scassa aziende ammazza popoli,etc etc se ne parla ovunque..chi segue le sa.

                Chi segue il Sole 24 Ore…non le sa (e son delle banalità…) fa altri ragionamenti.

                Io sono studentazzo (molto azzo azzo..do un esame quando me ne ricordo ;-) di economia e queste cose le leggo (mi piacciono..e che dovrei leggermi topolino ? )

                piuttosto ci stanno distruggendo sti stronzi..o le mafiette (che di male ne fanno )+ le mazzette per polli dei politici,i benefit e minchiate varie ? eppure ci son milioni di persone che ancora se la menano con sta roba. E triste che ve la meniate anche alcuni di voi (che non siete sprovveduti ) però da quel che ho letto…..

                piuttosto: ndo cazz sta la MMT ?? e dove sta la New Age ??

              • John Gotti scrive:

                per concludere mi son dimenticato di postare il “sommerso ” dei tedeschi…

                http://www.ilgiornale.it/news/economia/paese-pi-corrotto-dellue-lonesta-e-corretta-germania-1055093.html

                di cui metto in evidenza:

                —> Ebbene, secondo il rapporto commissionato da Visa Europa, l’economia sommersa tedesca si aggira intorno ai 351 miliardi di euro, quasi 20 miliardi in più rispetto a quella italiana che è appunto stimata intorno ai 333 miliardi. Di questo malloppo, spiega Schneider, solo nel 2012 le mazzette teutoniche hanno pesato per 250 miliardi di euro. In questo gli italiani sono imbattibili: le tangenti sono stimate intorno aI 280 miliardi di euro.

                —-
                —-

                Rospo: quindi la Germania ha più sommerso di noi di 20 miliardi !!!

                e noi in mazzette li superiamo “solo” di 30 miliardi….ma anche loro non scherzanooo !!!

                Io mi ricordavo di aver letto sto articolo qualche mese fa ….e quell’articolo del Sole 24 Ore..mi “suonava male”….

                anche su questo per anni i “Travagli” ci hanno raccontato delle balle…con il PD &company della sinistra cialtrona che hanno portato avanti la teoria autorazzista del “Vincolo Esterno”….

                bye

            • John Gotti scrive:

              –>>per 20 anni ci hanno bombardato con il debito fatto da Craxi e compagnia. E vero ?…noo balle (cit. john gotti )


              quindi un debito del 120 % negli anni ottanta è stato fatto non per gli sprechi ma sostanzialmente per conseguenza della separazione Banca d’ Italia dal Tesoro…

              Ci hanno rotto per 20 anni che eravamo spreconi..con l’eccessiva spesa pubblica.

              Qui un post di Bagnai…(lasciamo stare il discorso di Bagnai che può essere condivisibile o meno .. ) ma basta guardare i grafici da lui inseriti: parlano chiaro. Sono del database Eurostat /Ameco..cioè il sito ufficiale della Communità europea…nella spesa siamo al di sotto dei cosiddetti “paesi virtuosi” ..se si considera che effettivamente in Italia ci son degli sprechi..e nonostante tutto ci manteniamo al di sotto…direi che i virtuosi siamo noi.

              http://goofynomics.blogspot.it/2013/03/la-spesa-pubblica-futura-memoria.html

              questi sono dal 1999 in poi…ma dagli anni ottanta in poi non è che siano molto diversi..il trend era più o meno identico.

              e l’impiego pubblico ? abbiamo più o meno lo stesso numero rispetto ai paesi della fascia nord (e in rapporto alla popolazione di ciascun paese )..

              magari sia spesa pubblica che nell’impiego pubblico…in alcuni frangenti saranno allocati male..questo può darsi..ma siamo o in linea con gli altri paesi o addirittura al di sotto.

              I “”Travaglio”" andrebbero frustati a sangue un giorno si e l’altro pure.

              Ci hanno raccontato un sacco di balle..per farci accettare la “giusta punizione”: cioè macellarci.E la gente ci ha creduto….bastava guardare dei banali grafici.

              • John Gotti scrive:

                Questo tizio qua..il Craxi..sarà stato quel che sarà stato (era colpevole…ma lo erano tutti, infatti in parlamento disse la famosa frase : “”chi non sapeva alzi la mano….”" non la alzò nessuno )

                ma su questo aveva in notevole anticipo visto giusto.

                https://www.youtube.com/watch?v=0p078rg_K1I

                …nella migliore delle ipotesi sarà un limbo…nella peggiore un inferno.

                Si sta realizzando la seconda ipotesi.

                Perché a mio avviso….fra qualche anno vivremo un autentico inferno.Io non ci credo..che la situazione si possa riaggiustare.

              • John Gotti scrive:

                a un certo punto il Craxi dice: bisogna pretendere la rinegoziazione dei parametri di Mastrich….

                infatti al netto dell’assurdo 3 %…son parametri “esattamente” all’opposto del nostro sistema economico di cui la nervatura sono le piccole medie imprese. (infatti l’applicazione di quei parametri..sul nostro “particolare ” e forse unico al mondo con quelle caratteristiche…le sta distruggendo..cioè—->> quello che volevano francesi e tedeschi…in particolare questi ultimi .)

    5. Uniamoci? Certo, alla prossima riunione del Movimento Roosevelt Lombardia, sarà mio dovere e altresì proporre e invitare Raffaella Cozzo, affinché si possa pianificare una visione politica necessaria, da ambo le parti, per iniziare un viatico costruttivo, in quel di Lombardia, che possa trovare agio, contaminazione a livello nazionale e, di fatto, a livello Europeo tramite la piattaforma GLOCAL; appoggiata e sperticata da Francesco Toscano. Alleati, avente finalità la distruzione del Tempio Malefico di Mario Draghi. Lunga vita!

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    LA NOSTRA COSTITUZIONE E’...

    Scritto il 9 - nov - 2018

    1 Commento

    LA PARABOLA DI TRUMP,...

    Scritto il 7 - nov - 2018

    1 Commento

    NEL 2019 SCATTERA’ IL...

    Scritto il 2 - nov - 2018

    3 Commenti

    IL GOVERNO IGNORI IL...

    Scritto il 1 - nov - 2018

    1 Commento

    IGNAZIO MARINO HA VINTO...

    Scritto il 10 - giu - 2013

    15 Comment1

    LA VALIGIA DEL “MACCHIETTA”

    Scritto il 7 - nov - 2015

    9 Comment1

    MATTEO RENZI, LA PIU’...

    Scritto il 11 - giu - 2013

    2 Comment1

    TURCHIA, NASCE IL GEZI...

    Scritto il 27 - ott - 2013

    2 Comment1

    GRUBER-MONTI COME MARADONA-CARECA

    Scritto il 3 - giu - 2012

    9 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.