imagesRicevo e volentieri pubblico

    Manca poco meno di un anno alla nuova elezione del 45° presidente degli Stati Uniti d’America e mentre questi mesi saranno decisivi per i candidati in corsa alla poltrona, è già tempo di fare bilanci e guardare al futuro. Barack Obama, nonostante sia stato anche molto contestato, rimane uno dei presidenti più importanti della storia americana. E’ stato il primo a parlare, durante il discorso d’insediamento, dei diritti degli omosessuali e nel 2009 è stato insignito del premio Nobel per la pace.  È stato anche uno dei pochi presidenti che ha cercato di apportare importanti trasformazioni nella cultura e nella società americana, seppur non sempre con ottimi risultati. Tra i più importanti tentativi senza successo ci sono stati sicuramente la proposta di  rimodulare la licenza del porto d’armi (Federal Firearms Licence)  necessaria per l’acquisto e la compravendita di armi da fuoco, e quella di lasciare la possibilità agli americani di poter giocare d’azzardo on line. La prima proposta, nonostante i tragici episodi che ogni anno avvengono in America dovuti proprio alla facilità di procurarsi armi da fuoco, è stata cosi tanto contestata dagli americani che per il momento purtroppo è rimasto tutto immutato. Nonostante questo Obama non si da ancora per vinto e ha già annunciato una nuova restrizione sulla vendita delle armi per riuscire a cambiare le cose prima della conclusione del suo mandato, anche se il futuro sarà tutto nelle mani del nuovo presidente.  Per quanto riguarda il secondo punto, anche se lui stesso  ha detto di essere un buon giocatore di poker, la storia parla da sola. Infatti, Il 15 aprile 2011, giorno che venne soprannominato “Black Friday”, venne disposta la chiusura coatta di siti di gioco online come ad esempio PokerStars e tanti altri. Si tratta di una legge le cui basi erano state disposte da George W. Bush e poi approvata durante il mandato di Obama. L’argomento poker e gioco d’azzardo è stato sempre considerato un tabù e questa controversia si fa ancora più attuale visto che uno dei candidati più papabili, Donald Trump, essendo proprietario di vari casino a Las Vegas  è ovviamente favorevole al gioco. Quale sia il suo progetto in merito è ancora un mistero visto che Trump ha persino proposto a Bill Gates di chiudere internet in alcune zone per combattere il terrorismo, cosa che si ripercuoterebbe sui tutti i fronti, gioco online compreso. La proposta di vietare internet ovviamente non ha avuto molto successo, non solo si tratta di un’idea troppo estremista ma a detta di molti essa sarebbe motivo di malcontento che invece di dare uno stop al terrorismo lo alimenterebbe. Come la storia ci insegna tutto ciò che è proibito è spesso fonte di guai peggiori. Sempre restando sull’argomento poker, ironia della sorte vuole che tra i vari candidati alla casa bianca ci sia anche un noto giocatore di poker professionista, Dan Bilzerian, conosciuto più per la sua vita folle e spericolata piuttosto che per la sua attività in politica. In America chiunque abbia compiuto i 35 anni di età può candidarsi come presidente e Bilzerian è la prova che questo, pur trattandosi di un personaggio alquanto bizzarro, è possibile per tutti i cittadini americani indistintamente. Le possibilità che Dan possa realmente diventare presidente degli stati uniti d’America sono realmente poche ma sta di fatto che vanta numerosi fan e sostenitori che potrebbero fargli ottenere comunque un buon risultato. Ma non è il futuro del gioco online a preoccupare gli americani, com’è ben noto, ci sono tante altre questioni ben più importanti che devono trovare una soluzione. Prima fra tutte la lotta al terrorismo ed anche il problema della violenza. Obama in questi suoi ultimi mesi, con la collaborazione del ministro della giustizia Loretta Lynch, si vuole dare molto da fare per cercare di arginare gli episodi di violenza proponendo, appunto, un piano di restrizione sulla vendita delle armi. Ma tra i nuovi candidati c’è chi la pensa diversamente, infatti, gran parte dei repubblicani, Chris Christie e Marco Rubio con Donald Trump in testa, hanno gia’ fatto sapere che elimineranno i nuovi decreti non appena si insedieranno. L’unica ad aver subito sposato la causa e’ stata Hilary Clinton, che da sempre ha appoggiato l’idea di Obama.  Secondo Donald Trump l’unico modo per limitare la violenza e gli atti di terrorismo è chiudere le frontiere per i musulmani e per tutti gli stranieri che provengono da zone a rischio. L’idea di un’America blindata non piace a molti eppure Trump rimane sempre in testa in tutti i sondaggi proprio perché’, visti i tempi che corrono, gli americani sono molto spaventati e in questo suo progetto di chiusura delle frontiere ha trovato il supporto di tanti cittadini.  E persino le minoranze etniche, le stesse che nei suoi discorsi ha sempre vituperato, inneggiano durante i suoi comizi e sono i primi a sostenere l’ipotesi della chiusura delle frontiere. Trump dice di voler riportare l’America ad essere grande come un tempo ma questa sua idea, così come la intende lui, non può funzionare se l’intenzione è quella di escludere il resto del mondo, vietare l’ingresso ai musulmani e persino ai messicani o battersi contro il progresso economico di paesi in espansione come la Cina e il Giappone.  Con queste sue idee un po’ bigotte e le sue battute volgari e sessiste si crea terra bruciata intorno inimicandosi molti colleghi e personalità influenti, per questo motivo si vede spesso costretto a rimediare ai suoi errori facendo marcia indietro. Questo continuo dietrofront da una parte gli fa acquistare consensi ma dall’altra lascia molti americani con le idee confuse. Talvolta più che orientato alla conquista della poltrona da presidente, sembra ancora ancorato a quella del programma The Apprentice, dove lui era il leader indiscusso e doveva plasmare i concorrenti del gioco a sua immagine e somiglianza affinché solo uno di loro, il più forte, potesse fare parte del suo team. Trump ha incentrato tutta la campagna elettorale, che lui stesso vanta di autofinanziare, su una sua leadership contro tutti gli altri candidati e contro l’uscente Barack Obama, da lui definito solo «una cheerleader».  Questo suo comportamento lo ha reso molto impopolare tra gli altri candidati, che hanno avuto molto da ridire sui suoi atteggiamenti e sulle sue idee attaccandolo di continuo. Per tutti questi motivi gli esperti definiscono la sua campagna troppo bigotta per fare breccia al cuore degli americani ma Donald Trump ci tiene a fare sapere che anche se non passerà alle primarie, concorrerà  ugualmente come candidato indipendente. La strada è ancora lunga per poter dire con certezza chi sarà dentro o fuori e come sarà la nuova America, la cosa certa è che con Trump ne sentiremo ancora delle belle.

    Erika Castorina

     

     

     

     

     

     

     

    Categorie: Esteri

    34 Commenti

    1. Ivan Stronzoski scrive:

      Aridatece Toscano :D ahahahahahah

      • Toba scrive:

        L’autore dell’articolo o e’ un idiota o si sta allenando intensamente per diventarlo !!!!!!

        Mi meraviglia che questo sito che ritengo abbastanza attendibile abbia insetito questo servizio

    2. R-->o*******S......p----------------------------------->>>OoOoO scrive:

      MAMMMMMMAAAAAAAA MIAAAAA…….CHE ORROREEEE DI ARTICOLOOOOO. Da cestinareee e buttare dove ???? doveeeee ???————->>>>>> nel C-E-S-S-O..!!

      Ho sempre condiviso più o meno quello che il Francesco scrive. Ma se la pensa come sta kastorina….è messo decisamente male.

      bye bye

      ma si puo??? lo ho letto e son letteralmente saltato dalla sedia…un altro po e sbattevo la cucuzza nel soffito…ahhahahahh

      a kastoììì…..va coltivare carote&sedano che è meglio.

      OBAMA: IL PEGGIOR PRESIDENTE CHE GLI STATI UNITI ABBIANO IN “ASSOLUTO” MAI AVUTO.

      da quando leggo sto blog è il primo articolo…”strambo” e assurdo che leggo…..(almeno che si informi meglio la kastoraccia …)

      Quando penso che gli hanno pure dato il “Premio Nobel per la pace ” mi vengono i conati di vomito….

      scusate:——>>> vado al cesso a vomitare……

      bye bye

      • R-->o*******S......p----------------------------------->>>OoOoO scrive:

        ‘naggia…castorì.mi si è bloccato pure il pc dall’orrore.

        Barack Hussein Barry Soteoro Obama——>>> la creaturella/puppet di Zbigniew Brzezinsky…

        Questo pupazzetto colorato…è stato preso sin da ragazzo, formato, sponsorizzato..e piazzato la (ci credete voi che un letteralmente “nessuno” diventa Presidente degli Stati Uniti con lo stesso iter di Barack Hussein Barry Soteoro Obama ???….(tra parentesi non è neanche cittadino naturale degli Stati Uniti …infatti il “vero ” certificato di nascita non lo ha mai cacciato fuori…)

        Gli altri presidenti hanno avuto un “loro” spazio di manovra autonama nel loro mandato (pure il deficiente Bush Junior..l’altro peggior presidente collega nel peggio con Berry Hussein Obama )…questo no: esegue solo gli ordini. E si vede….ma castorina è miope (evidentemente ). E’ annebbiata dalla peggior retorichella lasciva dei media della sinistra americana (simile a certa della nostra sinistra ) infatti il suo pessimo e scadente articolo ne è la falsariga.

        Yes We Can…Yes We Can…..

        ma osservate bene cio che sta succedendo negli Stati Uniti…(a proposito : nel periodo di Hussein Obama…la disoccupazione dei neri è “esattamente ” raddoppiata…) …

        Meglio dimenticarlo quest’articolo.ARTICOLO NON ALL’ALTEZZA DI QUESTO BLOG.

        • R-->o*******S......p----------------------------------->>>OoOoO scrive:

          e la classe media motore dell’economia si è contratta ulteriormente..e i ricchi e super-ricchi sono diventati ancor più ricchi…e i poveri ancor più poveri (parte della classe media sta scivolando nella povertà ). Yes We Can….

          e l’America sta per esplodere (ma questo il New York Times non lo scrive…la versione americana della nostra Repubblica). Yes We Can

          Forse mai come in questo momento gli americani stanno male…(ma male veramente )…ma lo Wall Street Journal..ci da altre notizia (come il nostro Sole 24 Ore..)..Yes We Can..

      • il Moralista scrive:

        Anche io reputo Obama uno tra i peggiori presidenti di sempre. Ciò però non mi impedisce di pubblicare il pensiero di chi la pensa diversamente.

        • R-->o*******S......p----------------------------------->>>OoOoO scrive:

          ahh..ok.Grazie. Sono d’accordo…mi stavo preoccupando seriamente, perché sarebbe un controsenso con tutto il discorso che hai fatto sino ad ora. Obama è un prodotto di quel mondo ,”elite”, “establishment” non saprei come definirlo…che tu critichi. E ne è TOTALMENTE al servizio.

          Oltreché cio che ho detto precedentemente : aumento della disoccupazione e del precariato (la vera disoccupazione non è al 5% come scrive l’wall Street journal e riporta il Sole 24 Ore ..si rimpallano le bugie da giornale a giornale..ma è a circa il 13% (fonte: Stiglitz, Krugman )perché anche li non conteggiano “gli scoraggiati” cioè quelli che hanno smesso di cercar lavoro e vivono come zombi sociali,e conteggiano poi milioni di persone che vivono di lavoretti tipo McDonalds o più lavori per campare .vivendo un esistenza da miserabili non degna di un paese civile,sono triplicate le richieste di applicazione del programma di aiuto cosiddetto “food stamps” cioè l’aiuto a chi non riesce a procurarsi un sufficiente pasto giornaliero, la disoccupazione dei “neri” è esattamente raddoppiata, e si sta creando una alta tensione tra bianchi, neri, ispanici,stanno cercando di modificare la Costituzione americana (come in Europa ), stanno incrementando l’incisività del “patriot acts” e le lemitazioni di libertà in generale ormai gli americani sono super controllati,proprio quest’estate hanno fatto delle esercitazioni militari “strane” chiamate “jade elms” , esercitazioni nei centri abitati…in 9 Stati..in particolare il Texas..e stranamente in quegli stati che sono un pochettino riottosi e dissenzienti con l’amministrazione centrale ..a giugno scorso sembrava di essere in Vietnam coinvolte tutte le forze speciali: berretti verdi, marines, navy seals,areonautica e corpi speciali vari …(il motivo per cui vogliono disarmare l’america ..non son le stragi..ma forse ben altro.., gli americani hanno una mentalità totalmente differente dalla nostra…togliere loro le armi è come castrarli..talmente che si stanno opponendo in massa ),gli studenti si indebitano per studiare in università di un certo prestigio (quelle pubbliche non servono a nulla…le scuole pubbliche americane sono un disastro—> entrano asini e qualche progresso lo fanno : ne escono semi-asini..ma sempre asini ) e poi diversamente che in passato non trovano lavoro (si parla di Bolla Universitaria..denaro che le banche non avranno indietro ) , solitamente in USA i ragazzi tra i 20 e i 22 anni se ne vanno di casa: si sta incrementando il fenomeno che noi in Italia conosciamo bene: restano con i genitori..o dopo esperienze fallimentari di tentativi di autonomia rientrano in famiglia… la Gang soprattutto di ispanici e neri..spopolano in tutte le metropoli americane oggi più che mai, hanno una popolazione carceraria che rispetto agli abitanti è la più alta del mondo.(le strutture carcerarie americane son modernissime ma meglio morti che entrare in un inferno come un carcere americano: le nostre con strutture fatiscenti sono a confronto un paradiso ), tutte le strutture pubbliche sono fatiscenti non all’altezza di una super potenza come gli USA (gli aeroporti Kennedy e La Guardia di New York un hub mondiale importante sembrano aereoporti da terzo mondo…paragonati a certi aereoporti del medio oriente o estremo oriente (es aereoporto di Shangai )..,i confini statunitensi sono un colabrodo (dico io: “volutamente”…è l’applicazione della filosofia Kalergi..che stanno applicando anche là per trasformare l’assetto sociale e creare un qualcosa di “nuovo” più funzionale alle loro esigenze e non è complottismo…)..entrano a frotte da ogni dove..(Donald Trump..non è il razzista che descrivono sentite le sue interviste..è molto chiaro del motivo per cui vuol mettere uno stop a sta fiumana di gente che entra dal mexico e dal sud america..).In questo momento in America ci son esattamente 100 milioni di poveri (1 su 3 in America e povero ) di cui 40 milioni di poverissimi quasi da terzo mondo (in certe periferie di Detroit sembra di essere nel terzo mondo ). Ho elencato una serie di cose a istinto ..quelle che mi vengono in mente al momento a caso ..ma ci sarebbe da fare un polpettone di 100 post per elencare nei dettagli come è conciata l’America dopo 8 anni di Bush e 8 di sto disgraziato individuo chiamato Obama (Hussein..non lo dico a caso ). in questi ultimi otto anni il divario fra ricchi e poveri si è allargato enormemente la classe media è sempre più compressa e la vita quotidiana degli americani in questo momento è dura , dura ma dura come non c’è mai stata. A sto disgraziato gli hanno dato un Premio Nobel per la Pace..e con la sua amichetta Hillary Clinton (una pazza furiosa…la donna più pericolosa del mondo..se diventa per disgrazia presidente degli USA..conosceremo il dolore: quella schizzoide ci porta dritti dritti in guerra ) hanno destabilizzato tutto il nord Africa e il Medio Oriente..stanno foraggiando i nazionalisti/nazisti in Ucraina in funzione anti Putin, stanno premendo per trascinare l’Europa contro la Russia. Insomma stanno creando il terreno ideale per un potenziale terzo conflitto mondiale (lo dicono tutti gli analisti militari…i generali del Pentagono..tra parentesi pare che si stiano opponendo..ma i neocons quell’elite finanziaria statunitense pare che siano decisi verso questa direzione..e Obama è totalmente al loro servizio ). Obama vuol concludere il TTIP (il che..) o comunque acelerarne l’iter…TTIP non voluto non solo dagli Europei (popolo ) ma neanche dagli americani…a sinistra si sta opponendo la senatrice Elizabeth Warren (ha chiesto espressamente di desecretarne i contenuti..e render pubbliche lle trattative ) ma si stanno opponendo anche frange liberiste repubblicane ..non solo i Tea Party..ma anche altri (in particolar Ron Paul e il figlio Rand )…perché anche loro si stanno rendendo conto che è un qualcosa che va oltre ma molto oltre il liberismo..QUESTO è OBAMA: UN DELINQUENTE.

          Donald Trump è contro l’imigrazione di massa subitanea, contro l’imposizione della dico io “terribile” dittaTurella del Politically Correct imposta di forza ovunque anche nelle università ,contro i vacini obbligatori (son previsti adesso non un b+vacino ma tutta una serie di numerosi vaccini sino all’età adulta…non per la salute ma per la felicità delle case farmaceutiche ), contro gli interventi militari all’estero invasivi e inopportuni, è pro Putin e dice che con Putin bisogna collaborarci costruttivamente per l’interesse di entrambi e per la pace nel mondo , sulla Siria ha detto che sta facendo un ottimo lavoro contro l’Isis di lasciarlo fare…non a favore del TTIP (ha detto che bisognerebbe rivedere il tutto …)etc etc

          Mi perdoni la Castorina se ho usato parole poco eleganti…ma il suo articoletto..riflette la peggior retorichella bugiarda di sinistra (che conosciamo bene )…non se ne puo più.

          Ho scritto di getto…non rileggo se ci son degli errori o “orrori”…pazienza. E’un post.

          Bye Bye

          Spero che Donald Trump non stia bleffando perché se è sincero..SPERO CHE DIVENTI PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI. (nonostante sia un liberista …liberismo che a me non piace : amo Keynes e la memmetiiiiiiii …la pseudo economiaaa yankeee…alcuni direbberooo …e io me la rido…

          • R-->o*******S......p----------------------------------->>>OoOoO scrive:

            dimenticavo: aveva “solennemente” promesso di chiudere Guantanamo: dopo otto anni è ancora là

            Aveva promesso di trasformare la sanità come quella europea cioè pubblica: l’ObamaCare è un obbrobrio assurdo..che non ha nulla a che fare con il nostro sistema sanitario (tra i migliori al mondo…solo che gli italiani autorazzisti patologici abituati a definirsi autodispregiativamente “italioti” termine che odio….non se ne rendono conto…ma non si rendono conto di tante altre cose…purtroppo.)

            in conclusione: VORREI SAPERE COSA HA FATTO DI BUONO STO DISGRAZIATO OTTO ANNI FA PRESENTATO COME LETTERALMENTE UN ” MESSIA”…..

            VORREI PROPRIO SAPERLO.

          • raffaella c. scrive:

            grazie Rospo!

            • R-->o*******S......p----------------------------------->>>OoOoO scrive:

              Ed il Trump…diverse volte in pubblico ha detto che ama l’Italia e gli italiani,le nostre bellezze, la nostra storia,la nostra arte e cio che produciamo : il mady in italy….e poco roba ..son parole di un politico (neo)..ma fa veramente piacere sentire ste parole…dopo una campagna terribile ,voluta,interessata..all’estero contro gli italiani..e 20 anni di bombardamento della sinistra italiani quasi per farci perdere l’autostima…e ci son riusciti perfettamente (quelli della teoria del “Vincolo Esterno ” cioè agganciamoci ai paesi virtuosi (?????!!!!!!!)perché noi siamo degli incapaci…: in ogni dove si sente …italioti di qua italioti di là….siamo diventati il popolo più autorazzista del mondo.(non ne posso più di sto termine idiota ITALIOTI usato da noi stessi ad ogni piè sospinto…ma proprio più mi fa girar le balle a elica…)

              Ci siamo agganciati…e siamo rimasti e rimarremo italiani come prima (affatto male..) ma—->>> in mutande spennati come polli . E la Germania(e non solo.) ringrazia vivamente ;-))

              e c’è gente che ancora sogna Gli Stati Uniti d’Europa..la moneta unica…ma si può??? Se ne faranno di risatine..in nord europa. Che fessiiii !!!!

            • Ivan Stronzoski scrive:

              Meravigliosi i commenti di raffaella sempre pieni di spunti di riflessione che vanno a completare il gia’ sublime articolo :D
              Aridateceee junius :D
              Ohu ma che fine ha fatto?…non si sara’ mica offeso?

              • opsoR (memmmmetiiiii)Rospo scrive:

                mi ha inviato un fax…è offeso e non scrive più. C’è l’ha con te…..ha dato a me l’incarico di continuare a scrivere stile tavernaro.

                cosi leggo nel fax cosi ripeto.

              • Ivan Stronzoski scrive:

                Nooooo vabbè…allora se ha dato a te l’incarico di scrivere vuol dire che è veramente offeso,sbomballarci un cosi soporifero e bufotenico commentatore me pare proprio esaggerato :D
                dai sor junius nun fa’ cussì…ritorna che se famo du risate

              • opsoR (memmmmetiiiii)Rospo scrive:

                hai colpe gravi: junius non sbaglia mai. Fai la penitenza , leggi,soffri …senza lamentarti.

              • Ivan Stronzoski scrive:

                A ciccio-rospè…
                “fai a penitenza” je lo vai a dì a li opusdeari…
                “leggi” je lo vai a dì a li fessoterici-niueggiari
                “soffri” je lo vai a dì a li gesuiti
                e “nun te lamentà” je o potemo dì a li masoni :D ahahahahah

                P.S.
                Ah dimenticavo rospettì…quanno dici che “junius nun sbaja mai” che ce voi comunicà che te sei messo en testa de fonnna’ juniusology?
                No perche’ gia’ stamo messi male…dopo grillinology,sovranology,piddinology,obamology e chi piu’ ne ha piu’ ne metta se se dovemo sorbì pure sto fanclebbe che cazzo famo? Io me vado a magna’ du bucatini e sto contento o stesso :D …ma avvisame prima me raccomanno ;)

              • opsoR (memmmmetiiiii)Rospo scrive:

                a ivaaaannn…io sto a scherzàààà….(cioè a dir cazzateee/fregnacce..comprendentianche il—>> “leggi”, “fai penitenza” , “junius non sbaglia mai “…etc.. )

                se non vuoi far la penitenza non farla….che te devo dì…

                a parte gli scherzi: io di junius condivido molto….ma non tutto.

                Io non ho spessore culturale nel senso di “sostanzioso” bekkkegroounnd di studi con spessore culturale di “livello” (storia, filosofia, sociologia etc etc ) (sono informato e leggo…e mi piace l’economia..ma sono uno “scolaro” da leggere: anche quella la sto imparando…anche se ci sguazzo molto ma molto a mio agio (mi piace). ma finisce tutto là

                io certi discorsi arzigogolati in un certo modo ..tra parentesi manco riesco a farli..e non li voglio manco fare.

                Ne deve passar di acqua sotto i ponti perché io diventi una persona veramente preparata. Piano, piano….ho buona volontà….

                che te devo dì…

              • opsoR (memmmmetiiiii)Rospo scrive:

                dimenticavo…a me basta e avanza la memmetologyyyy hahahh

              • opsoR (ignurant)Rospo scrive:

                Mi pare che fossi proprio tu che una volta dicevi che per far un discorso comprendenti argomenti multidisciplinari..senza usare il linguaggio comune popolare..e in sintesi..bisogna “attrezzarsi” di una particolare tecnica o capacità di linguaggio e di elaborazione dialettica (un linguaggio sofisticato ):

                Ecco—->>> quella “roba là” io non ci riesco a farlo. Se non ci riesco non ci riesco…che ci posso fa ..tendo al linguaggio da talk show..

              • Ivan Stronzoski scrive:

                Senti un po’ a rospè…te che bazzichi er webbe en lungo e in largo…ma quer commentatore…quer abracadabre li …t’ho ricordi?…nsomma quello la’ che stava a fa er predicozzo su a costituzione che nun è massonica che batabin e batabam…nsomma hai capito di chi sto’ a parlà no?…si lo vedi famme en fischio…o dije de commenta’ de piu’…perche’ secondo me co lui se sganassamo de risate :D

              • raffaella c. scrive:

                e allora? fastidio?

        • Maurizio scrive:

          Il rispetto per opinioni diverse dalle proprio è assai nobile.
          Dare lo spazio di un articolo, e non alla confutazione dello stesso, in chi ragiona piddinamente in modo così intenso, potrebbe far nascere qualche dubbio in chi legge.
          Grazie per la precisazione, ma il tempo che ho sprecato a leggere le nequizie da addetto stampa di via Veneto della Sig.ra Castorina, lo rivoglio indietro tutto…

          • Ivan Stronzoski scrive:

            Mbe’ che dire…sor maurizio ce piace come scrive è pe davero na bella penna…poi quer “nequizie” là buttato come er pepe su a carbonara da quer tocco pungente che ce gusta na cifra…se vede che è uno che je da dentro co li classici…
            Senti un po’ a sor maurì…lascianno stà n’attimo er discorso de obama si vale o nun vale en cazzo…te volevo chiede n’artra cosa dato che cio’ so che sei n’ommo de scienza…ma seconno a te sto cazzo de fessoterismo j’ha disturbato de piu’ la mente a li masoni “t’homettonerculo-progressari” o a li massoni “cazzaro-reazionari-nuncerompete li cojoni”?
            Sai perche’ questi se stanno a buttà a mmerda addosso ma poi vedi che se stanno a prepara’ er biscotto a tavolino…pareggineno…se fanno a sparta der bottino…e er popolo scommettitore sballa a scomessa e se ritrova cor culo pe tera…cio’ raggione a sor maurì?

    3. […] Source:: QUALE SARA’ IL FUTURO DELL’AMERICA? […]

    4. Junius scrive:

      @ Moralista

      « Anche io reputo Obama uno tra i peggiori presidenti di sempre. Ciò però non mi impedisce di pubblicare il pensiero di chi la pensa diversamente. »

      Ti rendi conto che questo articolo è un insulto ai lettori?

      Soprattutto è un oltraggio verso i bambini mutilati, le madri struprate, gli irakeni seviziati dai proletari impasticcati mandati a fare i killer da un rifiuto morale che fa da ragazzo immagine di Wall Street.

      È un vilipendio ai malati di cancro greci che non si possono curare perché Obama ha costretto alla Grecia a rimanere nell’euro.

      È un’offesa ai bimbi crepati sotto il fuoco dei droni che cercano bersagli umani secondo liste di nomi che non hanno mai ricevuto regolare processo e sottofirmate da un presedente per cui vi è una richiesta di impeachment per malattia mentale, che ha portato il pianeta sull’orlo dell’estinzione della specie per olocausto nucleare.

      Un debole di mente che, in conferenza stampa, invece che rispondere alla domanda sulla Siria, si è congedato dicendo che doveva andare a “vedere Guerre Stellari”.

      Neanche quelli di GOD avrebbero pubblicato un articolo così.

      Non hai ancora capito un catzo di niente.

      Un sentito ringraziamento a tutti¹ i commentatori: intelligenti oltre che simpatici.

      ______
      ¹ “tutti” quelli che hanno postato *prima* di questa data….

    5. Junius scrive:

      Comunque, dopo un articolo così…

      FORZA DONALD!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • Ivan Stronzoski scrive:

        Ohhhh finalmente è ritornato er magicoooo Juniuuuuus
        senti un po’ ciccio…tralasciando n’attimo trump e obamaccio e ritornando al “luna park italia” dove purtroppo mancano le montagne russe…te volevo chiede:
        che ne pensi de sto progetto de li grillini?

        http://www.intelligencecollettiva.com/

        • Ivan Stronzoski scrive:

          Stiamo proprio messi bene :D ahahahhahah :
          https://www.youtube.com/watch?v=Ygx2z_pHGnY

          • Junius scrive:

            Oddio…

            Dove c’è Giannuli, c’è il più voluminoso nulla mai conosciuto in Italia.

            L’unica cosa “seria” che mi viene da osservare è che, in piena crisi economica, non ci sia un cazzo di economista….

            (Per dire, il mitico Rockefeller durante la WWII si occupava di INTELLIGENCE “economica”…)

            • Ivan Stronzoski scrive:

              Bravo infatti l’intelligence economica la abbiamo avuta fino a Mattei e dopo un continuo sabotaggio e disinvestimento in questo segmento operativo…a differenza dei servizi francesi che se ne sono dotati di una ben strutturata(di intelligence economique intendo) gia’ subito dopo aver perso l’algeria.
              Altro che storielle sul signoraggio bancario…vero mangime per i polletti cibernetici.

              http://inteligenciaeconomica.com.pt/?p=8630

              • peppino scrive:

                il signoraggio bancario è la minchiata più stratosferica che possa esistere. Tutti gli economisti non ne prendono sul serio la teoria. Tranne qualche sprovveduto…..e un seguito di un cortiletto di fissati. Se esistesse il signoraggio bancario come loro lo descrivono: le banche non sarebbero tutte tecnicamente fallite. Se esiste ..allora nei paradisi fiscali c’è una montagna di denaro che se venisse reintrodotto nelle economie….avremo una montagna di inflazione da scoppiare. C’è molta fantasia nel signoraggio bancario ….e anche molta paranoia.Le Banche rubano ma non con la tecnica signoraggista ….andrebbe tutta dimostrata.

                Se è vera…vorrei sapere dove vanno a finire e come vengono utilizzati la somma di denaro di tutti i debiti pubblici del mondo. E’ una teoria a mio parere non realistica…

          • Bush the Cool scrive:

            Facciamoci due risate che è meglio :D ahahahahahah :

            https://www.youtube.com/watch?v=9sICqrv8zYU

    6. Marco scrive:

      Stupidaggini e leccate varie una dietro l’altra e alle quali non eravamo più abituati. Kastorina torna tra i tuoi simili.

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    LA CRISI IRREVERSIBILE DEL...

    Scritto il 13 - lug - 2019

    0 Commenti

    DALLA VAL BREMBANA CON...

    Scritto il 12 - lug - 2019

    0 Commenti

    L’ENNESIMO CASO DI ISTERIA...

    Scritto il 10 - lug - 2019

    1 Commento

    GLI ITALIANI IMITINO I...

    Scritto il 5 - lug - 2013

    6 Comment1

    TIRANNI MASCHERATI

    Scritto il 26 - ott - 2011

    0 Commenti

    IN MEMORIA DI HUGO...

    Scritto il 8 - mar - 2013

    2 Comment1

    SE IL TASSO NEGATIVO...

    Scritto il 28 - lug - 2014

    14 Comment1

    LETTERA APERTA DI UNO...

    Scritto il 4 - giu - 2013

    5 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.