griechenland-nazi-merkel-01L’attuale governance europea è intrisa di nazismo. Un nazismo nuovo, imbellettato e ipocrita, ma sempre di nazismo si tratta. Se per nazismo intendiamo una volontà sadica di sterminio delle fasce più deboli, è impossibile negare la natura intrinsecamente hitleriana dell’ odierna Unione Europea. In Paesi come la Grecia le politiche naziste perpetrate sotto l’occhio vigile di Merkel, Schaeuble e Draghi hanno comportato un numero considerevole di suicidi, morti per malattie curabili e infanti denutriti. Come chiamate voi simili risultati assolutamente preveduti, pianificati e voluti da chi stabilmente risiede all’interno della cabina di comando? Evocare la dittatura nazista, seppur addolcita da una prassi tecnocratica, non è iperbole né provocazione, semmai mera constatazione. Per questo è risibile l’analisi dei tanti che suggeriscono di non mettere in discussione l’impalcatura comunitaria per non correre il rischio di peggiorare la situazione. Cosa c’è di peggiore rispetto alla consapevolezza di vivere schiacciati da una dittatura filosoficamente neonazista? Nulla. Merkel è la personificazione del male, donna educata alla scuola sovietica incapace di rispettare il diritto altrui alla libertà e alla autodeterminazione. Nascosti dietro una patina puzzolente di europeismo di maniera, alcuni indegni personaggi continuano a tenere in ceppi popoli interi. Fino ad oggi ci siamo sforzati al fine di distinguere l’idea “Europa” dalla sua concreta e pratica applicazione. Lo abbiamo fatto perché sembrava possibile e auspicabile una democratizzazione endogena della Ue, destinata in prospettiva a cambiare se stessa in meglio sulla base di una speranza fideistica rivelatasi alla prova dei fatti illusoria ed ingenua. La Ue nazista di oggi non si trasformerà in democratici Stati Uniti d’Europa come il bruco che diventa farfalla. La Ue nazista è oggi e nazista sarà domani, fino a quando i diversi popoli umiliati e sottomessi da un manipolo di aguzzini infingardi e ipocriti non riusciranno a smantellare in radice una architettura infame, diabolica e indegna. Quelli che ancora oggi brandiscono il vessillo dell’europeismo- considerato l’annullamento del referendum greco del luglio scorso su ordine dei nuovi nazisti- altro non sono se non collaborazionisti. I futuri “Stati Uniti d’Europa” sono un miraggio, buono soltanto per giustificare la prosecuzione di intollerabili torture e continui strappi ad una legalità costituzionale violentata nel nome di un “sol dell’avvenire” che non esiste né mai esisterà. Non potendo più fornire nessun alibi dialettico al nemico, dobbiamo quindi giocoforza rilanciare ora un concetto lungamente bistrattato: quello di Patria. D’altronde, i pochi che stanno provando ad opporre una Resistenza vera rispetto all’invadenza violenta delle istituzioni globalizzanti, lo stanno facendo nel nome della riscoperta dell’identità nazionale. Le vicende polacche, ungheresi e, in parte, francesi, ci raccontano di come la dicotomia patriottismo/mondialismo sia l’unica in realtà tuttora in vita, lasciando il gusto ai soli pigri o stolti di continuare a dividersi fra “destri e sinistri”. La sinistra alternativa, quella del ci vuole “più Europa”, giace irrimediabilmente ad Atene. I vari Tsipras, Iglesias e Boldrini  non ci libereranno mai dai moderni nazisti, prolungando al massimo l’agonia di una Ue putrefatta che emana un fetore vomitevole. Amici, è giunto il momento di fare i conti con un principio di “realpolitik” che non  può essere più ignorato. E la “realpolitik” ci induce a bollare il tecno-nazista Juncker quale sicuro nemico dell’Italia, avamposto di un quarto reich smascherato da ricacciare prima possibile al di là delle Alpi. Viva l’Italia! Viva la libertà!

    Francesco Maria Toscano

    28/01/2016

    Categorie: Editoriale, Politica

    38 Commenti

    1. […] Source:: LA RISCOPERTA DI UN SANO PATRIOTTISMO QUALE UNICO ANTIDOTO AL CONSOLIDAMENTO DEL TECNONAZISMO EUROPE… […]

    2. Ivan Stronzoski scrive:

      Ma che fai la censura su ciccio bergoglio?
      Ah moralììì…allora devo pensare come andreotti e il suo famoso aforisma?

      Ma come ci riempiamo la bocca di “nazismo tecnocratico” di “ipocrisia nazista dell’ue” e poi quando si fanno analisi da “stato profondo” censuri i commenti?

      Allora è vero che l’europa unita obamo-merkeliana e soros-bergogliese non ha condannato il nazismo emergente ucraino?

      Due link interessanti:

      http://sakeritalia.it/europa/ucraina/papa-francesco-e-lagente-del-nazionalismo-ucraino-piu-influente-al-mondo/

      http://www.lastampa.it/2015/08/24/esteri/anche-merkel-scarica-putin-sullucraina-lo-zar-ora-solo-SHqc4O6dFWrwriPuKpvJmK/pagina.html

    3. Illo tempore scrive:

      TECNO-NAZISMO, questo termine deve diventare d’uso comune.
      Alla faccia della neolingua e dei volenterosi psico-poliziotti del liquame giornalistico italiota (e non solo.

    4. Complimenti. Il concetto di PATRIA, deve essere inteso come NUOVI STATI UNITI D’EUROPA. Una unica PATRIA, ove ogni singola cultura si ritrovi nel Parlamento Europeo.
      Oserei menzionare il concetto PATRIA DELLE PATRIE ( riferito alla Svizzera)e trasportarlo agli Stati Uniti d’Europa.
      Lunga vita e ad maiora!

    5. Illo tempore scrive:

      Beh, se proprio si può linkeggiare io ripropongo questo:

      http://www.maurizioblondet.it/hitler-salvo-leconomia-tedesca-1/

      Suggerirei una ricerca su Hjalmar Schacht, banchiere ebreo del III Reich “promosso” ariano ad honorem dal fuhrer in persona.
      Lungi dal voler sdoganare l’hitlerismo, coagulo dei peggiori buchi neri della coscienza collettiva tedesca (peraltro sempre latenti), la lettura del raro libro di Schacht “Magia del denaro” può aiutare a comprendere come il fatto che… l’acqua bollente scotti fosse già stato scoperto da illo tempo.
      Prima dell’amnesia collettiva impostaci dai “liberatori”.
      Su coraggio, fuori il testosterone e dentro i pregiudizi, anche con la farina del diavolo a volte si fa del pane buono.

      P.S.
      Al buon Protti Miracca mi permetto di suggerire un approccio più realistico all’auspicabile futura federazione (di stati sovrani) europea. Certe assonanze con i modelli anglostatunitensi non credo che aiutino a costruire ciò che lui auspica.

      • Ivan Stronzoski scrive:

        L’articolo è sicuramente molto interessante ma oggi non è ieri geopoliticamente,finanziariamente,sociologicamente e soprattutto tecnologicamente parlando.
        Bel saggio storico che letto da un altra prospettiva potrebbe voler dire che il “una volta tanto la magia speculativa del denaro al servizio del popolo” cosi gentilmente offerta dal titolato “ariano d’onore” Schacht,potrebbe invero essere stato un dono “troiano” per portare la germania in guerra…chiudendo cosi il cerchio e dimostrando sul campo come il “monetarismo puro” sia in fondo uno step strumentalmente funzionale e necessario alla “economia di guerra”, che è in fondo l’asso nella manica da tempo immemore della finanza anglostatunitense a basamento ideologico sionista.
        Quindi hitler e gli sprovveduti tedeschi ci sono cascati in pieno…non si puo’ andare a rubare a casa dei ladri…cita il proverbio.
        Comunque pare che di “ariani d’onore”,con il vizietto della stregoneria monetaria o addirittura con interessi d’occultismo di tipo frociognostico, nell’entourage di hitler ce ne siano stati parecchi…quindi piu’ che di consiglieri si potrebbe parlare di cordone sanitario tout court.

      • Rospo Italico scrive:

        Certe assonanze con i modelli anglostatunitensi non credo che aiutino a costruire ciò che lui auspica

        —–
        —–

        Sta bufala infelice degli Stati Uniti d’Europa sulla falsa riga degli USA.
        Come Stato suppongo che avranno bisogno di una “figura importante” come il Presidente degli Stati Uniti che rappresenti tutti . Immagino una campagna con diversi candidati di diversa provenienza: Inglese, Tedesca, Francese, Italiana , Spagnola. 28 Stati/regione..con lingue diverse e back ground culturale/sociale diversissimo pur avendo il denominatore comune delle “radici europee ” e una lingua ufficiale (l’Inglese ) non parlato da 2/3 della popolazione europea..(come seconda lingua è parlato solo nella fascia nord ovest europea )…e con fasce macroeconomiche europee con economie e interessi non solo differenti ma contrapposti..e una lingua ufficiale referente di un popolo che al 90 % non solo non ne vuol sentir di moneta unica ma non vuole appartenere all’UE e da sempre a tutti i livelli ci tiene al “distinguo” tra loro e —>>”quelli del continente “…per non parlare dei tedeschi che da sempre assumono per naturale inclinazione una radicata quasi patologica tendenza fortemente “egemonizzante” …e con una fascia sud europea totalmente diversa , caratterialmente , culturalmente etc etc da quella nordica….

        Vorrei vedere una campagna elettorale come negli USA di un ipotetico candidato Presidente..in tutto il territorio europeo (con il traduttore a fianco a seconda della contingenza ? ….oibò… ) …e un tedesco voterà un italiano o uno spagnolo ? E gli inglesi accetteranno un “loro” Presidente “del continente” peggio ancora se latino ?…o viceversa un Italiano vorrà — e avrà fiducia?– un Presidente tedesco ? i francesi o inglesi o tedeschi —in particolare questi ultimi— accetteranno un Presidente Italiano (spaghetti/mafia) o latino in generale (espressione a sentir “loro” di popoli pigri , disordinati e poco efficienti..etc etc ).

        Un ipotetico Presidente tedesco nel suo margine d’azione tutelerà gli interessi dei Francesi o peggio ancor degli Italiani (economia manifatturiera da sempre contrapposta e in competizione con quella tedesca ) ?? e le decisioni di un ipotetico Presidente italiano…che reazioni susciteranno nei tedeschi o inglesi ???(non ce li vedo inglesi o tedeschi riferirsi ad un Presidente italiano come “il nostro Presidente ” …)..

        Una tal Europa con 500 milioni di persone suddivisa nettamente in blocchi ben distinti e fortemente eterogenei…e senza quel “melting pot” uniforme in tutti gli Stati degli USA con medesima lingua (fattore fondamentale..per una certa coesione nazionale )..”melting pot” che in Europa non si creerà neanche con il criminale disegno Kalergi…”melting pot” che per certi versi non ha funzionato manco negli Stati Uniti…come ovunque ha fallito il cosiddetto “multiculturalismo” (che a mio avviso è una cosa un po diversa dallo statunitense melting pot ). Non ha funzionato in parte manco l’unione delle due Italie nord e sud…o del Belgio tra fiamminghi e valloni…e altri…

        Questi qua..inseguono un sogno irrealizzabile..vivono nelle nuvolette di chissà quale progetto massonico (il che…)..

        (il contesto “Svizzera” fatta di 8 milioni di persone e con una storia tutta particolare… non è applicabile ad una estesissima macroarea geografica come quella europea con mezzo miliardo di individui…e non è facilmente armonizzabile da renderla più uniforme nelle sue caratteristiche…ci vorrebbero decenni ..forse secoli..e tanta ma tanta buona volontà da parte di tutti (non se ne vede manco l’ombra )..

        E’ possibile ed auspicabile una federazione di altro tipo..viste le radici comuni europee…mantenendo le proprie specificità nazionali..

        conclusione : il sogno degli Stati Uniti d’Europa…è una tragica stronzata….un sogno del…del..——>>> CAZZO.

        Lunga vita . Ad majora (direbbe RPM)

        • Rospo Italico scrive:

          Caro RPM…scenda dal suo “livello” e mi dica sinceramente: MA CI CREDE VERAMENTE ???…son preoccupato ;-)

          bye

          Rospo Italico

        • Rospo Italico scrive:

          dimenticavo: l’ex Urss..ha tenuto per 70 anni insieme…realtà statuali diverse…con molte caratteristiche in comune (più della macroarea europea )…è finita come è finita : sfasciato tutto…

          Ex jugoslavia..idem (con tanto di tragedia ..)

          tutte le unioni forzose…son finite male.

        • Rospo Italico scrive:

          le decisioni di un ipotetico Presidente italiano…che reazioni susciteranno nei tedeschi o inglesi ???

          ——
          ——

          sto cercando di immaginarmi un Presidente degli Stati Uniti d’Europa…italiano (magari meridionale..) …accolto festosamente nelle strade di Berlino con le bandierine o a Londra nella centralissima Oxford Street…agghindata a dovere per l’occasione…con gli inglesi ..emozionati applaudenti e festosi —>> …”..Dear President Cipollini…my president. my president ..clap clap clap ”

          ahahahah

          ma signori europeisti fatemiii il piacereeeeeeeeeeee….ahahhahah la cuccuzza la natura ce la ha data per pensare…almeno un po dico: per cortesia —->> farne buon uso. Grazie.

          e i piedini son stati fatti per stare “saldamente” piantati in terra…non a gambe all’aria: si rischia di cadere…e farsi seriamente male. Grazie

          • Rospo Italico scrive:

            inglesi ..emozionati applaudenti e festosi —>> …”..Dear President Cipollini…my president. my president ..clap clap clap ”

            —–
            —–

            o piuttosto —>> fuck you italian bastard …” ????

            che ne dite ???

            • Ivan Stronzoski scrive:

              Vi ho trovato il candidato italiano alla presidenza ue…esprimetevi dite se vi piace:

              https://www.youtube.com/watch?v=N37aZg96Wvw

              • Rospo Italico scrive:

                ahahaha
                Io lo voto: è perfetto (ci vedono più o meno in quel modo ;-) un popolo di teatranti/pulcinella..che vanno a far la guerra come se fosse una partita di pallone..e ad una partita di calcio come se fosse una guerra…fighi nel vestire, mafia , spaghetti (qualcuno ancora ci associa al mandolino…oibò )….dei bufonazzi a volte simpatici ..che se ci si mettono riescono a fare anche cose serie e interessanti…ma inaffidabili..e da noi non si faranno comandare MAI.

                Un Presidente italiano dei favolosi Stati Uniti d’Europa…magari con la funzione presidenziale anche di presiedere le forze armate …in caso di conflitto…ve lo immaginate…i militari inglesi o i tedeschi sotto la supervisione di un Presidente/spaghetti….ahahahah….e come se vedessi i generali..francesi , tedeschi o inglesi (anche nel caso di un solo esercito unificato ) attorno al Presidente Banfi , Cipollini, Puddu , Quagliarello. Strazzera …e similari che fanno il punto della situazione….non so….e se le strategie eventualmente non funzionano..i generali tedeschi a chi daranno la colpa ??? Italianen del kaiser…

                si si…sti favolosi Stati Uniti d’Europa a conduzione Banfi bisogna farli…ha ragione RPM….ahahhah

              • Ivan Stronzoski scrive:

                Ahooo ah rega’ sentite un po’ che ve pare de sto stornello come canzone pe i prossimi e progressisti “stati sunniti d’europa” :D ahahahaha :

                https://www.youtube.com/watch?v=iW0re_y0b9w

              • United States of Europe (sunniti per il progresso dei popoli ) scrive:

                E’ il nostro “Inno Nazionale”…qualcosa in contrario ??? è una cosa seria saiii ?? c’è poco da ridere…ehhhh…ridi di “”Fratelli dell’Italietta”" che ormai abbiamo alle spalle…siamo mitteleuropei ormai…

              • Ivan Stronzoski scrive:

                Spiegate mejo ciccio…che mo me sa che se famo na sacca de risate a strafottere :D ahahahahahah
                …consijame tu quarche canzone da proporre a sti euro-sunniti..io me stavo a domanna’ si per caso a canzone giusta potrebbi esse questa: https://www.youtube.com/watch?v=t5K6Kemip8U&list=PL39F938924424F569 …tu che ne pensi? Te piace?

              • United States of Europe (sunniti per il progresso dei popoli ) scrive:

                aooo…ma li azzecchi proprio tutti….ahahhaha non ti manca la fantasia…a me piace . Promosso.

                Solo che io sono un subordinato..(da leggere: non conto un cazzo ahahah )

                —–>> va vidimato anche da ***RPM***..è lui la massima autorità in questione europee…

              • United States of Europe (sunniti per il progresso dei popoli ) scrive:

                sta scoppiando un putiferio in sede europea …non si mettono d’accordo per l’Inno Nazionale Europeo…tra:

                —->> Benvenuti a sti frocioniii….

                e
                —->> te c’hanno mai mannato…

                secondo me la spunterà la lobby di “”Benvenuti a sti frocioniii…”"…..ahahah

              • Ivan Stronzoski scrive:

                Aspetta ciccio che c’è sta n’artra toppe songhe che potrebbi spuntarla en sede de euro-commississazio forza roma e forza lazio :D ahahahhaah :

                https://www.youtube.com/watch?v=cvLaPuq9seE

              • United States of Europe (sunniti per il progresso dei popoli ) scrive:

                per questa deve intervenire direttamente la Merkel ahahha…manco la commissione europea ha voce in capitolo ;-))

                a proposito di regioni…io so sardognolo..in mezzo al mare…dalla mia città si vede il nord africa…vedo pure i cammelli del Sahara che passeggiano…noi sardognoli non siamo manco sicuri di essere italiani…e sti qua me vogliono far diventare mitteleuropeo di botto che non me ne frega pure un C….ahhah ma se puòòò ???

                vado a nanna che è meglio.

                Secondo me la migliore come Inno Europeo è: SIAM TUTTI FROCIONI…..(le altre di supporto..ce stanno pure bene ..il tema si lega una con l’altra in un tuttuno…inno europeo uno e trino….e che vogliono di più ?? )

                amazza che minchiateee ahahahha

              • alessandro scrive:

                hahahah siete troppo avanti… vabbè chiedere più Europa… ma un inno così è ancora troppo presto, la ggente non capirebbe non è ancora pronta… semmai “benvenuti a ‘sti frocioni” la possiamo cantare ai commissari della troika quando verranno a farci visita

              • Lobby Europa Unita & Gaia scrive:

                Alessà….saranno pure Frocioni…ma mi sa che quado verranno (e prima o poi verranno..)…aimè…in quella parte meno nobile del corpo…la prenderemo noi….I piddini saranno felici …

                ci sta bene sta song..la dedico a tutti i piddini…

                https://www.youtube.com/watch?v=ht-ED5Y1xgw

                è un sacrificio che bisogna fare per aver “più Europa” direbbero….insomma saremmo tutti orgogliosamente mitteleuropei&froci….ahahahh

                domanda : ma i piddini perché esistono ??? bohhhh…una razza strana…

    6. alessandro scrive:

      L’Europa ha senso solo se si rafforza un partenariato in condizioni di parità con gli stati membri volto a dare maggior sicurezza negli approvvigionamenti energetici, a garantire la sicurezza dei confini interni ed esterni dei singoli stati e della UE. Il Mercato unico europeo dovrebbe essere una opportunità con la libera circolazione delle merci e delle persone. Si dovrebbe fare di più per rimuovere i numerosi ostacoli che ancora si frappongono ai commerci e favorire la mobilità del lavoro intra-UE. Politiche comunitarie di coesione dovrebbero essere rafforzate anche in termini di investimenti e bilancio comunitario con dimensioni finanziarie più importanti e si dovrebbe promuovere l’armonizzazione fiscale fra i paesi UE. Questa è l’unica UE di cui abbiamo bisogno. L’Europa attuale è solo un aborto di regolette e di tecnocrati, perlopiù retta da una unione monetaria che crea enormi squilibri macro economici. Riacquistare la sovranità monetaria, fiscale e di bilancio è il primo passo da compiere. L’Europa è da rifare di sana pianta rigettando i trattati attuali e la forma di governo tecnocratica restituendo ai cittadini europei e quindi al parlamento la potestà legislativa e il potere di fiduciare/sfiduciare la Commissione. In prospettiva, con un sano patriottismo, non si può escludere di addivenire agli USE, ma solo attraverso un processo lento e democratico e sicuramente non a partire dalla costruzione attuale, sarebbe una ingenuità.

    7. Cari è così. Il vostro essere mi sta dicendo che a breve mi voterete, affinché, personalmente, sarò il vostro punto di riferimento. State parlando, discutendo, scrivendo di ciò che la storia, lo STATO DI NATURA- ci donò. Stati Uniti d’Europa basata sul concetto Girondino: Stato Federale, più potere alle Realtà locali e lo Stato non deve intervenire nelle faccende economiche. Cari, sarete assunti nel mio staff politico. Lunga vita e ad maiora.

    8. United States of Europe (sunniti per il progresso dei popoli scrive:

      prova 1

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    A FURIA DI USARE...

    Scritto il 10 - ott - 2019

    0 Commenti

    VOX ITALIAE. PARTE IL...

    Scritto il 3 - ott - 2019

    1 Commento

    E’ IN ATTO UNA...

    Scritto il 19 - lug - 2019

    2 Commenti

    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    LA BCE DI MARIO...

    Scritto il 10 - gen - 2015

    8 Comment1

    LA PRESENZA DEL MALE...

    Scritto il 4 - mag - 2012

    4 Comment1

    LA ELEANOR ROOSEVELT E’...

    Scritto il 8 - set - 2014

    8 Comment1

    E SE IL PDL...

    Scritto il 30 - ott - 2012

    2 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.