imagesQuali segnali si colgono dalla lettura dei dati delle elezioni amministrative? In primo luogo pare evidente come la narrazione “renziana” non incanti più nessuno. Crisi economica galoppante, disperazione giovanile, continui fallimenti di aziende e imprese falcidiate da una deflazione che non lascia scampo hanno naturalmente indebolito la leadership di cartapesta dell’ennesimo burattino imposto al potere dalla massoneria mondialista guidata nel Vecchio Continente da un concentrato di malvagità allo stato puro come Mario Draghi. Il voto serve solo per mascherare le dinamiche reali di potere. Al vertice della piramide sono assisi i soliti proprietari di grandi banche d’affari che, sul modello Jp Morgan, impongono la revisione della nostra Costituzione antifascista; l’amministratore delegato al quale i poteri di cui sopra hanno affidato il compito di trasformare in poco tempo l’Italia in un lager a cielo aperto è Giorgio Napolitano, inventore per conto terzi dei governi Monti, Letta e, per l’appunto, Renzi. Intorno a questo asse del male, piegato agli interessi della finanza speculativa e dell’industria bellica a stelle e strisce (vedi guerra in Libia voluta da Re Giorgio), ruotano una serie di personaggi più o meno incisivi che si riconoscono in un sistema nel suo insieme criminale, ovvero il “Nazismo Tecnocratico” oggetto del mio prossimo libro di imminente uscita.  Mentre però i moderni torturatori possono contare su una fitta rete di appoggi e complicità, in Italia e all’estero, i nuovi Resistenti- quelli che cioè provano a frenare la furia omicidiaria dei luciferini personaggi ora al potere- viaggiano in ordine sparso, perdendosi in mille rivoli per la gioia degli assassini in doppio petto che in ogni tempo e in ogni luogo prosperano sulle note del famoso adagio “divide et impera”. A Milano Sala fortunatamente arranca, rischiando seriamente di prendere una sonora bastonatura al secondo turno; a Napoli de Magistris macina le velleità della Valente, renziana appoggiata pure dal “padre della PatriaDenis Verdini. A Torino l’ex comunista Fassino, ora divenuto acritico difensore degli interessi della casta padronale, non è riuscito a chiudere la partita contro Chiara Appendino, giovane pentastellata che si guadagna due settimane per sperare nel miracolo. Neppure a Bologna il Pd chiude la partita al primo turno, costringendo Merola ad affrontare un ballottaggio pieno di incognite contro la leghista Borgonzoni. A Roma però l’idiozia degli oppositori regala al “montiano” (vomito) Giachetti una insperata boccata d’ossigeno, decretando la fine politica di un Silvio Berlusconi che eccelle adesso solo nell’arte di far danni. Giorgia Meloni, senza il velleitario Marchini in mezzo ai piedi, avrebbe agevolmente superato il neoliberista candidato dai piddini all’ombra del Campidoglio, accelerando quel processo di costruzione di un partito “lepenista” e “identitario” di cui l’Italia ha disperatamente bisogno. Invece, la testardaggine di un Berlusconi che continua ad occuparsi di politica quando potrebbe con maggior profitto dedicarsi esclusivamente al “bunga-bunga”, è funzionale ai disegni dei nazisti tecnocratici che in maniera occulta e dall’esterno etero-dirigono le scelte del Pd. Ma che Berlusconi fosse ricattabile dai massoni mondialisti lo si era capito in occasione della creazione del governo di Mario Monti, preparato e confezionato all’interno delle logge più perverse del pianeta. A questo punto ci sono pochi calcoli da fare. Al ballottaggio bisogna unire tutte le forze che si oppongono ai nuovi nazisti capitanati dalla Merkel. Non c’è destra e non c’è sinistra. Da una parte ci sono i sadici “architetti” che avvelenano i nostri tempi, alimentando per puro odio e disprezzo verso l’umanità i livelli di povertà  e disoccupazione; dall’altra ci sono quelli che si oppongono a cotanta infamia. E per il solo fatto di opporsi meritano rispetto, sostegno e fiducia. Non ha senso chiedersi se i cinque stelle o i leghisti saranno in grado di governare bene una volta entrati nella stanza dei bottoni. Primum vivere. E per restare in vita bisogna innanzitutto sbarazzarsi dei nazisti tecnocratici prima che questi ultimi riescano a realizzare “la soluzione finale”, ovvero a concretizzare la tanto desiderata decimazione per fame e stenti di tutti quegli uomini e quelle donne che essi stessi intendono immolare in ossequio all’assorbimento di dottrine sataniche e pagane che l’occhio “profano” non riesce a cogliere e a smascherare. Per queste ragioni al secondo turno è il caso di votare per Raggi, de Magistris, Appendino, Parisi e Borgonzoni.

    Francesco Maria Toscano

    6/06/2016

    Categorie: Politica

    25 Commenti

    1. lorenzo scrive:

      Questo è parlar chiaro.
      Condivido i consigli per il voto in toto:
      turandomi il naso voterò Parisi.
      Ah potessi votare a Roma…

      • Martin Fierro scrive:

        Anch’io condivido.
        Renzo e’ stato imposto da re Giorgio e nominato da un parlamento illegittimo.
        Io non so se è un nazista tecnocratico o un massone oligarchico ma sono sicuro che non è funzionale al benessere del popolo italiano.
        Mi fa ben sperare Il movimento 5 stelle;
        Da che ho memoria nessun partito politico nella storia repubblicana ha mai fatto:
        1)dimezzare l’indennità
        2)non accettare contributi elettorali
        3)non candidare inquisiti,condannati o altro
        4)demo crazia dal basso
        5)la loro lobby e’ il cittadino
        6)viene espulso chi non rispetta il codice deontologico del movimento
        7)possono candidarsi solo per 2 mandati
        Se qualcuno ha informazioni che il movimento 5 stelle e ‘ eterodiretto e che agisce per scopi particolari che non siano quelli dei cittadini italiani le leggerò con la massima attenzione e obiettività.

        • Ivan Stronzoski scrive:

          Rilassati Fierro…
          !) “democrazia dal basso” ci devi fornire le prove non solo slogan autorefenziali;
          2) “non accettare contributi elettorali”:cosa significa scusa?…mai sentita una dicitura del genere…che pensi che siamo nati ieri?
          3)”non candidare inquisiti”:
          a ridaje che semo nati ieri? Che pensi che se accontentamo de le caramelline? Er monno è molto piu’ complesso de ste cazzate…
          4) “la loro lobby è il cittadino”….a ridaje co li slogan autorenferenziali pe adolescenti…
          %)”possono candidarsi per 2 mandati”….è come dì schieramo Totti dentro a Roma solo pe due campionato dopo via…e er concetto da qualita’?…der merito?

          A martin fierro noi ste cazzate nun se le bevemo…te stavi zitto facevi mejo figura ahahahahhaah

          • Rospo-ilmovimento5sèariafrittaperpolli scrive:

            noi ste cazzate nun se le bevemo (Ivan)

            ——
            ——

            tu non le bevi….purtroppo ci son milioni e milioni di persone che le bevono…proprio con quelle argomentazioni insulse e vacue. Il M5S sarà la prossima grande fregatura.

            A Washington amano e vogliono Di Maio—–>>> quando se non ricordo male… lo Wall Street Journal mette un articolo in prima pagina con il Di Maio parlandone in toni positivi …vuol dire che “lor” signori ci hanno preparato un altra “”inc…ta.”"più dolorosa della precedente…

            Povera Italia…faremo la fine dei polli.

            Da sempre il M5S è eterodiretto…da oltre oceano (anzi è una sua creatura)

            se milioni di persone non se ne sono ancora accorti vuol dire che per noi non c’è speranza.

            • Ivan Stronzoski scrive:

              Ah Rospe’ ,te devi anna’ a vota’ scheda bianca…er partito da scheda bianca deve vinceeeee pe dimostra’ che nun ce pijano per culooooohhhh se so sciaquati a bocca co l’astensionismo che diceveno era er segnale che er popolo nun reggeva piu’ a casta…e co sta “leva de pensiero” li spinnedoctorese da cia se so messi dentro a li labboratori sociali a crea’ li viruse da politica “antististema a cazzo(sempre li loro)” de oggi…er vaccino è a scheda bianca cosi nun ponno di “ahooo er viruse è invincibile e era quello che a ggente voleva”…nun so se me so spiegato rospettì…

          • Martin Fierro scrive:

            Caro stronzsky
            Apprendo,dopo la tua risposta,che possiedi una fine ironia oltre ad essere un bravo analista politico e grande conoscitore degli intrighi internazionali.
            Ti ringrazio per avermi e averci illuminati senza di te saremmo bambini in mano di stolti furbacchioni.
            Esci dal tuo letargo complottista non vedere il marcio dappertutto perché anche grazie a gente come te che fa di tutte le erbe un fascio e’ questa la classe politica che ci governa.
            Daie Ivan che i5 stelle ti aspettano!!!!!!

            • Ivan Stronzoski scrive:

              Allora vediamo un po’:
              ci hai rifilato un “di tutte le erbe un fascio”,che fantasia che c’hai…poi con il “letargo complottista” ti sei veramente superato…mi sa che quelli ,i letargici complottisti, li trovi proprio tra i tuoi amichetti stello-pentati, tra monete alternative con nomi improbabili che sembrano marche di sardine,reductio ad unum tipo la casta è tutta uguale(qui non c’è tutta l’erba un fascio, vero caro doppiopesista?),funivie juliusverniane,video fessoterici gaio-prometeici e chi piu’ ne ha piu’ ne metta…ah dimenticavo, il neocatarismo new wave punkinglese di stile grillo-tramontiano,peraltro puntellato dai fo ,per caso gli stessi dello yoga della risata se non erro? Se si, allora e infatti, mi piscio dalle risate :D ahahhaahahah
              I 5stelle pero’ aspettano te e ti accompagneranno al luna park,poi quando tornerai a casa aprirai il tuo bel libro delle fiabe te ne leggerai una,magari pinocchio,e ti addormenterai sognando di essere nel paese delle meraviglie…

    2. Maurizio scrive:

      Nazismo tecnocratico, massoni mondialisti, luciferini personaggi ora al potere, ecc…

      Tutte definizioni giustissime, che ciascuno di noi dovrebbe utilizzare come base certa per approfondire la ricerca di “CHI” sta tirando le fila di tutto questo.

      Insomma, a CHI devo dire grazie per la caduta libera del mio reddito, per la disoccupazione certa per i miei figli, per la vecchiaia difficile e incerta di mia madre (alla quale scrocco ancora qualche soldino)?

      Va fatta un’analisi, coniare gli aggettivi giusti non basta a darsi una risposta. Vogliamo trovare tutto il coraggio che ancora manca e provarci?
      Tentiamo un inizio.

      “Cui prodest?”, dicevano gli antichi. Forse analizzando i mezzi della moderna dittatura, ovvero la propaganda, scopriamo qualcosa. Non è forse vero che le guerre moderne sono combattute soprattutto con la propaganda?

      Chiunque di noi assista alla macelleria fatta dell’intelletto degli italiani, grazie ad una scuola che non forma e ad un’informazione che spaccia falsità di ogni tipo più letali del crack, è pienamente consapevole che questa guerra si combatte già.
      Vuoi vedere che attraverso un’analisi dei moderni eserciti, i cosiddetti MEDIA, è possibile rispondere alla domanda primigenia, ovvero “CHI” sta facendo tutto questo?

      Mi piacerebbe essere affiancato, nella faticosa ricerca e riscoperta dell’acqua calda, sentirmi affiancato anche da altri. Intanto propongo un link che indica CHI controlla la TOTALITA’ dei media.

      Vuoi vedere che i nazisti tecnocratici, i massoni mondialisti, i luciferini personaggi ora al potere sono in mezzo a loro?

      https://thezog.wordpress.com/who-controls-big-media/

    3. Ivan Stronzoski scrive:

      Votare la Raggi?…ahahahaha a Francè ma che stai a di…votamo Obama e famo prima ahahahahahah

    4. Ivan Stronzoski scrive:

      Ah scusa m’ero scordato…stai a parla’ de dottrine pagane che l’occhio profano nun riesce a coje e smaschera’…ma tu er “grillo canta ar tramonto” me sa che nun l’hai letto di a verita’ ? ahahahahahah A France’ me caschi su r piu’ bello nun te fa’ raggira’ ahahahahaha

      • il Moralista scrive:

        A Ivan, guarda che l’arternativa è er montiano Giachetti…mica Brigitte Bardò!

        • Ivan Stronzoski scrive:

          Cio so’ Sor France’…cio so’ che te credi che nun cio so’… ma è che nun te volevo impressionà….ma ancora nun l’hai capito?…t’ha ricordi a partita svezie danimarchese a l’europeo…er biscottoneee? Nun t’ho ricordi? Ecco stamo cosi’ en italia…solo che all’europei era er biscottone qua potemo parla’ der suppostone…ancora nun lo voi capì che er problema nun è se a pillola è rossa o blue ma è de che colore è a supposta e soprattutto de quanti metri ahahahahaha
          Te ce metto pure na bella colonna sonora ar nuovo che avanza(ner senso de nun magnato) :

          https://www.youtube.com/watch?v=7su0RH4yBFE

          • Ivan Stronzoski scrive:

            A France’ tu a Roma devi votaaaa’ scheda nula..a gente deve capi’ che nun c’è sta nessun nuovo che avanza…è er mejo voto perche’ o montiani o obamiani a pasta sempre quella è…artro che democrazia digitale diretta…nun c’è bastaveno e fregnaccie da vecchia politica mo se dovemo beve pure e cazzate de li cazzari da politica fatta col webbe….Vai italianiiii tutti scheda nula nun je famo gonfia er petto a sti gatti e a ste vorpi travestite de santi…

    5. Ivan Stronzoski scrive:

      Ah Sor Francè…a proposito de segnali che l’occhio profano nun coje…te volevo fa na domanna de geografia: in quale stato de li stati uniti d’america se trova a cittadina de Langley? ahahahahahahah

      Direttamente dalla Urloggia “Barack e Burattin” :

      https://www.youtube.com/watch?v=CfXcVjrT4eI

    6. Hiram scrive:

      A Ivan..ma Vattela a pija ‘nder c@@@@

      • Ivan Stronzoski scrive:

        Ahahahahahah :D nun c’hai manco avuto li cojoni de scrive “culo” ahahahahahah :D a Hiram c’ho sai a cazzuola dove t’ha devi mette ? :D ahahahahah

      • Ivan Stronzoski scrive:

        Che figura :D…manco “culo” hai scritto…ha messo e chiocciolette er pupo, che teneroooo :D ….me sa che devi ancora lavora’ molto de regolo artro che maestria ahahahahahah :D

    7. A scrive:

      Mi raccomando non votate scheda bianca

      • Ivan Stronzoski scrive:

        Sul 5stelle Sor Francesco un paio di articoli fa scriveva questo:

        “Anche i partiti cosiddetti “antisistema”, penso in primo luogo ai cinque stelle, sono emanazioni di alchimie preparate in loggia. Luigi Di Maio, nuovo leaderino selezionato dai padroni per mettere in pratica la nota teoria del “Gattopardo”, ha recentemente avuto l’impudenza di dichiarare: “sul caso Renzi/Tv di Stato intervenga l’Europa”. Avete capito? Il Movimento 5 Stelle riconosce alla Ue il ruolo di giudice di ultima istanza, legittimando di fatto le scelte di macelleria sociale messe in piedi negli anni da politici manipolati dai soliti consessi occulti che lavorano a Bruxelles o a Francoforte. Quanti giovani in buona fede votano per i grillini convinti di combattere così facendo il mostro tecnocratico che li tiene in ostaggio? Non è facile riconquistare la libertà. I burattinai sono sempre bravi e pronti nel trovare nuovi maggiordomi disposti a barattare la dignità personale con un briciolo di potere. Il caso Di Maio è paradigmatico rispetto alla grande lungimiranza dei nazisti tecnocratici, uomini scientifici e precisi che non lasciano mai nulla al caso.”

    8. Care/i, certo che disquisire inerente alla fiducia politica da additare ai leghisti, parrebbe un’azzardo, giacché sono quasi 30 anni che camminano sul suo longobardo e personalmente non ho visto, notato nessuna miglioria in merito. Ma per fortuna che c’è Magaldi!
      Lunga vita!

      • Gianluca scrive:

        Dopo aver visto chi appoggia Magaldi negli USA, con chi sta tra Israele e Palestina, e le sue posizioni sul superstato europeo, ho capito che la ricetta è la stessa dei cattivoni tecnocratici… solo con più zucchero. Rinunciare a un progetto anti-democratico come l’UE e che per stare in piedi massacra milioni di persone non se ne parla (prima viene il giocattolo/progetto, poi gli “europei”), stare con la pace e la giustizia rispetto al conflitto Israelo-Palestinese non se ne parla (prima viene Israele), e poi appoggiare la Clinton è proprio un capolavoro. Ormai è chiaro, anche dai fatti di cronaca, che sognare di mettersi di traverso a certi poteri è da folli… e noi possiamo solo sperare di cavarcela, e sperare che in in futuro chi ha fatto del male ne paghi le conseguenze. Dicono che prima o poi qualunque impero è destinato a cadere… travolgendo però tutti, anche il popolo guidato a suon di bastonate e “zucchero”…

    9. Los Squaraquaiados scrive:

      Buenas nocess a tuttos el mundos…somos los hermanos Squaraquaiados del “rito unificato transatlantico negoziale subiliaco con scappellamento radical sciocco a sinistra” e vi comunichiamo che en tema de geopoliticas non sapemos piu’ che raccontar a la gente per incantarlas …non che nuestro hermanos de opuesta fazion, los templarios topolin pluto cazzarios di rito fintobizantino con scappellamente a destra fintorussoide stiano messi meglio eh…ma cercheremo di ritornare a quella pax massonica dei bei tempi…quella che tra un cappuccio e un cornetto…un cornetto e un cappuccio…ci scappava la rissa ma poi tutti hermanos come primas…e i profani? mbe’ i profani a tomarsela por el culo ahahahahhaaha :D

    10. rOsPo-->> semprendoculocipiaccia-o-no... scrive:

      e i profani? mbe’ i profani a tomarsela por el culo ahahahahhaaha :
      —–
      —–

      insomma….ci piaccia o non ci piaccia,volenti o nolenti …SIAM DESTINATI AD ESSERE TUTTI —–>>> FROCIONI…AHHAHAH

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    ELOGIO DELLA RADICALITA’

    Scritto il 23 - giu - 2017

    0 Commenti

    IN DIFESA DI DIEGO...

    Scritto il 22 - giu - 2017

    2 Commenti

    IL PROBLEMA E’ LA...

    Scritto il 21 - giu - 2017

    3 Commenti

    IL PARLAMENTO E’ UN...

    Scritto il 20 - giu - 2017

    0 Commenti

    QUANTO E’ DIFFICILE OGGI...

    Scritto il 18 - giu - 2017

    7 Commenti

    OBAMA E MONTI, TRA...

    Scritto il 10 - feb - 2012

    0 Commenti

    LA CRISI INFINITA EUROPEA...

    Scritto il 7 - mag - 2014

    6 Comment1

    MARIO DRAGHI SANTO SUBITO

    Scritto il 7 - set - 2012

    1 Commento

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.