untitledCome avevamo ampiamente previsto Donald Trump ha vinto la sua battaglia per la conquista della Casa Bianca (clicca per leggere). Ha vinto nonostante gli incessanti attacchi di una stampa completamente asservita e di parte, specchio fedele di un establishment rancoroso e impazzito che ha completamente smarrito il polso della situazione reale. Oggi non perde Hillary Clinton, ennesimo fantoccio nella mani della grande finanza e dei signori della guerra, perde semmai un sistema di potere che nel suo complesso- da Washington a Berlino, da Roma a Seul- si tiene insieme con l’obiettivo preciso di perpetuare e consolidare il potere di una oligarchia assassina che odio il popolo. Il voto di ieri significa molte cose. Innanzitutto significa la definitiva morte dei mezzi di informazione cosiddetti “mainstream”, da tutti oramai avvertiti quali strumenti di semplice e pura propaganda che non hanno nulla a che fare con il pluralismo informativo o la libertà di espressione; in secondo luogo il voto di ieri smaschera definitivamente la mitopoietica narrazione di una America finalmente fuori dalla crisi grazie al coraggio del presidente Obama, mediocre politicante dipinto alla stregua di un redivivo Roosevelt dai soliti servi di regime. Gli Stati Uniti, al pari di tutte le democrazie occidentali governate manu militari dai signori del denaro, conoscono una fase di fortissima involuzione che mette in ginocchio il ceto medio, allarga le povertà, provoca esclusione sociale e risentimenti tra le classi. La crescita economica non c’è, e quand’anche ci fosse finirebbe per favorire i soliti pescecani di Wall Street, veri responsabili di una crisi finanziaria globale poi messa sul conto delle classi subalterne. Ma come può mai reggere un sistema nel quale lo Stato non riesce a garantire a metà della popolazione il soddisfacimento dei bisogni primari, pur sfornando a gettito continuo miliardi di dollari per ripianare i debiti causati dall’ingordigia di alcuni banchieri d’affari che si credono (ed effettivamente sono) al di sopra della legge? Ma come ci si può stupire della vittoria di un outsider come Trump di fronte allo sfacelo creato dai politici orwellianamente definiti “responsabili”? Quale fesso può ancora farsi incantare dalla retorica sull’allargamento dei diritti civili quando i diritti economici e sociali vengono giorno dopo giorno calpestati e umiliati? Una coppia povera, tanto gay quanto etero, soffre in maniera identica i morsi della fame. Inoltre, come se non bastasse, tutti hanno compreso come l’aumento della disperazione dipenda da una precisa scelta politica di una élite globale che intende livellare al ribasso gli stili di vita di una umanità omologata e dolente, governata con pugno di ferro in guanto di velluto da poche centrali finanziari (“i mercati”) issatesi nel nuovo olimpo che ospita alcune divinità pagane di ritorno. Per quanto ci riguarda la vittoria di Trump avrà certamente importanti ripercussioni per l’Italia e per l’Europa, perché la burocrazia nazista che impone l’austerità nel Vecchio Continente e cammina sulle gambe di Mario Draghi e Angela Merkel è oggi priva del suo principale sponsor. Chi può dimenticare i continui endorsement riservati dall’ex presidente Obama a figuri odiosi come Monti, Napolitano e Renzi? Da oggi la vittoria per la libertà e l’indipendenza che i diversi popoli europei stanno da tempo combattendo contro il mostro eurocratico di stanza a Bruxelles diventa più vicina. Non facciamoci però facili illusioni, il cammino è ancora lungo. I soliti noti, ripresisi dallo shock, proveranno a “normalizzare” Trump, annullandone gradualmente la carica rivoluzionaria. Bisogna perciò vigilare e tenere gli occhi bene aperti per impedire che i plutocrati assassini che hanno falcidiato intere generazioni la facciano franca ancora una volta. Donald non faccia prigionieri, prevedendo fin da subito l’instaurazione di un nuovo tribunale di Norimberga che regoli i conti una volta e per tutte con i moderni nazisti tecnocratici così come quello originale li regolò con i nazisti classici. Senza punire severamente l’ingiustizia compiuta non sarà mai possibile aprire una autentica stagione di cambiamento in favore della dignità dell’uomo.

    Francesco Maria Toscano

    9/11/2016

    Categorie: Editoriale

    14 Commenti

    1. rosetta scrive:

      Brexit, Trump….ora tocca a noi votare NO!!!
      Certo, non sarà facile uscire da questa dittatura ma la strada è tracciata.
      La rivoluzione, volente o nolente, è in atto..ne sono più che convinta e questi cambiamenti lo confermano.
      Pensiamo all’Italia adesso!!!
      Al voto subito!!!

    2. Amicus Plato scrive:

      Ragazzi, nel nostro piccolo possiamo dire di aver capito dove va la Storia prima di tanti altri.
      Complimenti a noi.

    3. Amicus Plato scrive:

      Cito:

      “Donald non faccia prigionieri”

      Carthago delenda est. Senza pietà!

    4. Amicus Plato scrive:

      Iniziano le danze.
      Grossi movimenti per i treasuries americani causa, pare, di intense vendite dei cinesi come risposta preventiva alla minacciata imposizione di dazi da parte di Trump.

      http://www.zerohedge.com/news/2016-11-09/china-celebrates-trump-presidency-suddenly-dumping-treasuries

      Come per Berlusconi l’attacco è a colpi di spread.

    5. opsoR (e se fosse l'"ennesima" atroce fregatura ? ) Rospo scrive:

      Ha detto che farà la guerra ai “globalisti” ed a Soros…..mo vogliamo vedere. Un primo passo importante è stato fatto …e non è poco..si son create le condizioni ideali perché in Europa venga buttato giù tutto: Euro, UE (il sistema UE/Euro era pensato e progettato sostanzialmente dagli Americani…mo dovrebbe mancare l’appoggio statunitense…dico :”dovrebbe” ) ..assurde sanzioni alla Russia (che danneggiano l’Europa ), possibile scontro diretto con Putin..etc etc. Va tutto bene.

      Mo ci vogliono i fatti…perché dal dire al fare c’è di mezzo il mare. L’altro giorno..un analista statunitense diceva che una volta conquistata la presidenza..la battaglia vera e la più difficile ..è da iniziare : queste son solo le premesse… e se tradirà ???

      “Quelli hanno un potere enorme ” e non staranno con le mani in mano. Già il vice presidente …è sospetto. è sincero ?? e se lo è: ce la farà???

      • opsoR (e se fosse l'"ennesima" atroce fregatura ? ) Rospo scrive:

        (il sistema UE/Euro era pensato e progettato sostanzialmente dagli Americani…mo dovrebbe mancare l’appoggio statunitense…dico :”dovrebbe” (Rospo )
        —–

        —–
        Trump ha una visione totalmente diversa..quindi sto obbrobrio pensato dalla Cia ..non dovrebbe essere più sostenuto (spero )

        http://vocidallestero.it/2016/06/07/aep-lunione-europea-e-sempre-stata-un-progetto-della-cia/

        • rosetta scrive:

          Tranquillo Rospo…..non avere dubbi…tempo al tempo..abbi fiducia.

          • opsoR (e se fosse l'"ennesima" atroce fregatura ? ) Rospo scrive:

            si d’accordo…..ma questa roba che leggo adesso ?

            http://www.ilgiornale.it/news/mondo/trump-ora-apre-porte-allex-goldman-sachs-steve-mnuchin-1330137.html

            son delle voci….adesso vedremo…ma se nomina sto qua al “Tesoro ” …siamo punto e a capo. E’ proprio necessario nominare uno della Goldman Sachs in una posizione strategica come quella del Tesoro ???….la Goldman Sachs che rappresenta per eccellenza proprio quell’establishment che vuol combattere ??? Nella UE ..quasi tutti i tecnocrati che stanno distruggendo sistematicamente la “Vera Europa ” (la UE ne è la negazione ) vengono dalla Goldman Sachs…

          • opsoR (e se fosse l'"ennesima" atroce fregatura ? ) Rospo scrive:

            e questo :

            http://www.libreidee.org/2016/11/fabbrico-lallarme-antrace-ora-pence-controllera-trump/

            evidenzio:

            —->>>«I media occidentali sono talmente ingolfati nel seguire l’altalenante vicenda di Donald Trump, che si sono dimenticati di dare un’occhiata da vicino al suo vicepresidente nominato, cioè Mike Pence».

            —->>>Pence «è molto di più di un semplice politico conservatore». In realtà è «un “attack dog” di primissimo livello dei neocons, mascherato da perbenista praticante». Ricordate la pagliacciata della fialetta all’antrace agitata all’Onu da Colin Powell per fabbricare prove contro Saddam? Era opera sua, di Mike Pence. L’uomo che ora è stato messo “in marcatura” su Trump, nel caso dovesse battere Hillary.

            —>>>fu proprio Mike Pence a guidare la propaganda mediatica che cercava di far ricadere su Saddam Hussein le colpe per la diffusione dell’antrace».

            —->>>Oggi, cioè 15 anni dopo, ecco che Pence ricompare. Dove? Accanto a Trump, all’indomani della sua inattesa vittoria alle primarie repubblicane. «Dopo aver provato in tutti i modi a fermarlo, evidentemente, gli stessi repubblicani devono aver pensato che la soluzione migliore, in caso di una sua elezione alla Casa Bianca, fosse di mettergli accanto un personaggio fidato, come appunto Mike Pence»,

            —->>>Nel primo scenario il buon Donald verrebbe docilmente guidato dal silenzioso Pence a continuare la politica espansionistica degli Stati Uniti, esattamente come il buon George Bush venne docilmente guidato dal silenzioso Dick Cheney all’invasione militare di Afghanistan e Iraq, 15 anni fa. Nel secondo scenario, invece, Trump – se non dovesse per caso “recepire” i buoni consigli di Pence – avrà prima o poi un brutto incidente, che lo toglierà di mezzo definitivamente, o che gli impedirà comunque di continuare a fare il presidente. E così, in un caso come nell’altro, saranno stati nuovamente i neocons a riprendere il controllo dell’America».

            —–
            —–

            Rospo: gia diverse settimane fa…ho letto di Brezinsky…che ha modificato le strategie globaliste espresse nel suo famoso libro : La Grande Scacchiera …

            Riconosce che non funzionano e che bisogna cambiare—->> e propone un nuovo quadro …che si attaglia perfettamente all’impostazione geopolitica internazionale del Trump..

            morale: si stanno già adattando alla nuova situazione che si sta delineando..il Trump è suscettibile di essere “triturato ” da quella macchina potente e rischia di diventare un vacuo “ribelle” utile idiota …lo stanno o stanno tentando di “avvolgerlo” nel loro meccanismo già da adesso …(salvo non ci sia stata una “strizzatina ” d’occhio…del tipo: io vado al potere…poi strada facendo vediamo di metterci d’accordo —->>> se risponde al vero cio che ho letto e postato .. le premesse ci “potrebbero esser” tutte…)

            • opsoR (e se fosse l'"ennesima" atroce fregatura ? ) Rospo scrive:

              Qui Mike Pence..nel 2001 .che fa un comunicato pubblico …contro gli autori delle lettere postali contenenti antrace.

              https://www.youtube.com/watch?v=u-bpLtrYmM0

              Era un stratagemma per giustificare ulteriormente l’attacco a Saddam Hussein ?? cioè la solita “false flag” ?? credo di si….

              Mike Pence ..era in buona fede ?? non lo so…..una cosa è certa : con questi argomenti si son creati un alibi dinanzi all’opinione pubblica per far il macello che hanno fatto in Irak…

              oggi il Mike Pence è vicepresidente degli Stati Uniti.

              • rosetta scrive:

                Ho letto….comunque sia dobbiamo attendere e sperare che non sia il solito giochino trasformista dei grembiulini di turno.

    6. Renato Protti Miracca scrive:

      Condivido il finale: NIENTE PRIGIONIERI E ALTRESI’ REQUISIRE I CAPITALI!

      Lunga vita

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    LETTERA APERTA AL MINISTRO...

    Scritto il 27 - apr - 2017

    1 Commento

    LA SUGGESTIONE TRAVOLGE LA...

    Scritto il 26 - apr - 2017

    1 Commento

    MACRON E’ IL FIGLIOCCIO...

    Scritto il 24 - apr - 2017

    5 Commenti

    I VERI NAZISTI STANNO...

    Scritto il 23 - apr - 2017

    0 Commenti

    BASTONE E MANIPOLAZIONE SONO...

    Scritto il 22 - apr - 2017

    0 Commenti

    RIGA 2015 COME MONACO...

    Scritto il 27 - apr - 2015

    14 Comment1

    PERCHE’ NON HA PIU’...

    Scritto il 25 - apr - 2013

    6 Comment1

    I PANNI SPORCHI DELLA...

    Scritto il 5 - gen - 2014

    1 Commento

    PENSIONI, CHI HA FATTO...

    Scritto il 9 - apr - 2015

    5 Comment1

    LA SCOMPARSA DEI PARTITI

    Scritto il 18 - feb - 2014

    1 Commento

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.