DITTATURA FINANZIARIAL’Italia non è più una democrazia ma una vera e propria dittatura, imposta dai fantomatici “mercati finanziari” grazie al sostegno complice di una classe politica interna corrotta e trasversale che ha svenduto l’interesse nazionale ad un manipolo di plutocrati e oligarchi che odiano la gente per indole e per istinto. Questa, in estrema sintesi, è la tesi che articolo nel mio ultimo libro- “Dittatura Finanziaria”- pubblicato con “Uno” editori. Il libro sta già riscuotendo un buon successo di vendite, ma io mi auguro che i ragionamenti contenuti nel lavoro in oggetto possano essere conosciuti e valutati da quante più persone possibili, al fine di agevolare la costruzione di una nuova coscienza critica di massa che- dopo avere demistificato le falsità insite nel racconto prevalente per come veicolate dal “mainstream”- sappia e possa imporre nuovi e migliori paradigmi. Per ottenere questo risultato ho bisogno però anche del vostro aiuto, dell’aiuto cioè dei tanti lettori de “Il Moralista” che in questi anni hanno visitato e arricchito le pagine di questo blog. “Il Moralista” non è solo uno spazio virtuale ma è anche e soprattutto una comunità, fatta di uomini e donne che condividono la stessa passione per la giustizia e la verità, da troppo tempo tradite da classi dirigenti etero-dirette dall’esterno che hanno perduto il senso del limite e del pudore. Io credo che “Dittatura Finanziaria” possa rappresentare un ottimo strumento culturale e concettuale per migliorare la qualità della nostra attuale “Resistenza” contro un nemico fortissimo, ricco, coordinato e violento, un nemico- riassunto nell’immagine del “nazismo tecnocratico”- che domina proprio perché esperto nell’arte della dissimulazione e del raggiro, ben spalleggiato da un sistema mediatico prevalente che di continuo bastona gli oppositori magnificando al contempo le gesta dei padroni. Vi chiedo perciò di acquistare, leggere, regalare e far conoscere le tesi contenute nel mio libro, scritto con uno stile volutamente divulgativo, in grado perciò di rendere semplice l’assorbimento di fenomeni obiettivamente intricati e complessi. E vi chiedo pure di aiutarmi ad aprire una discussione sul punto nel Paese, perlomeno a beneficio di quella parte crescente di Paese reale che si informa in rete, dando per scontato che il “mainstream” di certo non ci dedicherà un briciolo di attenzione. Spero anche di ricevere critiche nel merito, capaci di indicarmi eventuali ambiti di ulteriore approfondimento da mettere  a frutto nel prossimo futuro. Il libro che ho appena pubblicato è stato scritto con l’intento di servire solo la verità, non quella “assoluta” naturalmente che non è mai appannaggio degli uomini, ma quella che la mia coscienza in piena libertà mi ha indicato. Voglio infine ringraziare l’amico Diego Fusaro autore di una bellissima prefazione che impreziosisce il tutto, e l’amica Enrica Perucchietti, giornalista e scrittrice acuta e profonda che ha scritto parole generose e importanti che mi hanno oltremodo gratificato. A breve inizierò un tour di presentazioni del libro in tutta Italia (e anche all’estero se qualcuno mi inviterà, magari a partire dalla Grecia…), indicando di volta in volta a beneficio dei lettori luoghi e date degli eventi. Questo sforzo, sia chiaro, non è funzionale né al rafforzamento del mio ego (già purtroppo ipertrofico di suo) né delle mie tasche (quasi mai un autore si arricchisce scrivendo libri), ma ambisce in prospettiva a rendere più solidi e attrezzati quei movimenti culturali e politici cosiddetti “antisistema”, che, pur avendo intuito la natura perversa e luciferina dell’attuale Unione Europea, non sono ancora in grado di proporre una lettura alternativa della realtà che non scada nella sterile demagogia pauperista cara ai grillini o nel pressapochismo chiassoso di alcun pezzi della Lega Nord di Salvini. Una volta arrivati nelle stanze del potere Salvini e Di Maio potranno anche decidere di tradire le aspettative popolari per servire, esattamente come i lori predecessori, gli interessi della grande finanza speculatrice imbevuta di mondialismo massonico. Ma non è questa evenienza che deve spaventarci. Nessun popolo può essere certo di eleggere personaggi che mai saranno avvicinati e corrotti dalle élite. L’importante è che quello stesso popolo possegga gli strumenti per riconoscere e denunciare in tempi rapidissimi gli eventuali traditori. In questo senso “Dittatura Finanziaria” è una bussola, indispensabile per navigare con cognizione di causa anche quando il mare è in tempesta.

    P.s. Clicca per acquistare “Dittatura Finanziaria

    Francesco Maria Toscano

    30/03/2018

    Categorie: Cultura

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    BASTA GIOCARE IN DIFESA....

    Scritto il 3 - ott - 2018

    4 Commenti

    E’ ORA DI TIRARE...

    Scritto il 2 - ott - 2018

    2 Commenti

    MENTIRE SEMPRE, COMUNQUE E...

    Scritto il 29 - set - 2018

    1 Commento

    ANCHE SE IL LIVELLO...

    Scritto il 28 - set - 2018

    0 Commenti

    L’OPPOSIZIONE AL GOVERNO LA...

    Scritto il 21 - set - 2018

    0 Commenti

    LA TRAGEDIA DI UN...

    Scritto il 12 - nov - 2011

    0 Commenti

    PERCHE’ IDA MAGLI NON...

    Scritto il 28 - dic - 2014

    17 Comment1

    PARISE E IL MIO...

    Scritto il 10 - gen - 2014

    2 Comment1

    L’ASSOCIAZIONE “NEW DEAL PER...

    Scritto il 15 - nov - 2014

    4 Comment1

    AL FIANCO DI ALEXIS...

    Scritto il 30 - giu - 2015

    19 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.