BlairLo scriteriato attacco alla Siria disposto da Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna si è consumato chiaramente sulla base di un ridicolo pretesto, con ogni probabilità orchestrato dai soliti “servizietti segreti” per come ampiamente previsto dal capo di Stato Maggiore delle forze russe Valery Gerasimov in una “profetica” intervista del 13 Marzo 2018 (clicca per ascoltare). Scrive Huntington nel suo famosissimo “Lo Scontro delle Civiltà” che l’informazione in occidente è di fatto pilotata da quattro grandi agenzie, due europee e due americane. Queste agenzie, che vantano strettissimi contatti con il mondo dell’intelligence, condizionano il flusso complessivo delle notizie, avvelenando la fonte dalla quale tutti i media giocoforza si abbeverano. Per cui la scientifica divulgazione di “fake news”- spesso funzionali alla stabilizzazione di un potere sovente bugiardo e perverso- non è frutto di un “complotto”, quanto il risultato di una lucida e furba impalcatura che consente a pochi maramaldi di “prendere per il naso” (per non dire peggio) tanti ingenuotti. Molti giornalisti (o meglio: impiegati della notizia), infatti, vuoi per pigrizia vuoi per quieto vivere, si limitano a rilanciare in pagina il taglio delle informazioni “cucinato” per tempo da colossi come “Reuters”, “France Press”, “Ansa” e “Associated Press”, veri e riservati strumenti di “formazione del pensiero prevalente”. Fino all’avvento di internet era pressoché impossibile demistificare le condotte fraudolente elaborate da questi circuiti che ricordano la “Spectre”, in grado di costruire ed imporre una “verità” che i cittadini avrebbero dovuto infine- in mancanza di serie e credibili controdeduzioni- giocoforza ingurgitare. Ripensando oggi alle pacchiane e volgari menzogne che hanno consentito ad un manipolo di invasati “neocon” di dichiarare nel recente passato guerre ingiustificate e crudeli a Paesi come l’Iraq e l’Afghanistan viene semplicemente da inorridire. Questo significa che è fortunatamente aumentata la consapevolezza collettiva circa la reale natura di un potere globale che da decenni mente per indole e costituzione,  approfittando della condizione di oggettiva minorità di masse volutamente tenute in una condizione di “beata incoscienza”, ora finalmente scossa e infranta dal potente avanzare di una informazione “orizzontale” che, esprimendosi in rete, non può essere facilmente manipolata. Così si spiega il crescente odio delle classi dirigenti contro i “colossi del web”, già indicati come bersagli da colpire dal famigerato George Soros. Capire è importante ma non è ancora sufficiente. Oggi May e Macron possono impunemente continuare a bombardare Paesi sovrani e a raggirare le rispettive pubbliche opinioni cavalcando casi inventati di sana pianta- come quello riguardante il presunto avvelenamento della spia doppiogiochista russa Skipral o delle armi chimiche di Assad-solo perché i farabutti che li hanno preceduti non sono stati puniti per i crimini contro l’umanità oggettivamente commessi. Tony Blair ad esempio, per come dipinto dalla “Commissione Chilcot”, può essere legittimamente definito un criminale di guerra che, anziché stare rinchiuso in qualche galera per come disposto da un Tribunale Internazionale libero e serio, continua imperterrito a dare lezioni di “geopolitica” in giro per il mondo. Quando il potere è “irresponsabile”, quando cioè non paga mai neppure se palesemente scoperto e pubblicamente denunciato, la tragedia è sempre dietro l’angolo. Il mondo cosiddetto “libero”- per continuare ad esserlo- trovi perciò immediatamente la forza e il coraggio di processare le sue perfide élite.

    P.s. Clicca per acquistare il mio ultimo libro “Dittatura Finanziaria

    Francesco Maria Toscano

    18/04/2018

    Categorie: Esteri

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    ARCHIVIARE LA DEMOCRAZIA E’...

    Scritto il 22 - mag - 2018

    1 Commento

    IL GIORNALISMO ITALIANO E’...

    Scritto il 21 - mag - 2018

    1 Commento

    IL NUOVO PARLAMENTO VARI...

    Scritto il 17 - mag - 2018

    0 Commenti

    LA STAFFETTA FRA DI...

    Scritto il 16 - mag - 2018

    0 Commenti

    IL MOVIMENTO 5 STELLE...

    Scritto il 15 - mag - 2018

    2 Commenti

    LA SCOMPARSA DEI PARTITI

    Scritto il 18 - feb - 2014

    1 Commento

    UN EXTRATERRESTRE A ROMA

    Scritto il 18 - gen - 2014

    7 Comment1

    PER CAMUSSO RENZI E’...

    Scritto il 29 - ott - 2014

    2 Comment1

    QUALCUNO DICA A CAZZULLO...

    Scritto il 7 - gen - 2014

    5 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.