MONTI DRAGHIOramai i giochi sono chiari. Da un lato ci sono Di Maio e Salvini che provano per adesso a non tradire il desiderio di discontinuità manifestato nell’urna dal popolo italiano; dall’altro c’è il Presidente Mattarella che in nome e per conto delle oligarchie europee tenta di soffocare qualsiasi ipotesi di reale cambiamento. Come ha oggi brillantemente ricordato il leader della Lega “l’alternanza fra destra e sinistra non esiste più, lo scontro è fra il popolo e la élite”. Questa sintesi, ora metabolizzata in profondità anche da pezzi importanti del mondo politico, è il frutto di un lungo lavoro culturale che ha visto in alcuni solidi pensatori transalpini come De Benoist e Michéa dei sicuri avanguardisti. Di Maio e Salvini hanno ieri trovato una sintesi intorno al nome di Giuseppe Conte, professore di diritto a digiuno di politica. Continuo a ritenere che sarebbe stato più opportuno che il capo dei pentastellati, partito di maggioranza relativa, assumesse direttamente il compito di fare il Presidente del Consiglio, lasciando alla Lega la responsabilità di occupare il Ministero più importante, quello dell’Economia. Proprio la possibilità che il prossimo inquilino di via XX Settembre non sia un burattino di quelli che Federico Caffe’ chiamava gli “incappucciati della finanza”, bensì un uomo dalle forti convinzioni e dall’indiscusso prestigio come Paolo Savona, sta mandando evidentemente in fibrillazione i soliti “poteri marci”. La stampa è scatenata, lavorando da ore in strettissimo contatto con i settori più deviati dei nostri servizi segreti per sporcare sul nascere l’immagine del premier designato. Fino ad ora queste immani fatiche hanno prodotto una supposta amicizia di Conte con Boschi e Verdini, un curriculum presuntivamente “allungato” e poco più. Ma pare che a breve le barbe finte incaricate dai nostri democratici giornalisti consegneranno il dossier riguardante l’infanzia di Conte, autore secondo fonti non confermate di una proditoria pernacchia all’indirizzo del suo professore di educazione fisica al tempo in cui faceva il quarto ginnasio. Chissà se tale circostanza indurrà il notoriamente “riflessivo” Mattarella a prendersi altro tempo per decidere. A parte gli scherzi, questo ossessivo e preventivo accanimento contro Conte da parte di un sistema mediatico che ha ricoperto di bava pessimi figuri come Mario Monti e Mario Draghi ce lo rende inerzialmente simpatico, perché testimonia la sostanziale estraneità di Conte rispetto ai circuiti più tenebrosi del potere massonico italiano, quelli che utilizzano impunemente e da troppo tempo i giornali come un randello per ricattare, minacciare e mandare obliqui messaggi. Chiaramente, molto più di Conte, i nazisti tecnocratici che guidano la Ue e i rispettivi ascari italiani sono terrorizzati dall’eventualità di ritrovarsi il professor Savona al ministero dell’Economia. Quest’ultimo, che ben conosce la cifra “profana ed esoterica” dei personaggi che guidano questo mostro di Europa, ha spiegato pubblicamente e a più riprese la natura feroce della attuale supremazia tedesca nel Vecchio Continente, riproposizione in sala finanziaria del tentativo egemonico di stampo militare fallito da Hitler durante la seconda guerra mondiale. Non so come finirà, in ogni caso si è aperta una fase molto interessante che vede le presunte élite decisamente in difficoltà. Gli illuminati di Francoforte e Bruxelles sono ancora in tempo a non “varcare il Rubicone”. Il punto di non ritorno è vicino e, anche se forse non ne sono del tutto consapevoli, questa volta troppi “sapientoni” rischiano di farsi male. Molto male.

    Francesco Maria Toscano

    22/05/2018

    Categorie: Editoriale

    Un commento

    1. Nouvelle Droit Cuisine scrive:

      De Benoist chi,l’amico di dugin? Andiamo bene,non ci facciamo mancare niente in Italia :D :D :D

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    BASTA GIOCARE IN DIFESA....

    Scritto il 3 - ott - 2018

    4 Commenti

    E’ ORA DI TIRARE...

    Scritto il 2 - ott - 2018

    2 Commenti

    MENTIRE SEMPRE, COMUNQUE E...

    Scritto il 29 - set - 2018

    1 Commento

    ANCHE SE IL LIVELLO...

    Scritto il 28 - set - 2018

    0 Commenti

    L’OPPOSIZIONE AL GOVERNO LA...

    Scritto il 21 - set - 2018

    0 Commenti

    CHE COSA E’ CAMBIATO?

    Scritto il 29 - giu - 2011

    1 Commento

    L’UNICO FASCISMO VIVO E...

    Scritto il 15 - feb - 2018

    15 Comment1

    LA MEMORIA CORTA DEGLI...

    Scritto il 3 - mar - 2015

    7 Comment1

    LA PADANIA ESISTE (GRAZIE...

    Scritto il 3 - lug - 2012

    0 Commenti

    L’ISIS E’ UN MOSTRO...

    Scritto il 25 - nov - 2015

    76 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.