L’INCENDIO DI ODESSA E LA STAMPA ITALIANA

    Vediamo i lenzuoli sui corpi di decine di persone, nelle videoriprese di Odessa, in Ucraina. Lì è in atto un pogrom antirusso in pieno XXI secolo, con lancio di molotov, granate artigianali, assedi, bastonature. Squadre nazistoidi di Pravy Sektor (“Settore Destro”), protette e inquadrate anche nel resto del Paese da una giunta insediatasi dopo aver allontanato con la violenza un presidente eletto regolarmente, stanno devastando i luoghi di aggregazione sociale e politica – ossia   Leggi tutto ...

    LA FAVOLA DELL’EURO: “BOULEVARD OF BROKEN DREAMS”

    Sono ormai passati 5 anni dalla scoppio della crisi finanziaria che ha sconvolto il mondo e che ha travolto le economie più avanzate, dimostrando quanto fragile fosse il periodo di crescita che l’occidente stava vivendo e facendo emergere tutte le contraddizioni del sistema economico e sociale in cui viviamo. L’Europa è al centro di questa “tempesta perfetta”. I paesi facenti parte dell’Unione Monetaria Europea (UME), in particolare, sono quelli che   Leggi tutto ...

    A COSA SERVE RICONQUISTARE LA LIRA PER CONSEGNARLA A CHI NON SAPREBBE COSA FARSENE?

    Molte persone intelligenti continuano a confondere il fine con i mezzi. Il progressivo aumento delle disuguaglianze, la sostanziale schiavizzazione dei ceti medi e proletari, nonché l’instaurazione di un modello di governance autoritario e antidemocratico, rappresentano alcuni degli obiettivi concreti che i massoni reazionari ora al potere perseguono. L’euro, invece, moneta senza Stato controllata da una banca centrale che serve occultamente interessi privati, è soltanto un mezzo. Per questo è importante   Leggi tutto ...

    PERFIDIA-ULTIMA PUNTATA

                    Segnala presso:

    QUEL FILO SOTTILE CHE PARTE DA GELLI E ARRIVA FINO A RENZI

    In questi giorni molti hanno denunciato l’impianto “piduistico” delle riforme messe in cantiere da Renzi.  Alcuni, come il fine giurista Zagrebelsky, in maniera “felpata” (clicca per leggere), altri, alla Beppe Grillo per capirci, con modi decisamente più spicci (clicca per leggere). Ora, tutti quelli che hanno letto tanto le proposte di Renzi quanto il piano di Rinascita Democratica di Licio Gelli, non potranno fare finta di non cogliere le straordinarie   Leggi tutto ...

    AI TEDESCHI NON BISOGNA RIMPROVERARE L’OLOCAUSTO EBRAICO DEL PASSATO. MA QUELLO GRECO DEL PRESENTE

    Ha fatto molto rumore la battuta di Berlusconi sui tedeschi che “non ammettono l’esistenza dei lager durante il periodo nazista”.  Ora, a prescindere dalla veridicità o meno di una simile affermazione, la vera questione è a mio avviso un’altra: perché rinfacciare ai tedeschi i crimini del passato, glissando invece su quelli del presente? Perché lo sterminio odierno del popoli mediterranei, greci in testa, vale meno dell’Olocausto ebraico? Non sarebbe più   Leggi tutto ...

    GRILLO EDUCHI I SUOI SEGUACI AL PENSIERO CRITICO. “CREDERE, OBBEDIRE, COMBATTERE” HA FATTO IL SUO TEMPO

    Devo riconoscere che parlare a chi non vuol sentire è prassi molto frustrante. Ma non mi arrendo. A tutti quelli che in questi giorni continuano a vomitare insulti sul blog per difendere la purezza del Movimento 5 Stelle chiedo di uscire dai cliché e ragionare da uomini liberi. Dovete sapere che esistono due livelli di potere. Uno, visibile, popolato da figure come Renzi ed Alfano che sembrano contare qualcosa ma   Leggi tutto ...

    L’EMISSIONE DI TITOLI DI STATO NON FINANZIA LA SPESA PUBBLICA

    In un articolo di qualche tempo fa abbiamo analizzato perché non ha senso accusare il debito pubblico elevato del nostro paese come causa della crisi economica (clicca per leggere). La nostra argomentazione si divideva in due parti: il debito è il motore del capitalismo, permette l’avvio del processo produttivo e senza di esso non ci sarebbe crescita; per capire se un debito è sostenibile è necessario considerare il reddito che lo   Leggi tutto ...

    LA MISERIA NON E’ CONSEGUENZA DEGLI SPRECHI MA DELLA VOLONTA’ SADICA DI FIGURI ALLA MARIO DRAGHI. I GRILLINI RIFLETTANO

    Oggi Repubblica, nel tentativo pacchiano di screditare il Movimento 5 Stelle,  si è involontariamente coperta di ridicolo. Il giornale di De Benedetti, quello dell’Olivetti per intenderci, ha pubblicato un finto scoop per dimostrare come gli inserzionisti paghino per fare pubblicità sul blog di Beppe Grillo (clicca per leggere). Una notizia sconvolgente, non c’è che dire. Ezio Mauro ha davvero toccato il fondo. I partiti tradizionali, con giornalisti di completamento al seguito,   Leggi tutto ...

    BRANCACCIO: “IL JOBS ACT? PEGGIO DELLA RIFORMA FORNERO”

    La bocciatura del Jobs Act è sonora. Emiliano Brancaccio, docente all’Università del Sannio e promotore del “monito degli economisti” contro le politiche europee di austerity, è netto: “Negli ultimi vent’anni abbiamo assistito a un progressivo smantellamento delle tutele del lavoro. Il provvedimento del governo Renzi è il sequel di un film già mandato in onda tante volte. Non intravedo svolte di politica economica”. Eppure i centristi capeggiati dal ministro Angelino   Leggi tutto ...

    IL RUOLO DEI ROCKEFELLER DALLA STRAGE DEL COLORADO FINO AI GIORNI NOSTRI

    La disoccupazione dilaga, le famiglie senza reddito alcuno si moltiplicano, mentre quel farabutto di Renzi fa finta di occuparsi della povera gente varando un provvedimento inutile e deleterio come il Jobs Act. Al di là delle finte minacce del vice-Dudù Angelino Alfano, patetico nell’alzare la voce nella speranza che qualcuno si accorga della sua esistenza, le idee del governo in tema di lavoro sono letteralmente assurde, antistoriche e ipocrite. Da   Leggi tutto ...

    LA RETE DOVREBBE POTERSI ESPRIMERE SULL’ESPULSIONE DI GIANROBERTO CASALEGGIO

    L’articolo pubblicato ieri, destinato a sottolineare le troppe bestialità proposte da Casaleggio in una intervista per il Fatto Quotidiano, ha fatto molto discutere (clicca per leggere). A parte qualche commento screanzato, vergato da sporadici quadrupedi in cerca d’autore, molti lettori del blog hanno avanzato legittimi dubbi e sottili distinguo. Come sanno i visitatori più “anziani”, il Moralista è uno spazio volterriano e socratico che crede nella forza del ragionamento e   Leggi tutto ...

    IL MOVIMENTO 5 STELLE E’ ORA UFFICIALMENTE INVOTABILE. CASALEGGIO HA GETTATO LA MASCHERA

    Fino ad oggi, pur nella piena consapevolezza di tutti i limiti e le ambiguità  che caratterizzano il Movimento 5 Stelle, avevo invitato i miei lettori a votare (con il naso turato) per i pentastellati in vista delle prossime elezioni europee (clicca per leggere). Dopo avere letto sul blog di Grillo un pezzo demenziale, a firma Guido Maria Brera (clicca per leggere),  avevo confermato il precedente endorsement con lo stesso entusiasmo   Leggi tutto ...

    80 EURO IN BUSTA PAGA. I TWEET CI SONO, MA IL DECRETO DOV’E'?

    Per avere un’idea più precisa delle misure varate dal governo “per la competitività e la giustizia sociale” (gli 80 euro) sono andato sul sito del Governo, pensando di trovare il testo del decreto approvato dal Consiglio dei Ministri. Non l’ho trovato. Sulla home, in alto e in bella mostra, si trovano i Tweet, gli hashtag, le slide e i video della conferenza del premier, ma del decreto nemmeno l’ombra. Visto che c’ero,   Leggi tutto ...

    PERFIDIA-ULTIMA PUNTATA

    Segnala presso:

    NAPOLITANO HA RIDOTTO L’ITALIA A CUMULO DI MACERIE

    Le vittorie hanno molti padri mentre le tragedie sono sempre orfane. L’Italia è annichilita, stanca, impoverita e afflitta, tenuta in ostaggio da un demagogo da strapazzo come Renzi, pervaso dal desiderio di accaparrarsi ciò che resta di questo povero Paese vilipeso e crocifisso. Gli uomini potenti sono sempre saggi, lungimiranti e luminosi; mentre il popolino schiacciato che non riconosce la validità delle ricette imposte dagli aguzzini di Bruxelles è populista,   Leggi tutto ...

    LE “CONVERGENZE PARALLELE” FRA GOD E IL MORALISTA

    Stimolati da un mio articolo sulla Russia e dintorni (clicca per leggere), i Fratelli di Grande Oriente Democratico hanno vergato un ottimo pezzo (clicca per leggere) volto ad arricchire il pubblico dibattito intorno a questioni destinate a condizionare il futuro prossimo dell’Europa e del mondo intero. Pochi sfuggono alle manovre depistanti del mainstream, abile nel costringere l’elettorato a dibattere di argomenti secondari o pacchiani come la casta, la burocrazia e   Leggi tutto ...

    IL GIOCO DELLE TRE CARTE

    Una nube di ottimismo circonda l’annuncio del Documento Economico e Finanziario (Def) presentato dal premier Matteo Renzi e dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, con il quale il nuovo governo si appresta a valutare l’impatto delle proprie riforme sugli andamenti economici futuri del Paese. Per quest’anno si prevede, secondo il Def, una crescita del Pil dello 0,8%, che dal prossimo anno diviene addirittura dell’1,3% per poi aumentare ancora negli anni   Leggi tutto ...

    IL CAZZARO DEL GIORNO: GUIDO MARIA BRERA PER IL BLOG DI PEPPECRILLO

    Tutti i farisei della carta stampata si sono stracciati le vesti solo perché Grillo ha scritto, in versi, una solare verità: l’Italia è chiaramente ostaggio di una classe dirigente piduista che persegue scopi nazisti. Tutti i suicidi, i casi di depressione e di autolesionismo, cresciuti in maniera esponenziale con l’incrudelirsi delle politiche di austerità, sono responsabilità diretta di una politica fattasi manganello al servizio di una genia occulta e perversa   Leggi tutto ...

    LA RUSSIA DI PUTIN E IL “PEZZO MANCANTE”

    La crisi ucraina diventa ogni giorno più complessa. Dopo avere annesso la Crimea, regione storicamente russa “regalata” all’Ucraina dall’ex presidente sovietico Krusciov, Putin continua ad esercitare una certa pressione sul fragile governo di Kiev nato sull’onda delle proteste (etero- dirette?)  di piazza Maidan. La cacciata di Yanukovich, premier imbelle ma eletto con metodo democratico, ha destabilizzato l’intera regione, rinverdendo al contempo le ambizioni di una Russia mai del tutto rassegnatasi   Leggi tutto ...

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    MONTE PASCHI E MORGAN...

    Scritto il 4 - mar - 2015

    27 Commenti

    LA MEMORIA CORTA DEGLI...

    Scritto il 3 - mar - 2015

    6 Commenti

    IL MOVIMENTO ROOSEVELT ROMPE...

    Scritto il 2 - mar - 2015

    60 Commenti

    SYRIZA PROMUOVA UNA COMMISSIONE...

    Scritto il 26 - feb - 2015

    10 Commenti

    CELENTANO E I SOLITI...

    Scritto il 19 - feb - 2012

    0 Commenti

    LA VERSIONE DI AMOROSO:...

    Scritto il 29 - ago - 2013

    4 Comment1

    IL RINASCIMENTO SPIRA DALLA...

    Scritto il 24 - mar - 2012

    2 Comment1

    CHI HA PAURA DEL...

    Scritto il 1 - nov - 2013

    3 Comment1

    ORSOLA FALLARA, FRANCO ZOCCALI...

    Scritto il 11 - nov - 2011

    0 Commenti

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.