LA COSTITUZIONE VA APPLICATA, NON SMANTELLATA

    Il disegno perverso delle élite reazionarie al potere non potrà dirsi  completo fino al definitivo smantellamento della Costituzione. Nata all’indomani della caduta del fascismo, la nostra Carta fondamentale è infatti un inno alla libertà e all’uguaglianza. Dopo aver letto alcuni dei principi cardine, non è difficile comprendere le ragioni che inducono alcuni colossi speculativi come Jp Morgan (clicca per leggere), per il tramite di politicanti servili e infingardi come Matteo   Leggi tutto ...

    UNGHERIA, IL PAESE DEI FALSI MIRACOLI ECONOMICI

    Oggi gli ungheresi saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo parlamento. Saranno le prime elezioni generali da quando è entrata in vigore la nuova costituzione. L’Ungheria è da qualche anno nel mirino della stampa internazionale per le virate autoritarie del governo in carica e queste elezioni, che si svolgeranno con una nuova legge elettorale sfacciatamente confezionata sulle esigenze del partito al potere, risentiranno anche degli strombazzi governativi sullo stato   Leggi tutto ...

    L’EPIDEMIA

    E’ ufficiale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha certificato che la maggioranza degli Italiani è affetta da due patologie devastanti e al momento senza alcun rimedio di tipo farmacologico o finanche chirurgico: la Stoltezza Degenerativa e la Sindrome Cronica del Tifoso. La prima, la Stoltezza Degenerativa, è provocata da un virus che risiede stabilmente nella popolazione della penisola, isole comprese e, tra gli altri sintomi, spinge il malato a ripetere inconsciamente i   Leggi tutto ...

    CHI SONO E COSA VOGLIONO DA ME I FANTOMATICI MERCATI?

    La tragedia attuale, quella che condanna milioni di persone in carne ed ossa ad una vita di stenti ed inquietudini, viaggia sulle ali di un dogma di fede che tutti i peggiori lestofanti  in forza al mainstream ripetono in coro (e a pagamento): i mercati non capirebbero. Prima di approfondire l’effettivo grado di empatia che i suddetti mercati provano nei confronti dei comuni mortali, sarebbe forse il caso di sciogliere   Leggi tutto ...

    2084: UE, ROOM 101

    (Nel mondialismo liberale, delle libertà negative, il diverso è supplementare. Nell’universalismo socialdemocratico, delle libertà positive, le diversità sono complementari. R.R.R.1) Perché si esclude che l’Europa possa evolvere in senso democratico sulla base di un processo finalisticamente identico a quello che ha portato alla unità d’Italia. Scienze sociali: l’analisi idealistica della realtà può essere considerata una proposizione in se stessa antinomica? Può essere intesa come un pericoloso vizio di precomprensione dei   Leggi tutto ...

    LA DITTATURA PROSSIMA VENTURA

    Volete sapere la ragione per cui le riforme del Senato e della legge elettorale vengono prima di tutto? Qualcuno si stupisce che il governo Renzi, in questa situazione economica tragica e in via di peggioramento, dia priorità alla riforma del Senato e della legge elettorale. La spiegazione dell’apparente incongruità è chiara. Io credo. Renzi è stato scelto. E lo è stato non certo per dimostrate capacità. Lo è stato per   Leggi tutto ...

    RENZI HA LETTO CON ATTENZIONE IL “PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA” DI LICIO GELLI

    Non molti hanno ancora ben capito quello che sta accadendo. I media di regime raccontano il protrarsi di una crisi infinita scoppiata anni fa come improvviso focolaio negli Stati Uniti d’America. Crisi tuttora dilagante nonostante i luminosi sforzi esperiti da eroi moderni alla Mario Draghi, venerabile maestro che guida con fare sicuro la nave Europa nel bel mezzo di una devastante tempesta. Tutte cazzate. L’aumento della disoccupazione, della povertà e   Leggi tutto ...

    RISPOSTE FALSE A PROBLEMI VERI. IL METODO RENZI SBARCA IN FRANCIA

    “Signore, dammi la forza di cambiare le cose che vanno cambiate e di conservare quelle che vanno conservate. Ma soprattutto, concedimi la saggezza di distinguere le prime dalle seconde”. Temo che Matteo Renzi non abbia mai letto nulla di Tommaso Moro, pregiato autore de “L’Utopia”. Altrimenti, anziché ammorbare gli italiani con proposte da avanspettacolo, il Rottamatore  affronterebbe con decisione il galoppante dramma della disoccupazione (clicca per leggere). Renzi invece, assorbendo   Leggi tutto ...

    LE QUATTRO FASI DEL NEONAZISMO TECNOCRATICO

    Per non farsi prendere per il naso bisogna provare a pensare come fanno i padroni del vapore. E’ importante cogliere le sfumature perverse che contraddistinguono il pensiero dei vari Draghi, Merkel e Olli Rehn, registi e autori dell’Olocausto in atto, al fine di predisporre in prospettiva una adeguata ed efficace Resistenza. Punto primo: ogni regime si regge sulla menzogna. Qualsiasi bestialità, anche la più ripugnante, dilaga quando è sorretta dalla   Leggi tutto ...

    MARIJUANA DI STATO

    La recente liberalizzazione, in Uruguay e in Colorado, della coltivazione e vendita della “droga leggera” per eccellenza, la marijuana, inevitabilmente riapre la discussione, in tutto il mondo, sulle politiche proibizioniste. Riflettendo su questa notizia viene in mente la favola di Andersen in cui un bambino, scevro da condizionamenti politici, etici o religiosi osa dire quello che è davanti agli occhi di tutti:” Il re è Nudo!”. Parlare di legalizzare in modo controllato   Leggi tutto ...

    L’EURO DEI NAZI E IL NOSTRO

    Sembra che la Grande Germania, ritornata soggetto geopolitico egemone in Europa, stia realizzando attualmente la prospettiva immaginata dai politici e dagli economisti nazisti per il loro dopoguerra vittorioso: di rendersi esportatrice netta di merci verso una periferia monetariamente subalterna ad una moneta unica che allora sarebbe stato il marco e adesso è l’euro. Alla metà degli anni ’30 la stabilità degli scambi commerciali con l’estero era stata raggiunta in Germania mediante   Leggi tutto ...

    SIAMO SICURI CHE LE PEN E’ DI DESTRA MENTRE HOLLANDE E’ DI SINISTRA?

    Bertinotti, già segretario di Rifondazione Comunista, nel commentare il recente exploit francese di Marine Le Pen ha dichiarato di intravedere nella dicotomia elite/popolo l’unico bipolarismo effettivamente esistente (clicca per leggere). Si tratta di una tesi che faccio mia, avendone tra l’altro intravisto i prodromi con un certo anticipo rispetto al subcomandante Fausto (clicca per leggere). Esiste una realtà fattuale che cozza con le categorie astratte. Mentre sul piano puramente teorico   Leggi tutto ...

    IL DETERMINISMO NON E’ COMPLOTTO NE’ VEGGENZA. MA ALFANO LO SA?

    La forza è metro del potere. Nelle sue forme più e antiche primordiali questa ovvietà si palesava per il tramite di guerre, regicidi e congiure; nella sua accezione più moderna tale necessitato connubio, ora ben impastato con il lievito dell’ipocrisia, vanta invece beffarde velleità di giustizia. Cosa voglio dire? Che il rapporto tra i poteri dello Stato, nel caso specifico quello tra politica e magistratura, non è mai neutro. Atmosfere,   Leggi tutto ...

    PERCHE’ NON HA SENSO ACCUSARE IL DEBITO PUBBLICO

    “Cercheremo di utilizzare il semestre di presidenza per un nuovo modello ma prima l’Italia deve adempiere ai propri compiti, mettere a posto il bilancio non perchè ce lo chiedono le istituzioni ma per i nostri figli” (Matteo Renzi) Ci eravamo già occupati del neopremier Matteo Renzi in merito alle sue curiose opinioni sul debito pubblico. L’argomento secondo cui l’indebitamento dello Stato costituisca un peso sulle spalle dei nostri figli e   Leggi tutto ...

    RODION, IL MORALISTA E LA PATRIA EUROPEA

    Ieri sulle pagine de Il Moralista ho pubblicato un pezzo del sempre brillante Rodion (clicca per leggere), arguto commentatore armato di vasta cultura e prosa ermetica. Fortunatamente,  previo risoluto sforzo ermeneutico, credo di essere riuscito nell’intento di “intelligere” il pensiero “rodiano”, sofisticato e attraente quanto oggettivamente distante dal mio modo di concepire il maturare degli eventi. La cosa francamente non mi turba affatto. Un po’ perché, parafrasando Oscar Wilde, “quando   Leggi tutto ...

    2084: BESTIE DI VENTOTENE

    Premessa: Il Moralista è uno spazio libero, plurale, volterriano e a-dogmatico. Ogni tesi, specie se ben scritta e argomentata, troverà sempre diritto di asilo sulle pagine di questo blog. Anche e soprattutto nel caso in cui gli articoli proposti contengano elementi di profonda dissonanza rispetto al mio modo di analizzare la realtà. Per cui, pur non condividendo premesse, analogie e risultanze del presente pezzo firmato da Rodion. mi dichiaro felice di pubblicarlo Di Rodion   Leggi tutto ...

    I NAZISTI DI OGGI FARANNO LA STESSA FINE DI QUELLI DI IERI

    Ogniqualvolta sento i soloni di regime strillare contro l’avanzare di forze politiche “estremiste e populiste” mi viene un principio di orticaria. Sulla scia del prevedibilissimo exploit della bionda Marine Le Pen, fresca vincitrice della tornata amministrativa francese, è partito il solito ritornello: “Oddio i barbari sono alle porte!”. Ripromettendoci di sviluppare adeguatamente e nei prossimi giorni il fenomeno “Front National”, limitiamoci per ora a valutare con freddezza quanta credibilità conservino   Leggi tutto ...

    LA GRANDE MONNEZZA

    Caro Francesco Toscano, è un mio limite, lo ammetto. Ma a me, buzzurro zoticone che non sono altro, questo mitico “La grande bellezza” di Sorrentino non ha detto granché. Dopo averlo scritto, of course, mi aspetto che la folgore si abbatta su di me dall’alto dei cieli dell’intellighenzia sinistrorsa e mi punisca. Intanto li anticipo e faccio da me medesimo: mi guardo allo specchio e mi sputo nell’occhio riflesso, così ben mi   Leggi tutto ...

    QUALCUNO SPIEGHI A RENZI CHE IL VINCOLO DEL 3% E’ ORMAI SUPERATO DAL FISCAL COMPACT

    Sarebbe il caso che qualcuno, tra i suoi più stretti collaboratori, spiegasse a Renzi che insistere sul recupero di qualche decimale tra il 2,6% ed il 3% del rapporto tra deficit e Pil non ha alcun senso, stante la pendenza sul capo del nostro paese dei nuovi vincoli di bilancio imposti dal “Trattato sulla stabilità, coordinamento e governance nell’unione economica e monetaria”, meglio conosciuto come Fiscal compact. Senza entrare nel dettaglio del   Leggi tutto ...

    DEMOCRAZIA IN EUROPA, A CHE PUNTO E’ LA NOTTE?

    Un mio commento sui fatti di Crimea, chiosato poi dai Fratelli di Grande Oriente Democratico (clicca per leggere),  ha dato avvio ad un pubblico e acceso dibattito sviluppatosi intorno a questioni decisive come Europa, democrazia e diritti. Vista la delicatezza e la pregnanza degli argomenti trattati, è il caso di promuovere un ulteriore approfondimento nel merito. Partiamo dalla prima domanda: cos’è una democrazia? Da Erodoto in poi sappiamo che è   Leggi tutto ...

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    PRESSO QUALE UR-LODGE SARA’...

    Scritto il 31 - gen - 2015

    0 Commenti

    IL CALO DEL PETROLIO...

    Scritto il 30 - gen - 2015

    3 Commenti

    MARIO DRAGHI HA APERTO...

    Scritto il 29 - gen - 2015

    8 Commenti

    CONSIGLI NON RICHIESTI AL...

    Scritto il 28 - gen - 2015

    25 Commenti

    ELOGIO DI PILATO. OVVERO,...

    Scritto il 27 - gen - 2015

    2 Commenti

    NORMA RANGERI E IL...

    Scritto il 21 - apr - 2012

    2 Comment1

    LA PADANIA ESISTE (GRAZIE...

    Scritto il 3 - lug - 2012

    0 Commenti

    IL MOVIMENTO 5 STELLE...

    Scritto il 17 - mar - 2013

    6 Comment1

    MEGLIO IL PRESIDENZIALISMO?

    Scritto il 23 - ott - 2011

    0 Commenti

    CASALEGGIO O BARBANTI? LA...

    Scritto il 12 - mag - 2013

    7 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.