I POLITICANTI NOSTRANI SOMIGLIANO MOLTO AI BURATTINI DI MANGIAFUOCO

    Gli italiani sono indotti a ritenere che le loro disgrazie dipendano in massima parte dalla classe politica, incapace di riportare il Paese sulla strada che conduce alla crescita perché corrotta e ignorante. Questa lettura della realtà, seppur in parte vera, nel complesso risulta mistificatoria. Dall’inizio della seconda Repubblica in poi non è la politica che detiene il potere, ma la finanza e la massoneria sovranazionale (che gestisce i principali servizi   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    I PARTITI POLITICI, COMPRESI QUELLI APPARENTEMENTE “ANTISISTEMA”, SONO GESTITI DALLA MASSONERIA MONDIALISTA. LA RESISTENZA SI FA NELLE PIAZZE

    Da Cernobbio viene fuori l’immagine di una politica italiana desolante, completamente asservita rispetto ai poteri massonici e finanziari che da oltre un decennio pianificano con successo un Olocausto tecnocratico permanente. Luigi Di Maio si è rivelato patetico per l’ennesima volta, parlando di “innovazione” e “smart nation” (?) quasi fosse un Renzi qualsiasi. Ridicola e vergognosa la giravolta sull’Europa dei pentastellati, capaci di ammettere pubblicamente di avere “fregato” i cittadini proponendo   Leggi tutto ...

    Categoria: Politica
    DI MAIO A CERNOBBIO E’ RIDICOLO ALMENO QUANTO IL PENSIERO DI LENIN SEDUTO ALLA TAVOLA DEI ROMANOV

    Ha ragione Ferdinando Imposimato: la presenza di Luigi Di Maio a Cernobbio è altamente controindicata, generando dubbi e incertezze presso un elettorato che, cresciuto con il mito della Rivoluzione, rischia di mandare a Palazzo Chigi una specie di “barboncino da salotto” che i “poteri forti” useranno come parafulmine in mezzo alla tempesta. Di Maio, la cui ambizione è pari solo all’ipocrisia, si è affrettato a spiegare che “bisogna parlare con   Leggi tutto ...

    Categoria: Politica
    VOTARE E’ PERFETTAMENTE INUTILE. CHIUNQUE VINCA DOVRA’ LIMITARSI AD APPROVARE L’AGENDA IMPOSTA DALLA MASSONERIA MONDIALISTA

    In quella che i servi del regime chiamano pomposamente “democrazia”, il cittadino conta solo una volta ogni cinque anni, nell’atto cioè di inserire una scheda nell’urna per indicare il partito da sostenere. Punto. Finite le elezioni il cittadino ritorna a non contare nulla, mentre i “suoi rappresentanti” in Parlamento possono tranquillamente fare l’esatto contrario di quanto promesso in campagna elettorale, cambiare casacca, schieramento e vendersi brillantemente al maggiore offerente. Prendete   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    MINNITI TEME PER LA “TENUTA DEMOCRATICA” DEL PAESE. PECCATO CHE L’ITALIA NON SIA PIU’ UNA DEMOCRAZIA DA ALMENO 25 ANNI

    Tra pochi mesi gli italiani torneranno al voto per rinnovare un Parlamento ridotto da anni a bivacco per falliti e perdigiorno.  Da ora fino alla data delle elezioni il sistema proverà a rabbonire un popolo reputato idiota, veicolando notizie finalmente “positive” che dovrebbero convincere i cittadini/ebeti a votare secondo le aspettative dell’establishment: “i sacrifici fatti cominciano a dare i risultati sperati”, recitano in coro i servi con la penna. I   Leggi tutto ...

    Categoria: Politica
    IL PROBLEMA E’ LA “DEMOCRAZIA LIBERALE”, OVVERO LA DITTATURA DEI MERCATI

    E’ inutile girarci intorno, il problema è la “democrazia liberale” ovvero la “dittatura dei mercati”. In Italia, come nel resto d’Occidente, si è instaurato un regime, ipocrita e dissimulato, che in pieno stile orwelliano ripete ogni santo giorno che “la libertà è schiavitù”. Al punto in cui siamo, e le elezioni francesi lo dimostrano, non ha più molto senso votare per i partiti “populisi”, “sovranisti” e compagnia cantando. Non si   Leggi tutto ...

    Categoria: Politica
    NELL’ANNUNCIARE L’IMMINENTE PUBBLICAZIONE DEL LIBRO “IL NAZISMO TECNOCRATICO” ESPRIMO PIENA SOLIDARIETA’ ALLA BRAVISSIMA SCRITTRICE ENRICA PERUCCHIETTI

    A breve uscirà in libreria il mio ultimo libro “Il Nazismo Tecnocratico, genesi, ratio e storia di un mostro mai raccontato”. Il libro intende offrire al lettore la possibilità di fermarsi per riflettere sulle vere causa di una “crisi” che ha oramai palesemente gettato al macero intere generazioni. L’approccio scelto, con quali risultati sarà poi il lettore a dirlo, è multidisciplinare. Ho cercato infatti di leggere i fenomeni storici contemporanei   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    LA MASSONERIA MONDIALISTA PENSA A DI MAIO COME NUOVO MACRON ITALIANO

    Il Movimento 5 Stelle ha preso una batosta alle amministrative, per quanto Grillo provi a sminuire la portata della sconfitta. Alcuni commentatori sottolineano come i grillini fatichino sempre nelle competizioni locali, esprimendo obiettivamente una classe dirigente territoriale degna di un circo equestre. Questa analisi è vera solo in parte. I grillini, con Raggi e Appendino (non con Kennedy e Olaf Palme), hanno recentemente vinto in città fondamentali come Roma e   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    LA GERMANIA DI MERKEL ISOLATA COME AI TEMPI DI HITLER. L’ITALIA NON RIPETA I TRAGICI ERRORI DEL PASSATO

    La priorità deve essere quella di colpire ora e adesso gli interessi tedeschi. Lo strappo fra Donald Trump e Angela Merkel aumenta il potere contrattuale di Paesi vassalli come l’Italia, costretta fino a ieri a baciare la pantofola della nota nazista in gonnella che da oltre un decennio tortura impunemente tutti i cittadini europei. I tedeschi, e la storia di Hitler lo dimostra, hanno un grande difetto: alla lunga si   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    BENE IL PROPORZIONALE. ORA BISOGNA UNIRE LE FORZE DELLA DEMOCRAZIA CONTRO QUELLE DEL DENARO

    Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza. A breve, forse già in estate, inizierà la campagna elettorale e le diverse forze politiche italiane si cimenteranno nella costruzione di un racconto capace di infondere fiducia ad un elettorato incattivito e disilluso. Probabilmente, e questo è un bene, si voterà con il sistema “proporzionale”, unico metodo che permette ai cittadini di esercitare per davvero un potere di rappresentanza. I sistemi maggioritari invece,   Leggi tutto ...

    Categoria: Politica
    CAPITOLATA LA FRANCIA, TOCCA ALL’ITALIA TENERE VIVA IN EUROPA L’IDEA DELLA LIBERAZIONE DAL NAZISMO TECNOCRATICO

    Dopo la “Brexit” e la vittoria di Trump in America sembrava che il nazismo tecnocratico contemporaneo, governato da una luciferina massoneria mondialista, avesse i giorni contati. Il 2017 doveva e poteva essere l’anno della liberazione, della definitiva vittoria delle istanze di giustizia che in maniera vorticosa sembravano salire dal basso delle società occidentali. Le elezioni austriache e olandesi prima, e quelle francesi dopo, hanno invece dimostrato come l’attuale infame sistema   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    I VERI NAZISTI STANNO TUTTI CON MACRON

    A poche ore dall’apertura delle urne francesi c’è poco da stare allegri. Emmanuel Macron, candidato dell’establishment assassino che tiene in scacco l’Europa da anni, dovrebbe essere sicuro di andare al ballottaggio. Macron, banchiere di marca Rothschild, si propone quale sfacciato difensore dell’ordine esistente, fatto di tagli allo stato sociale e di sostanziale abbandono delle fasce più deboli, lasciate dolosamente in balia della furia dei “mercati”. Al ballottaggio, come era pressoché   Leggi tutto ...

    Categoria: Esteri
    QUALCUNO SPIEGHI A TRUMP LA DIFFERENZA CHE PASSA TRA UN UOMO E UN QUAQUARAQUA’

    La triste parabola di Donald Trump, presidente apparentemente anti-establishment subito normalizzato dallo “Stato profondo” americano, palesa il carattere fondamentalmente “cosmetico” della cosiddetta “democrazia rappresentativa”, simulacro di una sovranità popolare che affascina oramai solo i cittadini più stupidi e ottusi. “La potenza del capitale è tutto, la borsa è tutto, mentre il parlamento, le elezioni sono un gioco di marionette, di pupazzi”, disse un ispirato Vladimir Lenin nel 1919. Allo stesso   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    LA RUSSIA NON E’ UN PERICOLO. SEMMAI L’UNICA SPERANZA DI SALVEZZA

    I leader dei Paesi presuntivamente “liberi” continuano a fare la morale alla Russia di Putin. Con quale coraggio Merkel e company riescano ancora oggi ad ergersi a difensori di un mondo giusto rimane un mistero. La Russia non sarà perfetta, ma la Ue di oggi è la plastica riedizione del nazismo hitleriano, un agglomerato mostruoso che tortura i popoli per mezzo dello “spread” e delle “riforme strutturali”. Passato quasi un   Leggi tutto ...

    Categoria: Esteri
    CHI SONO I VERI ANTIEUROPEISTI?

    Bisogna sgombrare il campo da un equivoco che avvelena la comunicazione politica in ogni angolo del Continente: chi sono gli “antieuropeisti”? Molti cittadini, manipolati dalla propaganda incessante, sono portati a credere che gli “antieuropeisti” sono quelli che si rivolgono  ai “partiti populisti”, masse plebee che votano con la “pancia” anziché con la “testa”. Gli “intelligenti”, a leggere gli editoriali di giornalisti “prestigiosi” come l’ex direttore del Sole24Ore Roberto Napoletano, sarebbero   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    IL PINOCCHIETTO RENZI, ORA MOLLATO DAI POTERI FORTI, RIUSCIRA’ A DIVENTARE UN “BAMBINO VERO”?

    Premetto che a me Renzi non è mai piaciuto. Innalzato sul trono di Palazzo Chigi per volere di Napolitano, garante dello svuotamento del benessere italiano in nome e per conto di luciferine massonerie sovranazionali, il bulletto di Firenze ha avallato durante il suo mandato tutte le richieste provenienti dai suoi occulti danti causa. Dall’approvazione del Jobs Act al tentativo di riformare la Costituzione italiana in coerenza con quanto auspicato nel   Leggi tutto ...

    Categoria: Politica
    I DEMONIACI NAZISTI DEL “POLITICAMENTE CORRETTO”

    Qualche giorno fa un ragazzo di trent’anni si è suicidato perché non riusciva più a sopportare l’idea di “non riuscire neppure a sopravvivere” (clicca per leggere). Una vicenda drammatica capace di spezzare la vita di un giovane che ha avuto la sfortuna di appartenere ad “una generazione senza futuro” (né presente). Il sistema informativo dominante, versata qualche lacrima di coccodrillo, ha poi subito ricominciato a scrivere le fesserie di sempre:   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    TRUMP E PUTIN, SULL’ESEMPIO DI ROOSEVELT E STALIN, SRADICHINO LA MALAPIANTA NAZISTA CHE SOFFOCA L’EUROPA

    E’ questo il momento per i popoli europei di profondere il massimo sforzo per riconquistare una agognata libertà. La vittoria di Donald Trump, infatti, cambia radicalmente gli scenari internazionali, lasciando gli aguzzini Merkel e Draghi orfani del loro principale protettore Barack Obama. Mai come ora è possibile liberarsi dalla morsa del “nazismo tecnocratico” che paralizza l’Europa, fenomeno indegno che spinge volutamente alla depressione e al suicidio generazioni intere condannate a   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    LE PAROLE DEL PRESIDENTE TRUMP APRONO LA STRADA AD UN “MONDO NUOVO” CHE “ITALIA UNITA” SAPRA’ INTERPRETARE

    Le prime parole rilasciate dal nuovo presidente Trump a due importanti quotidiani europei (“il tedesco “Bild” e il britannico “Times”) sono oltremodo incoraggianti. Dopo anni farciti da una retorica e una ipocrisia disgustosa, fatta di “sacrifici indispensabili” e “difesa del sogno comunitario”, finalmente arriva sulla scena internazionale qualcuno che osa dire  la verità. Cosa ha detto Trump? Cose ovvie e comprese da tutti che, però, “nell’era dell’inganno universale”, diventano “rivoluzionarie”.   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale
    CON LA SCONFITTA REFEDENDARIA ESCE DI SCENA L’ULTIMO BURATTINO DI GIORGIO NAPOLITANO

    Con il risultato del referendum di ieri finisce il “governo Napolitano”, esercitato nel corso degli ultimi anni per il tramite di tre diversi burattini: Monti, Letta e infine Renzi. Napolitano ha rappresentato per l’Italia una inenarrabile sciagura. Convertitosi al fanatismo neoliberista in tarda età dopo avere coerentemente indossato il “fez” al tempo di Mussolini per poi lodare l’invasione sovietica dell’Ungheria una volta cambiato lo scenario internazionale, Napolitano è riuscito in   Leggi tutto ...

    Categoria: Editoriale

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    POPULISTI DI TUTTO IL...

    Scritto il 21 - ott - 2017

    0 Commenti

    IL GOLPE DI MANI...

    Scritto il 20 - ott - 2017

    0 Commenti

    ANCHE L’UOMO CONTEMPORANEO, AL...

    Scritto il 19 - ott - 2017

    0 Commenti

    IL VERO BERSAGLIO DELL’ATTACCO...

    Scritto il 18 - ott - 2017

    1 Commento

    IL PD E’ IL...

    Scritto il 17 - ott - 2017

    2 Commenti

    LA MASSONERIA MONDIALISTA PENSA...

    Scritto il 14 - giu - 2017

    0 Commenti

    MIELI, SCHIVELBUSCH E I...

    Scritto il 21 - dic - 2013

    4 Comment1

    HOLLANDE SI COMPORTI DA...

    Scritto il 15 - mag - 2012

    2 Comment1

    LA FEDE AI TEMPI...

    Scritto il 1 - gen - 2014

    7 Comment1

    LA MESSA IN STATO...

    Scritto il 31 - gen - 2014

    28 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.