Dopo avere passato anni a lodare le politiche responsabili improntate alla più sadica austerità, tante anime candide cominciano a risvegliarsi dal lungo torpore. Perfino il direttore del Sole 24 ore Roberto Napoletano, noto adoratore di ogni potere costituito, comincia a nutrire qualche timido dubbio sull’efficacia delle politiche adottate dal governo Letta (clicca per leggere). Ben svegliato direttore! Non era lei, spalleggiato da quella macchietta di Squinzi, ad innalzare canti di lode in onore del divino Mario Monti giunto in Italia nel 2011 per la nostra salvezza grazie alla lungimiranza di Re Giorgio Napolitano? Che fine hanno fatto la “credibilità internazionale”, “i timori dei mercati”, “la lungimiranza del Presidente della Repubblica (sempre sia lodato)”e i “necessari sacrifici per uscire dalla crisi”? Vi siete stancati pure voi,  industriali dei miei stivali con annessi scribacchini a pagamento, di raccontare spudorate menzogne per conformismo, interesse, pavidità ed insipienza? Bene, meglio tardi che mai. Quando i padroni credevano che i progetti disumani cucinati dalla massoneria di ispirazione nazista che porta i volti di Mario Draghi e Mario Monti riguardassero soltanto i soliti poveracci (pensionati, disoccupati e cassintegrati), furbescamente tacciavano di populismo qualsiasi timida critica destinata a disturbare i manovratori palesi e occulti; ora che lorsignori, con soli due anni di ritardo, si sono accorti di essere nel mirino degli euro-schiavisti al pari di tutti gli altri, casualmente strillano forte dalla paura. Vergognatevi miserabili opportunisti, sempre pronti a sostenere qualsiasi nefandezza con spirito interessato e meschino. Perfino il cardinale Angelo Bagnasco, tifoso di Mario Monti perennemente impegnato nel difendere il ricco Epulone contro il povero Lazzaro, sembra dare segni di improvviso risveglio (clicca per leggere). Cosa è successo eminenza? Le è comparso in sogno qualche Arcangelo per suggerirle di smetterla di baciare la mano violenta del potere che calpesta i poveri e gli ultimi? Ha finalmente letto (e compreso) qualche parabola raccontata nei Vangeli? O, molto più verosimilmente, ha trovato il coraggio di dire qualche mezza verità solo adesso che Papa Francesco l’ha giustamente messa in un angolo? (clicca per leggere). Lo stesso dicasi per quella banderuola di Silvio Berlusconi,  generosamente avvisato per tempo anche sulle pagine di questo blog (clicca per leggere), pronto ad ascoltare i buoni consigli solo dopo essere stato scaricato e bastonato proprio da chi aveva rieletto (povero illuso!) nella speranza di tutelarsi  (clicca per leggere). Anche lei, indomito Cavaliere senza cavallo, si è accorto del Golpe consumatosi in Italia nel Novembre del 2011 con soli circa 700 giorni di ritardo? Come mai il padrone del più lucido Dudù non spiega alla pubblica opinione perché ha inteso favorire nel 2013 la rielezione di quel Napolitano, poi accusato di avere precedentemente ordito un complotto ai suoi danni? Forse perché, come scrive con perfida malizia il giornalista Carmelo Lopapa su Repubblica di oggi, Napolitano “ha appena scoperto una versione autentica e segreta della Costituzione, magari di rito scozzese, dove si prevede che il capo dello stato agisca da attivo protagonista totalitario del gioco democratico”?  (clicca per leggere). Ben vi sta. Questa è la fine che fanno tutti gli ipocriti incapaci di sostenere una causa disinteressatamente e per amore di verità e giustizia. Enrico Letta, longa manus dei massoni reazionari di Bruxelles, può ora permettersi di prendervi tutti a pesci in faccia (clicca per leggere). Il nipotino di Gianni, una volta completata la sua missione di morte in Italia, verrà ricompensato con un posto di prestigio in Europa. Mentre voi, servitori sciocchi che si credono furbi, resterete soli a leccarvi le ferite nel bel mezzo di un’Italia ridotta a cumulo di macerie.

    Francesco Maria Toscano

    19/12/2013

    Categorie: Editoriale

    5 Commenti

    1. Piotr scrive:

      “Ha finalmente letto (e compreso) qualche parabola raccontata nei Vangeli?”

      Cattivissimo.

    2. [...] Dopo avere passato anni a lodare le politiche responsabili improntate alla più sadica austerità, tante anime candide cominciano a risvegliarsi dal lungo torpore. Perfino il direttore del Sole 24 ore Roberto Napoletano, noto adoratore di ogni potere costituito, comincia a nutrire qualche timido dubbio sull’efficacia delle politiche adottate dal governo Letta (clicca per leggere http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-12-18/l-impegno-tradito-letta-063835.shtml?uuid=ABQIojk). Ben svegliato direttore! Non era lei, spalleggiato da quella macchietta di Squinzi, ad innalzare canti di lode in onore del divino Mario Monti giunto in Italia nel 2011 per la nostra salvezza grazie alla lungimiranza di Re Giorgio Napolitano? Che fine hanno fatto la “credibilità Leggi la notizia [...]

    3. ampul scrive:

      Bastardi! Solo questo ho da dire!

    4. Ursula Gould scrive:

      Un tradizionale corso in aula costa almeno 2/300 euro al giorno e puoi seguirlo soltanto una sola volta. Questo corso, che solo per qualche giorno ancora è ancora a prezzo scontato , invece, puoi seguirlo anche cento volte senza costi aggiuntivi. Ma puoi anche farlo seguire a un tuo amico o collega senza pagare un centesimo in piu’. E la qualita’ non cambia: il docente e’ lo stesso e i contenuti sono esattamente gli stessi di un corso professionale in aula. Se vuoi risparmiare, pensaci.

    5. Ugo scrive:

      Papa Francesco moralizzatore? Ma va’! Son più propenso a pensare che questi si siano resi conto che, presto o tardi, chi ha in mano il volante finirà per battere cassa anche da loro, ridimensionando gli immensi privilegi dei quali gode la Chiesa a spese dell’Italia. Vedrai che se riusciranno (come son sempre riusciti a fare) a trovare un accordo, come per incanto continueranno ad essere pappa e ciccia con i peggiori lestofanti disponibili.

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    PERCHE’ L’INCONTRO DEL 20...

    Scritto il 15 - feb - 2019

    0 Commenti

    IL GRAND GUIGNOL DI...

    Scritto il 12 - feb - 2019

    0 Commenti

    LO STRANO CASO DEL...

    Scritto il 8 - feb - 2019

    3 Commenti

    SECONDO MERKEL, MACRON E...

    Scritto il 6 - feb - 2019

    1 Commento

    ALLEGRI? MICA TANTO.

    Scritto il 20 - mar - 2011

    0 Commenti

    I CANTORI DELL’INIQUITA’

    Scritto il 23 - giu - 2012

    1 Commento

    TSIPRAS E’ UN VOLGARE...

    Scritto il 21 - ago - 2015

    55 Comment1

    COME DIFENDERSI DALLA DITTATURA...

    Scritto il 14 - apr - 2012

    3 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.