download (9)Fino ad oggi, pur nella piena consapevolezza di tutti i limiti e le ambiguità  che caratterizzano il Movimento 5 Stelle, avevo invitato i miei lettori a votare (con il naso turato) per i pentastellati in vista delle prossime elezioni europee (clicca per leggere). Dopo avere letto sul blog di Grillo un pezzo demenziale, a firma Guido Maria Brera (clicca per leggere),  avevo confermato il precedente endorsement con lo stesso entusiasmo con il quale si va dal dentista. Ora però, dopo avere attentamente meditato sulle proposte di Casaleggio (clicca per leggere), dico basta: i grillini sono oggettivamente invotabili. Sentite cosa ha avuto il coraggio di affermare questa specie di Telespalla Bob intervistato da Peter Gomez e Gianni Barbacetto per il Fatto Quotidiano: “L’euro e l’Europa non devono essere un alibi. Noi abbiamo oggi 800 miliardi di spesa. Di questi, 100 sono tasse sul debito. Degli altri 700, possiamo tagliarne 200. Io discuterò con l’Europa sulla gestione, ma non per questo sono esonerato dal fare pulizia a casa mia”. Avete capito bene? Per il Movimento 5 Stelle, al pari di Boldrin, Napolitano, Renzi, Letta e Merkel, i problemi dell’Italia sono “l’eccesso di spesa pubblica” e “l’ammontare del debito”. Non contento di avere dichiarato simili idiozie, il guru dei miei stivali continua promettendo pure un taglio draconiano della spesa (“fino a 200 miliardi”), nonché la prosecuzione di “quei compiti a casa” tanto cari a Mutti Angela, regina di Germania. A questo punto non è più possibile prendersi in giro da soli: il Movimento 5 Stelle è chiaramente una finta opposizione, nata per assorbire e congelare il crescente malcontento e puntellare lo status quo. Credo sia inutile contestare nel merito le bestialità proferite  da Casaleggio. Solo un uomo in malafede (o molto  ignorante) può pensare di uscire da una recessione tagliando la nostra “esorbitante spesa pubblica”, facile bersaglio di tutti i demagoghi smascherati dalle analisi proposte da Emiliano Brancaccio (clicca per leggere). Quanto al debito, Casaleggio ha poi l’impudicizia di aggiungere: “A farlo diminuire ci hanno provato tutti: ci ha provato Tremonti, Monti, Letta, ci sta provando Renzi, ma ormai è normale che ogni anno noi ci portiamo a casa centinaia di miliardi di debito pubblico in più. Con la speranza che non aumenti lo spread, sennò le cose peggiorano ulteriormente”. Sfortunatamente, il nostro riccioluto scienziato non sa che esiste una correlazione diretta tra l’aumento del debito e i tagli alla spesa che gli piacciono tanto. Pensare di spegnere un incendio gettando benzina è semplicemente folle. Ma Casaleggio non è stupido, è solo un meschino manipolatore.  Chi combatte per davvero il sistema riconosce il predominio della politica sulla finanza. Nessun uomo sinceramente democratico si sognerebbe mai di far dipendere la bontà della sua azione politica dal “capriccio dei mercati”. L’Art 42 della nostra Costituzione, non a caso odiata da banche d’affari come Jp Morgan, stabilisce che: “La proprietà è pubblica o privata. I beni economici appartengono allo Stato, ad enti o a privati. La proprietà privata è riconosciuta e garantita dalla legge, che ne determina i modi di acquisto, di godimento e i limiti allo scopo di assicurarne la funzione sociale e di renderla accessibile a tutti. La proprietà privata può essere, nei casi preveduti dalla legge, e salvo indennizzo, espropriata per motivi d’interesse generale…”. Mentre l’art 43, a scanso di equivoci, precisa: “A fini di utilità generale la legge può riservare originariamente o trasferire, mediante espropriazione e salvo indennizzo, allo Stato, ad enti pubblici o a comunità di lavoratori o di utenti, determinate imprese o categorie di imprese, che si riferiscano a servizi pubblici essenziali o a fonti di energia o a situazioni di monopolio ed abbiano carattere di preminente interesse generale”. I neonazisti tecnocratici oggi al potere hanno completamente invertito, al pari del finto oppositore Casaleggio, i termini del ragionamento: per loro la proprietà privata, con la minaccia di far saltare i conti degli Stati, ha tutto il diritto di pretendere la distruzione del welfare. Il cuore del problema è tutto qui. I Padri Costituenti pensavano che l’economia dovesse fare un passo indietro rispetto alla individuazione, di pertinenza politica, dell’interesse generale. I masnadieri alla Renzi e Casaleggio, invece, sono interpreti malefici di una filosofia antitetica, perversa e malsana; quella che insegna come “i diritti economici e sociali dei cittadini devono essere soppressi di fronte alla bramosie assolutiste del capitale privato globalizzato”. Riconosco di essere stato ingenuo. Da un uomo come Casaleggio, già sodale del massone elitario Enrico Sassoon (clicca per leggere), cos’altro ci si poteva onestamente aspettare?  

    Francesco Maria Toscano

    20/04/2014

     

    Categorie: Politica

    428 Commenti

    1. Rosanna Spadini scrive:

      Non mi sembra però che abbia detto niente di diverso rispetto a quanto aveva già detto in precedenza.

      • il Moralista scrive:

        Rosanna speravo che la parabola del M5S volgesse verso il meglio. Credevo fossero un po’ “grezzi” ma in buona fede. Questa intervista di Casaleggio, per toni, perentorietà e contenuti, rilasciata proprio a ridosso delle elezioni europee, contiene un chiaro messaggio per i massoni reazionari e nazisti ora al potere. “Tranquilli”, sembra dire tra le righe Casaleggio, “siamo dei vostri…”

        • Rosanna Spadini scrive:

          Ripeto, Casaleggio non ha cambiato di una virgola quello che aveva già detto altre volte, però inviterei a leggere questo articolo e a non definire lobotomizzati quelli che cercano di capire liberamente con la propria testa. Grazie

          In arrivo un tornado in Parlamento Europeo. L’Europa così come la conosciamo verrà spazzata via

          • Massimo Bianchi scrive:

            Vuoi che ti faccia il calcolo di quanto costerebbe mediamente, pro capite, un “risparmio” di SOLI 200 miliardi annui, praticamente IMPOSSIBILE da attuare anche se ci fosse un forte recupero di tasse (che Lor Signori non vogliono pagare! ;) ). Questo deve prendere in giro gli anal-fabeti come lui! Alors: 200 miliardi diviso 60 milioni (di italiani) fanno la MODICA cifra di 3333,3 periodico :) euro a CRANIO! Per così poco! :D

          • Fiorella scrive:

            Chi sarebbero quelli che voglione capire liberamente i cinquestelle? Vieni a parlare con i grillini della mia città. Se provi a discutere di economia ti dicono che ti presentano il loro esperto e il loro esperto è uno che lavora in banca e che più liberista non si può. Sono andati a Genova qualche mese fa ad un comizio di Grillo quando sono tornati erano invasati, noi siamo il cambiamento, dicevano, si sentiva un’energia che circolava tra di noi quando parlava Grillo, eco qua un nuovo santo mi sono detta. Perchè le interviste si fanno solo a Grillo o Casaleggio, gli altri quelli scelti dal 25% degli italiani sono per caso deficienti? Poi i due guru cosa dicono di così interessante? Una volta vogliono uscire dall’euro poi il giorno dopo ci ripensano e correggono il tiro. Se Grillo dalla piazza grida contro la Merkel, il giorno dopo ci pensa Casaleggio a risistemare le cose. O sono dei semplici ignoranti oppure ha ragione il moralista il Movimento 5 Stelle è chiaramente una finta opposizione, nata per assorbire e congelare il crescente malcontento e puntellare lo status quo. Ti sembra normale che per esempio non ci sia un coordinamento tra i vari meetup d’Italia. Ognuno va per conto proprio ma come è possibile, soprattutto se vuoi fare un referendum sull’euro come fai a non avere una linea univoca. O pro o contro altrimenti per cosa ti batti? Se facessero un referendum sugli inceneritori i grillini sarebbero tutti contro. Mi dici perchè sull’euro, la cosa più importante in questo momento, invece ognuno va per la sua strada? Ripeto ha ragione il moralista questi sono nati per congelare il crescente malcontento. Accidenti a me e quando li ho votati.

            • armando scrive:

              vai ,vota pd e stai sereno

            • Assunta scrive:

              Ma perchè quelli del PD non sono tutti invasati per Renzi? Quelli di FI non sono tutti invasati per Berlisconi? A me, a sentirli parlare sembra proprio di si e loro, dicono tutto e il contrario di tutto, il loro pensiero dipende dall’aria che tira. Berlusconi, dopo aver contribuito a creare l’euro (vi ricordate quando diceva che sarebbero state tutte rose e fiori e ci ha regalato gli euro-convertitori?)ora dichiara che l’euro è una moneta straniera. PD e FI dicono che il M5s non è democratico ma, personalmente, non credo che si possano prendere lezioni di democrazia da chi non vuole neanche che la propria base si scelga i parlamentari.

            • Assunta scrive:

              Sicuramente il Movimento 5 Stelle deve ancora organizzarsi meglio e migliorare, ma una linea sull’euro c’è ed è quella di rivedere i trattati e eventualmente di fare un referendum per l’uscita. La possibilità democratica del referendum ci è stata negata dai partiti “democratici”, quando ci siamo entrati invece secondo me è giusto che questo passo si faccia. Inoltre concordo con il m5s che è importante informare bene le persone su quali siano i pro e i contro dell’uscita dall’euro. Non sono affatto sicura che i politici che si dicono pro-euro o anti-euro sappiano bene di cosa parlano ma, sono sicura che, una popolazione ben informata da economisti ed esperti, possa scegliere senza rimpianti, facendo in modo che questa eterna discussione finisca una volta per tutte.

            • Emiliano Succi Leonelli scrive:

              Noto con sgradevole tristezza personale che i vari mafiosi arrestati o condannati delle varie fazioni politiche ( M5stelle a parte perche’ non ne ha) non hanno fatto cambiare idea, solo per curiosita’ personale perche devo capire, se io voto un partito e scopro che ha legami con la Mafia non lo voto piu’ per qualsiasi motivo e promessa possano fare, vado alla ricerca di rappresentanti fuori da quel mondo, una volta fatta pulizia si potra’ scegliere l’ideologia che piu’ ci calza a pennello, tu pensi veramente che il PD sia un partito onesto ? chi ti scrive provava molta ammirazione per Bersani, ma hai visto che fine ha fatto ? l’hanno fatto fuori ( virtualmente) per sostituirlo internamente con due che nessuno ha mai votato ( alle elezioni si presento’ Bersani, ne Renzi ne Letta) credi ancora in quella gente, beh ti assicuro che il M5Stelle ha dei difetti ma almeno non sono disonesti e PURTROPPO OGGI E’ L’UNICA COSA DA GUARDARE IL RESTO SI SISTEMA DOPO.

            • stefano scrive:

              ma è così difficile capire che il m5s non è la diretta emanazione delle idee di grillo e casaleggio?
              ma perchè non riesco anche io a trovare tutti questi discorsi di cui parlate riferendovi ai due? il m5s per quanto ne so io ed anche per averlo sentito con le mie orecchie parecchie volte, anche da grillo, riguardo l’euro ha sempre dichiarato che è necessario un referendum anche come mezzo per far conoscere alla gente i pro ed i contro. poi grillo potrà essere a favore o contrario, questo non ha importanza il movimento si adeguerà alla maggioranza ed ognuno è libero di dissertare ed esprimere un giudizio.

              • Fiorella scrive:

                Rispondo ad Assunta e Stefano che sono entrati nel tema euro. Prima però voglio precisare che il mio ultimo voto al centrosinistra è stato nel 2006 quando Grillo portò il suo librone di proposte nate nel suo blog rispetto a tanti temi, energia, sanità ambiente ecc. a Prodi. Fine. Questo per precisare che se si fa una critica al M5S si fa perchè non si è d’accordo con le proposte espresse dal movimento, anzi dato che i rappresentanti del movimento si sentono ben poco, non si è d’accordo con quanto indicano Grillo e Casaleggio, quindi le accuse di essere del PD le rispedisco al mittente. Ora ritornando all’euro spero che voi tutti leggiate il blog di Grillo e non solo ma abbiate in mente le sue dichiarazioni. Ora se siete onesti dovrete ammettere che la coerenza non è il suo forte. Basta scorrere i post o le sue interviste per capire che è in eterna cotraddizione. Essendo il tema euro il tema principale da affrontare sarebbe auspicabile che questo venga fatto in modo esaustivo, competente, esemplificativo e soprattutto logico e costante per non lasciare dubbi sulla via da percorrere. Penso sia chiaro a tutti con chi abbiamo a che fare, le elité al potere non si fanno scrupoli e non guardano in faccia a nessuno. Quindi per affrontare diciamo questa corazzata non è che possiamo presentarci con un fucile che spara a salve. La linea deve essere univoca senza tentennamenti, se Grillo si contraddice, non a distanza di un mese ma di giorni, voi capite bene che il suo modo di fare è funzionale a quelle elité di cui sopra. Passiamo al referendum. Se si vuole indire un referendum, che sia propositivo o abrogativo (la ns. Costituzione prevede solo quello abrogativo)occorrerà prendere posizione e dichiarare qual’è quella di chi lancia l’idea del referendum. Mi ricordo bene dei referendum dei radicali sul divorzio o sull’aborto, non è che loro non avevano un’idea chiara, l’avevano eccome e si sono battuti perchè la loro idea vincesse rispetto a quella degli altri. Voi mi direte ma questo è un referendum propositivo, ma questo non significa niente voi sieti quelli che proponete il referendum quindi dovrete avere una linea chiara sul tema. Ripeto quello che ho scritto in precedenza, se il referendum si fosse prospettato per gli inceneritori voi avreste saputo chiaramene dove schierarvi, con l’euro invece è tutt’altra cosa, vi sembra un modo corretto di comportarsi? Se poi le persone vi criticano voi vi barricate dicendo che siete l’unico parito onesto. Ma che significa?
                Punto 2: Non credo che debba dire a voi come oggi funzioni l’informazione in questo Paese, è un continuo riferirsi all’Europa e a quanto è bello essere nell’unione monetaria, (dimenticando che l’Europa non è l’unione monetaria, ma questa è un’altra storia)e voi che fate lanciate l’idea del referendum quando chi è contro l’euro avrà a disposizione minor spazio di discussione rispetto agli altri. Capite da soli che non ci può essere storia e non mi venite a parlare di rete perchè sapete benissimo che la maggior parte degli italiani si informa normalmente sulla tv o al massimo sui giornali, quindi come si potrebbe secondo voi fare una buona informazione se il mainstream è tutto proeuro? Prima di parlare di referendum non sarebbe meglio che il M5S, considerati tutti i meetup sparsi sul territorio nazionale, si chiarisse bene le idee su questo argomento poi procedesse ad una seria informazione sull’argomento?

            • Horacio Teodoro Parenti scrive:

              Probablemente il M5S è una diga contro una sinistra rivoluzionaria e anticapitalista.

              • Fiorella scrive:

                Rispetto al mio commento pubblicato sopra mi scuso per le ripetizioni e gli errori, ma ho scritto di corsa.

            • Roberto scrive:

              Fiorella, le tue argomentazioni non mi sembrano ricche di esaustività!!! Perchè non provi a non limitarti alle conoscenze della tua città, magari, arricchendo la tua conoscenza oltre i tuoi confini? Il M5S è fucina di idee e mentalità diverse che non si possono ridurre ad un unico gruppo!!!

              • Fiorella scrive:

                Parto dalla mia città perchè chiaramente è il posto dove puoi avere più contatti con gli esponenti del movimento, però sentendo le considerazioni di Grillo e Casaleggio ma anche di qualche esponente più in vista mi rendo conto che le mie perplessità sono reali. Il movimento, in questo preciso momento storico, dovrebbe avere delle priorità e queste priorità non le vedo nè nel luogo dove abito nè a livello nazionale. Per carità è giusta la battaglia per una moralità nella vita pubblica ma dovrebbe esere accompagnata anche da una feroce contro la UE, non solo per la moneta unica ma anche perchè antidemocratica e contraria ai principi della nostra Costituzione.
                Invece ad esempio le ultime dichiarazioni di Casaleggio sono incredibilmente a favore dell’eurozona e questo non lo trovo corretto perchè se i grillini a febbraio hanno fatto il botto lo devono anche a tante persone che li hanno votati che erano contrarie all’euro (come la sottoscritta) e loro dato che sono i nostri rappresentanti in Parlamento non dovrebbero dimenticare questa cosa. Inoltre non si può sempre affermare che Casaleggio è Casaleggio, Grillo è Grillo ma gli altri hanno visioni diverse, perchè ad avere visibilità non sono quelli che hanno visioni diverse ma sempre e solo Casaleggio e Grillo. Se le intenzioni sono quelle di fare una buona comunicazione allora bisogna che prendano la parola per esprimersi in modo inequivocabile sull’argomento euro, anche i vari esponenti che noi abbiamo votato, che sono quelli poi che ne avrebbero più diritto. Vorrei però che voi mi rispondeste sul referendum e non giraste attorno al problema senza mai entrare nel merito.

            • Andrea scrive:

              Intanto non hai sulla coscienza centinaia di cittadini suicidi per colpa delle politiche assassine di PD e PDL. Direi che è sufficente questo per guardarsi allo specchio la mattina. Votare altro ora sarebbe da opportunisti-amorali o quantomeno ignoranti. Chi vota PD non ha più una morale perchè se ne frega di coloro che hanno perso tutto… e poi si dicono di sinistra… gli altruisti…

              • Fiorella scrive:

                Se voi continuate a non voler vedere i guasti dell’euro e a non dire chiaramente di voler uscire da questo scempio siete colpevoli anche voi che vi piaccia o no. Poi chi ti ha detto, anzi dimmi dove ho scritto che io voterò per il PD o il PDl. Riportami la frase.

            • fabio ehsani scrive:

              ma taci. fico, di maio, dibattista sono ottimi.sei tu che non li ascolti perche hai para dello spread. tu fai il gioco di renzi o berlusconi

              • Fiorella scrive:

                Quello che deve tacere sei tu perchè ripeto, dato che mi sembra che siate sordi, è inutile che fico, di maio, di battista dicano alcune cose, non tutte sull’euro e poi esce fuori uno dei “capi” è rilascia, ad esempio, l’intervista oggetto di queso post. Questo modo di fare, dire e non dire, affermare un concetto per poi disconoscerlo subito dopo non fa altro che portare acqua al mulino di chi vuole distruggerci. A casa mia questo modo di comportarsi si chiama inaffidabilità.

            • massimo scrive:

              siete tutti bravi a sputtanare il movimento ….siete dei nulla con il buco attorno….state sereni e aspettate le europee…ciao cazzoni

            • riccardo scrive:

              fiorella ti rispondo io sul referendum e su grillo e casaleggio.
              il referendum sull’euro servirà a chiedere agli italiani se e come rimanere nell’euro. certo che come dici tu non c’è piena chiarezza, perchè determiare oggi dei punti che potrebebro cambiare ogni momento non è facile(magari si voterà tra 6-12 mesi).
              invece i punti da portare in europa sono molto più chiari, molto di più di quello di pd, fi, ncd, ecc….
              e vedo anche che punti il dito sull’organizzazione dei meetup o di altri sistemi del m5s… giusto ma ricorda che poco piu di un anno fa loro avevano il 5%… serve tempo per orgaizzarsi… guarda il pd e il pdl che esiste da sempre e non si capiscono neanche tra le stesse sedi!
              altro errore che indichi, grillo e casaleggio che si contraddicono… evidentemente non segui granchè… loro spesso parlano di idee, proposte e nuovi spunti… certo che a seconda dell’argomento ci possono essere delle differenze… sta nella lingua italiana.
              la rete e i meetup decideranno le linee definitive.
              più leggo questo blog più mi sembra una reunion di persone che non conoscono niente della politica, di persone pagate per scrivere falsità e generalità che si sentono per strada…
              ricordatevi una cosa o’ voi che scrivete per qualcun’altro… le persone per cui scrivete vi hanno fatto mangiare verdure e mozzarelle all’uranio per 20 anni… la vostra vita e quella dei vostri figli per loro conta meno dei loro affari. i vostri nemici non siamo noi, sono loro!!
              prendete i 50 euro che vi danno e scrivete queste pochezze… ma ricordate quanndno voterete chi vi ha avvelenato, pensate che potrebbe rifarlo ogni giorno.

              • il Moralista scrive:

                Riccardo, io non credo ti paghi nessuno per scrivere queste amenità. Nessuno pagherebbe un tipo insignificante come te. Vattene da questo blog. E’ fatto per esseri pensanti, non per tifosi da quattro soldi

            • Christian Fresta scrive:

              Cara Fiorella, se tu spegnessi la TV e andassi a cercare su internett gli interventi dei senatori e dei deputati 5 Stelle alle camere, o seguissi i loro interventi nei talk-show, capiresti che il massimo che una persona può fare dentro i 5 Stelle (che sia Grillo, Casaleggio, Di Maio o io stesso) è proporre, poi si discute e si vota in piena libertà culturale e di spirito dei singoli. Chiamare ignoranti coloro che non prendono una posizione, rispettando il volere del popolo piuttosto che spacciare il proprio volere come quello comune, secondo me è troppo. Di fronte a temi di così grande importanza bisogna fare raccolta di dati e informazioni, bisogna fare considerazioni di valore sociale ed economico, bisogna fare un referendum etc.

            • vincenzo scrive:

              da questo commento si capisce che non sei informata Fiorella.
              Le interviste a Grillo e Casaleggio sono minime, quasi assenti, specie rispetto a tutti gli altri ottimi ragazzi e ragazze che sono nel M5S.
              A parere mio, Di Maio su tutti

            • giorgio scrive:

              dio santissimo quanta pochezza in tante righe ragazza …. dove sei stata gli ultimi 20 anni, sembra che non hai un termine di paragone tra il bene ed il male …il gioco lo hanno capito quasi tutti (a parte te evidentemente) …lascia stare le tue sensazioni e ragiona di più col cervello …ci vuole buon senso, tanto buon senso. E poi ….rassegnati, le cose stanno cambiando

            • fabio barbieri scrive:

              cara Fiorella, il tempo è galantuomo. A distanza di un anno dal tuo post, oggi le interviste le fanno anche agli altri, e non dimostrano di essere deficenti.
              Un mea culpa almeno parziale ogni tanto ci starebbe bene.
              Per il resto dell’articolo e del tuo post non entro nel merito, sarebbe troppo lungo.
              Cordialmente

            • antonio scrive:

              fiorella,
              francamente, dai tuoi post che qui ho letto, più che una voce legittimamente critica, mi sembri un troll – disco rotto che ripete sempre le stese cose – piddina/o.
              da de gasperi a renzi ci siamo sorbiti di tutto e di più, anche con le complicità “inciuciare” iniziate col “compromesso storico”, ricordi?
              ora, dopo tutto lo sfasciume, dell’ultima quindicina di lustri, lasciatoci dai servi, sedicenti rossi, bianchi e neri, al servizio dei potenti, si ha paura dei ragazzi, forse un tantino imbranati, che sono stati eletti professando il sogno del dominio dell’onestà sulla disonestà?
              perché tanto astio su quei ragazzi onesti? hai forse un proprio tornaconto da tutelare?
              saluti bakuniniani

              • tonino b scrive:

                le considerazioni e la domanda finale valgono anche per l’avv. toscano che saluto… calabresamente!
                saluti bakuniniani da uno che ha dovuto usare la… “valigia di cartone legata con lo spago…”!

          • fabio ehsani scrive:

            5 stelle unico baluardo contro banch e e finanza. chi ostacola i 5 stelle agevola banche renzi, napolitano e berlusconi

            • Fiorella scrive:

              Che bello impararsi a memoria gli slogan così si evita di pensare.

              • Elisa5 scrive:

                Fiorella, sei una VENDUTA al potere da quello che scrivi.Dici che non voterai PD PDL e allora? Non so se resusciteremo visto che siamo morti ( anche se non tutti fisicamente) a chi caxxo vuoi dare la tua fiducia? Spesso ho scritto che il M5S è l’unica alternativa, se vuoi sbugiardami…….Hanno avuto 20 anni di tempo i due fidanzati storici e non hanno fatto un tubo tranne che FAR FINTA DI LITIGARE x spartirsi il bottino! Cosa ha da perdere la gente che non ha lavoro, una casa, una qualsiasi speranza di sopravvivenza. VERGOGNATI e SPUTATI in faccia mentre dici ERESIE.

        • Pier Luigi Piccioli scrive:

          Veramente credi che a qualcuno interessino le tue opinioni da maestrino benestante? Al bar ho ascoltato tematiche meglio sviluppate delle tue …

          • il Moralista scrive:

            Se non ti interessano cosa ci fai qua? Chi ti ha chiesto niente? Sparisci, altrimenti rischi di abbassare il livello medio dei commenti…

          • il Moralista scrive:

            Scusa, ma non sarai mica tu il protagonista di questi lirici versi? “Nonostante l’età che potrebbe sembrare avanzata sono quello che ero a 30 anni (moralmente)”. Ma chi te li scrivi i testi? Corrado Guzzanti? http://www.meetup.com/beppegrillo-204/member/124813062/

          • Fiorella scrive:

            @Elisa5
            Se devo votare gente come te preferisco strappare la tessera. Siete senza argomenti e quando non si hanno argomenti si straparla e si insultano gli altri. Bravi proprio come quelli che dite che fanno schifo. Avete un modo di esporre i vostri concetti da far ribrezzo. Non so se vi rendete conto ma siete come i fascisti.

            • riccardo scrive:

              più i fascisti che sono al governo senza essere stati votati (x la 3° volta) o più dei fascisti che hanno governato 20 anni anche se collusi con la mafia, scusa collusi non è chiaro… con i voti della mafia!

        • Roberto scrive:

          Scusami, Moralista ma, non devo dirtelo io che Beppe Grillo, non è da ieri che ci dice che il peso maggiore, nella spesa pubblica, è caratterizzato dai costi della politica!!! I 200 mdl cui si riferisce, non sarebbe meglio sviscerarli da corruzione e spese politiche vive??? Non voglio disilluderti ma, mi sembra che tu abbia un bel po’ esagerato con la tua interpretazione!!!

        • Nicola Ciccolella scrive:

          Secondo me lei ha fumato qualcosa di molto forte. Estasy per caso??

        • Andrea scrive:

          Se l’M5s è invotabile gli altri partiti e sopratutto il PD, HANNO LA ROGNA, altro che invotabili. Queste persone si permettono di giudicare un movimento che non ha mai governato additandolo come dannoso, quando di danni non ne ha fatto alcuno, e invece consigliano di votare PD, un partito che con le sue politiche sbagliate e falsa opposizione ha indotto alla fame ed al suicidio moltissimi cittadini italiani. Se non è un demente una persona che critica i 5 Stelle e non critica il PD beh, siamo in Italia… siamo un Paese di dementi, opportunisti, ignoranti e amorali, non c’è nulla di strano.

        • waffa nculo scrive:

          Bravo genio, invece per toglierci sto c.zz. di debito l’unico sitema è di continuare ad alimentarlo all’infinito.. ma sotto che cavolo è nata certa gente?

          • il Moralista scrive:

            Tu non hai idea di cosa sia il debito pubblico. Siccome Grillo, Casaleggio, Renzi, Merkel e Napolitano ti hanno detto che è una cosa brutta, tu, da perfetto idiota semi-cognitivo, ci credi. Non sai che i Paesi più ricchi e industrializzati, Stati Uniti e Giappone in testa, hanno un debito molto alto. Mentre Paesi poverissimi come la Bulgaria hanno un debito pubblico vicino allo zero eppure i bulgari stanno con le pezze al culo. Ma tu non vuoi capire (ti suda l’unico neurone che possiedi), vuoi credere per fede. Buona fortuna

            • Daniele scrive:

              Ma cosa stai scrivendo? In tutti i comizi, recenti e anche meno recenti, Grillo ha parlato di debito come una cosa con cui si puo’ convivere, citando proprio ad esempio paesi in cui il debito e’ alto, ma non sono in crisi

        • Simone Verde scrive:

          Va bene tutto quello che vuoi …
          Il problema a mio parere e’ un’altro detto chiaro e tondo cosa bisognerebbe fare allora secondo te ?
          La lista Tspiras / o coe cavolo si scrive ) probabilmente non superera’ manco la soglia
          Che altre opzioni abbiamo se non quelle di emigrare in massa su un’isola deserta e dichiarare lo stato sovrano ?
          Io tendo a vedere le cose in maniera + pragmatica…
          Andiamo a vedere i Fatti ..
          Chi si e’ abbassato gli stipendi ? Chi ha rinunciato ai rimborsi ? Chi cerca di mantenere le proprie promesse ?
          Chi propone riforme attuabili e con relative coperture senza fare proclami sensazionalistici?
          A mio parere la risposta e’ sempre m5s , e ripeto a mio parere , quindi finche’ continueranno in questa maniera e /o non uscira’ qualcosa di veramente meglio continuero’ a votarli …
          Poi quello che dice Rossanna e’ anche vero , Casaleggio semplicemente continua a ripetere sempre la stessa identica cosa e non ci vedo nulla di strano nella sua intervista …

          • il Moralista scrive:

            E’ il paradigma ad essere sbagliato. Il nemico è la disoccupazione non l’occupazione clientelare. La mistica dei sacrifici salvifici va abbandonata alla radice. Bloccare la spesa per paura che alimenti un circuito clientelare è uguale al non mangiare per non non rischiare di fare indigestione. Indignatevi per la povertà

        • riccardo scrive:

          secondo me moralista hai perso qualche riga nella lettura… e sopratutto parli di casaleggio dei 5 stelle senza minimamente conoscerli.
          I tagli di cui si parla non sono tagli alle pensioni, ai servizi, alla sanità… capisco che gli altri partiti ci hanno abituato così, però se un minimo conoscessi il M5S sapresti che quei 200 miliardi sono la somma di tagli quali F-35, pensioni D’ORO, sovvenzioni statali a società e fondazioni fasulle, stipendi dei manager pubblici (anche spa), e i mille altri sperperi del nostro denaro che ad oggi esistono.
          ti dirò la verità, i punti dei 5 stelle andrebbero nel medio-lungo periodo anche sopra a quei 200 miliardi… ti svelo che l’Italia è ricca… o meglio SAREBBE RICCA se non ci fossero dei milioni di parassiti a ciucciare le tette di mamma italia.
          prima di scrivere su ciò che non conosci informati, rischi come in questo caso di scrivere demenze!

          • il Moralista scrive:

            Prima di coprirti di ridicolo, studia. Confondi il piano scientifico con quello etico. I tagli alla spesa pubblica, finanche di tipo parassitario, provocano sempre effetti recessivi (teoria del moltiplicatore). Perché la spesa di qualcuno (anche di chi paradossalmente riceve uno non stipendio che non merita) equivale al reddito di un altro. Per cui l’austerità è sempre il crimine peggiore. Poi, una volta stabilito che la spesa pubblica va aumentata fino al raggiungimento della piena e dignitosa occupazione, si può pensare di elidere in maniera cospicua le disuguaglianze. Ma i tagli alla spesa servono solo agli speculatori privati

            • riccardo scrive:

              …a parte che al massimo avrei potuto confondere il piano economico (non scientifico!) da quello etico…
              tu hai messo presupposti che io non ho posto. io ho parlato solo di denaro da tagliare da spese inutili, riutilizzarlo subito investendo in altro sono d’accordo. non capisco perchè parli di austerità, il movimento 5 stelle ha un bellissimo progetto per portare l’internet banda larga in tutte le zone di italia. questo porterebbe lavoro immediato con nuovi posti e sarebbe uno slancio all’e-comm che portrebbe ulteriori benefici. certamente usati meglio (proprio dal punto di vista economico più che etico) che in conti bancari di milionari dove in parte verrebbero tenuti a risparmio.
              io non parlo di tagli ma miglior uso delle risorse.

              • il Moralista scrive:

                Tagliare la spesa significa proseguire nelle politiche di austerità. I 5 stelle vogliono tagliare la spesa (pure Renzi dice che vuole tagliare solo gli sprechi…), ergo i 5 stelle sono per l’austerità. Si chiama assioma aristotelico e mi pare un modo di ragionare sensato…

              • riccardo scrive:

                l’austerità è quella per la quale non si può spendere più di un certo valore (assoluto o relativo) il taglio di alcune spese a favore di altre si chiama redistribuzione e questo è il caso dei 5 stelle.

              • il Moralista scrive:

                L’austerità è una scelta politica funzionale ai miliardari privati. Lo stato a moneta sovrana può spendere quanto gli pare senza alcun limite, se non quello di generare inflazione. Ma è ridicolo parlare ora di inflazione, visto che siamo in piena deflazione. Te ne sei accorto?

            • tonino b scrive:

              toscano (moralista?) per far vivere dignitosamente i parassiti basterebbe il reddito di cittadinanza…!
              secondo me lo dovresti leggere il programma e il nonstatuto adottato da quei ragazzi onesti…!!!
              ancora saluti bakuniniani

        • Antonio scrive:

          Infatti siamo in buona fede, e tagliare gli sprechi che facciamo in Italia l’abbiamo sempre detto oltre a fare battaglie a Bruxelles x tutte le cazzate che hanno commesso gli altri partiti. Non vedo la novità e soprattutto cosa ci sia di male che tagliare pensioni d’oro, dimezzamento stipendi politici e i loro numero, rapporto 1 a 12 stipendi della PA, eliminare enti inutili, snellimento burocrazia e quindi risparmio… non vedo cosa ci sia di male che tagliare le spese anche in Italia… Tappati il naso e vota il m5s… moralsta…

          • il Moralista scrive:

            Il male è nel messaggio politico. A te fanno credere che la disoccupazione è colpa degli sprechi. Invece è il risultato di un preciso disegno politico che intende affamare i poveri per il tramite dei tagli alla spesa pubblica (tagli che tutti dicono “virtuosi”, e poi pagano sempre i soliti). Tagli che piacciono pure a Casaleggio

            • riccardo scrive:

              ma che dici?? dove le leggi queste cose? ma dimmi dove hai letto o sentito casaleggio parlare di tagli??!!
              e anche se fosse casaleggio NON è in parlamento e NON decide lui eventuali tagli.
              lui e grillo come hanno dimostrato con le votazioni sull’immigrazione e sull’incontro con renzi devono sottostare alla rete, se la rete decide una cosa loro devono seguire.

        • giuseppe scrive:

          Moralista,ammetendo che fosse tutto vero quello che dice Casaleggio,non vuol dire che sia per forza tutto fattibile,ma sopra tutto non discutibile,sono idee e proposte,si decide sempre in rete.
          Visto che sei cosi’ “professore”…se hai soluzioni in alternativa,allora dillo,se no il silenzio e’ la cosa migliore.
          FACCI SOGNARE…….TIRA FUORI TU IL CONOGLIO DAL CILINDRO.

        • roberto scrive:

          ho letto alcuni dei vostri commenti e vi rispondo con una semplice risposta che vale per tutti .
          forse è una frase gia fatta e risentita da tanti che giudicate “massoni” roberto casaleggi è una vostra personale upinione ,che grillo dica spesso delle frasi un po inconcepibili puo essere ma comunque una cosa è certa che non ruba nulla a nessuno tantomento al popolo italiano in’oltre tutti i “grillini”dentro le istituzioni sono incorruttibili al contrario di tanti altri partiti .ora vi dico quella frase :” meglio un salto nel buio che rivotare gli stessi mafiosi ! o camorristi poi per il resto potete dire quello che volete il movimento5 stelle salirà giorno per giorno sino a governare spariranno i vitalizzi , le scorte le auto blu e tutto quello che ci hanno rubato per anni . salute a tutti un semplice cittadino del .MOVIMENTO 5 STELLE “

      • luca bruni scrive:

        “Un caro abbraccio,
        Francesco
        p.s. confermo l’invito a turarsi il naso (magari con due mani) e a votare comunque 5 Stelle”
        complimenti per la coerenza

      • massimo scrive:

        @il moralista mi dispiace dissentire,ma il suo articolo e’ di una superficialita’ a dir poco imbarazzante.Delle interviste di grillo e casaleggio,le consiglio di tenerne poco conto,in quanto come fatto fino ad ora solo la rappresentanza in camera e senato e’ quella che sta’ operando(ed in modo eccellente). Inoltre sulle righe del taglio della spesa e delle “pulizie in casa….” come evidenziato dal suo brillante articolo,tagliare la spesa di 200 miliardi per reinvestirle in progetti di sviluppo,occupazione o altro no vero??? gli faccio un esempio piu’ semplice per venire in contro alle sue capacita’ mentali…..io sono il papa’ che dona 1 euro a mio figlio per comprarsi le caramelle,se voglio che mio figlio non si rovini i denti taglio la spesa per le caramelle e gli do’ lo stesso euro per acquistarsi un buon panino che significa che non do’ i soldi a mio figlio oppure che mio figlio muore di fame?? La esorto piuttosto di leggere stralcetti a leggere tutto ed a 360 gradi. Inoltre sugli interventi che verranno ritrattati in ambito europeo ci sono il mes ed il fiscal compact http://www.beppegrillo.it/2014/04/il_m5s_abolira_il_fiscal_compact.html leggi!! che a detta di svariati economisti(barnard,benetazzo ecc..) e’un patto strangola stati(lei quando hanno firmato questo schifo dove era a fare il moralizzatore???)!!! Inoltre sul da farsi si vedra’ con le votazioni online e sopratutto con le persone che si stanno candidando con i pentastellati(plurilaureati,ricercatori,avvocati)gente competente…..non mandiamo mica la zanicchi!!! se vuole vedere con i suoi occhi http://www.beppegrillo.it/europee/candidati/

        per qualsiasi chiarimento e delucidazione sono a sua disposizione,nel qual caso nel suo pc il tasto cerca del browser non funzionasse.

        • il Moralista scrive:

          Guarda, la storia del bambino che si rovina i denti è veramente calzante e commovente. Sarà costretto a rivedere le mie certezze…

        • fabio ehsani scrive:

          chi sotacola i 5 stelle fa un piacere alle banche a renzi e berlusconi. o col 5 stelle o con la barbarie

          • il Moralista scrive:

            Mi spieghi che senso ha lottare per l’abolizione del fiscal compact insieme a Grillo (la cui applicazione comporterebbe tagli automatici alla spesa per 50 miliardi l’anno), per poi sapere che Casaleggio propone tagli fino a 200 miliardi. Questo non è un blog per tifosi o esaltati. Questo spazio è dedicato a chi ama il ragionamento. Chi non è d’accordo si rivolga altrove

            • Alfonso Scarpa scrive:

              Ma guarda un po un’altra fasulla ex elettrice del M5S naturalmente pentita,ma a chi volete darla a bere…i veri elettori a 5 stelle non sono per niente pentiti,poi per quale motivo?L’unica forza politica coerente, che ha mantenuto tutto quello promesso in campagna elettorale senza cedere di un passo alle lusinghe della partitocrazia vile arrogante e menzoniera,adesso fate di tutto per screditare il movimento e chi ha dato vita a questo fantastico gruppo di persone oneste corrette e molto preparate.Con che coraggio asserisce che i parlamentari pentastellati non sono preparati e le interviste le fanno solo Grillo e Casaleggio…niente di più falso,tra i parlamentari del M5S ci sono persone di grande intelligenza,preparazione specifica e cultura da vendere.Fiorella lei mente spudoratamente sapendo di mentire e visto che questa è una caratteristica peculiare dei piddini posso trarre delle logiche conclusioni…

      • Rozzo Fiorentino scrive:

        Tutto questo puzzo per ripetere la solita solfa repubblichina e pidiota. Ma smettila, chi ti credi di essere? Se non sei del PD sarai di qualche altra fazione inciuciata con Renzi tipo svendola o al fano. Un cordiale vaffanculo.

        • il Moralista scrive:

          Forse non ci siamo capiti: io credo che i partiti tradizionali siano responsabili dell’Olocausto in atto ai danni delle fasce più povere e indifese. Avendo però, a differenza tua, un cervello, mi chiedo come mai Casaleggio faccia proposte in linea con il pensiero di Merkel, Napolitano, Monti e Renzi. E ora vattene pure affanculo (e restaci)

      • frank scrive:

        ma scusate i tagli ci devono essere, sicuramente non gli stessi che vuole fare renzi, gli sprechi enormi ci sono, come tutte quelle cose costruite e mai utilizzate oppure gli sprechi nella sanità dove una siringa costa 50euro….la paura è normale che ci sia con questa classe di partiti, i partiti usano parole belle per fare brutte cose, tagli alla sanità vuol dire aumentare il ticket per i partiti, per il m5s vuol dire comprare i rifornimenti a prezzo che dice il mercato, tenendo la sanità sempre pubblica…cioe comprando come un normale persona che cerca di risparmiare!!!

      • Giovanni G. scrive:

        Vorrei fare una domanda al gentilissimo Francesco Maria Toscano, nella speranza che mi risponda, ne dubito, però ci provo.
        Lei sà precisamente cosa determina il debito pubblico?

        • il Moralista scrive:

          Giovanni uno Stato a moneta sovrana potrebbe perfino fare a meno di emettere titoli di Stato. Potrebbe aumentare direttamente la base monetaria immettendo liquidità nel sistema. Capisci perché quindi il debito è una bufala?

    2. Alessandra scrive:

      ..finalmente ci sei arrivato anche tu..e spero che chi segue questo blog che ha un minimo di cervello non voti il movimento..cmq aspettati tante ma tante critiche dai grullini..sono lobotomizzati..

      • Stefano El Sambo scrive:

        Nessuna critica, solo una domanda……tenendo conto che voglio ascoltarvi, e seguire il vostro consiglio….invece di dirmi “chi non” votare, suggeritrmi “chi” dovrei votare…..attendo risposta

        • Rodion scrive:

          Ad ora, **alle Europee**, L’UNICO GRUPPO di intellettuali che ha fornito strumenti culturali e modelli adeguati nel predire dettagliatamente l’evolversi delle vicende italiane ed europee, sostiene:

          CLAUDIO BORGHI AQUILINI

          Dopo si vedrà.

          L’unica associazione attualmente attiva ha un carattere prettamente economico e ruota attorno alla figura dell’economista Alberto Bagnai: http://www.asimmetrie.org/

          Stiamo cercando fondi e sostegno per altre associazioni di carattere scientifico e divulgativo che promuovano un’ermeneutica dell’attuale crisi economica e democratica e sviluppino modelli descrittivi/preditittivi in altre discipline.

          Attualmente asimmetrie.org, in comune con il “Manifesto di Solidarietà Europea”, fornisce un polo di risorse culturali a livello internazionale in un contesto accademico riconosciuto e con il contributo di professionisti che si sono affermati per le grandi competenze di tipo “practitioner”.

          • Rosanna Spadini scrive:

            Claudio Borghi Aquilini si candida con la Lega, quindi diciamo le cose come stanno, persona rispettabilissima dal punto di vista intellettuale e professionale, che poi, ad una conferenza, celebra Gianfranco Miglio, ideologo appunto della Lega Nord,

            quel famigerato partito del cerchio magico, d’oro e di fanghiglia che ha appoggiato il miliardario Berlusconi (divenuto tale perché è entrato in politica) per 20 anni.

            E che ora sostiene l’uscita dall’euro per non sparire definitivamente dalla storia.
            Finalmente una proposta giusta, dopo novecentonavantanove sbagliate.

            Una grande risorsa politica per l’Italia!
            Un’idea meravigliosa per la Rinascita morale del paese!

            Se gli va bene prenderà il 3,9% dei consensi.

            • Renato Protti Miracca, primo segretario cittadino della Lega Lombarda di Mede (Pv) nel 1991/2, fuggito a gambe levate per ignoranza politica. Caro Rodion, ma che ti frulla in mente.

            • Mario scrive:

              Mi spiace contraddirti Rosanna (anche se non sono Berlusconiano), il Sig. Berlusconi non è diventato ricco dopo essere entrato in politica, lo era già di suo ancora prima.
              In quanto ai 20 anni di governo (come dite tutti quanti), quasi una buona parte li ha governati il Sig. (mortadella) Prodi e soci(vedi Dalema).
              Quindi prima di scrifere certe affermazioni, documentati.

              • Rosanna Spadini scrive:

                Sono d’accordo con te che Mortadella è l’altra brutta faccia del sistema, per di più responsabile dell’entrata dell’Italia nell’euro,

                però il sign. Berlusconi, quando ha iniziato a fare campagna politica nel 1992 era sull’orlo della bancarotta, se non trovava l’alleanza con la Lega Nord, non sarebbe andato da nessuna parte.

                Anzi sarebbe partito “in esilio” con il suo amico Craxi. La rete non dimentica, cercatelo su Google.

              • Massimo Bianchi scrive:

                Ma finitela co’ sta mortadella, BUFFONI! Io, comunque, voto Sel: non mi piacciono i Duci di nessun tipo!

              • Michele scrive:

                Diventato ricco negli anni ’70 riciclando denaro mafioso tramite banca Rasini del babbo…poi monopolista televisivo paraculo parassita di Stato grazie al decreto Berlusconi di Craxi..ecco come è diventato ricco. Prima volta in libera concorrenza: Standa. Fallita.

      • Angelo scrive:

        Alessandra definire i simpatizzanti del m5s o di qualsiasi ideale non in sintonia con il tuo, “lobotomizzati” e “grullini” mi pare alquanto maleducato e irrispettoso nei confronti di persone che nemmeno conosci,non credi che molte persone che tu definisci grullini abbiano un cervello sano non lobotomizzato e sono molto piu’ intelligenti di te ? Io posso criticare le idee le scelte e tanto altro ma mai mi permetterei di offendere persone che non conosco,quindi a questo punto mi chiedo chi sia stato ad aver subito un intervento neurochrurgico? Criticare le idee e non offendere persone che non si conosce e un modo intelligente di dibattito.

      • bruno della porta scrive:

        Ciao Alessandra, lobotomizzata sarai tu e tutti quelli che lo pensano di chiunque, non dai una immagine di intelligenza offendendo chi non la pensa come te, o forse fai parte del gioco al massacro che ci sarà da ora in poi nei confronti del m5s? Tutti gli altri soggetti politici hanno già dato e ne vediamo, purtroppo, i risultati. Ma in ogni caso ognuno giudica con la sua testa se intellettualmente onesto oppure con la sua convenienza momentanea se non è capace di vedere più in là del suo naso, tu da che parte sei?????????

      • Phil scrive:

        ti invito semplicemente ad essere un pò più rispettosa del prossimo e non mettere etichette peraltro offensive sulla gente.
        Scrivo solo per questo.
        Non sono per niente d’accordo con questo articolo ma non per questo penso che tutti quelli che lo siano siano degli sciocchi paranoici imbacuccati che vedono complotti in ogni cosa.
        Sarebbe facile per me appioppare ed appiopparti questa etichetta. Eppure cerco di avere rispetto per tutti, persino quelli che non votano Movimento perchè sono tutti lobotomizzati da casaleggio ma poi magari mi tornano a votare PD perciò ti invito a fare lo stesso.
        Scendi dal piedistallo ed impara cosa significa avere rispetto per chi ha dedicato parte delle sue energie in qualcosa in cui credeva (ed in parte ancora crede).
        Arrivederci.

        • il Moralista scrive:

          Concordo sul metodo. Una curiosità: chi ha mai parlato di complotti?

          • Rosanna Spadini scrive:

            Quando si parla di massoni, non si parla di complotti? Il gruppo Bilderberg non è spesso definito un complotto?

            Molte persone lo intendono in questo modo …

            • il Moralista scrive:

              Intendono male. Il Bilderberg come la Trilateral sono strumenti operativi visibili di logge sovranazionali e riservate. Ma di complottistico non c’è nulla. E’ tutto evidente e chiaro.

              • ampul scrive:

                allora qui prendo posizione io stavolta: chi parla di complotto riferendosi a bildeberg, trilateral, aspen, ecc. è un fesso imbambolato e, qui ci vuole, lobotomizzato da una comunicazione distorta fatta ad arte da mezzi antidemocratici per natura che ben si prestano intrinsecamente alla veicolazione di certe notizie macchiettistiche, e perciò di facile presa per la “plebaglia” (cit. jaques attali).
                passo e chiudo

              • Rosanna Spadini scrive:

                Io lo so, ma molti accusano di complottismo lo stesso termine massoneria e quindi anche le altre organizzazioni che si rivestono di atmosfere ambigue.

                Che le riunioni del Bilderberg siano poi così evidenti e chiare, avrei qualche dubbio, visto che si ritrovano a porte chiuse, in sedi tenute segrete fino all’ultimo, e senza la presenza della stampa.

          • phil scrive:

            ma infatti è scorretto! Era questo il messaggio.
            Definire “complottista” qualcuno che sostiene certe tesi è come definire “lobotomizzati” (o anche solo “grillini”) quelli che credono che dla progetto 5 stelle ci possa uscire qualcosa di buono
            ciao

      • Andrea scrive:

        Se io sono lobotomizzato tu sei simile in tutto e per tutto ad una bestia cara mia, oltre che ad essere ignorante, amorale e opportunista. Grazie al tuo voto hai permesso di indurre al suicidio moltissimi cittadini, sei indirettamente un assasina. Non rendendoti conto di questo è giusto chiamarti bestia… Complimenti! Fai attenzione perchè la tua violenza, genera altra violenza.

      • riccardo scrive:

        brava alessandra.. tu invece che non sei lobotomizzata, chi voti? forse gli stessi partiti che ti hanno fatto mangiare verdura e mozzarelle all’uranio della terra dei fuochi per 20 anni senza dirtelo!! tumori a tutta europa per coprire i loro affari con B.junior… tu ne hai mangiati di prodotti in questi anni? non hai paura? hai capito che la tua vita per loro vale zero? se non era per il m5s nulla sarebbe venuto fuori e tu continueresti a mangiare tranquilla quei prodotti.. hai figli? la loro salute ti preoccupa? bhè se si forse è meglio che tu apra gli occhi… anche se sei “dei loro” non sei sicuramente abbastanza in alto per aver saputo di non mangiare quelle cose… pensaci la prossima volta che ti fanno scrivere sui blog e sopratutto quando voterai!!

    3. Rosanna Spadini scrive:

      In arrivo un tornado in Parlamento Europeo. L’Europa così come la conosciamo verrà spazzata via

      Tenendo presente che l’euro è un morto che cammina e che Target2 è praticamente ingessato da un funzionamento ormai deteriorato da mancanza di monetizzazione.

      Le dichiarazioni di Casaleggio non sono cambiate di una virgola rispetto a quello che aveva già detto in precedenza.

    4. Alessandra scrive:

      ..infatti gia’ da tempo si sapeva che era invotabile..

      • Rosanna Spadini scrive:

        Per esempio il-main-stream.blogspot.it è favorevole ai 5*

        il-main-stream.blogspot.it è un bel sito tenuto da esperti di economia, Badiale & Tringali, autori de “La trappola dell’euro”, insieme a Claudio (di cui non conosco il cognome), che si dichiara favorevole ai 5*.
        Sono ingenui anche loro?

        • claude scrive:

          GIUSTO PERCHE’ NON SI SPARGANO NOTIZIE FALSE: NESSUNO dei tre di main stream è economista ne tantomeno esperto. E’ sulla loro bio sul sito, non ci vuole tanto a scoprirlo. In ogni caso come fai a dargli la patente di anti-ingenuità? E in ogni caso il fatto che lo sostengano loro lo rende vero?

    5. Laura scrive:

      Mi sento rinfrancata dopo la lettura di questo articolo, eppure era evidente sin dal principio come stavano le cose. Nulla da dire sulla buona fede dei rappresentanti e tanto meno sulla buona fede degli elettori, ingannati dal vertice del movimento. Quando le opposizioni nascono a tavolino, predisposte dal medesimo sistema allo scopo di contenere il dissenso, al momento del dunque si rivelano.

      • Michele scrive:

        A tavolino non è nato nulla. Il m5s ha una radicazione sul territorio che proviene da 100.000 attivisti con 10 anni di battaglie alle spalle,tutte anti-sistema, e i partiti se ne accorgeranno tra 10 anni, visto che nell’elettorato sotto i 30 anni le percentuali sono già invertite (34% m5s, 24% PD, fonte Ixè per Agorà che è tutto dire).
        Mi sa che è l’informazione contro il movimento, dalla quale hai attinto, che è nata a tavolino.

      • CLAUDIO SALOGNI scrive:

        Seguendo molto da vicino, per non dire dall’interno le cose che succedono nel movimento che ho diverse volte criticato, so per certo che gli economisti di riferimento sono, Nino Galloni Loretta Napoleoni e Lidia Undiemi ( leggere ciò che dicono e vi farete un’idea di ciò che è il pensiero in assoluto più diffuso su questa europa ).So per certo che sono le loro linee che prevalgono a stragrande maggioranza ) e non se fossero diverse quelle di Grillo e Casaleggio. Come è già successo il pensiero di Grillo è già stato sconfessato per esemio sul reato di immigrazione clandestina. Personalmente non ho mai fatto atti di fede. Se la linea del movimento cambiasse, me ne andrei tranquillamente da un’altra parte, mantenedo fermo le idee in cui credo. I fideisti e i quaqquaraquà ci sono in tutte le famiglie. Non buttare

    6. Alessandra scrive:

      Rosanna mi potresti dire dove Badiale e Tringali supportano il M5S?..hanno commentato questa intervista?

      • Rosanna Spadini scrive:

        ANCORA SUL VOTO

        … E’ esattamente quello che hanno fatto finora. Mi sembra evidente che non c’è alternativa: occorre spazzare via l’intero ceto politico italiano, perché una classe dirigente all’altezza della lotta necessaria possa riprendere in mano lo Stato e ricostruire il paese nell’indipendenza e nella democrazia. Questo è possibile solo con la rottura netta e intransigente nei confronti dell’attuale ceto politico, in tutte le sue componenti e con tutti i suoi annessi e connessi. Se non si capisce questo, cioè il fatto che l’intero ceto politico è il nemico, qui ed ora, non si può nemmeno impostare la lotta. L’unica realtà significativa che capisca questa necessità mi sembra il M5S, per questo ribadisco la mia convinzione che l’unica scelta possibile oggi è fra l’astensione e il voto al M5S.
        (M.B.) Marino Badiale

        DUE MOSSE DA MAESTRO

        Leggete bene, in due occasioni e in maniera chiara, prima Marino Badiale, poi Claudio, i responsabili del sito si dichiarano favorevoli al voto. Per di più loro sono molto competenti in materia.
        Sono ingenui anche loro?

      • Rosanna Spadini scrive:

        Premesso che a me piace ragionare per fatti e non per opinioni, anche se autorevoli, non mi sembra che Casaleggio abbia cambiato nulla rispetto alle dichiarazioni fatte decine di volte, anzi l’ho sentito fare dichiarazioni anche peggiori di queste. A me sembra appunto che quella di Francesco sia un’interpretazione, un’opinione, che pur rispettabile, vale quanto la mia, sicuramente meno rispettabile.

        Il tono duro di Casaleggio poi, anche quello piuttosto frequente, è facilmente comprensibile, dato che siamo in prossimità di elezioni che probabilmente vincerà e dunque è sottoposto a pressioni di ogni tipo, pedinato, perseguitato, minacciato, lui e la sua famiglia, tenete presente che da ora in poi, fino al 25 maggio, ne sentiremo di belle sul suo conto, ci sono dossieraggi che stanno per esplodere.

        Per quanto riguarda la valutazione delle scelte politiche del Mov5*, ho apprezzato spesso la loro coerenza, le loro mosse politiche, e non credo che chi ha proposto Rodotà come Presidente della Repubblica, la soppressione dei finanziamenti pubblici ai partiti e ai giornali, l’onestà e la coerenza in politica, la difesa della Costituzione, l’abolizione del Fiscal Compact, del Mes, del Pareggio di bilancio, di Equitalia, la critica documentata ad opere inutili, dannose, costose, come la Tav, l’Expo, la proposta di impianti di energie sostenibili, di smaltimento corretto dei rifiuti, di difesa dell’ambiente,

        sia poi un Gollum che trama nell’ombra più nera per fare solo soldi e per danneggiare definitivamente il proprio popolo, la propria nazione, la propria terra. Credo anzi esattamente il contrario, che il Mov5* sia un’ottima occasione per l’Italia, per dare una spallata a quest’Europa, e per uscire anche dall’euro.

        Quindi, a differenza di altri che preferiscono offendere le persone, piuttosto che ragionare sui fatti (ho spesso sentito Francesco dire che questo è un sito socratico e volterriano), ma del resto hanno avuto un ottimo maestro, io cerco di non offendere nessuno, e non mi sento NE’ GRULLINA, NE’ LOBOTOMIZZATA, se mai mi sento simile a San Tommaso: ci voglio mettere il naso.

        FACTA, NON VERBA!

      • Rosanna Spadini scrive:

        Carissima Alessandra, anche tu non rispondi quando ti si propone un piccolo quesito da risolvere, perché mi eviti?

        Perché non rispondi? Sei capace solo di offendere?

    7. D’altro canto nell’intervista, apparsa sul fatto quotidiano, si evince anche il RECALL, il concetto che uno vale uno e che chicchessia, che non mantenesse la parola data, può essere sfiduciato da almeno 500 iscritti del proprio territorio.
      Dove voglio arrivare, giacché lo stesso sentore lo vissuto durante il 1998, nel FRONTE NAZIONALE DI TILGHER, lasciamo che il tempo, la storia del m5s faccia il suo corso, dopodiché si avranno più certezze sulla buona fede di Casaleggio. Credo che possa essere sfiduciato, anch’egli. Tappiamoci il naso e abbiamo fede. Nell’articolo succitato il MAESTRO, ha citato anche l’opzione della ignoranza in termini economici, indi tempo al tempo.

    8. Dom scrive:

      Gli stupidi si infinochiano da soli chiamando i massoni sionisti nazisti che non c’entrano niente.

    9. Cari, partiamo dal concetto azione-reazione. Nel succitato articolo emerge la falsità del m5s ( azione).
      Reazione; constatato la falsità di casaleggio, una domanda sgorga spontanea( reazione) quando saranno visibili le Associazioni Eleonor Roosevelt, affinché si possa avere un viatico degno di proposte socialiste liberali senza dovere continuare a lavare il culo alle altrui forze politiche, oppure continuare la snervante caccia alle streghe, demoni!
      Voglio dire creiamo un manifesto politico, chiediamo lumi e quant’altro al Gran Oriente Democratico e iniziamo a combattere i neonazisti in modo serio, incisivo e visibile e non in terza persona.
      Detto ciò, altrimenti sorge il medesimo dubbio inerente al m5s, solo chiacchiere e distintivo.

    10. luc nava scrive:

      tutto cio che e contro l’euro, poteri forti delle banche, contro lA DEMOCRAZIA POPOLARE, CONTRO LA TRILATERALE SIONISTA IN MANO AGLI EBREI CHE CONTROLLANO L’ECONOMIA MONDIALE , CONTRO LE CAZZATE CHE SCRIVONO FRANCESCO O MARIA ? TOSCANO CONTRO I RINCOGLIONITI IGNORANTI CHE COMMENTANO SENZA SAPERE NIENTE E CHE SI BASANO SU ARTICOLI COLLUSI SCRITTI DA COLLUSI. PER ME VA BENE ANCHE UN RICCIOLUTO

    11. luc nava scrive:

      NELL’ARTICOLO, OGNI TANTO IN ROSSO “CLICCA PER LEGGERE” CLICCO E…MA SONO TUTTI DELLA STESSA PERSONA ! TOSCANO” MARIA – MA ALLORA ? CLICCA PER CONFERMARE UNA OPINIONE DI UN SOLO INDIVIDUO ? E COME DIRE LEGGI E CONFERMA LA MIA STESSA OPINIONE – SINGOLA E IMPARZIALE ? MA NON FATEMI RIDERE E INFORMATEVI SU LE TESTATE INTERNAZIONALI CHE CRITICANO IL GOVERNO AMERICANO SCRITTE DA AMERICANI, DEL GOVERNO INGLESE SCRITTE DA INGLESI. CERCATE NIGEL FARAGE SU YOUR TUBE , INFORMATEVI MEGLIO ! LEGGETE IN INGLESE LA COSPIRAZIONE CONTRO LA RUSSIA E IL COMPLOTTO UCRAINO LEGGETE L’INVIO DI 300 BLACKWATER ( MERCENARI PRIVATI) INVIATI IN UCRAINA DALLA CIA PER SPARARE SU SOLDATI E
      POPOLO, INFORMATEVI SU TUTTO PRIMA DI GIUDICARE DELLE STRONZATE SCRITTE DA UNO STRONZO !
      “IN GOD WE STRUST” ! IN IDIOTS MUSCH LESS !

      • luc nava scrive:

        SONOD’ACCORDO!

      • il Moralista scrive:

        Senti quadrupede e beduino, se hai qualcosa da dire di logico, argomentato e sensato, fallo pure. Altrimenti vattene affanculo perché il tuo latrare è patetico e bestiale

        • ribadisco in terra di lomellina LUC, vuol dire scemo.

        • gigi scrive:

          per fortuna che sei un moralista…blog ridicolo

        • Filosofo scrive:

          Egregio sig. “Moralista” lei vive molto di immaginario e poco di realtà… questo si evince perchè se Lei applicasse la stessa formula dubitativa su qualsiasiparlamentare NON M5S potrebbe stare qui a sprecare tempo in supercazzule per i prossimi 25 anni… esca di più … guardi qualsiasi Meetup e a porte aperte ..ci vada…garantisco che lì non si LOBOTOMIZZA nessuno… poi la sfido…PARTECIPI.. e da l’ a 30 giorni torni a scrivere di Casaleggio… Buon percorso di vita..(p.s. se le sempbra poco faccia come me..poi passi un anltropaio di mesi fra i vari ritrovi di PDL FI PD LEGA e se ne ha il coraggio poi mi dica DOVE STA LA DEMOCRAZIA DI CASA… (Anzi leggendo le offese gratuite che lancia a chi si permette di dissentire..si faccia anche un corso di comunicazione..ne ha di bisogno)

          • il Moralista scrive:

            Guardi il corso lo farò di sicuro…ma non da lei, che scrive come i Totò e Peppino della famosa lettera alla “Malafemmina”

            • Yro scrive:

              si beh, non è che appena qualcuno ti fa notare che devi affrontare gli argomenti con un pelo più di profondità, sei matematicamente costretto ad insultare stile seconda media, amico XD XD XD

    12. Paci Paolo scrive:

      Probabilmente il motto “ognuno vale uno” andrà a trasformarsi in “uno solo non varrà più un cazzo”. http://francescoamodeo.net/2013/12/02/quello-che-non-vi-hanno-mai-detto-sul-movimento-cinquestelle-e-sui-motivi-per-sostenerlo/

    13. […] IL MOVIMENTO 5 STELLE E’ ORA UFFICIALMENTE INVOTABILE. CASALEGGIO HA GETTATO LA MASCHERA […]

    14. kthrcds scrive:

      Nell’aprile 2013
      «la Casaleggio Associati ha pubblicato su YouTube un video, datato simbolicamente 6 aprile 2051, in cui [si] racconta [...] cosa bisogna aspettarsi dal futuro. [...] L’obiettivo di Prometeus è quello di vivere in un mondo virtuale dove “l’esperienza è la nuova realtà”.
      La Casaleggio Associati pubblicò poi un altro videomessaggio in cui una voce femminile spiegava che prima di arrivare alla “sostituzione dell’anima con un avatar”, la società dovrà passare attraverso alcuni momenti difficili
      [...]
      Nel 2020, dice ancora il video, è previsto l’inizio della Terza guerra mondiale, che durerà venti anni. La guerra sarà vinta dai paesi occidentali, che grazie a Internet, domineranno il mondo intero. Infine, nel 2054, sarà eletto il primo governo mondiale, Gaia».

      Ora, non so come la pensino gli elettori del M5S, ma io a uno squinternato come Casaleggio, l’arbre magique con la cravatta, non chiederei nemmeno un’indicazione stradale.
      Tanto più che come manager, diciamolo, ha accumulato una serie di fallimenti rilevanti.
      «Antonio Amorosi, blogger e giornalista per Affaritaliani.it, ha esaminato da vicino le carte, cioè i bilanci della ex società di Casaleggio, la Webegg, [...] per evidenziare i “buchi di un milione e 932 mila euro nel 2001 e di quindici milioni 938mila euro nel 2002, su un fatturato di ventisei milioni di euro”».

      Domenica 1 dicembre 2013, durante un comizio, Casaleggio, dopo essere stato introdotto da Grillo con le parole “questo è pazzo completamente”, attaccò la partitocrazia, che “deve finire con nuovi strumenti di partecipazione popolare che oggi noi semplicemente ribattezziamo democrazia diretta. Ciò vuol dire referendum non soltanto abrogativi, ma referendum propositivi. Vuol dire avere la possibilità di discutere le nostre leggi e di discuterle con i nostri parlamentari che mandiamo noi in Parlamento. Non i segretari dei partiti”.
      Oltre a banalizzare concetti che generalmente sono noti ai più, Casaleggio sembra non rendersi conto che non esiste solo il M5S in Parlamento, e quindi le “nostre leggi” dovranno essere discusse anche con gli altri parlamentari, non solo con “i nostri parlamentari”. Sicché, escludendo a priori che il M5S ottenga il 51% dei voti alle elezioni, il discorsetto lascia il tempo che trova.
      Casaleggio chiuse il suo striminzito intervento di 2 minuti e 16 secondi citando Marco Aurelio, per ribadire che “dobbiamo ricostruire il senso di comunità in questo paese. Se no non ne veniamo fuori. In alto i cuori!”.
      È difficile fare un discorso meno coinvolgente e più inconsistente di questo, ed è forse per questo motivo che Grillo cerca di attirare l’attenzione sbraitando, visto che non solo non ha idee originali, ma non ha nemmeno capito con chi ha a che fare.

      «Grillo ha vinto utilizzando la tecnica più vecchia del mondo. Urlando più forte degli altri che gli altri sono dei ladri, a differenza di lui. Che abbasserà le tasse, che anzi ti pagherà addirittura, con un reddito di cittadinanza! [...] Questa cosa non ha bisogno del web per essere realizzata, basta un fax, o un catalogo mandato a casa come fece Berlusconi nel 2008.
      L’unica vera rivoluzione di Grillo è stata far credere che il suo fosse un movimento per liberarsi del “solito modo di fare politica” e dal “personalismo” quando il successo stesso del M5s è stato costruito su sagre della salsiccia mandate in streaming e le peggiori paranoie e vendette personali del Capo».

      In più di un’occasione Grillo ha ripetuto che il “suo movimento cambierà l’Italia e il mondo”, ma nel luglio 2013 Casaleggio non riuscì ad intervenire ad una riunione di industriali nel nord Italia perché – questa la giustificazione ufficiale – era “rimasto intrappolato nel traffico”.

      Per concludere, l’impressione è che finché i parlamentari M5s non si liberano della strampalata e ingombrante gestione Grillo-Casaleggio non andranno da nessuna parte.

      • Rosanna Spadini scrive:

        Obama ha detto di Gabriel Garcia Marquez: “Era un visionario”. Visionary, prophet, creative thinker, futurist = Visionario, mistico, idealista, utopista, allucinato, vaneggiatore e, addirittura, paranoico.

        Il Vecchio ed il Nuovo Mondo come anche il mondo latino e quello sassone a confronto… seppur nelle lingue sassoni ci sia più un’accezione positiva nel termine – e in quella d’origine latina prevalgano, invece, quelle negative – l’Europa mostra tutto il suo carico di secoli, come un peso sulle spalle.

        Si possono cercare nelle varie lingue più significati, però appare evidente che nel Nuovo Mondo un “visionario” è una persona che ha un’idea, un credo, una visione che porta avanti ostinatamente: mi salta alla mente Elon Musk (il creatore di Paypal) e la sua Tesla Motors il quale – testardamente – continua la sua lotta per vendere un’auto elettrica senza passare per la “tagliola” dei concessionari.

        Nel Vecchio Mondo, invece – e particolarmente nei Paesi latini – avere una visione è considerato troppo pericoloso, inquietante per gli equilibri consolidati del potere.

        Casaleggio è un visionario, perché ha avuto un’idea, un credo, una visione che porta avanti ostinatamente …
        Le utopie cambiano la storia, non le teorie del complotto.

        VINCIAMO NOI !!!

        • kthrcds scrive:

          Rosanna, se il M5s fa un risultato migliore del Pd io la sera delle europee festeggio. Così Renzi va a vendere tappeti su Telerignano e siamo tutti più contenti.
          Poi vedremo, ma io tutta questa fiducia nel M5s non ce l’ho.

          • il Moralista scrive:

            Mi pare una sintesi saggia…

          • O. Cassani scrive:

            Anche F.Pizzarotti comincia con i distinguo…
            http://bit.ly/1kTjfGa

            • Rosanna Spadini scrive:

              Guarda che io ci vivo a Parma e Pizzarotti, che ho votato e che fa bene il suo mestiere, si permette di avanzare riserve sul merito della scelta dei candidati europei, dicendo che nessuno li conosce.

              MA CAZZO LUI CHI LO CONOSCEVA???

              IO NON LO CONOSCEVO EPPURE L’HO VOTATO LO STESSO, PERCHE’ QUESTO E’ IL PRINCIPIO DEL MOVIMENTO, CITTADINI AL SERVIZIO DEI CITTADINI!

              Quindi smettete di parlare a vanvera, senza conoscere le reali condizioni.

          • Pierluigi scrive:

            Una fiducia al 70 %. Ormai credo che la maggior parte dei frequentatori del “il Moralista” non sia disposta a credere ad una qualunque ideologia totalmente e acriticamente. Ebbene sì, concordo che il M5S si deve liberare di Casaleggio in primis anche perché, è ingiusto abbandonare i milioni di italiani che hanno votato per cambiare lo status esistente. Non vedo in questo momento, aggregazioni politiche che siano in grado di convogliare i voti del M5S per cui vi chiedo e lo chiedo anche al Moralista : non è il caso di entrare direttamente nel M5S per dare una più consapevole e strutturata azione politica ?

            • il Moralista scrive:

              Entrare nel Movimento 5 Stelle? Saremmo bruciati sul rogo, in quanto eretici e apostati, nel giro di un paio di mesi…

              • Pierluigi scrive:

                Ed abbiamo paura di questo ? Non credo anche se si dovrebbero affrontare enormi difficoltà nel fare capire che la litania del debito pubblico è una menzogna e che il problema reale è stato il disinteresse dei cittadini italiani per il loro destino. In effetti non sarebbe una passeggiata ma ci sono molte persone che sono mature per la Verità

              • Michele scrive:

                Questa non te la passo, è disinformazione. Io sono entrato l’anno scorso per conoscere l’ambiente, parlo di tutto quello di cui parliamo qui e vengo anche ascoltato. Il nostro è un piccolo gruppo ma a livello locale non vi è la minima ingerenza. Poi ci sono le persone disinformate o di qualunque impostazione quindi si può anche litigare, ma la realtà è che la “linea dello staff” la si sente (ma non sempre la si rispetta) solo a Roma. Basta demonizzare, Pierluigi ha ragione, se volete cambiare il m5s entrateci invece di parlare di Gaia come piddini qualunque.

              • claude scrive:

                Sarebbe la giusta fine per un moralista, il, pardon. ma il fatto è un po’ più triste e meno eroico: il movimento è strutturato per NON avere una coordinazione nazionale. Sono stato tra i fondatori del meet up di brescia, eravamo 4 gatti in una birreria. Puoi parlare di economia, ma vale quanto un urlo nel vento, o forse meno. La discussione è stata sollevata nel nuovo portale, totalmente a-funzionale. Tanto da pensar male, e ciò nonostante è là che fa bella mostra di sè, la proposta più votata sul tema economico da un anno a questa parte, un referendum INTERNO al mov per una linea per la politica economica. La verità è che sono tanti, tantissimi i segnali che indicano che il mov è marcio nelle alte sfere, da ultimo l’articolo dove Casaleggio parla. A parte quello che dice, ma chi l’ha votato? Parla a titolo personale? Cos’è quel plurale maiestatis? Cos’è quella linea politico economica? Chi l’ha scelta? Chi l’ha votata? Chi l’ha voluta? Queste persone un giorno pagheranno, insieme ai Prodi, ai Fassina, ai furbetti di tutti i campi. Idem dicasi per grillo da napolitano. Si chiamava (chiama) Movimento perché senza leader. Poi DOPO che ha preso i voti si è autoproclamato leader. Pensa te!

    15. Girolamo scrive:

      Non è il voto che cambia qualcosa, se cosi’ fosse, come diceva Mark Twain, non ci farebbero votare.Il M5S è un’idea, votare non serve, occorre cambiare totalmente mentalità, informandoci come cittadini perché nessuno potrà mai da solo risolvere i problemi. È inutile sostituire un politico a un altro, è la politica che va cambiata totalmente nel modo in cui è gestita.Fare rete, creare gruppi di persone che insieme affrontino veramente le problematiche che vivono senza più delegare.Questo è il Movimento, questo è ciò che pian piano tanti cittadini stanno creando. Ci vorrà tempo, in un Paese corrotto e incancrenito a cambiare qualcosa e pretendere miracoli da un gruppo di persone appena entrate in un sistema alla sfascio è implausibile. Insomma è tutto molto più semplice, non occorre votare 5 stelle ma esserlo.

    16. Maurizio Sarlo scrive:

      Eppur si muove. Già…ma con quali sconquassi? Caro Toscano, vedo che la solita prassi di voler “giudicare” è sempre in voga. A differenza della critica costruttiva, ovvero della possibilità di dialogare per giungere alla “miglior via progettuale”, ci si deve muovere con la perenne lancia in resta! Anch’io sono stato critico con Casaleggio e Grillo quando nel 2009/2013 hanno abbandonato la lotta più lampante da promuoversi (ovvero quella della sovranità…etc). e lo sono tutt’ora circa le “epurazioni”. Ma sullo sforzo di voler cambiare l’Italia, ed il Mondo, non posso che dare ragione alle azioni promosse da Beppe Grillo: l’unico che è riuscito con coerenza a portare al voto milioni e milioni di Persone (fino a prima Gregge senza guida e senso) e senza un sasso lanciato contro qualcuno; certo, ancora con alcune idee confuse su cosa possa permettere l’equilibrio fra costi e benefici di uno Stato. Ma, invece di scovarne chissà quali malefatte, va aiutato a crescere anche nel buon progetto: in fin dei conti è l’unico che parla da sempre di sovranità monetaria e nazionalizzazione dei servizi strategici. Lo si deve aiutare a trovare la quadra. E per questo, nel mio piccolo, predico sin dal 1989 che si deve cambiare paradigma: lo Stato è una collettività di singoli che si deve convenzionare su un buon progetto. E, grazie a tecnologie evolute e a saperi che lo diventeranno presto, serve promuovere politiche che equiparino i costi ai benefici. Partendo dal presupposto che sino ad oggi, l’emissione a debito è stata una bufala colossala sulla quale i potenti hanno schiavizzato le Masse. So alcune cose e so che con l’inizio del 2015 molto di questo nuovo paradigma verrà alla luce. Io mi auguro che Beppe Grillo sia aiutato e non deriso o, peggio, osteggiato! E i migliori, come il buon Toscano, riflettano e perdano l’arroganza di coloro ai quali è stato a suo tempo consigliato: “…a chi tanto è stato dato, tanto di più viene chiesto”… ;)

    17. valentino scrive:

      si commenta da solo con la sua presentazione … ho letto l’articolo ed è “incorretto” o scorretto se vuoi, un’opinione espressa costruita su vari pezzi di storie e frasi … Indicasse chi è meglio allora o da che parte sta questo contradditorio falso-moralista: “nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti.” (Indro Montanelli) … e se queste parole le stampa nella sua presentazione questo fantomatico pseudo-moralista ti puoi figurare che tipo di mente contorta possa avere … hahahahahahaha … … ma un po di psicologia pratica-comportamentale questa gente no, eh?

    18. F. Giulietti scrive:

      Qui si rischia di fare la figura dell’ asino della “fattoria degli animali” che rimase da buon Sganarello a ricordare lo sfacello prodotto da Napoleon. Ma “il moralista” ha ragione: le cambiali di fiducia per un movimento da solo un anno in agorà politica e non virtuale dovevano essere date e a questo punto sono terminate. Un campione del conservatorismo come Alcide DeGasperi, forte anche dei suoi trascorsi nel Parlamento delle Prese in giro per antonomasia, quello della kakania dei valzer, su un punto però non accettava compromessi: riconoscere alla “questione economica” un ruolo da protagonista nelle scelte politiche. Proprio per questo accettò sempre “con riserva” nemmeno ben celata le collaborazioni dei LaMalfiani e dava molto più credito a Mattei che a Cuccia. Il trend nei 50 anni successivi non è cambiato: c’è un gruppo conservatore da un punto di vista storico, che cioè ritiene di non saper (o voler: inquietante ipotesi degna di un Verga della “duchessa di leyra”…) farsi carico di interagire con i processi geopolitici europei e che per questo si arrocca a sopravvivere anche a se stessi dietro i sepolcri delle Casse Bancarie (anche di dio…) ed un gruppo, mooolto trasversale e di difficile lettura “moralistica”, che invece non pensa affatto che sia giunta l’ ora finale della praxis in campo politico. Intorno a questi due “poli” finora la sinistra radicale e l’ astensionismo non hanno fornito risposte alternative. Ora pare che la lista Tsipras ponga il problema della separazione tra finanza e immobilismo bancario tanto cara ai gruppi neorooseveltiani come Soligor et al., ma francamente non è possibile togliere dal piatto della “questione europea” la assoluta necessità di una diversificazione delle valute monetarie, perchè una standardizzazione come quella avvenuta con l’ € non era stata nemmeno tentata dal Commonwealth nei gloriosi tempi vittoriani (e comunque ciò non bastò al suo sgretolamento). Per quanto riguarda i Pentastellati, occorreva forse diffidare da quella strana coppia di un neomedievalista (ma la storia maccheronica in Italia ha avuto altri esempi come quello di Dario Fo e, molto individualisticamente “alla toscana” come Benigni) poi cibernauta e quella di un newager apocalittico (??) che sa tanto di giardini alla steiner-lario-heidegger che fanno inorridire per la totale astoricità esistenziale. Paradossalmente, all’ interno del gruppo eurobenelux-tedesco ricomposto in coalizione CDU-SPD, è proprio questo neosituazionismo parnassiano che viene visto come fenomeno da abolire. Dunque esporre il settore italiano nel parlamento europeo ad una presenza cospicua pentastellata significa errore doppio: per la totale incapacità a riprendersi una identità di scambio monetario (anzi, con queste ultime esternazioni, nulla di più facile che veder nascere, senza porre resistenza, mostruosità lisergiche come l’ eurowatt o l’ eurohub) e per la scelta aprioristica di fare i neoaedi della costituzione italiana che viceversa va assolutamente emendata. Il conservatorissimo giudice Scalia, della Corte Suprema USA ebbe una volta a dire che la loro costituzione “is died” nel senso anglosassone di “statica, inemendabile” e come effetto ha ottenuto lo spostamento del blocco più sobrio GOP verso Obama. Renzi, da buon toscanaccio, per di più democristiano, ha capito subito l’ antifona ed è corso ai ripari e, come si è visto la “respuesta” del gruppo mooolto trasversale non si è fatta attendere ed anzi, lo incalza, per così dire. Ma Renzi non è Fanfani ed è costretto a tenersi cara la famosa “pancia” della ex Balena, roccaforte “interna” da MarioScelba in poi passando per tutti i “notabili” ed i “celesti Pippo” della situazione. A meno che la “pancia” non passi l’ asticella della presenza in Bruxelles. Allora forse si chiuderanno le danze del Gattopardo. Proprio per questo il voto europeo deve essere molto “spregiudicato” o, per dirla con il moralista amoralista Andre Gide, bisogna avere non il naso, ma lo stomaco di mangiarsi il proprio avvoltoio che ci tiene incatenati. Fantapolitica? Può darsi, ma così riesco a spiegarmi il perchè della lettera aperta a Renzi scritta giorni fa dall’ ex editore di “Le Figaro” Villin: http://t.co/vBqDYc3YJT

    19. Cristina scrive:

      Ciao Francesco, buona Pasquetta! Io sinceramente queste cose le avevo subodorate fin dalla prima volta in cui ho cercato info su Casaleggio e notato il suo legame con l’esponte del mondo della finanza internazionale Sassoon, anche tu del resto, io però non ho mai riposto speranze in loro, che sono molto più di altri una lista gatekeeper, un grosso contenitore del dissenso sociale con l’unico scopo di sterilizzarlo, rappresentano un’altra gabbia collettiva, del resto l’avevamo notato subito: cosa ci si può aspettare da un movimento che punta continuamente l’indice contro “castacriccaecorruzione” evitando di concentrarsi sui problemi macrocoscopici prodotti dall’euro? Come se fossimo l’unico Paese del pianeta afflitto dai mali castacriccaecorruzione! Ma che, ci hanno presi tutti per rinco???

    20. Giampaolo scrive:

      Scusa Toscano, ma tu andrai a votare? A meno di votare il partito dei pensionati, di partiti non ne sono rimasti piu’…

    21. Marco scrive:

      dopo aver letto “finta opposizione” ho smesso di leggere…

      è la prima vera opposizione dopo anni, e chi afferma il contrario non ha capito niente

    22. Fabio scrive:

      M5S ha sicuramente i suoi limiti, ma a parte Grillo e Casaleggio, i parlamentari emergenti tipo Di Maio e Di Battista sono sicuramente persone giovani, valide e oneste. Si può votare ancora per il PD o il PDL che da 20 anni governano e che ci hanno portato a questa situazione? Credo proprio di no!.. un voto al M5S anche se va ad una forza politica, forse non ancora pronta a governare, almeno serve a mantenere il fiato sul collo ai professionisti della politica e del ladrocinio (ovvero tutta la partitocrazia) ! Saluti a Francesco e agli amici del blog.

    23. Alessandra scrive:

      iparlamentari che cercano di ragionare con la propria testa e lo dicono vengono”fatti fuori”.. Nn sono liberi e chi decide la linea politica e’ solo Grillo/Casaleggio..ma quello che fa piu’ paura in questo movimento e’ l’acritica adesione di tanti militanti, che come volevasi dimostrare ora attaccano anche Il Moralista, perche’ nn li appoggia piu’..il problema principale e’ il problema economico, perche’ come diceva Pertini, un uomo che ha fame e che si deve umiliare per portare a casa il pane alla famiglia nn puo’ considerarsi un uomo libero..il M5S e’ fuffa e serve a incanalare il malcontento dentro un vicolo cieco..

        • Rosanna Spadini scrive:

          CASALEGGIO E’ UN VISIONARIO, PERCHE’ HA AVUTO UN’IDEA, UN CREDO, UNA VISIONE CHE PORTA AVANTI OSTINATAMENTE. …

          Sono stata imbrogliata, offesa, derisa per 40 anni da persone che non avevano alcuna fantasia. Preferisco essere imbrogliata una buona volta da chi ha passioni nel cervello, al posto di soldi nelle saccocce (per di più miei). Le utopie cambiano la storia, non le teorie del complotto …

          • ampul scrive:

            preferisci essere imbrogliata proprio perche non conosci… questa è una prassi dell’individuo, cercare qualcuno che crede onesto in cui riporre e demandare la propria sovranità (non cerco conferme, è antropologicamente così!).

            detto questo, io voto 5s perchè spero che impazzisca qualcuno all’interno e si rivoluzioni qualcosa…
            ma la verità, cara rosanna, è che la linea del partito è casaleggio/grillo, e la base non conta nulla o quasi (ai perplessi rispetto a questo ragionamento, consiglio una “surfata” sul web in cerca di una cronologia sugli argomenti che porta avanti il movimento contestualizzato agli avvenimenti politici che via via si presentavano. non ultime le dimissioni di sassoon da membro della camera di commercio americana…)

            ultima cosa: basta con la tiritera dei soldi “miei” nelle tasche dei politici… che se ne prendessero anche di più… e non è una provocazione!

            • Michele scrive:

              Io ti consiglio una surfata in un gruppo 5stelle, gente che si sbatte sul territorio per portare avanti ideali che ha da anni a prescindere dal “duo da cui vengono tutti i mali”.

          • claude scrive:

            A ognuno le sue preferenze. Poi facciamo i conti.

      • Giovanni scrive:

        Per me sono fuffa i tuoi commenti , informati e segui il lavoro parlamentari invece che far riferimento al gossip Poi sono gli altri ignoranti , vorrei proprio farti 2 domande e vedere quanto ne sai

    24. IN codesto bailamme, ma Annabella Armani che mi vuole mandare la fattura come correttrice di bozza; voi cari leggermente alterati dal vino bevuto a felik pascha, la conoscete?

    25. Paolo Rainone scrive:

      Un cumulo di sciocchezze del genere , intrise di malafede e rancore ai limiti della diffamazione (che a parer mio andrebbero denunciate per calunnia) non lo sentivo dai tempi in cui Berlusconi fece il suo primo ingresso in politica. Riferimenti inesistenti, supposizioni ai limiti del surreale , considerazioni surrettizie senza alcun senso compiuto. Io non so cosa tu faccia , Francesco Maria Toscano, ma di una cosa sono certo , rappresenti quella feccia di pseudointellettuali (probabilmente invidiosi e frustrati da personaggi inarrivabili come Grillo e Casaleggio) che piano piano… lentamente … spazzeremo via… da troppi anni pensieri insensati, illogici ed immotivati hanno fatto danni nelle giovani menti degli sfortunati lettori di balle colossali come i tuoi articoli. Chiudo comunicando agli omuncoli piddini che ci definiscono lobotomizzati che nel movimento il tasso medio di scolarizzazione è uno tra più alti tra i gruppi politici in Europa… e che quando vogliono un confronto serio su temi concreti l’ultimo di noi del movimento li sommergerebbe! Vergognati cialtrone e rientra nel bidone da cui sei uscito … che si sente la puzza!

      • il Moralista scrive:

        Invece di latrare prova a fare un ragionamento di senso compiuto…non sei riuscito a contestare una sola delle cose dette, quadrupede!

        • Yro scrive:

          c’è un’infinita catena di spiegazioni (non contestazioni: qualche anima pia ha davvero, forse ingenuamente, cercato di spiegarti qualcosa) riguardo l’imbarazzante piattume intellettuale dell’analisi in questo articolo. a tali spiegazioni ho visto solo rispondere con insulti o con slogan scarsamenteinerenti.
          dopo un poco ci si stufa, e “latrare” diventa la scelta più ovvia, almeno ci si diverte XD
          “intellettuali mignon”, che definizione deliziosa e calzante! XD

      • ampul scrive:

        invece tu dici cose sensate! caspita!
        e poi, non parli per slogan! no no…

      • alessandro scrive:

        di quello che hai studiato non ne hai capito una mazza! scolarizzato de che! non sono d’accordo con Alessandra nel definire i grillini lobotomizzati, ma tu proprio… aiutati che Dio ti aiuta

    26. Allakatalla scrive:

      In Italia ci sono tre gruppi politici, centrosinistra, centrodestra e m5s.
      Sono rappresentati da PD (Renzi) e Berlusconi (PDL) e tutti i piccoli partiti coalizzati in base al miglior offerente. Alla luce di questo quale sarebbe l’alternativa ??
      Questo articolo è pieno di falsità siete ormai finiti, capito moralista del cazzo?

      • il Moralista scrive:

        Ma perché, fideisti dei miei coglioni, non riuscite a contestare il merito delle cose dette? Siete proprie delle bestie da soma…

      • il Moralista scrive:

        So che non è mai una buona idea quella di discutere con un idiota perché la gente potrebbe non “cogliere la differenza”. Ma, proprio per assecondare il mio istinto ecumenico (perfino tu fai parte della creazione…e vabbè…) provo a trattare come se fossi un appartenente alla specie umana. Ti chiedo
        1) Secondo te diminuendo la spesa pubblica l’Italia esca dalla recessione?
        2) Secondo te devono essere i capitali privati internazionali a decidere le politiche dei singoli Paesi, o lo Stato ha tutto il diritto di usare la leva macroeconomica per eliminare le eccessive disuguaglianze?

        Ora togliti la museruola e poi rispondi

        • alessandro scrive:

          Francesco, il dibattito aperto va bene, ma questi quadrupedi li dovresti bannare! da anni che seguo questo blog non ho mai visto un accanimento del genere, questi tifosi non fanno onore neanche ai numerosi grillini in buona fede che vedono nel mov.5 stelle un’alternativa. Sono questi dogmi fideistici che stanno rovinando l’Italia.

          • il Moralista scrive:

            Alessandro, non ce la faccio…è più forte di me…non riesco a censurare nessuno. Neppure il quadrupede che hai onorato di una risposta. Tutto è inutile. magari, vedendo in quale condizione animale l’uomo può sprofondare, alcuni studieranno per paura…

          • il Moralista scrive:

            Alessandro, sai che esiste per davvero un Paolo Rainone del Movimento 5 Stelle? http://www.meetup.com/movimento5stellebologna/members/84366282/
            Il Rainone che oggi ha deliziato il nostro pubblico con dotte dissertazioni etiche, teoretiche ed estetiche non può però essere lui. Nella foto non si vede la coda…

            • alessandro scrive:

              piccolino il mostro… E’ un peccato che la passione che ha animato e sta animando tutt’ora molti italiani pentastellati non venga efficacemente canalizzata in una proposta politica e macroeconomica sufficientemente attrezzata e in alcuni (spero) rari casi sfoci in simili episodi di fanatismo. Nella mia città dal meet up si è staccata una costola e ha formato un movimento a parte in pieno dissenso dal vertice grillo-casaleggio considerati dittatori. Oggi con questo articolo apprendo che il vertice 5stelle nel rinnegare il fiscal compact, propone un taglio di 200 miliardi l’anno, ovvero 4 volte peggio del famigerato patto di bilancio… cosa altro c’è da dire? Dare fiducia ad un movimento che fa un passo in avanti e quattro indietro è veramente improponibile. Ma si… non bannare nessuno il dibattito è più vero, verace e alle volte ruspante

    27. Caro Francesco e altresì cara ciurma di alterati ma ANNABELLA ARMANI CHE CHIEDE SOLDI, PREVIO INVIO FATTURA, PER ERRORI DI ORTOGRAFIA, LA CONOSCETE ????

    28. Maurizio scrive:

      Dopo aver letto mi convinco sempre di più che i così definiti grillini altro non sono che gli ex comunisti + centri sociali + antagonisti, ecc, ecc, con i quali molti di noi hanno provato negli anni a confrontarsi senza ottenere risultato alcuno, con la sola risposta finale; mio nonno era comunista e io voto comunista !!! Visto la fine politica dei vari movimenti e/o partiti estremisti diciamo, di sinistra, questi tangheri si sono infoiati animalisticamente assaltanto un nuovo movimento politico, i 5 stelle. Auguri, se questa è la vostra democrazia vi combatterò fino alla morte. Una prece.

    29. faldrigh scrive:

      Alleluja, finalmente anche il Moralista riconosce che i grillini sono dei cacciapalle (penta)stellari invotabili. Con tutto il rispetto, ma ce n’é voluto di tempo! E’ vera conversione? Come è potuto accadere che il Moralista abbia avuto da subito la lucidità di giudicare Re Giorgio come massone reazionario e non si sia accorto che anche Grillo&Casaleggio fossero troll ultra-reazionari della peggiore specie? Era chiaro fin dall’inizio che dell’Italia a Grillo & C non gliene fregasse nulla! Il prof. Alberto Bagnai ci aveva subito visto giusto anche su questo, come ovviamente ci ha visto giusto sull’Euro! Di nuovo, con tutto il rispetto, ma è un po’ cerchiobottista dire che l’euro non sarà mai fatto cadere dai poteri forti(http://www.ilmoralista.it/2013/06/04/voi-morirete-ma-leuro-vivra) e sostenere Grillo fino ad ora (turandosi il naso, certo, ma attribuendogli la credibilità che non aveva e non meritava).

      • il Moralista scrive:

        Caro Faldrigh,

        Io credo che molti sostenitori del partito di Grillo siano in buona fede. Lo stesso Grillo, pur condizionato da Casaleggio, non è materia d’inferno. Bagnai diceva che l’euro sarebbe imploso e invece è ancora qua. Questo è un fatto. Pur con tutti i suoi limiti, il M5S non ha responsabilità rispetto all’Olocausto in atto, non avendo mai governato nè contribuito ad approvare leggi infami come il fiscal compact o il pareggio di bilancio (a differenza della Lega). I grillini sono spesso esaltati, fideistici e incapaci di sviluppare un ragionamento in termini macroeconomici (la maggior parte di loro crede che la crisi “è colpa del peccato”). Però sono ancora vergini…

        • ampul scrive:

          esatto.

          poi voglio dire una cosa anch’io, faldrigh: bagnai solo ultimamente riconosce apertamente che la sconfitta dell’euro è la vittoria di qualcun’altro, quindi voluta. ergo l’euro (seppur suffragato da procedimenti logici e scientifici, come bagnai dimostra giorno dopo giorno) è solo uno strumento nelle mani di chi le cose le “pre”-determina.
          detto questo, la stima per il professore di pescara, così come il moralista per l’opera (mi auguro un giorno riconosciuta!) di informazione che fanno, non cambia di una virgola!

        • Rosanna Spadini scrive:

          Francesco, però non mi hai ancora risposto su alcune proposte di merito:

          Perché i responsabili del sito il-main-stream.blogspot, Marino Badiale e Claudio, pur essendo competenti in materia (Badiale è l’autore de “La trappola dell’euro”) sono favorevoli al Mov5*?

          PERCHE’??? Non sono Keynesiani? Eppure sostengono che l’euro è una trappola. C’è qualcosa che non torna.

          E poi Bagnai dice che l’euro salterà entro l’anno, non lo diceva prima, io l’ho seguito per due anni.

          • il Moralista scrive:

            Bagnai dice che l’euro sta per implodere da almeno due anni. Non conosco i due autori che citi, li leggerò con attenzione. Ciò non toglie che non si può dare una lettura del debito e della spesa come quella offerta da Casaleggio e fregiarsi al contempo della patente di keynesiano…le due cose non stanno insieme

            • Rosanna Spadini scrive:

              Sono d’accordo con te che Casaleggio ha le idee piuttosto confuse in merito, se è in buona o cattiva fede non lo so, però non ti sembra che dare un bella spallata a questa Europa nazista sia già una buona partenza, insieme a quello che per ora intendono fare:

              Il M5S abolirà il Fiscal Compact, il pareggio di bilancio in Costituzione e vuole ridiscutere tutti i trattati che ci vincolano all’Europa. I partiti che hanno approvato queste regole sono gli stessi che ora siedono in Parlamento. Il pd non ha alcuna intenzione di rivedere questi vincoli assurdi che distruggeranno il tessuto sociale e imprenditoriale dell’Italia.

              Finora quello che hanno promesso l’hanno fatto (nei limiti del possibile). Li si può accusare di tutto ma non di mancanza di coerenza.

              Gli autori che ho citato in precedenza sono amici di Bagnai, la prefazione al loro libro l’ha fatta lui.

              • il Moralista scrive:

                Carissima Rosanna, è proprio questo che mi spaventa: il fatto che realizzano quello che promettono. Sai cosa significherebbe tagliare per davvero la spesa pubblica per 200 miliardi come propone Casaleggio? Significherebbe portare la mortalità infantile in Italia a livelli subsahariani. Anche io, come te, vorrei vedere spazzati via i politici mediocri e infingardi che hanno massacrato all’unisono l’Italia sotto l’attenta regia di Giorgio Napolitano. Ma non sono disposto a fare morire intere generazioni di bambini per fame, stenti o mancanze di cure sol per questo…

            • Rosanna Spadini scrive:

              Abbiamo trascorso 20 anni di storia economica, sentendoci dire delle bufale micidiali, dai diretti interessati dell’amministrazione economica dello stato, ci hanno inserito il Fiscal compact in Costituzione, nel silenzio assoluto dei politici e dei mass media, nessuno ne sa niente di economia, sentiamo dire alla tv le solite supercazzole sull’inflazione, la svalutazione, il debito pubblico, la spesa pubblica, nessuno che nomini mai il debito privato, e che andremo a fare la spesa con le carrette, e le materie prime,

              poi le prime forze politiche (non gli economisti di a/simmetrie, che naturalmente sono esperti) che sollevano il problema della sovranità economica, della possibile nazionalizzazione delle banche, del Mes, ecc. pur nella loro imprecisione specifica, mi sembra sia stato proprio Grillo e il Mov5*,

              allora tutti addosso, al massacro, sono massoni, sono piduisti, eppure sono stati gli unici che si sono schierati apertamente contro la mafia, a difesa della Costituzione, hanno proposto un’onesta persona come Rodotà alla Presidenza della Repubblica, hanno firmato il manifesto di Micromega contro le devastanti riforme del Senato …

              Eppure non c’è niente da fare, loro sono massoni, nazisti, collusi coi poteri forti, fanno il doppio gioco, sono in malafede e Casaleggio sembra il Goebbels della situazione.

              Vuol dire che vinceremo anche per voi e usciremo dall’euro anche per voi.

              (La trappola dell’euro, di Badiale e Tringali ripropone le stesse tesi di Bagnai)

              • il Moralista scrive:

                Rosanna, tutto giusto, però non mi hai risposto sul punto: se tagliamo 200 miliardi di spesa come propone Casaleggio uccidiamo per fame, malasanità o stenti generazioni intere di bambini. Ti pare un dettaglio da poco?

              • Rosanna Spadini scrive:

                Romano Prodi: nella vita c’è anche il suicidio

                Ti rispondo con questa perla di un grande economista, due volte Presidente del Consiglio, e l’Italia allora andava abbastanza bene …

              • il Moralista scrive:

                Rosanna stiamo al punto: hai colto o no la gravità di quello che ha detto ieri Casaleggio?

              • Rosanna Spadini scrive:

                No, non l’ho colto, perché Casaleggio, come ti ho detto non è un economista, e se dicono delle cazzate anche i più grandi e i più famosi (lo stesso Krugman ogni tanto ammette di essersi sbagliato), figurati quelli che non sono economisti.

                Per esempio tu stesso ti sei arrogato il diritto di contestare Bagnai, quando più sotto hai detto:
                ” Bagnai non ha capito una cosa. L’euro, nell’ottica di chi lo guida, sta andando benissimo. Questa costruzione monetaria, messa al sicuro dal Venerabile Draghi, è nata con l’obiettivo di cinesizzare l’Europa. E questo sta facendo. All’orizzonte poi, a parte le battute, non si vede ancora nessun Paese pronto ad uscirne… chissà come mai?”

                Ti rendi conto, Bagnai ha tutti i difetti di questo mondo, ha un caratteraccio, ma dal punto di vista professionale è eccezionale.
                Certo che il sistema sta operando una cinesizzazione dell’Europa, e M.Badiale dice per esempio che l’euro potrebbe durare, perché i nazisti non ne hanno sbagliata una, però io ho letto molti altri articoli che sostenevano che l’euro non può durare.

                Dunque tu ne sai più di Bagnai? Così come Casaleggio non ne sa un cazzo.

        • faldrigh scrive:

          Tre osservazioni:
          1) Non stavo mettendo in discussione la buona fede di molti sostenitori del partito di Grillo, ma quella dello “stato maggiore” del movimento 5 stelle. La sua assoluzione o, se si preferisce, la sua condanna con il riconoscimento dell’attenuante della verginità, non rende giustizia al popolo italiano e ai morti €uropei. In primo luogo, l’ideale della verginità è l’ideale di quelli che vogliono sverginare (Karl Kraus). In secondo luogo, la verginità del m5s rispetto all’Olocausto della crisi è come quella di Ponzio Pilato rispetto alla croficissione di nostro Signore Gesù Cristo. Era la democrazia per acclamazione dei giudei allora; è la democrazia del popolo della rete oggi. Ponzio Pilato è responsabile della morte di Gesù? Se è vero che non l’ha voluta, è altrettanto vero che ha fatto nulla per impedirla. E’ passato più di un anno da quanto il m5s è in parlamento: se fosse stato in buona fede, avrebbe avuto tutto il tempo per organizzare una linea coerente di azione e di proposta e invece…chiacchiere e distintivo. Anche questo è un fatto.
          2) Il m5s non ha approvato il fiscal compact e il pareggio di bilancio MA NEANCHE LA LEGA LO HA FATTO! Il 19 luglio 2012 alla Camera dei deputati ha dato il via libera definitivo alla ratifica del Trattato sulla stabilita’, sul coordinamento e sulla governance nell’Ue, sottoscritto il 2 marzo e integralmente applicabile ai 17 Stati della zona euro e al Meccanismo Europeo di Stabilità (Mes), al secolo “fondo salva stati”. I si’ per il Fiscal Compact sono stati 380, 59 i no, 36 gli astenuti, quelli per il Mes sono stati 325 si’, 53 no e 36 astenuti. Solo la Lega ha votato contro; l’Idv si e’ astenuta. Nel 2012 la Lega era all’opposizione, o mi sbaglio? La Lega avrà molte altre responsabilità, come quella di aver comunque aver probabilmente appoggiato nel 2011 la revisione del Patto di Stabilità e Crescita, ma credo che non si sia particolarmente distinta in questo compito visto che l’Europa in tempo zero ci ha rifilato Monti:-) Anche se la Lega avesse votato i due famigerati provvedimenti (cosa che non ha fatto), oggi rimane comunque l’unico partito a raccontare la verità agli italiani. Questo è un altro fatto. Non ho mai votato Lega, ma Claudio Borghi a Strasburgo non mi dispiacerebbe affatto vederlo!
          3) Da quando goofynomics ha emesso il suo primo vagito (novembre 2011), Bagnai ha sempre detto che l’euro sarebbe imploso. Non ha MAI detto QUANDO l’avrebbe fatto, altrimenti non farebbe il professore ma il veggente. Certo che se il m5s invece di balbettare di referendum e di prenderci per il c…. con la lotta alla “CastaCriccaCorruzioneDebitoPubblicoSpesaPubblicaImproduttiva”, avesse fatto gli interessi degli italiani sarebbe già successo. Questo non è un fatto, ma poteva esserlo.

          • il Moralista scrive:

            La Lega non ha votato il Fiscal Compact ma poi si è alleata alle politiche con chi l’ha fatto. Bella coerenza. Bagnai non ha capito una cosa. L’euro, nell’ottica di chi lo guida, sta andando benissimo. Questa costruzione monetaria, messa la sicuro dal Venerabile Draghi, è nata con l’obiettivo di cinesizzare l’Europa. E questo sta facendo. All’orizzonte poi, a parte le battute, non si vede ancora nessun Paese pronto ad uscirne…chissà come mai?

            • claude scrive:

              Sono d’accordo. Ma cazzo la cina fa un +8% da 20 anni e noi un -2 -3% da 6. La smetti di parlare di cinesizzazione? Magari!

              • il Moralista scrive:

                I lavoratori cinesi prendono paghe da fame e non hanno alcun diritto sindacale. Quella è la strada preparata per noi. Il Jobs act è un altro passo in quella direzione

              • claude scrive:

                si ma nel contesto loro stanno MIGLIORANDO le loro condizioni di vita. Quindi… la chiamerei “europeizzazione”!

    30. Francesco scrive:

      Meglio tardi (essersene resi conto), che mai. L’unico motivo per votare i pentespelle poteva essere quello di dare una bella spallata al PD alle precedenti politiche, com’è stato.

    31. E pace fu. Il moralista ha appena confermato l’appoggio alla sfiducia della sig.ra Boldrini, da parte del m5s. Detto ciò, che il pensiero inerente al concetto di economia da adottare come forma e sostanza politica non collimasse con la visione economica di Casaleggio da parte del sig. Toscano, bastasse che usasse una prosa e termini diversi che avremmo capito assai prima senza creare situazioni incandescenti con epiteti da mezzadri.
      E’ evidente che sia il moralista sia il gran oriente democratico, il movimento 5 stelle gli è assai simpatico.Ora la diatriba è che il m5s dovrebbe prendere una deriva, incamminarsi sul viatico di Keynes e avrebbe ulteriori appoggi sovranazionali. Avessi azzeccato il nesso della discussione; avrei vinto, di fatto, un viaggio premio???

    32. Pierluigi scrive:

      Ribadisco la mia posizione, il m5s non è Grillo né Casaleggio ma sono i milioni di italiani che hanno trovato un modo per esprimere la voglia di cambiamento.
      In questo momento non esiste, diciamo non vedo, una aggregazione politica, non complice dell’attuale stato di cose in Italia che sia in grado di accogliere i milioni di voti del m5s. Non vedo leader politici che abbiano un programma per cambiare l’attuale paradigma economico in grado di raccogliere i voti del m5s. Non dico che non ci siano ma attualmente sono come un club di generali senza truppe. Per cui non è il caso di impegnarsi attivamente nel m5s per dargli una diversa impostazione ed eventualmente mettere nell’angolo le Casaleggio vision ? Che senso ha abbandonare i milioni di italiani che si sono espressi per cambiare lo stato di cose in Italia ?

    33. Alessandra scrive:

      ..se i grillini non sono lobotomizzati, ma colti, ragionano con la propria testa..ecc.ecc.qualcuno mi spieghi perche’ dopo appunto le varie uscite sia di Grillo che di Casaleggio a proposito di questa Ue e dell’euro, nessuno dei parlamentari dice chiaramente che stanno dicendo cazzate, che i famosi 7 punti per l’europa fanno ridere i polli, che il FC nn lo cancelleranno mai, ne’ il Mes, nel il futuro ERF..ne’ avranno gli eurobond ( che cmq sembra siano deleteri) perche’ per modificare i trattati ci vuole l’unanimita’ dei paesi aderenti alla Ue e perche’ la Germania ogni duextre dice che nn vuole eurobond e semmai, come dimostra l’ERF, vuole trattati ancora piu’ stringenti..poi come mai visto che i 5 stelle si vantano di difendere la Costituzione, nn hanno mai detto chiaramente che l’adesione ai trattati della UE e’ incostituzionale in quanto viola l’articolo 11 della Costituzione, che prevede limitazioni della sovranita’ ma in condizioni di parita’ con gli altri paesi, e nn di cessione come e’ avvenuto..oltre ovviamente a tutti gli altri atti che sono apertamente incostituzionali…

      • riccardo scrive:

        bhè allora alessandra lasiamo che in eiropa ci vadano razzi, la zanicchi e la e tutta la geriatria analfabeta dei politici italiani trombati .. che vanno per non capire neanche cosa fanno… vedi tutti i trattati che sono passati in europa senza opposizione italiana perche inesistente(es. quote latte, arance dal libano, ecc…) oppure come il 90% dei contributi europei in scadenza lasciati al macero fino a fine dei termini… sai come funziona la criminalità? funzione che prima cosa cerca di ltenerti il più povero possibile.. poi spera che vai in braghe di tela per prenderti tutto a 2 spicci.. quindi meglio lasicare li 225 miliardi nel dimenticatoio… questo è quello che è successo… scusa se noi lobotomizzati ci permettiamo di spiegarvi le cose…

    34. Alessandra scrive:

      ..ci hanno provato in tanti a far capire che la questione economica nn deve essere risolta come dicono Grillo e Casaleggio…i parlamentari sanno ma non possono/vogliono andare contro ai guru..alla faccia di ognuno vale uno..inoltre se volessero cambiare le cose, prima della castacriccacorruzione, parlerebbero del problema vero..invece aizzano la gente, assieme ovviamente ora a tutti gli altri partiti, contro i politici corrotti e la politica spendacciona, quando cmq sia, questo nn sposterebbe di una virgola i problemi dell’Italia, anzi appunto tagliando la spesa pubblica, i problemi si aggraverebbero, perche’ come dice Keynes, e tutti i keynesiani anche una spesa cosiddetta improduttiva, in periodi di recessione, e’ sempre meglio di una nn spesa..

    35. davide scrive:

      Vi ostinate a cercare di sottolineare i difetti del m5s. Prima di tutto Casaleggio ha detto la sua e non è detto che siano soluzioni possibili e poi il problema non è votare il movimento, l’obbiettivo deve essere mandare via le oligarchie quindi non votare pd, (pdl) e simili, mi sembra che le alternative ci siano (m5s, tsipras, a suo tempo Ingroia), detto questo non andare a votare non è assolutamente una cosa buona perchè l’astensione è proprio la variabile che porta al mantenimento dello status quo.

    36. maurizio scrive:

      Semplicemente vi dico e vi assicuro che il M5S (io sono un attivo)non è Casaleggio o Grillo è cosa molto più articolata e in fase di crescita ed espansione. Il movimento ha bisogno di persone come voi, come te Francesco Maria Toscano

    37. Alessandra scrive:

      ..be’ caro Francesco, io ero attivista del M5S, e due anni fa ne sono uscita proprio perche’ essendo venuta a conoscenza delle vere cause della crisi, ho cercato di parlarne nelle varie riunioni, ho chiesto di fare banchetti per informare, ma, a differenza, delle altre iniziative, mi sarei dovuta arrangiare con materiale e quant’altro, e questo solo perche’ l’argomento non era un argomento patrocinaot dall’alto(si deve parlare di rifiuti, inceneritori, stipendi dei politici ecc..ecc) insomma non era cosi’ importante come il resto..auguri a chi crede che il M5S sia cosi’ la novita’, trasparente, ecc..ecc.vorrei, da un lato che vincesse, perche’ in una mossa vereebbero distrutti tutti questi partiti, PD, PDl, se vince il M5S, e M5S, perche’ non potra’ mantenre le promesse, e se le mantenesse, cmq verrebbe cacciato coi forconi..e non mi venite a dire che il M5S si affranchera’ da Grillo/Casaleggio, quando sapete bene che vi hanno in pugno, visto che detengono il simbolo e ve lo possono togliere da un minuto all’altro, e che voi senza il megafono di Grillo nn sareste nulla..

      • Michele scrive:

        Bhè e quindi tu non ti sei “arrangiata con materiale e quant’altro” e hai abbandonato?! Pensavi di avere Grillo a sbraitare al tuo banchetto contro l’euro? Noi il banchetto lo facciamo con 4 assi, una tovaglia e le fotocopie del materiale ovviamente auto-prodotte. Devi tirar fuori poche decine di euro. Offriamo anche salumi e vini per invogliare a parlare. Certo che con questa forza di volontà sì che ci arrivi a impensierire Draghi…qua siamo alla rivoluzione da tastiera. Per quanto riguarda il resto,non credo che tu sia mai stata nel m5s, se ci sei entrata non hai capito a cosa serve e per cosa è stato fondato.

    38. […] proposte da Casaleggio in una intervista per il Fatto Quotidiano, ha fatto molto discutere (clicca per leggere). A parte qualche commento screanzato, vergato da sporadici quadrupedi in cerca d’autore, molti […]

    39. GLS scrive:

      Il Moralista afferma:”Giusto. L’astensione è la scelta peggiore”. Perfetto. Allora niente astensione, niente M5S rimane il PD o uno dei soliti altri partituncoli? Questo è il risultato di anni di anlisi meticolosa sugli avvenimenti politici nazionali ed internazionali? Non credo. Non vorrei sconvolgere nessuno ma i 200 miliardi di cui parla Casaleggio sono una quantità puramente indicativa che il M5S stima come spesa inopportuna da eliminare PER RIDIRIGERLA a finalità di crescita e rilancio economico, culturale e sanitario. Questo almeno è quello che più volte ho sentito dire da Grillo e da vari parlamentari del M5S. Chi non è d’accordo ad utilizzare meglio 200mld, alzi la mano. Infine, riallacciandomi ad Alessandra, penso (da sempre) che parlare di uscita dall’euro, di sovranità monetaria e quindi del vero nemico del popolo si possa fare quando non si ha credito. Altra cosa è quando hai nove milioni di voti alle spalle. Diventi una minaccia non trascurabile e quindi devi essere annientato. Chi è che se la sente di essere annientato a cuor leggero? (io no) Allora, ecco il piano: chiediamo 7 cose all’europa dei banchieri che non ci verranno concesse, 7 cose che diciamo essere indispensabili per salvare il paese. Dopo che ci avranno mandato a quel paese, potremo dire: “Italiani, avete visto non vogliono proprio ascoltarci, sono molto cattivi, dobbiamo prendere in mano il nostro futuro. E’ una decisione molto delicata, così delicata che chiediamo a voi tutti di decidere, ma è chiaro che andare avanti così è impossibile.” Cosa decidereste? Ed ecco che il gioco è fatto: il popolo italiano autonomamente decide di uscire e il M5S ne esce sconfitto dalle trattative in europa ma permette all’Italia di salvarsi. Non è geniale? Non riuscite proprio ad accettare questo lieto fine? Sembrate solo vittime di un pessimismo cosmico che non produce soluzioni ne valide alternative.

      • il Moralista scrive:

        Scusami, ma in italiano le parole hanno un senso: “L’euro e l’Europa non devono essere un alibi. Noi abbiamo oggi 800 miliardi di spesa. Di questi, 100 sono tasse sul debito. Degli altri 700, possiamo tagliarne 200. Io discuterò con l’Europa sulla gestione, ma non per questo sono esonerato dal fare pulizia a casa mia“. Questo è il virgolettato di Casaleggio. Mi pare che la tua “interpretazione” sia alquanto “estensiva”…

        • Rosanna Spadini scrive:

          E dopo questa paranoica giornataccia, che annoterò sull’agenda come una delle più inutili della mia vita, me ne vado a nanna.

          Buona notte, sogni d’oro, domani non so se avrò la forza di seguirvi ancora. E stato un piacere.

        • GLS scrive:

          Scusami, ma in politica le parole hanno un senso univoco? Se devi buttare fumo negli occhi e portare avanti il piano “segreto” di cui sopra, puoi dire questo e ben altro. Ovvero questo perché dovrebbe cancellare tutto il resto che comunque è stato detto dal M5S attraverso i suoi vari portavoce? E comunque, non sfuggire all’altro punto: ma chi mai dovremmo votare? Questo voto ormai ha un significato ben preciso: siamo pro Renzi e il suo teatrino oppure no? Per il no si vota M5S, è palese.

      • Michele scrive:

        Alleluia! Alleluia! Grazie! Davvero, finalmente uno che ha capito…RIDIRIGERE…no tagliare…grazie.

    40. ampul scrive:

      @ rosanna spadini: mi sa che pecchi di nervosismo…
      non credo che la cosa dovrebbe intristire l’autore,…
      credo cmq che il sano dibattito sia sempre un buon viatico in momenti di torpore culturale/informativo, per cui se decidi di restare te ne gioveresti tu ma anche tutti gli altri… è uno dei fondamentali di questo blog, credo no?!…

      @ GLS: credo che tu abbia ragione nella tua precedente analisi, come anche, come ho scritto in un precedente post, spero che votando il movimento 5s qualcuno dalla base prima o poi possa impazzire e rivoluzionare qualcosa…
      ma ti chiedo e mi chiedo: se non voto Renzi col suo teatrino (tagli alla spesa improduttiva, auto blu,…), cambia qualcosa se voto Mov 5s (tagli alla spesa per 200 mld, auto blu, …)?
      amico mio, la risposta purtroppo la conosciamo entrambi, ma teniamocela per noi! ;-)

    41. Alessandra scrive:

      ..mi volete spiegare perche’ si deve tenere un piano segreto per dire che si e’ contro questa UE e l’euro?Perche’ la Lega, che sta girando l’Italia con Borghi, che tra l’altro ci aveva provato anche col M5S, oltre a Mosler, per spiegare il perche’ si deve uscire da euro, sta recuperando voti?e perche’ volete fare un referendum, che, oltre ad essere rischioso, sia per l’esito, vista la malainformazione, che per i tempi, (restando nell’euro i mercati veramente, nel tempo di preparazione di questo referendum, ci potrebbero far fallire) non vi vede schierati da nessuna parte in quanto il M5S nn da’ indicazioni di voto, a differenza di tutte le altre questioni? perche’ anche ora continuate a parlare e a fare dei banchetti su delle cazzate, cioe’ casta cricca corruzione..ecc.ecc.che certo eticamente sono da condannare e cercare di risolvere, ma che nn sposterebbero una virgola per quanto riguarda la crisi, invece di parlare del vero problema?Perche’ volete abolire completamente le province, il senato, quando cmq se si devono mantenere al lavoro i dipendenti (e lo si deve fare), sarebbero soltanto delle riforme che in un qualche modo creerebbero piu’ caos, e toglierebbero rappresentanza alla popolazione?Perche’ dimezzare i deputati, (per risparmiare si ottiene lo stesso risultato dimezzando gli stipendi), quando, nonostante quello che si racconta, l’Italia ha piu’ di 150mila leggei, quando la media europea e’ di poco piu’ di 10mila, quindi nn e’ vero neanche che il bicameralismo impedisce di legiferare, anzi spesso, una camera corregge gli errori dell’altra..perche’ sbandierate tanto la trasparenza, la partecipazione dal basso, quando la gestione delle votazioni tramite la piattaforma di Casaleggio e’ tra le meno trasparenti e piu’ farragginose, tant’e’ che spesso, anche una minima parte degli iscritti riesce a votare?inoltre come fate a dire che volete la democrazia diretta quando la tanta parte degli italiani che vi hanno votato ancora nn si collega mai a internet..questi hanno meno diritto di far sentire la loro voce?insomma le uniche cose positive e’ che si fate o cercate di fare opposizione in parlamento, ancora siete onesti ed il denaro ancora nn vi ha corrotto(almeno si spera)..ma poco altro..

      • riccardo scrive:

        …quando “scrivi” (o per meglio dire) fai questi copia-incolla pensa ai tuoi figli!! ricordati che lo stai facendo per la gente che ci ha coperto la terra dei fuochi!! e poi almeno riportate cose piu sensate!

        • il Moralista scrive:

          Vallo a fare ai parmigiani questo discorso. Lo sai che hanno votato cinque stelle per bloccare l’inceneritore? E’ stato bloccato? Ora Pizzarotti rilascia pure interviste al giornale del massone elitario e reazionario De Benedetti. Dovreste chiedere scusa ai parmensi per avere presentato un tipo come Pizzarotti. Di chi è la responsabilità? Imparate a scegliere i candidati e vergognatevi per gli errori di valutazione commessi in passato

          • riccardo scrive:

            questa altra tua affermazione mi conferma che non hai prorpio idea, sei probabilmente in malafede.
            pizzarotti ha lottato fino alla fine e se ne avrà l’occasione sarà la prima cosa che farà. questo è comunque il miglio atteggiamento che si può chiedere ad un delegato, anche se non ha potuto ha fatto tutto il possibile, la politica è molto più propensa a fare solo ciò che porta loro denaro.
            pizzarotti in 2 anni ha ridotto il debito di più di 200 milioni, partendo da una cifra inimmaginabile di quasi un miliardo di debito (1.000.000.000 €). hai presento cosa è un miliardo di debito e cosa si devono essere inventati pd e pdl per spendere tanti soldi in cosi pochi anni?? parma non ha enanche 200mila abitanti. non è roma

            • il Moralista scrive:

              Pizzarotti parla e sceglie come un vecchio democristiano. Ha i modi felpati di un Forlani, non certo di un rivoluzionario pronto a salvare il popolo. In ogni caso, continui con la mistica dei sacrifici. Per te un politico bravo è quello che riduce il deficit mentre quello corrotto è quello che spende. E’ vero l’esatto contrario. I politici che operano il risparmio di Stato sono assassini che affamano il popolo (vedi Grecia), mentre quelli che usano la leva pubblica per fare girare l’economia privata hanno a cuore l’interesse pubblico.

              p.s. tu non sei in malafede. Sei ignorante, che è peggio

              • riccardo scrive:

                ripeto lentamente perchè non hai ancora capito… il denaro in circolo rimane lo stesso NON c’è risparmio di stato, rileggi il post.
                la differenza è che con politici onesti come pizzarotti i 200 miliardi invece che finire nelle tasche di politici corroti che poi lo portano all’estero (quindi l’economia non gira per niente) verrebbero usati per opere pubbliche efficienti, dare lavoro, ecc… .
                la distinzione è tra criminali che rubano soldi allo stato e quelli invece che li usano per il bene comune.
                so che per la vecchia politica sembra impossibile che qualcuno usi i soldi pubblici a fin di bene… ma si può!! segui il movimento e te ne accorgerai!! #vinciamonoi

              • il Moralista scrive:

                Scusami, in italiano tagliare significa tagliare non ridirigere. La spesa totale è 800. Casaleggio vuole portarla a 600, sei d’accordo? Si o no? Conosci la teoria del moltiplicatore keynesiano? Sai cos’è la “moneta fiat”? Parli a ragion veduta o solo perché, da uomo della strada, sai che la crisi è colpa di “castacriccacorruzione”? Perché l’Europa intera soffre? Anche in Portogallo hanno Fiorito? In Grecia Formigoni? In Spagna Cota? In Francia Schifani? Non ti accrogi di essere manipolato dall’informazione che credi di disprezzare? Apri gli occhi. Non è mai tardi per diventare adulti…

              • riccardo scrive:

                io, dato che sono laureato in economia politica, keynes lo conosco (mentre mi sembra che tu l’economia la conosca poco, molto poco) … il moltiplicatore è una percentuale di incremento del pil in funzione DELLA DOMANDA AGGREGATA, che si compone di SPESA PUBBLICA, INVESTIMENTI E CONSUMI. Quindi come vedi tagliando dalla spesa pubblica ma investendo (o consumando) il risultato finale non cambia!!
                inoltre ti ribadisco che permettere di rubare denaro a politici che lo portano alle CAIMAN NON FA PARTE DELLA DOMANDA AGGREGATA, quindi non fa parte del tuo caro moltiplicatore.

              • il Moralista scrive:

                Tu hai letto ma non hai capito. Ogni taglio della spesa, perfino improduttivo, genera recessione e calo dell’occupazione. Bisogna aumentare la spesa, da 800 miliardi ad almeno 2000, destinandola in parte ad investimenti produttivi e garantendo così la piena occupazione. Fare cioè l’esatto contrario di ciò che propongono Casaleggio, Renzi e Merkel. Grecia docet

              • riccardo scrive:

                sì! rinfresco le mie conoscenze di economia in un post scritto da te, che avreoo la terza media! ah ah ah! lasciamo stare.. ti lascio nelle tue bugie mirate ho già scritto abbastanza in questo post buffonata.
                non ti preoccupare vinciamo noi… e aiutitamo anche te!
                adios!

              • il Moralista scrive:

                Riccardo, se non vuoi leggere il mio articolo, almeno leggi Brancaccio http://www.emilianobrancaccio.it/2013/06/14/la-spesa-pubblica-e-sotto-la-media-ue/. In ogni caso, Riccardo, la vera dicotomia non è ladri/onesti (emozionale e irrazionale). La vera dicotomia è tra politiche espansive (aumento spesa pubblica) e politiche dell’austerità (taglio della spesa pubblica). Le prime servono al popolo, le seconde servono agli schiavisti globali. Le proposte di Casaleggio sono oggettivamente funzionali alla realizzazione dei progetti delle élite. Perché Casaleggio fiancheggia la massoneria reazionaria ora al potere in Europa? C’entra il suo rapporto con Enrico Sassoon? Mi sembrano quesiti legittimi…

    42. luciano scrive:

      Casaleggio può dire quello che vuole ma poi alla fine le decisioni importanti verranno prese in rete. Le sue dichiarazioni rimangono a tiolo personale

    43. Gianni scrive:

      Se io ti fornisco uno strumento, anche il piu’ virtuoso, e tu lo utilizzi in modo improprio, o comunque diverso da quello per cui il mezzo ti e’ stato affidato, la parte sbagliata non e’ lo strumento , la parte sbagliata sei tu, es: se ti affido un coltello per tagliare le verdure e tu ci uccidi tre persone , è lo strumento ad essere sbagliato? allora se quello sbagliato sei tu e non lo strumento, qualsiasi strumento ti venga affidato sarà sempre fasullo. Parafrasando Casaleggio spiega questo, non siamo contro lo strumento, siamo contro chi lo usa in modo anomalo, quindi dentro o fuori dipenderà solo dalla volontà o meno degli stati europei di usare lo strumento Euro in maniera virtuosa, non vorranno farlo? ok fuori dall’ euro, …..la differenza e’ che gli altri lo annunciano , il 5 stelle lo farà. La campagna elettorale sarà giocata contro l’euro? TRATTO DALL ‘ INTERVISTA A CASALEGGIO
      Noi non abbiamo impostato la campagna elettorale sull’uscita dall’euro. Ma per rimanere dentro l’Europa (e intendiamo l’Europa economica, perché quella politica non c’è, è scomparsa) noi pretendiamo di avere delle garanzie e di poter far sentire la nostra voce come Stato italiano. Noi vogliamo uscire solo se non avremo garanzie e la nostra voce non sarà ascoltata. Ma non diciamo: l’euro è sbagliato. Diciamo: l’applicazione del sistema euro non sempre è gestibile. Il fiscal compact, per esempio. Ormai è chiaro che in Italia il Pil non aumenterà, l’altra variabile su cui intervenire è il debito pubblico. A farlo diminuire ci hanno provato tutti: ci ha provato Tremonti, Monti, Letta, ci sta provando Renzi, ma ormai è normale che ogni anno noi ci portiamo a casa centinaia di miliardi di debito pubblico in più. Con la speranza che non aumenti lo spread, sennò le cose peggiorano ulteriormente. L’euro è un problema, non in sé, ma come viene gestito.

      • claude scrive:

        entrare nella psicologia di casaleggio è un tour degli orrori economici mondiali. Caro Gianni il tuo aver ragione dà torto a casaleggio, il problema E’ IL MEZZO, e non chi lo usa.
        Fatti un favore, leggiti “Le conseguenze sociali del mutamento di valore della moneta” è una saggio di 10 paginette di Keynes. Poi ti leggi chi vuoi, Friedman, Von Hayek, ma intanto inizi a capirci qualcosa!

    44. Zio scrive:

      o sei un furbo o sei un imbecille

    45. Davide scrive:

      A me sinceramente di questi Troll o gente che la pensa diversamente da me, non importa, io comprendo che un movimento vada indirizzato, se no se ognuno prende la propria strada si perdono gli obiettivi e si perde di credibilità e coerenza. Oggi tutti gli organi di stampa danno il M5S ad un passo dal PD nei sondaggi, e anche questa cosa importa poco, quello che a me importa che L’Italia è figlia degli Italiani, nel senso che è solo colpa nostra se in questi anni certe persone che io chiamerei DELINQUENTI travestiti da politici, sono stati legittimati con il voto. Quello che sta facendo il M5S è addirittura epocale in una democrazia moderna, sta portando la centralità ai cittadini, come ho scritto sopra in qualche modo convogliata questa forza se no si perderebbe di credibilità ( scusate se lo ribadisco). Io alle scorse politiche ho votato M5S, certo, non ero d’accordo su molte cose, ma di certo la democrazia è più vicina al volere dei cittadini nel M5S. Anche questa volta alle Europee voterò il Movimento, perché si è dimostrato capace, puntuale, combattivo, leale per quello che è scritto nelle regole del Movimento, che tutti voi anche i più scettici possono andare a leggere e stampare, ( lo avete mai letto?). Li vi rendereste conto della coerenza e se qualche persona ( chiunque ) esce dal seminato, è sottoposta a verifica o addirittura espulsione. delle regole ci devono essere ! Giorni fa Casaleggio ancora in giorni non sospetti denunciò che lui era venuto a conoscenza di un dossier contro di lui e il movimento per diffamarlo… se non mi credete andate a trovare l’articolo. Ultima cosa, quando mai i rappresentanti di un partito sono stati votati dai cittadini, comodamente da casa propria, senza spendere un € ? Vorrei ricordare che in qualsiasi campagna elettorale fatta dal movimento si sono raccolti fondi che poi non venivano del tutto usati ( tutto rendicontato ) e quel guadagno rimasto lo si è dato subito in beneficienza. Come i 41 milioni di € come i parlamentari che si sono dimezzati gli stipendi, come moltissime cose concrete CONCRETE . Accade spesso che chi non si fida del Movimento è quello che non si fida del vicino di casa, di quello che vede il male dappertutto, iniziamo a fidarci dei nostri vicini di casa, fidiamoci di questi ragazzi che dopo due mandati, dovranno andarsene e trovarsi un altro ” lavoro ” . Per 30 anni abbiamo ( ci hanno fatto ) votare di tutto, provate a ricordare… ora sta cadendo tutto tipo 49 mila € sequestrati a Formigoni… ma secondo voi ammesso che un parlamentare percepisca anche 30.000 mila euro al mese in 20 anni di carriera è possibile accantonare 49 milioni di euro? Aprite gli occhi, fidatevi del vostro vicino, al massimo se non vi sarà più simpatico o non vi aiuterà, la prossima volta non lo votate più, ma per una volta scommettete su chi come voi, padri di famiglia, vuole il bene per la propri figli. In alto i cuori.

    46. Alessandra scrive:

      ..certo che ognuno legge e riporta quello che vuole vedere..

    47. Enzo Altieri scrive:

      Francesco Maria Toscano, ho avuto la pazienza di leggere il suo articolo già sapendo che stava scrivendo immondizia.
      Infatti.
      Non voglio entrare in tecnicismi sofisticati poichè non è questo il luogo adatto; poi occorrerebbe una discreta formazione economica e monetaria che vedo non esserci.
      Mi fermerò solo a dire questo: chi vivrà, vedrà.
      Povera Italia!

      • il Moralista scrive:

        Enzo, se sai di non essere in grado di confutare alcunché nel merito, perché ti ostini a fare comunque la figura dell’idiota?

        • Enzo Altieri scrive:

          Ti rispondo con una sconceria detta da te nel tuo articolo: “il Movimento 5 Stelle è chiaramente una finta opposizione, nata per assorbire e congelare il crescente malcontento e puntellare lo status quo”. Sei il fratello di willy il coyote? ….. MI MI >>>>>>>>

    48. Gianluca scrive:

      Quello non capisco è perché GOD e altri che si dicono di sinistra (si dicono), vogliano difendere l’impianto europeo e siano così contrari al ritorno della sovranità popolare, all’interno dei vari paesi.
      Credo che intorno all’Euro alla fine ci sia una questione oltre che di denaro, di potere. Con l’Euro ci hanno progressivamente derubato della sovranità popolare, dicendoci che “loro” sapevano cosa fare “per il nostro bene” (1 po’ lontano dai principi della democrazia, non trovate?). BCE, FMI e burocrati europei vari. Tral’altro in Italia abbiamo una costituzione in totale antitesi all’assetto europeo, keynesiana e decisamente a favore dei lavoratori.

    49. Gianluca scrive:

      p.s. Piena solidarietà a Francesco Maria Toscano per gli insulti di chi ha argomenti zero, davanti ad un analisi condivisibile del gatekeeper Casaleggio.
      Ormai possiamo scegliere solo tra tante destre in varie salse e colori.
      L’ultima uscita di Barbara Spinelli di Tsipras, rivela la piena adesione a l’ordo-liberismo tedesco:
      “UE (Germania) perdoni i paesi indebitati come si fece con la Germania”.
      Cioè noi del sud siamo peccatori da perdonare (niente conoscenza del “ciclo di Frenkel” e guadagnai esorbitanti per i paesi forti dal sistema!).
      Peggio dei nemici odio i falsi amici…

      Siamo soli che fare? Organizziamoci?

      • Ale scrive:

        Siete proprio dei coglioni, ancora vi fate prendere per il culo… ancora non avete capito che comanda chi ha i soldi, la ghigliottina è l’unica medicina!!!

    50. thomas scrive:

      Detto ciò, sig. Toscano, cosa c’entra il parere più o meno demoniaco, o scellerato, o massonico, o criminale, di un Casaleggio qualunque che vale un voto alle europee come il mio, ne più ne meno? Almeno che non si ricominci con la solita strofetta che tutti i componenti del M5S sono servi del duo Casaleggio-Grillo e di conseguenza lo sono parimenti tutti i 9 milioni di italiani che hanno votato il M5S.
      Il Fatto non ha intervistato un politico di professione, un Presidente del Consiglio, o un Parlamentare o un Candidato al Parlamento Europeo. Ha intervistato un imprenditore con la passione della politica. Sono più influenti Vip come De Benedetti. O quanto meno più furbi a manovrare all’oscuro. Se Berlusconi avesse fatto lo stesso, a quest’ora forse (non ci sarà mai la controprova) avrebbe meno grattacapi a parità di risultati imprenditoriali. Il suo articolo, condivisibile o meno nel merito (ad ognuno il proprio parere), cade nel vuoto più completo per mancanza del presupposto fondante. Non voto (e non votate) M5S perché chi l’ha fondato (ma non può influenzarlo, visto che i portavoce rispondono direttamente all’elettorato), spara un sacco (d’accordo o meno) di fregnacce……. Non leggete questo articolo perché chi ha inventato internet è brutto e cattivo, vale uguale o no?

    51. Giuseppe scrive:

      … se dopo 20 anni di inciuci ancora c’è qualcuno che mi dice “meglio con coloro che ci hanno ridotto così”… allora o al male non c’è rimedio o costoro debbono difendere i loro privileggi, allora sono portato a votare per togliervi i privileggi, senza se e senza ma.

    52. Ale scrive:

      MA VAFFANCULO!!!

    53. marco scrive:

      “Chi combatte per davvero il sistema riconosce il predominio della politica sulla finanza”
      ne sei davvero convinto?

    54. bruno scrive:

      E chi dovrei votare Renzi, Berlusconi, e compagnia bella e distorta? Ma dove sei vissuto caro moralista in questi 20 anni miserabili? La tua superficiale analisi su Grillo e Casaleggio e il M5S è la prova di chi ha paura del vero cambiamento. Ciò che è vivo riconosce se stesso, ciò che è distorto odia ciò che è vivo perché gli ricorda la Vita libera che ha perso.

      • il Moralista scrive:

        Bruno, la forza del Sistema non consiste nel dominare chi comanda ma nell’organizzare opposizioni di comodo che impediscano geometricamente il cambiamento. Il Movimento 5 Stelle, a sentire Casaleggio, propone sempre la stessa ministra: rigore e austerità (“tagli al debito per 200 miliardi”). Sono schiavisti uguali agli altri

    55. il Moralista scrive:

      Della miriade di grillini che si sono riversati sul blog per criticare questo articolo, ce ne fosse stato uno capace di articolare un ragionamento di senso compiuto. Insomma, l’austerità proposta da Casaleggio, in continuità con Renzi, Berlusconi, Merkel e Napolitano, vi piace o no?

    56. Luca Fucarino scrive:

      Che dire un articolo sobrio e per nulla di parte..ovviamente il mio è sarcasmo. Gli unici che non avete capito siete solamente voi, sempre attenti a spaccare il capello in quattro a casa degli altri.. ecco perche i commenti dei grillini sono spesso superficiali: perche è difficile trovare sempre la voglia di spiegare allo scettico che sta guardondosi il dito e non la luna che la indica. Potrà anche non piacere, ma è ovvio che per risolvere il problema economico ci sia bisogno di tagliare le spese sia di sprechi oggettivi che di modus vivendi perchè è al di sopra di cio che possiamo permetterci come pianeta. Quello che cambia con il m5s è che la cosa spetta a tutti in maniera civile ma obbligatoria.. SVEGLIA che l’epoca BAROCCA è FINITA per tutti!!

      • il Moralista scrive:

        Bene, la sua è esattamente la tesi di Olli Rehn, Merkel, Monti e Renzi. Non è la mia. Se ne vada lei a vivere in un atollo desertico nel nome della decrescita felice. Di tanto in tanto ci mandi pure una cartolina (stando però attento a non alterare così facendo l’ecosistema). Saluti

      • claude scrive:

        inizio a odiare i decrescisti. Lavorassero nei campi 6 mesi cazzo dico 6 mesi per prodursi solo ciò che mangiano sarebbero le troie del primo politico di turno che gli offre un posto dovecazzoneso

        e 8-cinque fa sempre 3. amen

    57. Lorenzo scrive:

      Tutto ciò che scrivi era già chiaro al momento delle elezioni, a chi avesse usato un po’ la testa.
      Apprezzo il tuo mea culpa, comunque.

    58. Marco Pavan scrive:

      aaahh… fossi anch’io così sicuro delle mie convinzioni come lo sei tu…

    59. Michele scrive:

      Volevo solo far notare che: a)Casaleggio di economia non capisce nulla, e comunque il m5s vuole togliere soldi alle lobby per spenderli nel sociale,come dimostrano in Parlamento,questo vuol dire il ricciolo quando parla di tagli (grazie ancora GLS); b)Nessuno ha fatto caso all’unica cosa che ha detto Casaleggio e che gli compete, cioè che stanno cercando società terze in grado di garantire la correttezza delle votazioni on-line..molto bene,il suo lavoro almeno lo sa fare; c)La JP Morgan ha detto che i cambiamenti che lei desidera,in Italia non sono ancora avvenuti grazie all’ascesa di movimenti populisti (sarà la Lega al 4%!?! Non direi..). Infine, penso sia sbagliato demonizzare il debito pubblico, perchè si dà un indirizzo errato, ma nella situazione ATTUALE non è forse vero che esso è un debito reale coi mercati finanziari, sul quale dobbiamo DAVVERO pagare miliardi di interessi che ci possono DAVVERO far perdere la sovranità sulle politiche economiche a causa dei meccanismi europei di salvataggio?

      • claude scrive:

        cioè VUOI DIRMI che nella situazione ATTUALE dei meccanismi che tu chiami EUROPEI ci farebbero perdere la SOVRANITA’?
        e il problema, of course, è la situazione attuale, non i meccanismi. Sai tu che il jappone ha 240% d/pil? Chissà che meccanismi di salvataggio avranno!!!! EENOOOORRMIIII

        • Michele scrive:

          Sapevo che i primi 3 punti sarebbero stati ingnorati..comunque..mi sono spiegato sbrigativamente, intendevo che, essendo ATTUALMENTE nell’euro, non abbiamo sovranità monetaria e una banca centrale in grado di stampare. Questo fa si’ che dobbiamo prendere in prestito dal mercato finanziario. Questo trasforma il debito (che sarebbe “virtuale” con sovranità monetaria) in un debito vero, e lo spread in effettivi soldi in più di interessi da restituire ai mercati. I meccanismi EUROPEI di salvataggio (MES e altri) sono fatti apposta per concedere aiuti finanziari agli stati, ma in cambio obbligano a seguire le ricette di austerity della Troika, che di fatto scippano agli stati la SOVRANITA’ sulle proprie politiche economiche,decidendo loro come e dove tagliare,e tenendoci in amministrazione controllata. Spero di aver chiarito, volevo dire che finchè siamo nell’Euro il debito è effettivamente un problema. Il Giappone ovviamente può fare debito perchè ha una Banca Centrale sua a gestire le sue politiche economiche, il contrario della nostra situazione attuale. Qualcuno mi corregga se il ragionamento non fila..

          • claude scrive:

            dici cose giuste e, se hai un minimo di logica, ne segue che sei favorevole a un uscita da questa unione monetaria e un ripristino della sovranità della democrazia sulla finanza.

            Non si capisce però come puoi difendere c. quando dice paro paro che il problema non è l’euro in se ma chi lo gestisce.
            Il problema E’ il meccanismo e non ha importanza CHI mandi a dirigerlo a meno che sia una missione kamikaze. Che potrebbe essere (anzi sarebbe la soluzione migliore) ma NON LO E’ CON QUESTI PRESUPPOSTI. Se pensi che c non capisca niente di economia 1-dovrebbe tacere 2-dovrebbe tacere perchè non eletto 3-perchè parla di andare in europa personalmente? 4- Perchè parla a nome del movimento? 5- le cose che dice hanno senso? 6- perchè le dice? 7- perchè parla? 8- chi l’ha incaricato? 9- chi è? 10- perchè parla? 11- per chi parla?

            capirai che l’analisi del moralista pecca di estrema bontà nei suoi riguardi.

    60. Vi scrive:

      da dove spunti fuori moralista di questa fila di bottoni,
      cosi’ il m5s nasce per ..le cazzate che hai scritto tu?
      ma vai al diavolo!

    61. giampiero scrive:

      Certo che proprio non hai capito niente.
      I giornalisti ignoranti come te dovrebbero essere perseguiti quantomeno amministrativamente.
      Il movimento una finta opposizione?
      Il movimento è la prima vera opposizione che si sia vista da 30 anni a questa parte.

    62. Rodolfo Bevione scrive:

      Onestamente, io lo dico da una vita. Parlare di qualsiasi piano di risparmio o di investimenti in Italia è INUTILE. Finché non ci si decide a fare una legge anticorruzione con i controcazzi e si smette di tagliare i fondi al DIA, diamo solo ai ladri più soldi da rubare. Ma ‘ste cose semplici semplici nessuno le capisce.

    63. andrea scrive:

      NON VEDO DOVE STIA LO SCANDALO NEL DIRE CHE LA SPESA PUBBLICA VA LIMITATA. IL PUNTO SEMPLICEMENTE STA NEL VEDERE COME, E TAGLIANDO COSA. SE TAGLIAMO LE PENSIONI D’ORO, GLI ARMAMENTI, F35 COMPRESI, INDENNITA’ E SUPER PENSIONI E STIPENDI A PARLAMENTARI E MANAGER, IO CI STO !!! QUINDI PRIMA DI FARE QUESTI ARTICOLI SENSAZIONALISTICI DEL CAVOLO, ACCENDETE IL CERVELLO GRAZIE. POI SE IL PADRONE ORDINA DI PARLAR MALE DEL M5S ALLORA FATE PURE….

    64. Guaya77 scrive:

      moralista
      [mo-ra-lì-sta]
      1 Chi è portato a giudicare cose e persone solo da un punto di vista morale, e con eccessiva intransigenza: non temo il giudizio dei moralisti; è un gran moralista
      ‖ Fare il moralista, attenersi, spec. con ipocrita e acceso formalismo, alle regole della morale

      mi sa che ti sei perso qualcosa… e ti sei fermato sull’ipocrita, esser pieni di Sé va bene.. ma se gonfi ancora un po’ il petto esplodi.
      Sei talmente abituato allo sterco che anche il profumo di violetta diventa puzza e sinceramente il tuo articolo a mio parere è banale e senza senso, come del resto sono senza senso i tuoi insulti, cerchi di azzittire infierendo piuttosto che argomentando.
      Un consiglio, cerca di mettere a confronto i leader politici e tra il marcio e la muffa capirai che è meglio qualcosa di nuovo e distante da quel mondo di disonesti che è oggi il parlamento italiano ..del resto, con un presidente così disonesto potevamo aspirare ad altro???
      …o la tua morale si ferma dove i massoni danno da lavorare??

      • il Moralista scrive:

        Questo tipo di esaltazione anti-illuministica mi fa rabbrividire. In politica non si ragiona con la categoria amico/nemico. Tu devi sforzarti di valutare la bontà di una linea, senza fermarti alla suggestione del nuovo, i vendicatori Grillo/Casaleggio, contro il il vecchio. Questa farsa funziona proprio perché tanta gente come te non ha sviluppato uno spirito critico. E’ chiaro che i partiti tradizionali sono peggio del M5S, non fosse altro perché hanno materialmente distrutto l’Italia per fare gli interessi di potentati occulti e privati. Ma tale circostanza renderebbe migliore i 5 Stelle se scoprissimo che in realtà sono funzionali al mantenimento di un modello che a parole condannano? Quando Casaleggio dice che il problema è la spesa pubblica o il debito pubblico dà una lettura della crisi identica a quella di tutti gli schaivisti pompati quotidianamente dai giornali dei padroni? Perché lo fa? Perché è uno di loro e, siccome ha studiato esoterismo, conosce il concetto di “unità dei contrari”. Ma mi sa che questo livello di discussione per te è oggettivamente troppo…

        • Guaya77 scrive:

          eh già … meno male che ci sei tu che sei così illuminato.
          Ma una domanda mi sorge spontanea, non è che vedi il marcio in tutti ed anche in chi non lo è, quindi butti sterco addosso solo per tirare l’acqua al tuo mulino, solo perché il tuo cuoricino batte per il partito viola o per i radical popolari??
          Oppure vuoi dire che scrivi baggianate solo per racimolare 15€ ad articolo consegnato??
          ..e poi scusa, ma chi ti ha detto che voto M5S??
          io ti ho solo detto “di mettere a confronto i leader politici e tra il marcio e la muffa capirai che è meglio qualcosa di nuovo e distante da quel mondo di disonesti che è oggi il parlamento italiano ” avrei potuto essere di qualsiasi altro partito… quindi escludi dagli onesti il partito viola e i radical popolari, avresti potuto rispondermi qualsiasi cosa ma continui a cercare di offendere facendo pure il saccente e sinceramente le tue critiche lasciano il tempo che trovano perché non sono costruttive.
          Quello che so è che valuto i fatti, non le tante belle parole buttate al vento da gente che cerca solo di racimolare denaro e poltrone qua e là, guardo gli interventi in parlamento, guardo le leggi e controllo la veridicità delle cose.
          Come te, che sparano a zero senza conoscere davvero i fatti ma solo per sentito dire, ce n’è a bizzeffe come del resto ci sono molti ignoranti convinti che la loro sia l’unica verità…
          contento te…

          • il Moralista scrive:

            Io non scrivo gratis e non racimolo nulla. Lo faccio per passione ma capisco chi come te è abituato a vedere negli altri i propri difetti. Siccome siete tifosi, ma non possedete gli strumenti culturali per capire il corse degli eventi, sparate sentenze senza costrutto. La mia critica è semplice: Casaleggio propone ulteriori tagli alla spesa pubblica. Questa linea è per me folle e criminale. Perché volete abolire il Fiscal Compact se questo è il vostro intendimento? Prova a ragionare invece di ragliare. Magari dopo avere sfogliato un libro…

    65. antonino scrive:

      carissimo moralista……….visto che x per lei è sbagliato fare dei tagli consistenti,(ovvio dove si possono fare senza ferire il paese)-penso che allora ci dovremmo inventare nuove tasse, chissà forse così facendo aumenta il lavoro , aprono nuovi artigiani,imprese è così via..- ho forse è contrario all’abbattimento di qualche tassa consistente ,che possa contribuire in qualche modo al rilancio dell’economia- troppi lussi ,troppi comodità pagate con il sudore di operai, imprendit. e artigiani- incominciamo ha tagliare dove è eccessivo, improducente è inutile x abbassare le tasse è dando così ossigeno a partire dalle categorie basse di imprenditori,è artigiani x favorire ,stimolare la ricrescita del lavoro….carissimo moralista x lei forse nn è la strada giusta…….ma nn tuttila pensano come lei -.saluti

      • il Moralista scrive:

        Studi la Modern Money Theory. Il denaro non comincia e non finisce. Uno Stato a moneta sovrana può essere onorare qualsiasi debito semplicemente ordinando alla sua banca centrale di farlo. Ma il popolino non deve sapere cosa è il denaro. Altrimenti come farebbero a prenderlo continuamente per il culo?

        • antonino scrive:

          ha pienamente ragione nn ci avevo pensato,se avessimo una nostra moneta nazionale,lo stato potrebbe ordinare alla zecca di stampare soldi ha più nn posso -……..ma chissà se poi dopo tutto questo stampaggio queste banconote si potrebbero in qualche modo mangire….sarebbe molto bello li potremmo usare persino nel
          wc perchè sicuramente la carta igenica avrebbe un valore molto più alto della banconota

          • Andrea scrive:

            Bella presa per il culo… Ma questo “moralista” è uscito dalle sorpresine dei pacchetti delle patatine? Mai sentito tante cazzate…

          • il Moralista scrive:

            Antonino, a te sembra che i negozi siano sprovvisti di materiale da vendere come nella vecchia Urss? A me no. Quindi? Quindi la crisi non è figlia di una improvvisa incapacità nel produrre beni e servizi. Molto semplicemente, crollando la domanda (per il tramite dei tagli che tanto piacciono a Renzi e Casaleggio), i prodotti restano invenduti e le aziende chiudono. Inflazione significa molta moneta e pochi prodotti. Oggi l’Europa è in deflazione. Questo ti dice qualcosa? Se lei, anziché leggere topolino, studiasse Keynes, saprebbe che la disoccupazione è figlia di una crisi di domanda. Keynes non ha mai detto che basta stampare moneta per risolvere i problemi. Anzi, disse che “pensare di migliorare un Paese soltanto stampando moneta è come comprare una cintura più larga per ingrassare”. Il problema vero riguarda la domanda. Una società capitalistica non può essere opulenta e giusta quando manca la domanda di beni e servizi. E la domanda manca perché alcuni delinquenti, amici occulti di speculatori privati, vogliono riportarci al Medioevo…

            • antonino scrive:

              carissimo moralista ,Keynes nn sò chi sia è tantomeno m’interessa – la mia voce le proviene dal mondo del lavoro, dalla realtà è forse conosco meglio di lei le problematiche che affrontano quotidianamente artigiani è imprenditori- Sò benissimo che i nostri negozi sono pieni, come sono fermi le attività produttive è di servizi- lei sà molto bene che molte imprese ,artigiani ecc. hanno chiuso attività,ciò significa che oltre ha perdere posti di lavoro,lo stato incassa sempre meno soldi, quindi meno capacità di soddisfare i bisogni del paese- continuando sù questa strada molte altre partite iva verranno meno, lo stato dovrà x forza inventarsi nuove tasse, mortificano di più le imprese ecc. fino alla chiusura (quelle che sono rimaste)Sarò pure un ignorante ma secondo mè dovrebbero taglire x diminuire le tasse così che le aziende ecc . tenessero posti di lavoro, e lavoratori ha sua volta potrebbero avere la capacità di spendere

              • il Moralista scrive:

                Quello che non ti riesce di capire è che lo Stato non deve aumentare le tasse per fare alcunché. Se aumenta le tasse e comprime la spesa lo fa solo perché vuole vederti morto. Per uscire dalla crisi basterebbe mettere un po’ di soldi in tasca ai ceti sofferenti. Non lo fanno perché non vogliono. Nessuna regola macroeconomica lo impedisce. Ricorda sempre una cosa: ovunque i tagli alla spesa pubblica sono funzionali al predominio degli speculatori privati. Chi ti dice il contrario è un farabutto o un ignorante.

              • Michele scrive:

                Antonino,conoscere Keynes ti aiuterebbe molto per capire come raggirano le piccole medie imprese. Le tasse vanno diminuite e la spesa pubblica aumentata (quindi non tagli, ma reinvestimento degli sprechi verso il mondo del lavoro + aumento investimenti pubblici) per aumentare i soldi in tasca ai tuoi clienti (reddito di cittadinanza?) in modo che tu venda i tuoi prodotti e non sia costretto a licenziare. Poi la spesa pubblica la puoi limitare quando sei uscito dalla crisi e tutti hanno un lavoro, ma ora dovresti aumentarla. Solo che non puoi, perchè siamo nell’Euro e decide la BCE, che nessuno elegge o controlla.

    66. kthrcds scrive:

      @ antonino (24 aprile 2014 alle 07:56)

      Non si tratta “di stampare soldi ha più nn posso”, ma di disporre di una propria valuta che consenta di attuare una politica economica autonoma. Cosa che il vincolo esterno dell’€ rende impossibile a causa del cambio fisso: non potendo svalutare la moneta per allinearla ai fondamentali dell’economia si svalutano i salari. Ciò deprime la domanda interna, aggrava la flessione del Pil e ne peggiora il rapporto con il debito. Ma se non si ha autonomia monetaria si è costretti ad ulteriori tagli di spesa che innescano una spirale senza fine.
      Non andrebbe dimenticato che le riforme imposte da Monti per risanare i conti pubblici, li hanno in realtà peggiorati di nove punti in poco più di un anno.
      E se consideriamo che l’attuale ministr dell’Economia Padoan è lo stesso che nell’aprile 2010, nell’autorevole veste di capo economista dell’Ocse, parlava di “segni incoraggianti” e di “ripresa che comincia a partire” sulla base di previsioni poi rivelatesi troppo ottimistiche, e suggeriva l’attuazione di «un “significativo taglio delle spese” e un’azione mirata “sulle cause della debolezza della crescita”, ma senza mai dimenticare i margini di manovra limitati imposti dall’elevato indebitamento», non occorre un grande sforzo di immaginazione per capire che con il governo Renzi, intenzionato a seguire la linea del rigore, la situazione non potrà che peggiorare.

      Questo articolo del CdS del 14 febbraio 1996 evidenzia che quando l’Italia disponeva dell’autonomia di cui sopra la situazione economica era di gran lunga migliore di oggi:

      «Grazie alla lira: Bilancia commerciale, 1995 senza precedenti

      Lira magica, unica, vera colonna dell’ Italia. Se non fosse sottovalutata, staremmo tutti un po’ peggio [...] Ieri, l’ Istat ha reso noto che il 1995 e’ stato uno degli anni migliori per la bilancia commerciale della Penisola [...] Nel complesso, dunque, si puo’ dire che, sulla base dei numeri conosciuti, la bilancia commerciale e’ positiva per 44.771 miliardi [...] Nel 1994, la differenza tra export e import era stata attiva per 35.400 miliardi, nel ‘ 93 per 32.800: negli anni precedenti, cioe’ prima che la lira si svalutasse e fosse espulsa dal Sistema monetario europeo, nel settembre del 1992, il saldo commerciale era, da anni, in rosso».

      Si è detto in più di un’occasione che l’€ è necessario per competere con la Cina, ma la realtà è che l’€ serve per non competere con la Germania.

    67. il Moralista scrive:

      Perché nessuno di voi, grillini indignados, risponde alle domande formulate nel presente articolo? http://www.ilmoralista.it/2014/04/21/la-rete-dovrebbe-potersi-esprimere-sullespulsione-di-gianroberto-casaleggio/

      Forse perché è più facile abbaiare che ragionare?

      p.s. smettetela di difendervi sostenendo che il Pd è peggio. Il fatto che esista l’Aids non rende in automatico piacevole il morbillo

      • antonino scrive:

        lei può parlare di tutto è di più ….ma difendere il pd…….mi sembra eccessivo – sono solo degli appoltronati, lì x i propi comodi è interessi…nn voglio menzionare fatti è complotti che sicuramente lei è ha conoscienza ,siamo oltre il ridicolo – vorrei solo menzionare una cosa .. basta pensare che il pc ha ricevuto x decenni finanziamenti illeciti dal kjb – i finanziamenti erano una piccola parte al gioco, ha questi si aggiungevano l’immensa rete di appaldi,tangenti ,corruzione ,operata tra imprese cooperative rosse italiane è l’unione sovietica- nel 91 l’unione sovietica crollò e i fiumi di denaro insanguinanti finanziati da mosca cessarono è così dopo pochi mesi scoppiò tangentopoli- il fatto è che fù l’unico partito ha salvarsi – nn ha caso in 50anni di corruzione politica e imprenditoriale italiana aveva piazzato uomini in magistratura è gli fù facile insabbiare tutto – l’unico magistrato che aveva deciso d’indagare sul pci è stato Giovanni falcone….nn vado oltre-la domanda esce spontanea sicuramente mosca finanziava il pci italiano perchè erano simpatici? lascio ha lei la risposta……hanno fatto tanto chiasso x ruby che ha questo confronto è meno di una cazzata (è chiaro che è stato un puro attacco politico) x mè vanno mandati tutti ha casa, sono solo degli accomodati ,indagati è chissà quanti corrotti , ha vederli ormai mi viene da ridere – l’unico partito che cerca veramente di cambiare qualcosa è il movimento 5 stelle ,che ivito tutti ha votare

      • GLS scrive:

        Secondo il mio modestissimo parere la questione è tutta incentrata sul fatto che il Moralista ritenga che M5S=Casaleggio e quindi se Casaleggio dice castronerie o parla in modo equivocabile automaticamente le stesse sono ascrivibili al M5S. Come ho già detto e molti hanno detto, il M5S, a partire da Grillo, ha sempre condannato gli sperperi da casta, le tangenti, le ruberie ovvero tutto quel denaro pubblico che non è utilizzato virtuosamente. Pertanto il fatto di eliminare 200mld di euro per utilizzarli altrimenti, ridirigendoli, è sicuramente condivisibile. Il M5S parla anche di sfondare il muro del 3% e questo è in palese contraddizione con un taglio di 200mld. Quindi, a mio parere, tutto ruota attorno a come si interpretano certe affermazioni e che peso si ritenga esse abbiano. Certo, Casaleggio non è uno qualunque, ma centinaia di migliaia di volontà (milioni?) non sono automaticamente da ritenersi succubi del suo pensiero e chi è convinto del contrario per me sbaglia. Del resto, il fatto che oggi il nostro debito venga oggettivamente utilizzato dalla Troika come capro espiatorio per non concederci nulla è innegabile. Quindi, guardiamo a come è la situazione oggi, ovvero: abbiamo l’euro, una moneta estera, che ci viene prestata da mercati finanziari privati, che dobbiamo convincere ad investire altrimenti ci salassano attraverso gli interessi. Se avessimo un debito molto inferiore a parità di tassi dovremmo pagare proporzionalmente meno (e il debito crescerebbe molto più lentamente o forse potremmo anche stabilizzarlo), avremmo la maggior credibilità che oggi ci è negata, potremmo spendere più del 3% come fanno quasi tutti, e se investissimo bene quel denaro (finalizzandolo alla piena occupazione) potremmo sicuramente stare meglio. Senza contare che anche le banche avrebbero meno interesse nell’investire in titoli di stato ed essendoci più vivacità economica e quindi maggiori prospettive avrebbero più stimolo a prestare all’economia reale (no more credit crunch). Quindi, con un’analisi di questo tipo penso si possa convenire sul fatto che il nostro debito pubblico è proprio un grande problema. Chiaro è che se la Germania resta tale e continua a puntare sull’export, avendo tutti noi la stessa moneta, non possiamo che soccombere. L’unica alternativa sarebbe per noi essere più competitivi ma cosa vuol dire? Essere in grado di produrre con processi tecnologicamente avanzati (ci vogliono piani industriali e da noi non usa). Abbassare le tasse riducendo il cuneo fiscale ma il disavanzo primario che è da molti anni positivo potrebbe diventare negativo e non riuscirebbe più a contrastare gli interessi sul debito (comunque non trascurabili). Allora dovremmo ridurre i salari (minijob stile Germania ?) ed ecco che torniamo ad impoverirci per poter essere competitivi. Ne consegue che avere la nostra moneta sganciata da quella della Germania è LA soluzione, ovviamente. Non tanto per la svalutazione della lira (che è ciò di cui gli euristi si spaventano) ma piuttosto della inevitabile rivalutazione del marco che metterebbe la parola fine all’egemonia tedesca. Ma qui torniamo alla questione già espressa: esporsi con forza sul no-euro quando si ha molto seguito equivale a sferrare un attacco mortale al potere finanziaro che sguazza in questo stato di cose e quindi si rischia una contro reazione molto violenta che in quattro e quattr’otto ti annienta figuratamente e magari anche fisicamente. Meglio dire che la soluzione è ridurre il debito e pian piano inserirsi, mettere a nudo la realtà di cui la massa è ancora colpevolmente ignara e poi con l’appoggio del popolo tornare decisi alla propria sovranità. Escludere l’ipotesi che il M5S possa portare a tutto questo è autocastrazione certificata. Esserne certi è cialtroneria. Viste le opzioni, mi sembra saggio tentare con un po’ di fiducia e di speranza.

    68. Pierluigi scrive:

      Più di 200 commenti ! Tema caldo.
      Vorrei sintetizzare. Situazione politica in Italia oggi.
      Non esiste nessuno schieramento politico che porti un diverso paradigma economico rispetto al mainstream.
      La mia domanda a Voi è : ” Se uno non vota M5S chi vota ? Si astiene, vota PD, vota ???

    69. Mario scrive:

      Caro Moralista, forse scordi che Casaleggio NON è candidato, forse non hai chiaro che la “pulizia” cui si riferisce è quella dei palazzi del potere: via vitalizi esagerati, pensioni d’oro, scorte esagerate, via banchetti e rimborsi per spese pazze, via i delinquenti dalla politica!!! Personalmente credo che a volte sbagliano, ma finora NESSUNO ha rinunciato ai rimborsi, a parte dello stipendio o altri benefici: SOLO I GRILLINI! Pensaci quando ne parli, pensaci bene, perché non credo che l’Italia possa permettersi di sprecare l’occasione, se non vince il M5S può solo andare peggio!

      • il Moralista scrive:

        Rinunciare ai rimborsi è una scelta inutile, propagandistica e demagogica. Con 40 milioni di euro avrebbero potuto assumere centinaia di giovani addetti stampa, di segretarie e di esperti di informatica. Avrebbero messo in circolo ricchezza utile per riavviare i consumi e aiutare il ciclo macroeconomico.

    70. Enzo scrive:

      Ma chi sono questi del “Moralista” ? cosa siete marxisti comunisti ? filo fascisti ? Astensionisti ? Ma forse molto probabilmente siete favorevoli a mantenere le cose come stanno, siete filo pd o filo pdl che poi è la stessa cosa. Sentiamo ! CHI !!! secondo voi può sistemare le cose in questo paese ? Ditelo voi chi dobbiamo votare alle europee, però vi anticipo, che se la risposta è ancora pd, pdl, ncd, ecc. vi dico già che siete delle merde. Il M5S forse non sarà la soluzione, sicuramente ha mille difetti, mille carenze, ma il M5S è pulito ! perchè sono normali cittadini, senza interessi di lobby. Grillo ? Casaleggio ? non hanno e non avranno mai incarichi istituzionali. Oggi le piazze sono piene, non per sentire Grillo, ma per sentire quelle persone, quei cittadini che stanno in parlamento. Voi avete la soluzione ? Voi avete l’alternativa ? Aspetto la risposta, alla domanda, Quale alternativa ?

    71. Nicola scrive:

      L’ennesima prova di giornalista colluso con la casta…niente di più :’(

    72. Mekos scrive:

      HAHAHAHAHA.. Senza il M5S l’Italia è Italiani saranno Fottuti x sempre.. è questo lo dice i fatti Reali chè sappiamo ormai da Anni essere la Truffa del debito, dell’Euro/pa è dei Governi Abusivi a colpi di Stato Permanenti.. vuoi ancora credere chè il M5S non sia l’unica Speranza…?Se credi il contrario allora o 6 Stupido oppure 6 Complice della Criminalità degli Illuminati di BAAL..io opterei dall’articoletto che 6 x la 2° rientrandoci pure la 1°…

    73. german scrive:

      GRAZIE PER L’INFORMAZIONE.
      VOTERÓ MOVIMENTO CINQUE STELLE.

    74. Giovanni scrive:

      Non capisco, cosa state quì a contare le pulci al M5S, ovviamente a scopo denigratorio, quando vi basterebbe farvi una domanda semplice semplice: di chi è la colpa del disastro del nostro paese, dei suicidi di stato, licenziamenti, disoccupazione, chiusura di aziende etc..??? La risposta? Altrettanto semplice: Del PD, Ex PDL, NCD e partitini vari che hanno governato e mal gestito questo paese oltre che essere collusi con le lobby del malaffare! Ed allora di che cosa stiamo parlando? Ma avere un po di vergogna nel sostenere gli inostenibili no!

      • il Moralista scrive:

        Sono d’accordo, Pd, Pdle Udc hanno devastato migliaia di vite umane con politiche scellerate. I rispettivi leader politici andrebbero deferiti al tribunale dell’Aja competente per i crimini contro l’umanità. Le stesse identiche politiche politiche di austerità e rigore proposte da Casaleggio nell’intervista al Fatto (“tagli alla spesa per 200 miliardi”). Perché Merkel, Casaleggio e Renzi propongono la stessa ricetta macroeconomica? Convergenze inquietanti…

    75. Michele scrive:

      Questo articolo, il moralista, mi sembra più ad effetto che altro. Anche il titolo molto incisivo da “attira lettore”. Non votare il movimento solo per una dichiarazione molto scarna mi sembra un po’ penoso. E l’analisi molto approssimativa.

    76. Valerio scrive:

      Sei veramente in mala fede o non c’hai capito proprio nulla.
      Il tagli di 200 miliardi che Casaleggio intende NON sono tagli alla spesa in quanto servizi ma TAGLI di stipendi e SPRECHI!
      Ciao bello vota PD che mi sa che non c’arrivi a fare altro.

      • il Moralista scrive:

        Valerio, tu sei la prova vivente che la scuola dell’obbligo non serve a nulla. Gli stipendi sono una voce della spesa pubblica, non una categoria a sè stante. Quanto agli sprechi, variano a seconda della sensibilità personale. L’ammontare della spesa pubblica invece è un dato oggettivo: 800 miliardi. Un politico che ama il suo popolo non può proporre tagli per “200 miliardi”. Fa semmai l’esatto contrario: propone cioè l’aumento della spesa pubblica fino al raggiungimento della piena e dignitosa occupazione. Quanto al Pd, è un partito favorevole ai tagli e incapace di produrre cultura. Quindi perfetto per tipi come te. Mai come me…

        • marco scrive:

          Giudicando dalla tua spocchia ha ragione Valerio.
          200 Mrd di taglio non l ha mai detto.
          Vuoi la MMT in italia,interessante ma peccato che lo psicopatico Barnard inficia col suo comportamento una buona teoria.
          Non so chi voti e non mi interessa ma invece di sputare sentenze ricorda i FATTI:
          7 punti precisi NN TRATTABILI che i ns portavoce saranno chiamati a far rispettare dall UE. La verità la vedremo a breve e poi giudicheremo,non prima.
          W M5S

          • il Moralista scrive:

            La MMT è una buona base di partenza. Finalmente un grillino che ha sfogliato un libro in vita sua (anziché bruciarlo…). Ti chiedo: sei d’accordo con la proposta di Casaleggio di tagliare la spesa per 200 miliardi?

    77. Fabio scrive:

      200 miliardi di tagli alla spesa pubblica………………mi sembra che lo stipendio dei politici sia spesa pubblica no? a poi dimenticavo gli f35, il contributo all’editoria, etc etc…………..vabbè ognuno usi la propia testa, ma è anche vero che un blog acclaratamente soggettivo come questo non si basa sulla libertà di opinione.

      • il Moralista scrive:

        Sai Fabio, una persona sola non può che scrivere un blog “soggettivo”. Non è facile scrivere a più voci pur essendo da solo. Comunque proverò a migliorarmi. Mi ricordi un mio vecchio allenatore di basket che ci invitava a scrierarci a “coppie di tre”…

        p.s. non vi entrano in testa le priorità. La cosa importante da fare subito è aumentare la spesa fino al raggiungimento della piena occupazione (non tagliare nulla). Quindi la cifra totale della spesa deve salire. Poi, nel fare questo, puoi contestualmente cancellare tutte le singole voci che ti sembrano non eque. Ma i due piani sono distinti.

        • Plakito scrive:

          Cioè è assurdo, perdo questi 2 minuti(buttati al vento) a scrivere su questo blog che chiaramente è contro il Movimento e sopratutto ti pagano per esercitare questo lavoro di disinformazione. Sinceramente è vero che si dovrebbero tagliare 800 MLD, ma mi spieghi quale partito abbia almeno tagliato 1/20? Cosa vuol dire “Uno che vuole tagliare la spesa pubblica di solo 200 MLD è disonesto con il popolo”?!?[ CIT. Moralista L’ammontare della spesa pubblica invece è un dato oggettivo: 800 miliardi. Un politico che ama il suo popolo non può proporre tagli per “200 miliardi"]. Guarda parliamo di coerenza… Parliamo della realtà perchè sappiamo benissimo che i 5 stelle taglieranno di certo 1/4 della spesa pubblica e lo sai perchè? Perchè li stiamo dando il voto per questo e loro stanno facendo campagna elettorale per questo. Mentre gli altri? In 20 anni TUTTI I PARTITI potevano almeno alzare la voce… Lo sai qual’è la verità? Oggi chi parla male di Grillo e Casaleggio ha porte spalancate sia da De Benedetti che da Berlusconi ecc. Mi spiega, chi la paga per questo blog? Mi spiega da chi prende finanziamenti? Se ci sia, mi dia la trasparenza che fino ad oggi solo il Movimento 5 Stelle vi ha insegnato. Guardi ci sarebbe molto altro da dire ma preferisco tacere e magari non avere una sua risposta… Perché il silenzio vale più di mille parole…
          In buona fede
          Un Cittadino, onesto.

          • il Moralista scrive:

            Questo è blog non riceve finanziamenti. Lo curo gratuitamente per passione. Detto questo, tu sei ignorante come una capra. Ma non è colpa tua. Tu non riesci a capire cosa sia la macroeconomia perchè non hai mai studiati e, in quanto inclita, sei facilmente manipolabile. Non vedei come in Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda etc., abbiano fatto il deserto proprio usando le parole d’ordine che tu ripete come un pappagallo. Non sia chi è Krugman, Stiglizt, non hai idea di cosa sia la teoria del moltiplicatore, insomma non sai nulla. Ma pur non sapendo nulla pretendi di parlare perché sei arrogante. Studia, eviterai di in futuro altre cattive figure

            p.s. I giornali di De Benedetti e Berlusconi, entrambi spregevoli almeno quanto te, ogni giorno demonizzano l’eccesso di spesa pubblica. Ma tu, poiché non sai leggere, non te ne sei accorto…

            • Plakito scrive:

              Hai ragione Moralista… sono arrogante ciuccio e presuntuoso e sopratutto NON ti ho offeso come tu hai appena dimostrato nel tuo blog(gratuito). Sono un’umile studente e faccio tutt’altro che economia o meglio Macroeconomia.
              Devo dire che “spregevole”, “capra”, sono parole che so leggere molto bene, ed ha esaltato la tua grande intelligenza e la tua grande maturità.
              Mi basta questo.

              • il Moralista scrive:

                Scusami, perchè fai adesso la verginella? Sei venuto qui per insinuare che “sono pagato per scrivere contro il Movimento”, e ora, dopo un bonario sculaccione, metti subito il broncio? Allora, caro mocciosetto, se non sei in grado di reggere una discussione maschia, torna a sfogliare Dylan Dog e abbassa le pretese. E studia, qualunque cosa tu faccia, ne hai bisogno…

                p.s. “un umile” non si accenta. Dove studi? All’Università per corrispondenza?

    78. marco scrive:

      bla bla ci sono 7 punti precisi che portiamo in europa.fino a prova contraria il
      moVimento 5 ***** è stato COERENTE su tutto!
      il resto sono congetture di bassa lega.
      W M5S
      #vinciamonoi Andiamo in Europa per riprenderci l’Italia.

      • il Moralista scrive:

        I sette punti sono condivisibili. Ma fra i sette punti non c’è il draconiano taglio della spesa proposto da Casaleggio. Il Movimento 5 Stelle prenda frontalmente le distanze dalle cose scellerate dette dal guru in quell’intervista. Ne guadagnerà in voti e credibilità

    79. Antonio Albanese scrive:

      Caro Francesco Maria Toscano hai riportato le stesse dichiarazioni di Casaleggio di sempre, quindi perchè prima si ed adesso non bisogna votare M5S ?? Una classe politica che ha regalato 7.5 miliardi di € alle banche, che ha regalato 98 miliardi di € alle lobbies delle VLT, che vuol ridurre le pene per i politici collusi con la mafia, che ha accettato il FISCAL COMPACT, ETC….ETC….ETC…….. VA SOLO MANDATA A CASA, VA SOLO ESPULSA DAL PARLAMENTO ITALIANO !!! Se poi secondo te chi ha fatto questi scempi è votabile mi vien da concludere che tu caro Francesco Maria Toscano sia un bel pò fazioso demagogico e propagandista nel nel tuo giudizio………………….Cordialmente ti abbraccio.

      • il Moralista scrive:

        Caro Antonio, penso dei partiti tradizionali molto peggio rispetto a quello che pensi tu. Penso siano responsabili di un vero e proprio genocidio ai danni delle fasce più deboli della popolazione europea. Un genocidio che cammina su parole d’ordine come “tagli e austerità”. Stessa ricetta proposta da Casaleggio nella famosa intervista. Io trovo la cosa molto inquietante. Ma rispetto chi come te ne dà una lettura minimalistica (che vuol dire “l’ha sempre detto”?)

        • Antonio Albanese scrive:

          Caro il moralista se pensi così male dei partiti tradizionali come fai a criticare chi vota M5S o il movimento pentastellato stesso? Non pensi che strappare il paese dalle grinfie di gente collusa con la mafia, schiava delle lobbies, inchinata ai piedi della Merkel, e sostituirla con gente CHE DI CERTO E’ PULITA ed estranea a questo schifo non sarebbe un grandissimo passo in avanti per noi italiani ??? Ma cosa deve accadere ancora in Italia affinchè la gente decida di cambiare rotta con un taglio netto con il passato ?? Di certo alcune tesi del il M5S possono essere discutibili. Di certo come tutti quelli che prendono delle decisioni avrà commesso e commetterà degli errori, MA DI CERTO è il movimento che più di tutti tutela gli interessi di noi Italiani. Se poi tu ritieni che possa esserci un partito/movimento che attualmente sia migliore del M5S faccelo sapere. Illuminaci caro Moralista su chi dovremmo votare, mostraci la retta via su quale partito ad oggi sia da seguire. Sai…………temo però che questa mia richiesta cadrà nel vuoto, perchè VEDENDO LO SCHIFO DELLA POLITICA ITALIANA sarà dura trovare un partito da votare che sostituisca il M5S.

          • Antonio Albanese scrive:

            P. S.
            Caro moralista per cortesia non venirmi a dire che non bisogna andare a votare perchè saresti davvero ridicolo. Detto questo rimango in attesa, escludendo il M5S, di sapere quale sarebbe il partito da votare.

          • il Moralista scrive:

            E’ dallo scoppio di Mani Pulite che vi fanno credere che la miseria è colpa della corruzione. Non vi rendete conto che l’Europa intera piange dalla fame perchè esistono politiche centrali, manovrate da Mario Draghi, che gettano nel panico tutti i popoli dell’Europa meridionale. Ma i giornali, anziché farvi vedere il volto di chi effettivamente vi bastona, vi indicano bersagli di comodo.

    80. guglano scrive:

      Mio caro F.M.Toscano, quando consigliavi col naso turato (ma che consiglio è ) di votare il M5S probabilmente avevi anche occhi e orecchi chiusi allo stesso modo. Non hai capito niente credo del M5S o meglio credo che tu sia asservito al potere costituito…nella maniera peggiore. Mio caro Moralista…ora che ci consigli di votare ? Visto che il naso ti si è sturato …ehhh…chi ci consigli ?
      Patetico inganno pre elettorale…hai paura pure tu…cosa fai nella vita ? Hai pure tu uno stipendio statale rubato è quello che ti preoccupa ? il tuo stipendio ?.
      Beh…spero non sia così…ma da quel che leggo traspare questo.
      lascietemi i miei soldi…poi il paese muoia…che me ne frega…Uguale agli altri mio caro consigliere dal naso turato.

      • il Moralista scrive:

        Tu non hai capito nulla perchè ragli invece di argomentare. Credi, come un ebete, che il denaro sia una misura finita. Per cui, nella tua ottica da troglodita, lo stipendio statale ruberebbe i soldi al virtuoso lavoratore privato. Tu che lavoro fai? Facciamo finta che fai guardiano dei porci. Caro Guardiano, lo sai che il pubblico, nella misura in cui spende, arricchisce il privato? No, perché non hai studiato e ti hanno scientificamente allevato per essere permeabile in quanto ignorante e suggestionabile. Spero che il M5S rinneghi pubblicamente la proposta di Casaleggio, già sperimentata in Grecia con risultati da genocidio, per potermi ricredere.

    81. Fabrizio scrive:

      Francesco Maria Toscano…..

      AMMAZZATI! E contribuirai al bene del nostro paese!

    82. Arco scrive:

      Io non trovo assolutamente fantascienza il taglio di 200 miliardi nella spesa pubblica. Penso che chiunque di noi possa rendersi conto degli innumerevoli sprechi (a proposito, lo stipendio di Cottarelli è uno spreco). Basti pensare a tutte le cattedrali nel deserto, enti creati ad hoc per piazzare i trombati alle elezioni, siringhe che in alcune regioni vengono acquistate a prezzi 5 volte superiori al prezzo di mercato, etc.
      La vera domanda è perché non si tagliano queste spese che sono evidenti a tutti? La risposta è anch’essa ovvia. Tutte queste spese sono frutto di corruzione o perché “necessarie” a sostenere le clientele che assicurano i voti a questo sistema politico marcio.
      Il movimento 5 stelle, non avendo alcun legame con il sistema, è l’unica forza che può fare una lotta seria alle spese inutili e destinare risorse ai servizi utili.

    83. PAOLO scrive:

      MA QUANTE CAZZATE CHE SCRIVETE. TUTTE BALLE

    84. NONNO scrive:

      SCRIVETE SOLO CAZZATE PERCHE SAPETE CHE SE VINCE IL M5S SARETE SOMMERSI DALLO TZUNAMI DI MERDA CHE AVETE CREATO. VOI GIORNALISTI IMPARERETE A FARE IL VOSTRO MESTIERE SOLO SE NN AVRETE PIU SOVVENZIONAMENTI DALLO STATO. VI MANTENETE A GALLA SOLO COSI PERCHE LA VOSTRA E CARTA STRACCIA E CIO CHE SCRIVETE NN VALE NIENTE. SIATE LIBERI DAI SOLDI E SARETE LIBERI DI FARE NOTIZIA E INFORMAZIONE VERA.

      • il Moralista scrive:

        Io curo solo il blog e lo faccio gratis. Quindi rispondo solo per me e non per “i giornalisti”. Chi demonizza la spesa pubblica è un oggettivo fiancheggiatori degli speculatori provati che hanno provocato suicidi, morti e depressioni. Forse molti simpatizzanti del M5S sono stati corrotti da Renzi al grido di “più tagli per tutti…”

    85. claude scrive:

      caro moralista. o il tuo blog è frequentato dal 90% di idioti o il 100% di ancora-votanti 5 stelle SONO idioti. Non ce n’è stato UNO che abbia avuto UN argomento per contrastare la tua tesi. La maggior parte manco c’ha provato e sono passati subito all’insulto!
      Che tristezza!

      • il Moralista scrive:

        Non è colpa loro. Il pastore ha abituato le pecore a belare e loro belano. Io vorrei formare intelligenze critiche, pronte a contestarmi nel merito. Ma i grillini credono per fede…e la fede non va d’accordo con la ragione

    86. Antonio Albanese scrive:

      Caro moralista Ti ho risposto prima di leggere i tuoi commenti che trovo davvero improponibili. Affermando che i tagli alla spesa pubblica produrrebbero recessione dici una grandissima kazzata . I tagli alla spesa pubblica vanno fatti li dove la spesa pubblica cessa di essere spesa e diviene SPRECO.
      EVITARE che una operazione chirurgica e le varie voci di spesa sanitarie in alcune regioni costino 10-15-20-30 volte di più rispetto ad altre è un taglio sacrosanto.
      EVITARE l’esternalizzazione di alcuni servizi a cooperative private che ha portato ad aumenti esponenziali dei costi degli stessi, è un’azione sacrosanta.
      EVITARE di considerare la pubblica amministrazione come ente che deve regalare posti agendo a mo di ammortizzatore sociale significa realizzare un taglio sacrosanto.
      Mi fermo qui dato che la lista degli sprechi potrebbe continuare per un bel po’.
      Sai caro il moralista, è proprio il sonvenzionare questi pozzi senza fondo con i nostri soldi, CHE GENERA RECESSIONE E POVERTA. Questo tali fondi potrebbero essere utilizzati per ridurre la pressione fiscale, per infrastrutturale, per incentivare la ricerca, per etc…etc…etc… Tutto questo sarebbe un vero trampolino di lancio per la nostra economia che diverrebbe solida, indipendente ed autosufficiente. In questa maniera si che si crea ricchezza, non come hai affermato tu in precedenza regalando lo stipendio a NULLAFACENTI…….ma ti rendi conto delle fesserie che dici.
      In ogni caso io rimango in attesa che tu ci comunichi il partito/movimento per cui dovremmo votare. Se come penso visto che lo hai già fatto non darai risposta a riguardo ti coprirai solamente di ridicolo. ………..RIMANGO IN ATTESA DELLA TUA ILLUMINAZIONE.

      • il Moralista scrive:

        Non capisci nè cosa è la moneta nè come funzione l’economia. Tu dai per scontato che le cifre utilizzabili siano predeterminate. Per cui se lo Stato ha a disposizione 10 milioni, e 5 li spreca, avrà aumentato la povertà. Questo ragionamento, oltre che infantile, è falso. La massa monetaria circolante è frutto di una decisione politiche del banchiere centrale. Ti sei mai chiesto a quanto ammonti oggi il valore dei titoli in giro per il mondo? Quando lo hai capito ripassa….

    87. kthrcds scrive:

      “Vinceremo noi e rivolteremo l’Europa come un calzino” sbraitava ieri Grillo a Piombino, davanti alle ex acciaierie Lucchini.
      Questa volta, però, non tutto è filato liscio. Una ragazza espone un cartello con la scritta “troppo facile farsi vedere ai funerali”, qualcuno glielo strappa e si crea un po’ di tensione. Un impiegato della Lucchini si rivolge alle telecamere:”Lui è venuto qui a sfruttare la situazione ma qui siamo tutti morti…non si fa”.
      Resosi conto che l’atmosfera non è quella solita, amichevole dei classici comizi per i suoi aficionados, il grande puffo del M5s ha cambiato registro annunciando il solito “referendum per uscire all’euro”, ma solo dopo aver vinto le elezioni.
      Ora, a parte che lui le elezioni non le vince, il famoso referendum di cui parla semplicemente non si può fare a meno di modificare la Costituzione.
      Grillo si è poi fatto perentorio: “andremo là e rovesceremo questa Europa come un calzino e non ne usciremo più”. Siccome la platea non si mostra né divertita né convinta, Grillo promette di “sbloccare € 1,5 mld, fondi che sono bloccati dalla Germania e dai paesi del Nord Europa, mi impegno io a chiederli”, dice incurante del senso del ridicolo. “Non abbiamo bisogno di discutere ma di andare in Europa a stracciare i trattati che ci stanno strangolando”.
      Senonché le modifiche ai trattati prevedono l’unanimità. Basta una sola nazione che si opponga e le modifiche non si fanno.

      Ma Grillo di questo non si preoccupa. Il suo ruolo è quello di impedire che si formi una reale opposizione, sostituendola con quel fenomeno da baraccone che è il suo tour infinito a base di insulti e discorsi sconnessi.

      E, a giudicare dalle reazioni scomposte di alcuni sostenitori M5s qui sul blog, sembra che la base sia contenta così. Non conoscendo la storia d’Italia sembrano davvero convinti di poter cambiare un’intera nazione d’emblée e con le sole proprie forze, peraltro sovrastimate perché se fai un 25% e poi porti in Parlamento delle macchiette come Paola Taverna, Carlo Sibilia, Alessandro Di Battista, ecc., non vai molto in là.
      Come dovrebbe risultare evidente da quanto scrive, ad esempio, Di Battista, Vicepresidente della III commissione Affari Esteri e Comunitari, sulla sua pagina facebook:

      “siamo schiavi della delega. Abbiamo così paura di sentirci artefici del nostro destino da aspettare che un salvatore della patria ci porti fuori dai guai. Beh ormai a molti (ma ancora non a tutti) è evidente che i salvatori della patria non esistono”.

      Il che detto da lui, che venderebbe la madre ai beduini se Grillo glielo chiedesse, diciamolo, fa sorridere.

      “La presenza di Renzi, Nardella o di qualsiasi altro politico alla Partita del Cuore che la Rai trasmetterà in diretta il 19 maggio, a pochi giorni dalle elezioni, è inammissibile.
      La normativa sulla par condicio parla chiaro: durante la campagna elettorale la presenza di politici ed esponenti del governo è vietata in tutte le trasmissioni diverse da quelle di comunicazione politica e di informazione…”.

      Questa invece è l’ultima iniziativa di Roberto Fico, uno che arringa i sostenitori da un palchetto che reca la scritta “L’onestà andrà di moda”, inopinatamente presidente della Commissione di vigilanza Rai e convinto che “i partiti devono stare fuori dalla Rai” – a proposito, quando ci sarai riuscito faccelo sapere, Roberto.

      Ecco, se il rinnovamento deve partire da qui stiamo freschi.

      • Carlo Regnanti scrive:

        Grillo sa perfettamente che quando sarà rappresentato in Europa non verranno prese neppure in considerazione le cretinate che proporrà. Ve lo immaginate il candidato con ben 33 preferenze della rete, che lasciato il branco di mucche a casa, andrà a fare la voce grossa con la Merkel, questa è solo fantascienza. Purtroppo renderanno il popolo italiano ancora più ridicolo di quando all’europarlamento parlava Berlusconi.

      • Antonio scrive:

        Che tristezza, sentire da varie parti critiche a chi veramente cerca di fare chiarezza su quanto ha fatto la vecchia politica in Italia. Vinciamo noi 5telle!!!

    88. Carlo Regnanti scrive:

      Il M5S aveva in mano il biglietto della lotteria e lo ha bruciato. Perchè? Perchè Casaleggio e Grillo sanno che riportare il Paese sulla linea di galleggiamento è una cosa difficile, allora è meglio star di fuori e sputare su quelli che cercano di rimediare agli errori del berlusconismo e di 20 anni di errori. Se Renzi avesse proposto 200 euro di aumento per tutti i cittadini, Grillo avrebbe trovato il modo di sputare sull’iniziativa. Gli 80 euro sono pochi e per alcuni, Grillo demonizza l’iniziativa e chiede dove si trovano i soldi. Lui invece, mostro di cultura economica, vuol dare il reddito di cittadinanza a tutti, (probabilmente con i suoi soldi) e la gente ci crede. Nelle famiglie circola già la voce che è meglio non lavorare, votiamo Grillo così se siamo in 4 in famiglia ci arrivano 4000 euro lisci lisci.

      • Antonio Albanese scrive:

        Dici una cosa INESATTA E NON CORRISPONENTE AL VERO.
        Non ci sono mai stati 20 anni di governo Berlusconi, negli ultimi 20/25 anni alla guida del paese si sono alternati quasi al 50% centrodestra e centrosinistra, SE POI DICO UNA COSA INESATTA TI PREGO DI CORREGGERMI.

        Anche sugli 80 euro di aumento dici una cosa INESATTA E NON CORRISPONENTE AL VERO , in quanto con l’eliminazione delle detrazioni del coniuge a carico almeno per 5 milioni di italiani non sarà così. Questi ultimi che si riceveranno l’aumento di 80€ avranno maggiori detrazioni per circa 650/700€ annuali che faranno scendere l’aumento di 80€ mensile a circa 10-15€.

        Che dire il PD PRIMA REGALE 7.5 MILIARDI DI € ALLE BANCHE, POI CONDONA 98 MILIARDI DI € ALLA LOBBY DELLE VLT E POI FA L’ELEMOSINA AGLI ITALIANI!!!
        Come vedi caro Carlo Regnanti la musica non cambia, carpiscono la vostra buona fede e vi prendono per i fondelli pubblicizzando e vendendo alla Vanna Marchi quello che gli conviene e nascondendo quello che non gli conviene.

        MA NON FINISCE QUI aspetta che fra non molto si dovranno trovare i 40/50 miliardi di euro per coprire le imposizioni del Fiscal Compact che il tuo partito e quello dello psiconano hanno sottoscritto. ……… APRI GLI OCCHI CARLO E NON CONTINUARE A FARTELO METTERE A QUEL POSTO!!!!

      • il Moralista scrive:

        Quella di Renzi è una mancia schifosa e cinica. Bisogna cambiare paradigma economico. Basta tagli, più spesa per rendere lo Stato “datore di lavoro di ultima istanza” (cosa diversa dal reddito di cittadinanza”).

    89. Antonio Albanese scrive:

      Caro il moralista spari solo fumo senza fare discorsi concreti, esulando dal rimanere sul tema. Ti ho solo dimostrato come l’ottimizzazione di alcuni servizi potesse mantenere il servizio stesso e generare dei risparmi da utilizzare come nuove risorse in funzione sviluppo e creazione economia . Ebbene vedendo GLI SPRECHI io concordo con Casaleggio nel sostenere che si possono realizzare forti risparmi nella spesa pubblica ELIMINANDO GLI SPRECHI. Questo sarebbe un vero toccasana per la nostra economia, PENSA A TUTTE QUELLE AZIENDE CHE DELOCALIZZANO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER L’ECCESSIVA PRESSIONE FISCALE ITALIANA.
      Anche questo è colpa della politica di Draghi ?? O il dover sonvenzionare questi pozzi senza fondo genera nel nostro paese un’oppressione fiscale insostenibile che sta facendo chiudere e de localizzare all’estero moltissimi nostri imprenditori?? La cosa è davvero semplice da capire non serve un master in economia. Questo innescherebbe una reazione a catena che ci permetterebbe di creare non solo ricchezza ma soprattutto di cominciare a ridurre il nostro debito pubblico realizzando ulteriori risparmi sugli interessi da reinserire in questo circolo virtuoso.
      Come avevo preannunciato RICROPENDOTI DI RIDICOLO, nonostante te lo abbia chiesto per ben due volte non ci hai fatto sapere Né PER CHI BISOGNA VOTARE, né tantomeno SE NON SI DEVE ANDARE A VOTARE. Con questo dimostri di essere solo un radical snob chic che crede che il fuggire dai propri doveri sia la soluzione ai mali del paese.
      Chiudo dicendoti che il M5S a conferma di essere l’unico movimento che tutela gli interessi di noi cittadini, E’ L’UNICA FORZA POLITICA IN ITALIA CHE HA AVUTO GLI ATTRIBUTI DI CONTESTARE L’EURO E LA BCE !!!!!! A tal fine ha annunciando l’intenzione di proclamare un referendum per chiedere agli italiani l’eventuale uscita dall’euro. E qualora accadesse una cosa del genere l’euro crollerebbe dato che tutti gli altri paesi economicamente deboli Grecia in Primis, seguirebbero per certo la scelta fatta dall’Italia. Come vedi il M5S ha avuto il coraggio di determinate azioni e solo per questo MERITA DI ESSERE VOTATO.
      Rimango sempre in attesa di conoscere le tue indicazioni in chiave elettorale, che COME AVEVO PREANNUNCIATO NON SONO ARRIVATE !!! …………Dai caro il mio Moralista facci sapere per chi dovremmo votare NON CONTINUARE A RICOPRIRTI DI RIDICOLO.

      • il Moralista scrive:

        Non a caso ti chiami Antonio Albanese. Parli come Cetto Laqualunque. Sul finire della campagna elettorale (prima la diagnosi e poi la terapia) esprimerò una preferenza chiara. Confermo la mia intenzione di scegliere i 5 Stelle nel caso in cui sconfessassero con chiarezza la linea pro austerity di Casaleggio. Le aziende delocalizzano perché sfruttano manodopera schiavizzata. Non esiste alcuna correlazione tra spese e aumenti di tasse (le tasse non finanziano la spesa). Ma tu parli come Renzi e Merkel. Vota Pd, ti conviene. Renzi, come te, è contro la Casta…

        • Antonio Albanese scrive:

          Continui a fare il “NERD” il saputello ed eviti di essere chiaro sugli argomenti trattati continuando ad ESPORTO A FIGURE MESCHINE.
          Mi chiedevo come puoi dichiarare un tuo eventuale voto al M5S se il titolo di questo blog recita: “IL MOVIMENTO 5 STELLE E’ ORA UFFICIALMENTE INVOTABILE. CASALEGGIO HA GETTATO LA MASCHERA” ……..ma ti rendi conto di quanto sei contraddittorio e ridicolo ???

          Oltre a questo come Carlo Regnanti dici COSE NON CORRISPONDENTI AL VERO:
          Le aziende delocalizzano non per manodopera schiavizzata, ma perchè la tassazione media in altri paesi è di gran lunga inferiore a quella italiana. Sto parlando di aziende che delocalizzano NON IN CINA caro il mio saputello, ma in Romania, in Polonia, in Bulgaria, in Cecoslovacchia, in Albania, etc…etc…etc….etc….. dove la pressione fiscale è almeno e dico almeno del 50% più bassa di quella italiana.

          Poi…………. sulla mancata correlazione tra spese ed aumenti di tasse TOCCHI IL CULMINE DELLA TUA IGNORANZA:
          E’ arcinoto e te lo ripeto per la seconda volta che in Italia per sostenere gli sprechi E SOTTOLINEO SPRECHI di denaro pubblico, noi italiani siamo oberati di tasse, di conseguenza e qui mi ripeto per la seconda volta, non bisogna essere un “NERD” di qualche facoltà di economia per capire una strettissima correlazione che un aumento di spesa per un paese in netta crisi economica ed in netta recessione corrisponda ad un aumento della pressione fiscale necessaria a trovare le coperture per le “maggiori spese”. Se poi l’Italia fosse stata un paese caratterizzato da una produttività florida allora si che la kazzata che hai detto prima sarebbe stata veritiera. Come vedi caro Moralista, sei solo un teorico astratto dell’impossibile. Parli di teorie estraniandoti e staccandoti dalla realtà dei fatti.
          Tale realtà recita che al contrario di te ci sta un movimento il M5S appunto che:

          1) VEDE L’ITALIA IN EUROPA NON COME UNA SERVA DELLA GERMANIA.

          2 )HA ESPRESSO FEROCI CRITICHE A QUESTO MODO DI CONCEPIRE L’UNIONE EUROPEA E LE RIBADIRA’ NON APPENA SI INSEDIERA’ NEL PARLMENTO EUROPEO.

          2) NON è COLLUSO CON MASSONERIE VARIE E CON LOBBIES DI ALCUN GENERE.

          4) TUTELA GLI INTERESSI DI NOI CITTADINI NON A CASO HA SMASCHERATO:
          a) IL REGALO DI 7.5 MILIARDI DI € ALLA LOBBY DELLE BANCHE.
          b) I 98 MILIARI DI € CONDONATI ALLA LOBBY DELLE VLT.
          c)IL FISCAL COMPACT
          d)LO SPRECO DI DENARO PUBBLICO PER L’ACQUISTO DEGLI F15
          e) Ma forse cosa più importante di tutte dopo 70 anni di disfattismo ha costretto il PD a cambiare politica radicalmente.

          Mi chiedevo e ti chiedo:
          Ma cosa diavolo deve fare un movimento per ottenere il consenso di noi italiani ???
          Aspettando la tua risposta che sarà sicuramente evasiva e condita con qualche insulto ti confermo caro il mio “NERD” ti atteggi ad economista dei miei stivali e per pararti il deretano prima affermi che hai la prova provata dell’invotabilità del M5S e poi per svicolare dalla posizione di spalle al muro in cui ti ho costretto, dici che dopo verifica deciderai solo a fine campagna elettorale se votare o no per il M5S……………..SEI SOLO UN POVERO RIDICOLO E LA DISCUSSIONE INTERCORSA TGRA NOI IN QUESTO BLOG NE è LA PROVA PROVATA !!!!!

          • il Moralista scrive:

            Caro il mio Cetto Laqualunque, in primis esci da questo corpo. Non c’è alcuna contraddizione in quanto da me affermato. Se il Movimento 5 Stelle non smentisce categoricamente l’intento assassino di Casaleggio di voler tagliare 200 miliardi di spesa pubblica, il Movimento 5 Stelle rimane invotabile. Nel caso in cui dovessero sputtanare pubblicamente il guru in questione, il Movimento 5 Stelle tornerebbe ad essere la prima opzione di voto. Mi pare una linea chiarissima, solo ad un ebete come te può apparire fumosa. Sai quanto guadagna un operaio bulgaro o rumeno al mese? Taci e vergognati. Questi operai dell’est vengono pagati 200 euro al mese (quando va bene) e tu, essere meschino e magari benestante, hai pure il coraggio di affermare che non si tratta di “manodopera schiavizzata”? Ti manderei a lavorare in miniera per 3 euro l’ora, così vedi quanto è bella la tassazione dei paesi dell’est. Ti ripeto: non esiste alcuna correlazione tra tasse e spesa. Perché il pareggio di bilancio piace solo agli schiavisti come te e come Renzi. Lo Stato, volendo, potrebbe contestualmente ridurre le tasse e aumentare la spesa. Ti segnalo un articolo degli ottimi Bracci e Ruggeri, sapendo però che non capirai comunque…http://www.ilmoralista.it/2014/04/25/lemissione-di-titoli-di-stato-non-finanzia-la-spesa-pubblica/

          • il Moralista scrive:

            Per i lettori che non sanno chi sia Antonio Albanese…https://www.youtube.com/watch?v=Hy79iISZDuc (è lui, hanno lo stesso programma…)

        • luca mirra scrive:

          Non a caso ti chiami il moralista. Esprimerò, voterò, sceglierò, ma guarda che non sei nessuno
          e non capisci nulla. Stai pure lontano gente come te non ci serve.

          • il Moralista scrive:

            Io non ho bisogno di essere “qualcuno”. Sono un uomo e tanto mi basta. Sono i deboli come te che hanno bisogno di mitizzare qualcuno e adorarlo per sentirsi vivi. Torna ad adorare i tuoi idoli e vattene. Questo è un blog per esseri pensanti

            • luca mirra scrive:

              Demente, ma come ti permetti? Sei solo un povero ed inutile cerebroleso. Guarda che Grillo per la maggior parte dei 5 stelle non è un idolo nè un mito, ma un amico e una persona che la pensa come noi. Siamo tutti o quasi tutti Grillo. Invece tu non sei ne un uomo ne un essere pensante. Sei un essere demente.

              • il Moralista scrive:

                Mirra, ti mancano oro e incenso e poi hai completato i doni dei Re Magi. Ora scompari perché non ho tempo da perdere con un essere immondo e vomitevole del tuo livello

    90. Antonio Albanese scrive:

      Come avevo ampiemente anticipato SONO ARRIVATI GLI INSULTI, ed alla fine non sono mancate le contraddizioni.

      1)Prima affermi ti cito testualmente: ”
      IL MOVIMENTO 5 STELLE E’ ORA UFFICIALMENTE INVOTABILE. CASALEGGIO HA GETTATO LA MASCHERA”

      2) Poi messo dinnanzi all’inconfutabile affermi: “Nel caso in cui dovessero sputtanare pubblicamente il guru in questione, il Movimento 5 Stelle tornerebbe ad essere la prima opzione di voto”
      basta questo per dimostrare QUANTO SEI RIDICOLO E CONTRADDITTORIO.

      Non ho bisogno di trattati per avere cognizione di un concetto che anche un demente capirebbe vale a dire:
      In un stato CON BILANCIO IN PASSIVO, come quello italiano un aumento di spesa lo si può sostenere o con dei risparmi (TAGLI) o con aumento delle tasse QUINDI AUMENTO DELLA PRESSIONE FISCALE.

      Come vedi anche nella materia in cui ti atteggi ad esperto ti sei dimostrato ASSOLUTAMENTE RIDICOLO ed ha ragione Luca Mirra di cui quoto in toto il suo intervento:

      “luca mirra scrive:
      27 aprile 2014 alle 15:46

      Non a caso ti chiami il moralista. Esprimerò, voterò, sceglierò, ma guarda che non sei nessuno
      e non capisci nulla. Stai pure lontano gente come te non ci serve.”

      Stai lontano da noi pentastellati GENTE COME TE NON CI SERVE !!!!

      • il Moralista scrive:

        Cetto, le forme di vita primordiale, tipo tu per esempio, non colgono il significato di “variante dubitativa ipotetica”. Le bestie infatti non riescono ad esprimere pensieri astratti. Tu e il mio gatto, per esempio, non riuscirete mai a formulare il seguente pensiero:” prenderò l’ombrello nel caso in cui dovesse piovere”. Troppo complicato. Ora va a comprare il kitekat prima che il supermercato chiuda. Miao

        p.s. i miei non sono insulti, si chiama ironia. E tu Cetto dovresti conoscere la materia…

    91. Antonio Albanese scrive:

      p. s.

      Dopo averti ridicolizzato in lungo ed in largo mio caro “IL MORALISTA” ti lascio mi sono seccato di far aumentare i click al tuo MISERRIMO E RIDICOLO BLOG.
      Goditi il tuo momento di notorietà in cui sei stato RIDICOLIZZATO E SMASCHERATO NELLA TUA INCOMPETENZA.

      Ad maiora caro il mio “NERD” e ricordati …….. ricordati……. ricordati……. RICORDATI CHE VINCIMO NOI !!!!

      • il Moralista scrive:

        Quanto alla impossibilità dello Stato con il bilancio in passivo di aumentare la leva della spesa, caro il mio neoliberista dei miei stivali, non ti accorgi di parlare come Renzi, Napolitano e Merkel. Anzichè guardare i film di Pierino, prova a leggere Krugman, Sen, Keynes, Abba Lerner, magari capisci qualcosa. Perché te ne vai? Giusto ora che ci stavamo divertendo? Dai resta, un pagliaccio da usare come punch-ball serve sempre…

      • il Moralista scrive:

        Comunque, devo ammettere che non tutti i grillini sono ignorante come il qui presente Cetto La Qualunque. venerdi, ad esempio, mi trovavo negli studi di Perfidia insieme all’onorevole pentastellata Dalila Nesci, la quale, di fronte alla mia considerazione sulla inopportunità della proposta di Casaleggio, di fatto abbozzava e condivideva. La base è peggio degli eletti. Metterò al più presto in rete il video della trasmissione

        • tore catania scrive:

          l’opposizione ai poteri forti, i soliti, si fa nelle piazze, nei consigli comunali, nelle regioni ed in parlamento. io stesso sbaglio ad alimentare discussione su di un media.
          Quindi prendere zaini e andare in piazza.
          tutto il resto, e ne ho visto tanto qui adesso, è demagogia. #vinciamonoi

    92. vincent scrive:

      Sei un moralista senza spirito, invidioso, E SICURAMENTE AVRAI VOTATO PD PER VENT’ANNI E ANCORA TI RODE PERCHE TE L’HANNO MESSO IN QUEL POSTO SENZA VASELLINA.

      • il Moralista scrive:

        Sei ignorante, beduino e in malafede. Questo è quello che scrivo del Pd da anni http://www.ilmoralista.it/2013/11/10/il-pd-e-un-partito-di-assassini/
        Ma sapere che il Pd è un partito di assassini, formato da una oligarchica tirata al laccio dai massoni nazisti che governano l’Europa, non rende i 5 Stelle immuni da critiche. Rispondi tu alla mia domanda: perché la proposta macroeconomica di Casaleggio (tagli forsennati) è uguale a quella di Merkel e Renzi?
        Perché dite di voler abolire il fiscal compact, che impone tagli per “soli” 50 miliardi, quando Casaleggio vuole tagliare per 200 miliardo di sua volontà?
        C’entrano in tutto questo i rapporti tra lo stesso Casaleggio e il finanziere Enrico Sassoon? Rispondi invece di abbaiare.

      • Francesco Marini scrive:

        Gli è piaciuto talmente tanto prenderlo in quel posto senza vasellina che ha aperto un blog dove viene preso a pesci in faccia ed insultato da tutti. Evidentemente quel trattamento gli manca tanto.
        VINCIAMO NOI

    93. Giulio scrive:

      Di poveretti ne ho visto ma questo li batte tutti è un vero masochista ma ognuno ha i propri gusti. Moralista come giullare di corte con il vizietto hai un futuro assicurato.

      • il Moralista scrive:

        Dai piddini basta. L’abbiamo capito che intervenite con l’intento di fare apparire alcuni grillini più idioti di quello che apparentemente sono. Il gioco è bello finché dura poco. Votate il Pd, responsabile principale del genocidio in atto, e siate felici. Tra i grillini ci saranno pure una manica di analfabeti ma, perlomeno, Grillo e Casaleggio non sono responsabili di tutto il sangue innocente versato in Europa negli ultimi anni. Non è poco. Ora Giulio, cane di Renzi, torna a scodinzolare…

    94. Stefano scrive:

      Ok, il MSS e’ invotabile seppur non ha mai retto la stampella a Berlusconi, non vuole regalare i soldi a banche, tav e aerei da guerra.
      Quindi, assodato che sono il male dell’Italia, chi votiamo? Dai forzaproponete qualcosa che ci facciamo due risate.

      • il Moralista scrive:

        Io non voto contro, voto per. Non posso votare i partiti tradizionali perché con i tagli hanno distrutto la vita di generazioni intere. Ma, su questa base, come faccio a votare per il partito di Casaleggio che propone tagli ancora più nazisti? Se i 5 Stelle cacciano Casaleggio sconfessano la sua linea pro massoneria reazionaria io non ho dubbi: voto 5 Stelle

        • Ale scrive:

          pensa un po… Di Battista non ci ha messo un attino a mandare a fan culo Grillo… pensa che ci mette a mandare a fan culo Casaleggio!… secondo me ti fai troppe pippe mentali!… rilassati e vota i 5 stelle se vuoi un’Italia diversa…

          • il Moralista scrive:

            Mi auguro che alcuni parlamentari brillanti, tipo Di Battista, riescano a smascherare pubblicamente il vero gioco di Casaleggio

            • Lorenzo scrive:

              Allora stiamo freschi

            • Lorenzo scrive:

              Per integrare: stiamo parlando di quello che quando parla sembra che abbia la mano Grillo infilata su per il culetto, come fa un ventriloquo con il suo pupazzo…questo piuttosto che usare un po’ di onestà intellettuale,ammesso che ne abbia, ha consapevolmente scelto il servilismo acritico verso il capo (dejà vù?)

            • Walter Stucco scrive:

              Il figlio del fondatore di AN ex Missino, fascista convinto e mai pentito.
              Certo che state proprio nella merda eh…
              A quel punto mejo vota’ Satana in combutta co Hitler e Wanna Marchi…

      • Walter Stucco scrive:

        “Quindi, assodato che sono il male dell’Italia, chi votiamo? ”

        beh, se vuoi te dico anche co chi devi scopa’, ma magari è mejo se c’arrivi da solo…

    95. alex scrive:

      io invece oltre ad essermi rotto di pagare tasse(sinceramente non ne ho proprio più le possibilità), continuo a votare proprio Grillo finchè resisto, poi mi toccherà ahimè espatriare sperando di trovare un lavoro

    96. Riccardo scrive:

      Salve,
      mi permetto di intervenire semplicemente per chiedere una cortesia a chiunque sia curioso, Grillino, Renziano, Berlusconiano che sia:
      Per una settimana,per piacere, ascoltate le discussioni e le votazioni della Camera dei Deputati ed il Senato della Repubblica Italiana (potete ascoltarle su Radio Radicale oppure cercarle online).
      Dopo aver fatto questo e verificato cosa dicono e votano gli esponenti politici che vi rappresentano, decidete in cuor vostro chi veramente merita il vostro voto o è il meno peggio.
      Grazie

      • il Moralista scrive:

        Votare sapendo di non incidere è un conto. Cambiare gli equilibri politici è un altro…

      • Ale scrive:

        Riccardo sei un GRANDE!….

        Tanti se la menano con sto Grillo e Casaleggio… facendosi scappare la realtà… che NON sono loro a parlare li dentro!… e invece di dare retta ai giornaletti sottomessi dalla politica, ai tg peggio che mai e a tutti i chiacchieroni che tremano per il piccolo orticello… ANDATE a sentire con le vostre orecchie quello che succede li dentro…
        Toccare con la propria mano è la soluzione più semplice e logica… dopo di che…. votare i 5 stelle sarà cosa naturale.
        Le chiacchiere stanno a zero…. servono i fatti!…

      • Walter Stucco scrive:

        Io me sentivo radio radicale nel 1986 e sentivo i discorsi de Craxi
        confronto a Di Battista, quello era come andare all’opera…

    97. Fabrizio scrive:

      Alzate le mani avete già perso, tremate!!

      • il Moralista scrive:

        Mancava solo quest’altro…

      • Walter Stucco scrive:

        guarda che chi perde di solito stringe la mano a chi vince, se devo alza le mani vuol dire che non hai vinto, ma che c’hai la pistola
        e come dicevano i mai troppo grandi santa rita, “co la pistola non serve er diploma, co la pistola c’hai sempre raggione”

    98. Pierluigi scrive:

      Carissimo Il Moralista, visti i numerosissimi insulti derivati dal non aver letto i post precedenti, che ne dici di introdurre un avviso ai lettori occasionali ?
      Del tipo “prima di introdursi nel dibattito leggere gli ultimi 20 articoli”.
      Pierluigi attivista m5s ( di minoranza ).
      P.S. non mi ritengo offeso dai tuoi giudizi espressi verso il m5s. Continua così

    99. Azrael scrive:

      Avete spostato il problema dalla SOVRANITÀ, all’euro… dalle RUBERIE con l’euro all’euro… falso “moralista”, sei servi dei partiti. qand’è che butti la maschera?

    100. Pierluigi scrive:

      @Il Moralista
      quando in un post precedente invitavo a partecipare attivamente per ampliare l’orizzonte politico del m5s, dicevo che non sarebbe stata una passeggiata …. mi correggo …. è una discesa negli inferi

      @Azrael
      suvvia …. leggere ed informarsi prima di dare giudizi è una facoltà umana da esercitare

    101. marco scrive:

      Signori, potete scrivere ciò che volete ma la politica non si fa su di un blog o rilasciando un intervista al fatto. Anzi giudicare un movimento come questo sulla base di un articolo di un giornale è totalmente sbagliato e fuorviante. Le dinamiche sono molteplici per poter dare un giudizio tramite un semplice articolo. La cazzata che i grillini stiano dalla stessa parte degli altri poi è enorme.
      Ma la realtà la vedete?
      A mio avviso si è parlato del nulla e detto questo, finisco di commentare al nulla.

      • Camilla scrive:

        Marco nun si sta qui a scrivere per fare politica, ci si sta solo spaccando dalle risate nel vedere gli scleri de il Moralista. Ha aperto un blog che doveva candidarlo alla vittoria del Premio Pulitzer, invece l’unica candidatura che ha ottenuto è quella del mongolo d’oro del web.

        • il Moralista scrive:

          Vedi, una idiota come te non è in grado di argomentare uno straccio di ragionamento. Per questo il sistema vi prende a schiaffi come vuole. Perché siete ebeti e incapaci di pensare criticamente. Camilla, la politica non è il tuo forte. Magari sei brava in altri campi…

          • Camilla scrive:

            Cosa vi dicevo ecco a voi l’ennesima sclerata del futuro premio Pulitzer.Venghino siori venghino pagano due entrano tre, il buffone di corte sta dando il meglio di se.

    102. Rolando Spinelli scrive:

      Ogni attacco al M5s è un voto il più.Mai avuto dubbi, senza se e senza ma fino alla fine voterò il movimento 5 stelle; ai posteri l’ardua sentenza

      • il Moralista scrive:

        Probabilmente finirò per votare anche io i 5 Stelle (a patto che sconfessino le politiche di austerità di Casaleggio). Solo una cosa del Movimento di Grillo fa veramente schifo: voi, ovvero i sacerdoti dell’ortodossia esaltati e ignoranti…

      • Walter Stucco scrive:

        “Ogni attacco al M5s è un voto il più”

        e ogni cacata in più attira una mosca in più…
        quindi?

    103. Alessandro scrive:

      Madonna che sproloquio da incontinente questo articolo…
      Complimenti!!!
      Mi rendo conto che davvero in Italia ci sono più allenatori che giocatori, più scrittori che lettori. Siamo un paese di imbroglioni piagniucolosi, bravi a scrivere la propria, a distruggere gli altri, ma mai a sbracciarci per cambiare le cose.
      Tristezza.

      • il Moralista scrive:

        Tutto bene, ma nel merito cosa contesti?

      • Walter Stucco scrive:

        “Siamo un paese di imbroglioni piagniucolosi, bravi a scrivere la propria, a distruggere gli altri, ma mai a sbracciarci per cambiare le cose.
        Tristezza.”

        parla per te
        se in famiglia siete così, ammazzatevi, ma non potete pretendere che siccome tu e la tua famiglia fate schifo, allora anche noi dobbiamo dire di fare schifo, sennò ve sentite le uniche merde…

    104. Max scrive:

      Volevo esprimerti il mio più sincero pensiero:

      MAVATTELAPIANDERCULO

    105. […] aperture ad una riduzione della spesa pubblica è stato fatto oggetto di attacchi furenti (vedi qui e qui) dal suo stesso bacino cinquestellato, in nome di Keynes e delle sue teorie. In realtà si […]

    106. […] sia dalla rilettura di una recente intervista concessa dal guru riccioluto al Fatto Quotidiano (clicca per leggere), sia dalla strampalata risposta biascicata ieri dallo stesso Casaleggio intervistato da Lucia […]

    107. […] sia dalla rilettura di una recente intervista concessa dal guru riccioluto al Fatto Quotidiano (clicca per leggere), sia dalla strampalata risposta biascicata ieri dallo stesso Casaleggio […]

    108. Roberto scrive:

      Ok! Poi ci pubblichi l’intercettazione in cui Casaleggio dichiara tale complotto! Se vuoi, ti ricostruisco la possibilità che Berlusconi possa essere l’erede diretto di Gesù Cristo…

    109. Rocco scrive:

      Il metodo di fidelizzazione posto in essere dal movimento di Grillo e, soprattutto di Casaleggio (che di pensiero democratico non ha neanche l’ombra) è lo stesso della Lega (che era più genuina, nella sua “grezzaggine”) e del Berlusca che per tecniche di comunicazione ne voleva 100 di casaleggi. Manipolare, ripetere slogan come un mantra e “costruire”, così, un’opinione pubblica. Il metodo più subdolo e però efficace (ci cascan tanti come polli) è quello di far credere alle persone che sono loro a scegliere. Uno vale uno? ‘sto cazzo (scusate il francesismo). Grillo si propone come un moralizzatore, definisce se stesso un pregiudicato (lo è) e dice “via i pregiudicati” (D’ACCORDISSIMOOOOOO) ma, dato che questo lo metterebbe fuori dalla politica, dice “fuori sì, ma dal Parlamento” e non FUORI DALLA POLITICA, COME DOVREBBE ESSERE. E poi ancora:”due mandati poi a casa” e quando lo dice non si riferisce all’elettorato passivo, sicché te ne devi andare a casa FUORI DALLA POLITICA (ANCORA PIU’ D’ACCORDO, fosse quel cielo!!!). E per questo lui non si candida (e ci può pure stare, è pregiudicato) ma la regola del FUORI DALLA POLITICA dopo un certo numero di anni, LO DEVE APPLICARE PURE A LUI. Ma se ne guarda bene. Capite, le regole valgono per gli altri, perché lui se ne tiene fuori. Convoca i parlamentari, caccia chi non si allinea, ma lui è fuori dalle regole che impone agli altri. STOLTI. Me lo vedo, il grande statista (lo si può appellare così, considerando che è in buona compagnia: tra costui, Berlusconi e Renzi, non so davvero come ci sia spazio per essere allegri) davanti allo specchio, ripetere la battuta di Alberto Sordi ne “Il marchese del Grillo” (sarà un caso?) “Perché io so’ io e voiarti non siete un cazzo!”

    110. MARCO ORSO Giannini scrive:

      Concordo con l’autore dell’articolo.
      Anche io mi ero fidato di Casaleggio ma nonostante godessi dell’amicizia di alcuni parenti stretti di Beppe (che considero uomo sincero ma evidentemente in posizione di minoranza e ricatto non so di che tipo) io non sono uomo disonesto intellettualmente e ho deciso di NON farne più parte. (Oltretutto il M5S è connotato sul territorio di personaggi privi di cultura che usano contro di te anche drammi personali).

      Senza una banca centrale prestatore di ultima istanza verso lo stato il paese è strozzinato.Se ce l’avesse direbbe “caro mercato (cioè care banche) se io ho bisogno di un prestito vi do tot. di interesse se non vi sta bene io mi autofinanzio” e gli interessi verrebbero calmierati.
      Il debito si rinnova ogni 7 anni ergo noi potremmo ridurre ogni anno di circa 10 miliardi la spesa per interessi fino a portarla a un fisiologico 50 mld (0 mld se si considera l’inflazione che salirebbe circa al 4%) dai 100 attuali Invece abbiamo inflazione al 2 e interessi medi al 4%.
      Come dice Galloni Nino ciò è il paradiso della finanza parassitaria (dei super ricchi).Nessuno investe in economia reale perchè investire su carta rende più e puntuale/sicuro. Inoltre ciò provoca la formazione di un esercito di riserva di disoccupati enorme (immigrati,incolpevoli, in aggiunta) che fa perdere ogni potere alla classe lavorativa che viene man mano cinesizzata. (O accetti o lavora quello là che accetta due banane e tre mele per lavorare 8 ore).

      Ovviamente spendere soldi in opere nefaste e improduttive come la TAV è sbagliato.Sono sbagliate le forniture ospedaliere in mano non a una ma a mille mazzettari, sono sbagliate le spa pubbliche coi cda ecc ecc ecc ma questi soldi non andrebbero solo recuperati ma anche investiti in piena occupazione (o reddito minimo garantito), in servizi, in messa in sicurezza del territorio e in ristrutturazione del preesistente, in difesa del patrimonio pubblico, in nuovi parchi e musei, in restauri.

      Il M5S è una delusione totale e la prova è il non voler uscire dall’euro.

      • Anonima scrive:

        Mi sembra che si stiano battendo per uscirne invece… vogliono fare questo referendum…..

        ma davvero uscire dall euro risolverebbe i problemi?

    111. […] di Enrico Sassoon, nonché interessato dispensatore di proposte e idee care al regime dominante (clicca per leggere). Per chiedere di diventare uno dei soci costituenti dell’Associazione E. Roosevelt basta mandare […]

    112. Walter Stucco scrive:

      “il Movimento 5 Stelle è chiaramente una finta opposizione, nata per assorbire e congelare il crescente malcontento e puntellare lo status quo”

      Ma va?
      non l’ha sempre detto il Peppe che se non ci fosse stato lui, ci sarebbe stata la rivoluzione?

    113. Primo G. scrive:

      Mi fa piacere che qualcuno capisca, anche in ritardo, ma, Sig. Moralista, lei continua a scrivere che chi vuole questo sistema di strozzinaggio del debito pubblico è “nazista” ciò è segno che lei ha ancora molte cose da capire, magari inizi col nome per esteso “nazional-SOCIALISTI” da li provi a capire cosa fece il Ministro delle Finanze del primo governo “nazista” l’ebreo (eh sì) Hjalmar Schacht… emise dei certificati di credito che è esattamente ciò che voleva fare Varoufakis e quelli della MMT ah ah ah ce n’hai ancora di cose ancora da capire e da imparare, magari, la prima sarebbe di nuotare controcorrente, Sig. Conformista

    114. […] assunta dal Movimento 5 Stelle, avendo  compreso con discreto anticipo sia il ruolo di Casaleggio (clicca per leggere), che quello di Luigi Di Maio, vero politicante da batteria cresciuto con gli estrogeni (clicca per […]

    115. […] stupiti della parabola assunta dal Movimento 5 Stelle, avendo compreso con discreto anticipo sia il ruolo di Casaleggio che quello di Luigi Di Maio, vero politicante da batteria cresciuto rapidamente con gli estrogeni. […]

    116. […] assunta dal Movimento 5 Stelle, avendo compreso con discreto anticipo sia il ruolo di Casaleggio (clicca per leggere), che quello di Luigi Di Maio, vero politicante da batteria cresciuto rapidamente con gli estrogeni […]

    Commenta



    7 − tre =

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    CON LA SCONFITTA REFEDENDARIA...

    Scritto il 5 - dic - 2016

    14 Commenti

    CHI NON CREDE NEL...

    Scritto il 23 - nov - 2016

    7 Commenti

    FILLON E’ INVOTABILE PERCHE’...

    Scritto il 22 - nov - 2016

    7 Commenti

    IL 2017, COME IL...

    Scritto il 21 - nov - 2016

    4 Commenti

    SPORT E SOCIETA’

    Scritto il 21 - mag - 2011

    0 Commenti

    QUANDO LE DISUGUAGLIANZE NON...

    Scritto il 13 - mag - 2013

    0 Commenti

    IL VELO DI MAYA...

    Scritto il 25 - feb - 2015

    14 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.