imagesGrillo denuncia correttamente l’impianto piduista che ispira le mosse del duo Renzi-Berlusconi. L’ex comico barbuto, però, non dice altro. Non spiega cosa era la P2, non approfondisce le cointeressenze massoniche che cementavano Gelli a personaggi di ben altro spessore, e non racconta neppure a che titolo e perché Berlusconi entrò a far parte della loggia guidata dal noto materassaio di Arezzo. Come al solito in Italia tutto si riduce a slogan, battute e insinuazioni. Invece, nel caso in cui si volesse per davvero consentire al popolo sovrano di capire qualcosa in più rispetto a ciò che accade nel mondo attuale e contemporaneo, sarebbe opportuno trattare temi ed argomenti delicati in maniera un tantino più seria. La P2 per esempio, evocata spesso a sproposito per raccontare in maniera parziale e distorta la massoneria nel suo insieme, era soltanto la “sezione” italiana di una Ur-Lodges sovranazionale ben più potente e importante: la “Three Eyes(clicca per leggere). La Three Eyes, che sovraintende i lavori dell’associazione para-massonica conosciuta come Trilateral Commission, fu fondata da David Rockefeller sul finire degli anni’60. Di ispirazione reazionaria e oligarchica, la Three Eyes ha di fatto influenzato potentemente il corso della storia degli ultimi 40 anni. Chi avesse il tempo e la voglia di provare ad unire i punti di questo puzzle oscuro e tenebroso scoprirebbe che nulla, ma proprio nulla, accade per caso. Andiamo con ordine. Sempre nel 1975, tre professori in forza alla Trilateral Commission (come sappiamo controllata dalla loggia Three Eyes), pubblicano un report titolato The Crisis of democracy, fonte primaria di ispirazione del molto meno brillante Piano di Rinascita Democratica, elaborato dalla P2, ora riproposto con forza da Matteo Renzi e Giorgio Napolitano. Sul piano politico e profano l’obiettivo di simili consessi latomistici è quello di imprimere una torsione in senso oligarchico e schiavista al mondo occidentale nel suo insieme, meschinamente accusato di avere realizzato e imposto un modello sociale troppo inclusivo, protettivo e iper-democratico. “Di questo passo”, questo il senso del pericolo lanciato dai tre professori al guinzaglio di Rockefeller nel già citato The Crisis of democracy, “le masse plebee pretenderanno all’infinito di vedersi riconoscere diritti e benefici”. Quindi, a metà degli anni ’70, sul finire di un trentennio definito dallo storico Hobsbawnetà dell’oro”, le forze della reazione si riorganizzano con decisione. Quello che accade oggi, cioè, è nient’altro che il compimento di un progetto umano sedimentato e pianificato nel tempo all’interno di alcune logge massoniche elitarie e sovranazionali. Questa Europa, arcigna, antidemocratica e affamante, è stata plasmata da uomini e donne in carne ed ossa pasciuti all’ombra dei templi gestiti da massoni reazionari e, in parte, neo-nazisti, bravissimi nel riproporre le suggestioni eugenetiche hitleriane in chiave economicistica. Naturalmente i progetti astratti camminano sulle gambe di uomini concreti. Monti, nominato premier da Napolitano, è un noto massone oligarchico già rappresentante europeo di quella Trilateral Commission etero-diretta dalla loggia Three Eyes. Di Berlusconi sappiamo che è stato affiliato alla P2, dependance della super-loggia americana frequentata anche da figuri del calibro di Kissinger e Brzezinski, mentre per cogliere meglio il profilo e il ruolo di Giorgio Napolitano bisognerà attendere  l’uscita del libro di Gioele Magaldi, “Massoni” (Chiarelettere editore). Renzi, per ora, è soltanto un fantoccio efficiente che fa di tutto per ingraziarsi le simpatie di quelli che contano davvero, trascinando con furbizia le pecore (il popolo italiano) nella tana del lupo (le Ur-Lodges in stile Three Eyes). L’unica possibilità che ognuno di voi ha per capire e contrastare un sistema siffatto, consiste nel chiedere senza indugio di essere ammessi a far parte della costituenda Associazione Eleanor Roosevelt mandando una semplice mail al mio indirizzo di posta elettronica (f.toscano79@libero.it). In caso contrario non vi resta che trastullarvi ancora per qualche anno abbaiando contro la Casta, gli sprechi e il debito pubblico. A voi la scelta.

    Francesco Maria Toscano

    26/07/2014

    Categorie: Editoriale

    16 Commenti

    1. Sempre istruttivo leggervi, Maestro.
      Lunga vita!

    2. Allibito&Perplesso scrive:

      Posso conoscere la posizione del Moralista sull’operazione militare di Israele a Gaza?
      Mi interesserebbe conoscere anche quella del GOD.
      Grazie.

      • il Moralista scrive:

        Per quanto riguarda me trovo la reazione di Israele sproporzionata e ingiustificabile.

        • Allibito&Perplesso scrive:

          Grazie, naturalmente concordo.

          Attendo l’opinione del GOD sperando che sia chiara e univoca come quella di Francesco.

        • Gianluca scrive:

          Concordo anch’io e mi preoccupano tutte quelle posizioni che non siano dalla parte dei più deboli, sempre. Gli Israeliani oggi sono i più forti, e probabilmente approfittano della loro posizione per non cedere territori e continuare a massacrare civili.
          La posizione di Hamas invece è incomprensibile, se non in una logica alla “Gladio”, in cui alla fine i mandanti sono sempre quelle élite che guadagnano da questa situazione, e le frange più estremiste israeliane.

        • marco f scrive:

          Mi associo più che convintamente alle opinioni espresse, nell’ordine, da Allibito&Perplesso, il Moralista e Gianluca.
          Quella di Gaza è una tragica realtà purtroppo ricorrente, sistematicamente distorta, quando non rimossa, praticamente da tutti i media “ufficiali”.
          Credo però sia una pia illusione, magari anche sottilmente provocatoria, aspettarsi una presa di posizione chiara in merito da parte del GOD (proprio quando l’esercito israeliano ha ancora le mani nella marmellata), tutto indaffarato nel suo sito a presentare speculazioni pneumofilosofiche sulla via iniziatica massonico-progressista del Terzo Millennio.
          Certo, chi guarda così lontano non può vedere cosa ha pestato sotto le scarpe.
          E, nel caso dell’atteggiamento generale del mondo massonico verso le vie di fatto dello stato ebraico in Palestina, nemmeno sentirne l’odore…

          • Rosario scrive:

            Caro Marco F., non voglio fare il difensore del GOD, visto che peraltro non sono nemmeno un massone, però, alcuni commenti sulla questione Israele-Palestina (anche se non approfonditi molto) ci sono su quel sito (non riferiti alla situazione attuale): basta andarli a cercare. Non capisco perché mischiare la speculazione “pneumofilosofica” con la questione palestinese. Tra l’altro, il “topic” del post di Francesco Maria Toscano riguarda un’altro argomento. Con questo non si vuole dire che ciò che sta accadendo in quella parte del mondo non abbia importanza, anzi…La cosa che mi rende perplesso, però, sono questi commenti, che insinuano qualcosa a prescindere…sento quasi puzza di “complotto demo-pluto-giudaico-massonico”…a sto punto possiamo anche parlare dei Rettiliani, tanto il livello di serietà sarebbe lo stesso.

            • Allibito&Perplesso scrive:

              Caro Rosario, puoi dire come la pensi tu sulla questione dell’operazione Protective Edge condotta da Israele a Gaza?

              Inoltre: cortesemente mi sapresti dire dove hai visto tracce di teorie complottistiche del demo pluto giudaico massonico?

              Nei miei commenti e/o in quelli di Franceso e/o in quelli di Marco e/o di Gianluca?

              Come chiunque può verificare leggendo i post tutte queste persone (quindi anche il mio) abbiamo semplicemente detto che riteniamo l’uso della forza da parte di Israele in “questa” circostanza spropositata.

              Secondo te questa è un’opinione complottista?
              Se fosse temo che saresti così fuori strada da fare addirittura pensare che stai cercando di sminuire e svilire le legittime opinioni altrui attribuendo ad esse in maniera bassamente surrettizia inesistenti intenzioni e implicazioni.

              Nel caso non ti riferissi a questo puoi dirmi in quali frasi specifiche hai trovati allusioni al complotto demo pluto giudaico o ai rettiliani?

              Grazie soprattutto se mi dirai chiaramente come la pensi tu sulla attuale operazione militare condotta da Israele in Gaza.

              P.S.: GOD ha scritto su Israele e Palestina in altre occasioni ma non si è espresso sull’attuale operazione Protective Edge.
              Non è obbligato a farlo ma io ho il diritto di chiedere la loro opinione che loro hanno il diritto di non rivelare.
              Vedi tracce di bassa provocazione nella mia richiesta di conoscere il pensiero di GOD forse?

              • Rosario scrive:

                Chiaramente, quando ho scritto che “sento quasi puzza di “complotto demo-pluto-giudaico-massonico”, ho volutamente estremizzato. Però, qualche provocazione l’ho riscontrata qui:

                “Certo, chi guarda così lontano non può vedere cosa ha pestato sotto le scarpe.
                E, nel caso dell’atteggiamento generale del mondo massonico verso le vie di fatto dello stato ebraico in Palestina, nemmeno sentirne l’odore…”

                Poi, se mi sono sbagliato, allora pace, avrò interpretato male.
                Parlare dell’operazione Protective Edge qui, forse non è la sede opportuna (anche per motivi di spazio). Tra l’altro, la cosa necessita di un grosso approfondimento (almeno per me), anche se è indubbio che l’esercito israeliano si stia macchiando di crimini orrendi..vedere corpi di bambini morti in tv, non è affatto piacevole (mettiamola così…). Anche io sono curioso di sapere il pensiero del GOD, ma la questione andrebbe ripresa e approfondita a partire dalla Seconda Guerra Mondiale perché, molto probabilmente, anche in questo caso avranno avuto luogo dinamiche di potere non propriamente “visibili ad occhio nudo” e su cui bisognerebbe gettare un fascio di luce.
                Detto ciò, rispettando le tue opinioni e quelle altrui, vorrei segnalare, se mi è concesso, che su quest’articolo si parlava di P2, Gelli, Renzi, Trilateral, Loggia Three Eyes…

              • Allibito&Perplesso scrive:

                Grazie per la risposta, Rosario.
                Ogni tanto un OT dovrebbe essere concesso e secondo me in questo caso era abbastanza doveroso, non solo per motivi etici.
                A mio avviso la deriva neoaristocratica e reazionaria di una parte della massoneria riguarda anche una parte dell’ebraismo il che implica un collegamento molto stretto fra una serie di fatti e tendenze che apparentemente si svolgono su piani diversi (nazionale, europeo, mondiale; economico, militare).

    3. Pierluigi scrive:

      Se oggi si andasse a votare ( con il mattarellum ) credo che il popolo ( ancora NON Sovrano) sceglierebbe ancora le bugie di Renzi chinandosi supinamente per un altro ventennio.
      Quale alchimia si dovrebbe manifestare affinché il più che probabile ” nuovo ventennio illuminato ” non duri fino a Settembre ?

    4. foibar scrive:

      Scusate ma vi sembra mai possibile che un emerito “sconosciuto” in 6 mesi diventi presidente del consiglio?
      Da completo ignorante penso che costui abbia dei santi in paradiso (sarebbe meglio dire dei diavoli e che diavoli dell’inferno!!).

    5. Gianluca scrive:

      Carissimo Toscano :)
      Io da giorni mi “trastullo” pensando a cosa servirebbe la mia iscrizione all’Associazione Eleanor Roosevelt, di uno come me, senza mezzi, ne denaro (sono disoccupato e non potrei viaggiare per le vostre iniziative).
      Ho perso 1 po’ le speranze, e sto cercando di concentrarmi sul mio che è già abbastanza disastrato…
      Spero possiate fare qualcosa. Il degrado avanza, e non mi sembra arrestabile… le multinazionali, le banche, ormai controllano la politica e un uomo lo si compra in tanti modi. Spero di sbagliarmi.

      Tantissimi auguri!

    6. Caro Gianluca, e chiedo venia a Francesco per l’intrusione, giacché anche io sono in braghe di tela, mi permetto di darti un consiglio. Credi in taluni ideali, può manifestarli nel tuo territorio, nell’attesa che si sviluppi il progetto E.R.
      Lunga vita

    7. […] sovranazionale facente capo ad una influente Ur-Lodges nord-americana chiamata”Three Eyes” (clicca per leggere). Per sapere con certezza se all’interno della potentissima loggia “Three Eyes”, a sua volta […]

    8. […] sovranazionale facente capo ad una influente Ur-Lodges nord-americana chiamata”Three Eyes” (clicca per leggere). Per sapere con certezza se all’interno della potentissima loggia “Three Eyes”, a sua […]

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    LE TURBOIDIOZIE DI ALDO...

    Scritto il 7 - apr - 2019

    1 Commento

    FUSARO SINDACO NEL NOME...

    Scritto il 3 - apr - 2019

    1 Commento

    QUESTA EUROPA E’ IL...

    Scritto il 21 - mar - 2019

    3 Commenti

    DOPO LA TRAGEDIA ARRIVA...

    Scritto il 2 - mar - 2019

    7 Commenti

    L’ERRORE PRIMIGENIO DEI GRILLINI

    Scritto il 28 - feb - 2019

    3 Commenti

    QUALCUNO SPIEGHI A RENZI...

    Scritto il 22 - mar - 2014

    5 Comment1

    IL MAIALE NAPOLEONE E...

    Scritto il 6 - gen - 2016

    12 Comment1

    IDEE PER LA TERZA...

    Scritto il 16 - dic - 2011

    0 Commenti

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.