coverIl 20 di Novembre, a Roma, Gioele Magaldi presenterà insieme ad alcuni acuti relatori il suo attesissimo libro (clicca per leggere). Si tratta di un evento decisivo ed importante, capace di influire in profondità sulle dinamiche che regolano il potere globale contemporaneo. Basta leggere poche righe di accompagnamento (clicca per leggere) al testo per intuire la rilevanza di una pubblicazione che cambierà per sempre la percezione dei reali rapporti sussistenti tra media, governanti e governati.  La prima domanda che un “profano” potrebbe porsi è la seguente: perché un Maestro Venerabile del calibro di Gioele Magaldi decide di rendere di pubblico dominio alcune dinamiche riguardanti un mondo “riservato” come quello della massoneria a cui egli stesso dichiaratamente appartiene? Il lettore superficiale e disattento, infatti, potrebbe erroneamente credere di trovarsi di fronte alla testimonianza di un massone pentito, in stile Maurice Caillet, pronto a rinnegare pubblicamente il suo passato. Niente di più sbagliato. Magaldi rivendica con argomentato orgoglio la sua appartenenza latomistica, capeggiando una battaglia interna destinata a restituire all’istituzione massonica, ora violentata da un manipolo di contro-iniziati alla Mario Draghi, il ruolo di avanguardia di libertà e  progresso già lungamente  esercitato nel recente passato. Se proprio volessimo indagare la genesi di un libro nel suo genere unico e rivoluzionario, dovremmo forse cominciare a interrogarci sul significato di alcune anticipazioni di stampa che certificano la rottura di alcuni consolidati equilibri: “Il patto stilato nel 1981, e conosciuto sotto il nome di United Freemasons for Globalization, è oramai saltato”. Chi ha violato i patti? Quali forze hanno deciso di imprimere alla globalizzazione una sterzata in senso neo-aristocratico e schiavista? Sono questi gli interrogativi cruciali che troveranno risposta nelle more del libro scritto dal leader di Grande Oriente Democratico, da sempre difensore di un modello di governance sovranazionale fondato sul rispetto della sovranità popolare e sul soddisfacimento dei bisogni primari (a partire dal diritto al lavoro equamente remunerato) di tutti gli uomini ovunque dislocati sull’orbe terracqueo. La riservatezza, utile se posta a difesa di progetti nobili e degni, diventa invece una arcigna nemica della verità e della trasparenza quando strumentalmente rivendicata da chi agisce nell’ombra per la vergogna. Nessun massone veramente fiero della sua appartenenza dovrebbe perciò sentirsi “minacciato” dalla pubblicazione di un testo che, al contrario, restituisce l’orgoglio di una appartenenza spesso strumentalmente sporcata dalle condotte infime di figuri di quart’ordine. Per cui è inutile fantasticare sulle più disparate ipotesi circa i veri obiettivi perseguiti surrettiziamente dal libro in oggetto. La realtà è semplice e avvincente. Stanco di assistere alla continua manipolazione di una pubblica opinione continuamente vilipesa e raggirata, Magaldi e i suoi fratelli progressisti hanno inteso fornire a beneficio di tutti un potentissimo strumento ermeneutico indispensabile per demistificare i racconti quotidianamente veicolati da un circuito informativo “mainstream” palesemente ammaestrato. Una nuova, larga e diffusa consapevolezza farà da base per la successiva e rapida  implementazione di un modello di governo autenticamente democratico e liberale, nonché indirizzato al reale perseguimento di interessi diffusi e generali ora sepolti sotto un cumulo di menzogne. In chiusura non posso non notare come l’annuncio riguardante le presunte e imminenti dimissioni del Presidente Giorgio Napolitano, vero avamposto della Troika in Italia, arrivi proprio in concomitanza con l’uscita di un  libro che certifica l’appartenenza organica di quest’ultimo ad una delle Ur-Lodges più influenti e nefaste del pianeta: la Three Eyes, motore e centro di una Restaurazione universale che non ha ancora terminato di dispiegare  i suoi perfidi effetti.

    Francesco Maria Toscano

    10/11/2014

    Categorie: Attualità, Cultura, Politica

    14 Commenti

    1. Antonio scrive:

      Sarà disponibile uno streaming dell’evento? O almeno una documentazione video su youtube?

    2. S.Villa scrive:

      Toscano,ti dico solo questo:letto articolo,fatto leggere a mia madre(si è commossa),preso spumante,tiramisù,brindato e festeggiato.

      Ora vado a farmi una bella sigaretta!

      Saluti sinceri e grazie di cuore a te,il Magaldi e i massoni di GOD per la vostra opera di divulgazione da parte mia e di mia madre

      Stefano Villa e mamma(la mamma e’ sempre la mamma!)

    3. La visione della politica,il contatto epidermico coi politici, giunti a ciò, è cambiato. L’unione tra massoneria e ” facenti parte del popolo” sarà la vera piattaforma, affinché si creino le basi della nuova società. I medesimi partiti, dovranno considerare le loro direttive politiche in modo tale che, chi non si ” modernizzerà” sparirà, donerà le proprie ceneri al vento. Il nuovo ormai è giunto, massoni e popolo uniti, visibili, consapevoli di creare una società basata sul socialismo liberale!

    4. Diego scrive:

      Davvero compiaciuto, sarà un piacere stringerti la mano, caro Francesco.

      Il collegamento su Napolitano l’ho fatto a mia volta.

    5. davide scrive:

      mi pare di aver letto che Magaldi sarà nella nostra regione:lo presenterà a reggio calabria???

    6. francecso scrive:

      salve a tutti,

      ho appena letto del libro di magaldi di prossima pubblicazione. Sono contento, ne ho piacere. Non vedo l’ora di poter acquistare questo libro. Se fosse disponibile domattina, lo acquisterei subito.
      E’ davvero possibile che Gioele Magaldi venga a Reggio Calabria?

      un caro saluto
      francesco

    7. aleale scrive:

      Lo leggerò e cercherò di diffonderlo il più possibile. La speranza che ci sta offrendo Magaldi è l’unico barlume di luce in anni e anni di buio profondo. La presentazione è aperta a tutti?

    8. pietro esposito scrive:

      E’ un libro che leggero’ con molta attenzione.la presentazione di francesco Toscano e’ altresi’ eloquente e credo anche che gli orienti progressisti torneranno al “potere” tra non molto, quando il COAGULA promosso dall’ attuale governance massonica si sara’ esaurito.Per il resto un AD MAIORA per Gioele Magaldi.

    9. Alessandra scrive:

      ..mi stupisce la presenza di Sabina Guzzanti, e di Parenzo..di peggio no?

    Commenta


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    LA QUARTA TEORIA POLITICA....

    Scritto il 23 - giu - 2019

    1 Commento

    LE FORZE DELLA TERRA...

    Scritto il 22 - giu - 2019

    0 Commenti

    SENZA ANCORARSI AD UNA...

    Scritto il 21 - giu - 2019

    0 Commenti

    BRUXELLES DELENDA EST

    Scritto il 20 - giu - 2019

    1 Commento

    IL PRIMO CONGRESSO DEL...

    Scritto il 18 - giu - 2019

    0 Commenti

    CARTA DEI VALORI E...

    Scritto il 1 - ott - 2015

    50 Comment1

    MAGDI ALLAM E UN...

    Scritto il 24 - apr - 2012

    7 Comment1

    IL CASO CAMERON INSEGNA....

    Scritto il 4 - ott - 2013

    26 Comment1

    E’ ORA DI TIRARE...

    Scritto il 2 - ott - 2018

    2 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.