risorgimentoIl progetto del Risorgimento Meridionale per l’Italia che candida Diego Fusaro sindaco di Gioia Tauro intende strutturarsi in tutta Italia. Vogliamo cioè mettere insieme tutte quelle persone che oggi sono fuori dalla vita pubblica perché tenute ai margini da un sistema che tutela solo gli interessi di una piccola e trasversale oligarchia. I partiti di oggi sono perlopiù comitati d’affari, contenitori opachi guidati da gruppi ristretti che si autolegittimano. Con Mani Pulite e la fine dei grandi partiti di massa non sono morte solo le “ideologie”, ma sono spariti anche i luoghi della discussione politica, ovvero le sezioni di partito, vere “palestre” dove cresceva e si allenava una futura classe dirigente in grado di metabolizzare una idea di interesse pubblico. La “spoliticizzazione” delle masse ha generato mostri. E’ arrivato quindi il tempo di invertire la rotta, di archiviare la “società liquida” teorizzata da Baumann, per ricostruire un tessuto democratico ora sfilacciato. I partiti della prima Repubblica erano indispensabili strumenti di mediazione che legavano il popolo alle istituzioni. Senza i partiti non può esistere nessuna democrazia degna di questo nome ma solo una “parodia di democrazia”, un sistema cioè che rispetta in parte la forma per tradire sempre la sostanza. Il Risorgimento Meridionale per l’Italia vuole colmare questo vuoto in coerenza con le intenzioni dei nostri Padri Costituenti che immaginavano il riconoscimento di una sovranità popolare piena e non formale, concetto oggi diffamato da troppi personaggi ignoranti, grotteschi e ridicoli che hanno l’ardire di tacciare di fascismo persino alcuni valori impressi nella nostra Costituzione antifascista! Vogliamo unire gli uomini grazie al mastice potente delle idee, quelle stesse indicate con chiarezza e senza ambiguità nel nostro Manifesto Politico (clicca per leggere) che tutti possono consultare visitando il sito ufficiale del Risorgimento Meridionale (clicca per leggere). Il nostro è un movimento forte, aperto e inclusivo, un contenitore socratico dove si discute nel pieno rispetto dell’altro, dove si ricercano sintesi più avanzate che sono sempre frutto del libero confronto. Il Risorgimento Meridionale per l’Italia non nasce per soddisfare le ambizioni di pochi decisori, ma per offrire a tutti e a ciascuno un senso di identità e di appartenenza che diventa comunità. Chiedo quindi a tutti i miei lettori di tesserarsi subito al Risorgimento Meridionale per l’Italia (seguendo le semplici istruzioni indicate nel sito ufficiale) per scrivere insieme una bella e nobile pagina di storia.

    Francesco Maria Toscano

    14/05/2019

    Categorie: Politica

    9 Commenti

    1. Pincus scrive:

      Mi sembra davvero un progetto interessante. Sto considerando seriamente la possibilità di iscrivermi.

    2. marcofois scrive:

      Diego Fusaro è un oratore da salotto televisivo. Come mai il sistema lo invita cosi tanto ?

      • Augusto Pino O'Scem scrive:

        Premesso che non seguo il Sig. Fusaro ma…mi scusi… questa domanda dovremmo farcela per tutti gli oratori televisivi anche per quelli pro-immigrazione,non è vero?
        Quanti interessi,se ci sono, da quelli macropolitici e geopolitici esteri a quelli micronazionali di becero opportunismo di monetizzazione,sul fenomeno immigrazione?
        sono queste le domande che dobbiamo porci.Le perle di analisi che vanno veramente al punto di quello che è veramente la questione immigrazione nel bacino mediterraneo(l’ago della bilancia internazionale dai tempi dei fenici), difficilmente le troverà in trasmissioni televisive per il format tipico che le caratterizza.Quindi il salotto televisivo lascia il tempo che trova.E’ del web che il sistema ha paura.

      • Augusto Pino O'Scem scrive:

        Vede Sig. Fois…ad esempio a chi conviene,mi riferisco alle correnti macrogeopolitiche,sdoganare l’informazione o(forse disinformazione?) che il salvinianesimo vada a braccetto col putinismo? Chi fa equazioni del genere forse non capisce niente di grande gioco? O forse è un alzatore di palle in rete? Per fortuna che le chiacchiere stanno sempre a zero e sono i fatti quelli che contano e i fatti dicono che la linea atlantista ormai è perdente su tutti i fronti,tanto da doversi ripiegare,nell’informazione, al classico manipulitismo di copertura.Altro che intelligence…ahahahhaha

        • Augusto Pino O'Scem scrive:

          Ecco un un bell’articolo al riguardo:
          https://www.ilfoglio.it/politica/2018/04/17/news/lega-atlantista-189757/?fbclid=IwAR3aQrepeA4IpoDAfbygv7u5bt8Z6gJ5U58QL7l1V684pblJ-TYwXQVGoKA

          Poi ci dobbiamo anche chiedere una cosa: come dobbiamo considerare il fatto che blogger antileghisti e leghisti ,per esempio sul Venezuela, si ritrovano stranamente sulla stessa lunghezza d’onda? Ho capito che sul pavimento a scacchi il cavallo si muove alternativamente in moto perpetuo prima su una casella di un colore e poi su quella di un’altro colore ma qui rasentiamo le favolette alle quali neanche i piu’ grotteschi e impreparati uffici politici avrebbero il coraggio di credere.Perchè Russia, Cina, Iran, Venezuela Siria stravincono sistematicamente?Forse perchè l’avversario vive l’intelligence con presunzione?

    3. andrea scrive:

      non riesco a capire : all’interno c’è anche Nino Galloni , che però ha un ruolo importante dentro il Movimento Roosevelt . L’MR ha una visione tipicamente massonica/risorgimentale ed esalta la storia del risorgimento , questo movimento si propone con una visione che è ESATTAMENTE L’OPPOSTO. Non riesco a focalizzare il ruolo di Galloni in due entità con una visione totalmente diversa.

    4. boris scrive:

      @Augusto Pino O’Scem

      Pino O’Scem ..sei veramente tutto scem ma scem ma scem che più scem non si può!!

    Commenta a marcofois


    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    E’ IN ATTO UNA...

    Scritto il 19 - lug - 2019

    0 Commenti

    IL GOVERNO TECNICO C’E’...

    Scritto il 15 - lug - 2019

    0 Commenti

    LA CRISI IRREVERSIBILE DEL...

    Scritto il 13 - lug - 2019

    0 Commenti

    DALLA VAL BREMBANA CON...

    Scritto il 12 - lug - 2019

    0 Commenti

    IL DETERMINISMO NON E’...

    Scritto il 27 - mar - 2014

    3 Comment1

    LETTERA APERTA AL MINISTRO...

    Scritto il 27 - apr - 2017

    7 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.