DALLA PARTE DI LUIGI DI MAIO

    In passato ho spesso e volentieri espresso pubblicamente giudizi poco lusinghieri nei confronti di Luigi Di Maio, a mio avviso interprete di una linea politica troppo morbida e non aderente con i propositi palingenetici di un Movimento nato con l’obiettivo preciso di dare voce alla “santa rabbia” di troppi cittadini umiliati, traditi e impoveriti da un sistema violento, infame e bugiardo. Di Maio, quando nella scorsa legislatura incarnava il ruolo   Leggi tutto ...

    GLI STRANI (E TACITATI) INTRECCI CHE RUOTANO INTORNO A “STANDARD E POOR’S”

    Ma quanto è ridicolo e provinciale un Paese che aspetta con il fiato sospeso il giudizio di alcune agenzie di rating come Standard e Poor’s,  i cui manager passano notoriamente più tempo fra i tribunali e le questure di mezzo mondo di quanto non ne trascorrano davanti ad un computer ad analizzare i dati? Ieri questi indovini incravattati hanno emesso il loro verdetto sull’affidabilità del debito italiano, stabilendo infine che   Leggi tutto ...

    MARIO DRAGHI, IMPLACABILE NEMICO DELL’ITALIA, MOSTRA FINALMENTE IL SUO VERO VOLTO

    L’ineffabile Mario Draghi è finalmente uscito allo scoperto, mostrando in pubblico il suo vero volto di garante, agli occhi della speculazione internazionale, del progressivo annichilimento dell’apparato produttivo italiano. Di fronte alle telecamere il nostro banchiere centrale, sempre dipinto da una stampa compiacente come una specie di “eroe nazionale”, ha palesato i suoi peggiori impulsi anti-italiani, schiarandosi di fatto a fianco dei vari Moscovici, Juncker e Dombrovskis, ipocriti gestori di una   Leggi tutto ...

    LA SINISTRA ITALIANA DA GRAMSCI A MARATTIN. CHE BRUTTA FINE…

    I nemici dell’Italia, quelli che come la giornalista Maria Teresa Meli si augurano arrivi presto la “troika” a mettere in riga un’Italia inopinatamente finita nelle mani di Di Maio e Salvini, usano argomenti screditati e irrazionali per dare (presunta) sostanza alle aporie che sostengono. Costoro divulgano e difendono una narrazione della realtà all’interno della quale gli Stati sovrani vengono di fatto equiparati a “scolaretti discoli” che devono guadagnarsi la fiducia   Leggi tutto ...

    LE SUBDOLE E PATETICHE MANOVRE DEI NEMICI DELL’ITALIA PROSEGUONO SENZA SOSTA

    I tecnocrati della Commissione Europea hanno infine ufficialmente bocciato la manovra italiana chiedendo al governo Conte di scriverne un’altra e di inviarla a Bruxelles entro tre settimane. Salvini e Di Maio hanno reagito in maniera sprezzante, evitando di prendere troppo sul serio le determinazioni di una congrega ipocrita guidata da un noto ubriacone lussemburghese esperto in paradisi fiscali. L’unico che ha dato comprensibilmente manforte a Moscovici e soci è stato   Leggi tutto ...

    L’EUROPA, I “GIALLOVERDI” E IL GIOCO DEL “CERINO”

    La politica, come spiegava mirabilmente Machiavelli, è “l’arte della simulazione e della dissimulazione”. Per cui fanno male le anime candide ad assolutizzare concetti espressi da politici costretti dalle circostanze a mascherare con la lingua il proprio pensiero. Non sto facendo, badate bene, “l’elogio dei bugiardi”, in tal caso dovrei conseguentemente elevare Silvio Berlusconi e Matteo Renzi a massimi esempi di virtù, sto dicendo una cosa diversa: si può mentire dicendo   Leggi tutto ...

    I TRE PORCELLINI- JUNCKER, MOSCOVICI E DOMBROVSKIS- ALLL’ASSALTO DELL’ITALIA

    La letterina con il richiamo all’Italia scritta dai cerberi della Ue è puntualmente arrivata.  I vari Juncker, Moscovici e Dombrovskis, in versione tre porcellini, si aspettano che entro oggi il governo italiano “spieghi” il senso di una manovra che secondo i pinocchietti di Bruxelles rappresenta una “gravissima deviazione rispetto alle regole concordate”. Tutto questo ipocrita casino sarebbe giustificato dalla scelta del governo di fissare in finanziaria il rapporto deficit/pil al   Leggi tutto ...

    BASTA GIOCARE IN DIFESA. E’ ORA DI PICCONARE DALLE FONDAMENTA GLI ERRORI CHE TENGONO IN PIEDI IL SISTEMA GLOBALE NEOLIBERALE

    Un proverbio inglese dice che “anche un orologio rotto segna l’ora esatta almeno due volte al giorno”. Mi è venuto in mente questo pensiero nel leggere un editoriale scritto un paio di giorni fa da Ernesto Galli della Loggia sul Corriere della Sera. Come tutti sanno il Corriere non è un giornale, ma un randello nelle mani delle élite oligarchiche che puntano a ridisegnare la nostra società in senso feudale,   Leggi tutto ...

    E’ ORA DI TIRARE FUORI DAI CASSETTI IL FAMOSO “PIANO B”

    E’ ora di tirare fuori dai cassetti il famoso “piano b”, quello che prevede l’uscita repentina dell’Italia dall’euro. I cerberi di Bruxelles, guidati da un ubriacone esperto in paradisi fiscali come Juncker, hanno dichiarato guerra al Belpaese, anticipando di fatto la prossima ufficiale bocciatura della manovra finanziaria appena predisposta dal governo gialloverde. L’asticella del deficit fermatasi a quota 2,4 avrebbe letteralmente mandato in tilt quel manipolo di lestofanti che compone   Leggi tutto ...

    MENTIRE SEMPRE, COMUNQUE E A OLTRANZA. LO SQUALLORE INFINITO DEL SISTEMA MEDIATICO ITALIANO

    E’ sconcertante notare come l’establishment italiano, quello che andrebbe processato per avere devastato negli ultimi 25 anni il tessuto produttivo del nostro Paese, trovi ancora il coraggio di criticare le scelte del governo “gialloverde”. In questi giorni stiamo assistendo ad uno spettacolo allo stesso tempo pietoso e vergognoso, alimentato da loschi figuri che da sempre servono gli interessi di pochi speculatori internazionali in danno di tutti gli altri. Passato un   Leggi tutto ...

    ANCHE SE IL LIVELLO DEL DEFICIT E’ SOTTO IL TRE PER CENTO I SOLITI CERBERI SBRAITANO UGUALMENTE. VI SPIEGO PERCHE’

    Non è semplice provare a discutere razionalmente di politica di questi tempi. L’informazione prevalente sembra diventata improvvisamente isterica, in preda ad una furia iconoclasta contro il “governo dei plebei” (copyright Eugenio Scalfari) personificato dal duo Salvini-Di Maio. In mancanza di una opposizione degna di questo nome- Martina infatti sembra obiettivamente la caricatura di se stesso- ci pensano i giornali dei padroni a fare un po’ di confusione, seminando di continuo   Leggi tutto ...

    L’OPPOSIZIONE AL GOVERNO LA FANNO GIOVANNI TRIA E DANIELE FRANCO, OVVERO I “FRANCO E CICCIO” DELLA DIFESA DEI CONTI

    Di Maio e Salvini stanno facendo un buon lavoro nonostante le trappole ovunque disseminate da esponenti dell’establishment che soffrono l’attivismo innovativo dei due vicepremier. Il Pd e Forza Italia sono invece due ectoplasmi, di fatto smascherati dai cittadini quali baluardi della reazione, strumenti malefici usati dalle élite del denaro per regolare i conti con il “popolino pretenzioso e straccione” odiato dagli “ottimati”. Stando così le cose il compito di provare   Leggi tutto ...

    UNISEX: LA VIA PER L’INDIVIDUO SENZA IDENTITA’

    È notizia di queste ore che a New York, a partire da questo periodo, i genitori dei neonati potranno scegliere di far scrivere sul certificato di nascita di questi ultimi, invece di “maschio” o “femmina”, la dicitura “Gender X”. Questa è solo l’ultima follia di una ideologia che sempre più si sta affermando nelle istituzioni. In pochi hanno il coraggio di denunciare questa situazione; e quei pochi che questo coraggio   Leggi tutto ...

    QUESTA EUROPA NON E’ RIFORMABILE. PREPARARSI ALLO SCONTRO FINALE

    Per impressionare i nuovi “barbari” al potere, l’ala più infame della massoneria mondialista ha schierato in serie i suoi uomini più “rappresentativi”: prima Oettinger (il pagliaccio che spiega come “i mercati insegneranno agli italiani a votare bene”), poi il viscido Moscovici (“vedo in giro tanti piccoli Mussolini”) e infine il “vile affarista” (copyright Cossiga) Mario Draghi (“le dichiarazioni sbagliate fanno salire lo spread”), da sempre principale nemico dell’Italia e degli   Leggi tutto ...

    IL MINISTRO TRIA, PERICOLOSAMENTE SIMILE AL RAGIONIER FILINI, MANDERA’ A SBATTERE IL GOVERNO “GIALLOVERDE”?

    Si avvicina il tempo in cui il nuovo governo del “cambiamento” dovrà varare la “legge di Stabilità”- la vecchia Finanziaria- passaggio importante e delicato che ci dirà quanto c’è di concreto nelle stanze del potere “gialloverde”, al netto cioè della fisiologica retorica e propaganda. Il governo Conte vive al proprio interno qualche evidente contraddizione, avendo dovuto “accettare” la nomina di Tria e Moavero alla guida dei ministeri più pesanti, figure   Leggi tutto ...

    LE TROPPE CAPRIOLE DI MATTEO SALVINI

    Il risultato del 4 marzo, che ha sancito la vittoria del Movimento 5 Stelle e della Lega, è stato senza dubbio positivo. La batosta subita da partiti delinquenziali come il Pd e Forza Italia, avamposti in Italia delle peggiori massonerie europee, denota la ritrovata lucidità dei cittadini italiani, bravi e arguti nel demistificare le narrazioni fasulle e interessate di tipi come Renzi e Berlusconi che chiedono sacrifici agli altri per   Leggi tutto ...

    STRANO M(O)AVERO

    Oramai i feticisti dell’euro non sanno più dove aggrapparsi per rendere meno indigesta al popolo la presenza della moneta unica, nuovo vitello d’oro proposto come divinità alle plebi dal gran sacerdote Mario Draghi. Ma, nonostante gli eroici sforzi del clero giornalistico, i “populisti” avanzano mentre le forze “moderate” e “responsabili”- quelle che vorrebbero vedere vivere l’euro a costo di far morire tutti i cittadini- arretrano paurosamente. Neppure le ataviche paure   Leggi tutto ...

    IL GIOCO (PERICOLOSO) DELLE “TRIA” CARTE

    Tanti “gufi” di renziana memoria non vedono l’ora che il varo della nuova “Legge di Stabilità” certifichi la caratura macchiettistica di Salvini e Di Maio, costretti a rimangiarsi subito le promesse elettorali per non incorrere nell’ira di Draghi, dello spread, di Mattarella e di Tria. I politici/servi del recente passato, non avendo mai avuto il coraggio di fiatare di fronte agli ordini che provenivano da Bruxelles e Francoforte, non riescono   Leggi tutto ...

    NON PIU’ DESTRA CONTRO SINISTRA MA POPOLO CONTRO ELITE. PERCHE’ SIAMO TUTTI CHIAMATI A COMBATTERE DALLA PARTE GIUSTA

    Un tempo i padroni, per occultare le notizie scomode, ricorrevano alla censura. Oggi, per impedire alle masse di cogliere in profondità le regole e i meccanismi che regolano la presa e il mantenimento del potere, i decisori puntano invece sull’eccesso di informazione. Sembra un paradosso, eppure è così. Il cittadino viene quotidianamente investito da un numero incredibile di notizie, spesso fra di loro inconciliabili, che hanno il solo scopo di   Leggi tutto ...

    CHI CRITICA MATTARELLA E’ UN TROLL RUSSO O UN POTENZIALE TERRORISTA. LA DERIVA CILENA DEL “SISTEMA”

    L’isteria del vecchio e declinante sistema di potere ha oramai raggiunto il parossismo. In questi giorni i cittadini italiani, allertati dai “grandi” giornali padronali, sono venuti a conoscenza del fatto che la procura di Roma ha aperto un’inchiesta per capire se le critiche rivolte in rete a Mattarella all’indomani del rifiuto di quest’ultimo di nominare Paolo Savona ministro dell’Economia siano frutto di una non meglio specificata “cospirazione internazionale” che vedrebbe   Leggi tutto ...

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    PERCHE’ L’INCONTRO DEL 20...

    Scritto il 15 - feb - 2019

    0 Commenti

    IL GRAND GUIGNOL DI...

    Scritto il 12 - feb - 2019

    0 Commenti

    LO STRANO CASO DEL...

    Scritto il 8 - feb - 2019

    3 Commenti

    SECONDO MERKEL, MACRON E...

    Scritto il 6 - feb - 2019

    1 Commento

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.