CAPITOLATA LA FRANCIA, TOCCA ALL’ITALIA TENERE VIVA IN EUROPA L’IDEA DELLA LIBERAZIONE DAL NAZISMO TECNOCRATICO

    Dopo la “Brexit” e la vittoria di Trump in America sembrava che il nazismo tecnocratico contemporaneo, governato da una luciferina massoneria mondialista, avesse i giorni contati. Il 2017 doveva e poteva essere l’anno della liberazione, della definitiva vittoria delle istanze di giustizia che in maniera vorticosa sembravano salire dal basso delle società occidentali. Le elezioni austriache e olandesi prima, e quelle francesi dopo, hanno invece dimostrato come l’attuale infame sistema   Leggi tutto ...

    E’ IL CONTROLLO DELLE “MENTI” CHE GARANTISCE (ANCORA PER POCO) LA TENUTA DEL “SISTEMA”

    Il modo migliore per ripartire consiste nel fare un “reset” delle proprie convinzioni sovrastrutturali. I milioni di poveri, schiavizzati e sfruttati che brulicano senza costrutto in questa Europa disperata sono naturalmente indotti a cercare un “bersaglio” contro il quale scagliare le frecce avvelenate della frustrazione. Il “sistema”, profondo conoscitore della psicologia delle masse, riesce però a canalizzare in maniera interessata perfino la “rabbia” prima scientificamente evocata. Il capolavoro delle élite   Leggi tutto ...

    DIEGO FUSARO E’ UN PUNTO DI RIFERIMENTO IMPRESCINDIBILE PER UNA INTERA GENERAZIONE IN CERCA DI RISCATTO

    “Italia Unita” ha da tempo individuato nella “Rivoluzione Culturale” l’arma più efficace e potente per aprire a Gioia Tauro e nella Calabria intera una stagione all’insegna dei diritti e del progresso. Il ritrovato protagonismo dello Stato- finalmente forte, presente e autorevole anche in territori periferici come il nostro- unito alla capacità di preparare e formare giovani e migliori classi dirigenti, segnerà l’inizio di una epoca nuova in grado di trasformare   Leggi tutto ...

    IL CORAGGIO DEL PROCURATORE ZUCCARO MANDA IN CRISI GLI OCCULTI SOSTENITORI DEL “PIANO KALERGI”

    In questi giorni hanno fatto molto rumore le dichiarazioni coraggiose e nobili del procuratore di Catania Carmelo Zuccaro, preciso nel denunciare il ruolo “opaco” (eufemismo) esercitato da alcune “filantropiche Ong” (supereufemismo) nell’agevolare il vergognoso traffico di esseri umani che a ritmo continuo interessa le diverse sponde del Mediterraneo. Cosa ha detto Zuccaro? Semplicemente che esistono elementi di indagine meritevoli di essere adeguatamente approfonditi. Apriti cielo. Le vestali del politicamente corretto,   Leggi tutto ...

    DIEGO FUSARO CANDIDATO NELLA LISTA DI ITALIA UNITA ALLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI GIOIA TAURO PER DARE FORZA ALLA NOSTRA “RIVOLUZIONE CULTURALE”

    Le grandi imprese abbisognano di grandi uomini. E nessun tentativo è più nobile di quello che tende al progresso materiale e spirituale di una comunità abbandonata, ripiegata, disillusa, povera e perciò disperata. Viviamo tempi eccezionali, dominati da una precarietà assillante che paralizza le vite di intere generazioni, ricacciate nel limbo della miseria dopo anni passati ad accarezzare l’illusione di una felicità collettiva conquistata per sempre. E viviamo tempi pericolosi, violentati   Leggi tutto ...

    LA PUREZZA DEL BILANCIO STA AI NAZISTI TECNOCRATICI COME QUELLA DELLA RAZZA STAVA AI NAZISTI ORIGINALI

    Sono passati dieci anni dall’inizio della “crisi economica” ed ancora il popolo non ha maturato anticorpi per respingere e demistificare le magagne di un potere malvagio e perverso. Qualsiasi sistema politico ha come causa prima un “dogma”, una “fede”. Questo “dogma”, individuato come prioritario, determina a cascata tutte le scelte successive e conseguenti. Esempio: se il dogma prevede il raggiungimento della “uguaglianza sostanziale” allora tutte le scelte successive punteranno alla   Leggi tutto ...

    LETTERA APERTA AL MINISTRO DELL’INTERNO MARCO MINNITI

    Cari amici de “Il Moralista”, Marx non sbagliava nel dire che “i filosofi hanno interpretato il mondo; si tratta di cambiarlo”. Con questo spirito ho deciso di candidarmi alla carica di sindaco nella città di Gioia Tauro, nella indomita speranza di fare attecchire nel profondo sud quella “Rivoluzione Culturale“ che tutti noi riteniamo indispensabile e indifferibile.  So di poter contare sul sostegno, tacito o esplicito, di tante eccellenze che credono e si   Leggi tutto ...

    LA SUGGESTIONE TRAVOLGE LA RAGIONE. ECCO PERCHE’ IL SISTEMA VINCE (QUASI) SEMPRE

    Sembrerebbe paradossale e invece non lo è. Un popolo esasperato e impoverito come quello francese, tenuto al guinzaglio dalla signora Merkel e assillato da un terrorismo che non dà tregua, si è affidato a Emmanuel Macron, banchiere Rothschild e amico dei sauditi (clicca per leggere). Quindi per uscire fuori da una condizione di emergenza che riguarda in particolare il versante economico e quello della sicurezza, l’elettorato transalpino ha riposto fiducia   Leggi tutto ...

    MACRON E’ IL FIGLIOCCIO DI ATTALI. LA “PLEBAGLIA EUROPEA” E’ AVVISATA

    Dopo un risultato balordo come quello venuto fuori dal primo turno delle elezioni francesi affiorano automaticamente molti interrogativi, alcuni dei quali necessariamente cupi. Ad esempio: ha senso combattere una battaglia titanica per aprire gli occhi a masse disabituate al pensiero critico? Non è il caso di prendere atto che il “sistema” è troppo più forte e arrendersi all’evidenza? Sono domande legittime che, seppur a fatica, vanno respinte. Di sicuro è   Leggi tutto ...

    I VERI NAZISTI STANNO TUTTI CON MACRON

    A poche ore dall’apertura delle urne francesi c’è poco da stare allegri. Emmanuel Macron, candidato dell’establishment assassino che tiene in scacco l’Europa da anni, dovrebbe essere sicuro di andare al ballottaggio. Macron, banchiere di marca Rothschild, si propone quale sfacciato difensore dell’ordine esistente, fatto di tagli allo stato sociale e di sostanziale abbandono delle fasce più deboli, lasciate dolosamente in balia della furia dei “mercati”. Al ballottaggio, come era pressoché   Leggi tutto ...

    BASTONE E MANIPOLAZIONE SONO LE ARMI USATE DAI NAZISTI TECNOCRATICI PER SOTTOMETTERE I POPOLI

    Ora per il sistema è il “tempo della paura”. Dopo avere per anni inneggiato al totem della libertà di pensiero e di espressione, i nazisti tecnocratici oggi sembrano avere cambiato idea. Non passa giorno senza che qualche solone pagato profumatamente per mentire non verghi qualche ridicolo articolo per denunciare il pericolo delle “fake news”, ovvero delle notizie false che inquinerebbero il dorato mondo dell’informazione sempre gestito da una oligarchia chiusa   Leggi tutto ...

    ELEZIONI FRANCESI: UN BALLOTTAGGIO LE PEN-MELENCHON E’ LO SCENARIO MIGLIORE

    Fra pochi giorni si vota in Francia. I giornali di “sistema” hanno “pompato” oltremisura un misero personaggio, quel Emmanuel Macron uscito dall’uovo di Pasqua confezionato dai soliti banchieri Rothschild, dinastia di usurai che- dove riesce- impone al potere burattini eterodiretti dalla grande impresa e dalla grande finanza. Macron è in assoluto il personaggio più indegno e nefasto fra quelli sottoposti al giudizio dell’elettorato transalpino; liberista e servo dei padroni, il   Leggi tutto ...

    LA DEMOCRAZIA FORMALE E’ IL PARAVENTO DIETRO IL QUALE OPERANO I MAGNATI DELL’INDUSTRIA BELLICA E DELLA SPECULAZIONE FINANZIARIA

    Il rapido “addomesticamento” di Donald Trump da parte delle sempiterne élite americane (clicca per leggere) ha posto per l’ennesima volta in rilievo il carattere completamente illusorio e strumentale della cosiddetta “democrazia borghese”, simulacro di libertà e oppio buono per intontire popoli di fatto abbrutiti e oppressi. Gli interessi materiali restano sempre dominanti, incasellando il presidente pro tempore degli Stati Uniti d’America nel ruolo poco nobile di semplice gestore di equilibri   Leggi tutto ...

    QUALCUNO SPIEGHI A TRUMP LA DIFFERENZA CHE PASSA TRA UN UOMO E UN QUAQUARAQUA’

    La triste parabola di Donald Trump, presidente apparentemente anti-establishment subito normalizzato dallo “Stato profondo” americano, palesa il carattere fondamentalmente “cosmetico” della cosiddetta “democrazia rappresentativa”, simulacro di una sovranità popolare che affascina oramai solo i cittadini più stupidi e ottusi. “La potenza del capitale è tutto, la borsa è tutto, mentre il parlamento, le elezioni sono un gioco di marionette, di pupazzi”, disse un ispirato Vladimir Lenin nel 1919. Allo stesso   Leggi tutto ...

    IERI LE ARMI DI “DISTRUZIONE DI MASSA DI SADDAM”, OGGI “LE ARMI CHIMICHE DI ASSAD”. TANTO C’E’ CHI CI CASCA SEMPRE

    Siamo in guerra, l’occidente è in guerra, e in guerra l’uso della menzogna a fini politici è la norma, non l’eccezione. O pensate che solo il nazista Goebbels mentisse mentre tutti gli altri raccontavano la pura verità per non fare peccato? Quindi, per prima cosa- prima ancora di verificare l’attendibilità delle fonti e la verosimiglianza del racconto- bisogna analizzare per bene il contesto geopolitico. Il Medio Oriente rappresenta da sempre   Leggi tutto ...

    MARIO DRAGHI RICORDA TERRIBILMENTE HEINRICH HIMMLER. SE N’E’ ACCORTA PURE TRANSPARENCY INTERNATIONAL

    La narrazione è tutto, la realtà è nulla. Nel mondo di Orwell che oggi viviamo, il concetto di “realtà” è totalmente assente. Difendiamo la civiltà europea perché siamo “democratici” e ci facciamo dettare le regole da un manipolo di tecnocrati al servizio del capitale finanziario internazionale; siamo fieri di avere archiviato per sempre la stagione delle “guerre” e andiamo in giro per il mondo a bombardare popoli che non vogliono   Leggi tutto ...

    QUALE ALTERNATIVA AL FLAGELLO MONDIALISTA? I LIMITI DEL NAZIONALISMO NELL’ANALISI DI ALEKSANDR DUGIN

    Nell’articolo pubblicato ieri e titolato “Il problema è l’universalismo americano” (clicca per leggere), abbiamo individuato il principale pericolo nella pretesa assolutistica degli Stati Uniti d’America di imporre dappertutto la propria scala delle priorità. Nel nome delle meraviglie della democrazia rappresentativa, di fatto svuotata di senso e contenuto perfino nel cuore dell’Europa schiava dei tecnocrati, gli americani hanno negli ultimi decenni bombardato ovunque allegramente, dall’Afghanistan all’Iraq, seminando tragedie vissute quasi fossero   Leggi tutto ...

    IL PROBLEMA E’ L’UNIVERSALISMO AMERICANO

    Va bene, ok, Putin è cattivo perché ha mandato la polizia ad interrompere la luminosa manifestazione organizzata da tale Nalvalny che protesta contro la “corruzione”. Invece le autorità occidentali che vietano ai turchi di parlare in Olanda e reprimono dappertutto le manifestazioni dei “populisti” che si scagliano contro la schiavitù imposta dall’euro sono illuminate, democratiche e irreprensibili. L’Occidente, considerandosi creatore della civiltà, vive una dimensione perennemente ipocrita, ostaggio di una   Leggi tutto ...

    LA RUSSIA NON E’ UN PERICOLO. SEMMAI L’UNICA SPERANZA DI SALVEZZA

    I leader dei Paesi presuntivamente “liberi” continuano a fare la morale alla Russia di Putin. Con quale coraggio Merkel e company riescano ancora oggi ad ergersi a difensori di un mondo giusto rimane un mistero. La Russia non sarà perfetta, ma la Ue di oggi è la plastica riedizione del nazismo hitleriano, un agglomerato mostruoso che tortura i popoli per mezzo dello “spread” e delle “riforme strutturali”. Passato quasi un   Leggi tutto ...

    CHI SONO I VERI ANTIEUROPEISTI?

    Bisogna sgombrare il campo da un equivoco che avvelena la comunicazione politica in ogni angolo del Continente: chi sono gli “antieuropeisti”? Molti cittadini, manipolati dalla propaganda incessante, sono portati a credere che gli “antieuropeisti” sono quelli che si rivolgono  ai “partiti populisti”, masse plebee che votano con la “pancia” anziché con la “testa”. Gli “intelligenti”, a leggere gli editoriali di giornalisti “prestigiosi” come l’ex direttore del Sole24Ore Roberto Napoletano, sarebbero   Leggi tutto ...

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    POPULISTI DI TUTTO IL...

    Scritto il 21 - ott - 2017

    0 Commenti

    IL GOLPE DI MANI...

    Scritto il 20 - ott - 2017

    0 Commenti

    ANCHE L’UOMO CONTEMPORANEO, AL...

    Scritto il 19 - ott - 2017

    0 Commenti

    IL VERO BERSAGLIO DELL’ATTACCO...

    Scritto il 18 - ott - 2017

    1 Commento

    IL PD E’ IL...

    Scritto il 17 - ott - 2017

    2 Commenti

    IL BRUSCO MA SALUTARE...

    Scritto il 20 - mag - 2013

    0 Commenti

    DAL PERFETTO COMPLOTTISTA ALLO...

    Scritto il 8 - giu - 2013

    3 Comment1

    BRANCACCIO: “IL JOBS ACT?...

    Scritto il 23 - apr - 2014

    4 Comment1

    LA LEGA DI MARONI...

    Scritto il 12 - ott - 2012

    0 Commenti

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.