IL GATTOPARDO

    Come ampiamente anticipato dal “moralista” prende quota l’ipotesi Mario Monti per la carica di Premier di un governo tecnico. Non ci voleva un immane sforzo di fantasia per capire che i grandi e occulti potentati internazionali che hanno commissariato la democrazia italiana con il consenso irresponsabile della alte cariche istituzionali del nostro sciagurato Paese, avrebbero tentato di forzare la mano. Monti in Italia come Papademos in Grecia rappresenta la plastica   Leggi tutto ...

    RITORNO AL CREPUSCOLO

    “Si possono ingannare poche persone per molto tempo o molte persone per poco. Ma non si possono ingannare molte persone per molto tempo”. Mi è venuta in mente questa frase di Abraham Lincoln leggendo stamani il sermone dell’ambasciatore Romano sulla prima pagina del Corriere del Sera. Un pezzo tutto orientato a far passare nell’immaginario pubblico la falsa impressione che mentre tutto sprofonda, l’Italia può salvarsi solo bevendo l’amaro calice indicato   Leggi tutto ...

    LA NEMESI

    Questione di ore e il governo cadrà. Cala il definitivo sipario sulla lunghissima stagione caratterizzata dalla presenza di Berlusconi in politica. Una stagione buia, fatta di bassa salari, lavoro precario, compromissione dei diritti, sfilacciamento etico ed effetti speciali buoni per intontire il grande pubblico. Berlusconi ha trasformato la politica in un circo equestre, creando dal nulla mostri che adesso nell’ora fatale gli danno pure il colpo il grazia. L’ultima defezione   Leggi tutto ...

    UN PAESE AL CONTRARIO

    Il duo Scajola-Pisanu esce allo scoperto e chiede un nuovo governo allargato all’Udc. Aldilà della proposta, legittima, fa ridere il sussulto filantropico di questi due personaggi discutibili che solo per una stampa scadente come quella italiana possono assurgere al ruolo di traghettatori verso il nuovo mondo. Scajola è quello al quale il faccendiere Anemone pagava la casa “a sua insaputa”. In qualsiasi Paese, tranne forse nello Zaire di Mobutu, anziché   Leggi tutto ...

    L’ORA DEI BERLUSCHINI

    Sentire parlare Casini di “scelte impopolari” e “nuovi sacrifici per i cittadini” fa venire il voltastomaco. Personaggi come questi, chiusi nelle loro dorate esistenze, invece di sentire pudore perché testimoniano con la loro stessa condotta l’apoteosi dell’ingiustizia sociale e il predominio del privilegio irresponsabile sul merito e l’impegno, pretendono pure di ergersi, dal basso della loro ipocrisia, a insulsi dispensatori di consigli non richiesti. Casini, ma non solo lui, è   Leggi tutto ...

    GUERRA ALL’EFFIMERO

    Francesco Maria Toscano per Gazzetta del Sud “Non spenderemo più denari per finanziare feste, balletti e premi senza costrutto. Guerra all’effimero”. Con questi chiarissimi intenti l’assessore provinciale alla cultura Lamberti delinea le linee di indirizzo che caratterizzeranno il suo impegno all’interno dell’amministrazione presieduta dal presidente Giuseppe Raffa. La priorità di intervento sono altre, in primis la cultura e la valorizzazione delle bellezze, spesso nascoste, presenti nel territorio provinciale. E proprio   Leggi tutto ...

    LA DEMOCRAZIA PERDUTA

    Lo scontro tra il premier Berlusconi e il ministro dell’economia Tremonti comincia a diventare stucchevole. Le continue frizioni non aiutano e alimentano un’area di irresponsabilità. Di Tremonti è apprezzabile la vena analitica che però quasi mai si traduce in buoni provvedimenti. La politica dei tagli lineari è una fesseria, i continui condoni uno scandalo e l’idea di istituire una social card per i meno abbienti è perfettamente in linea con   Leggi tutto ...

    I GUARDIANI DEL TEMPIO

    Martedi sera, la tv propone il solito stucchevole teatrino della politica politicante. Ore 20.45 inizia Ballarò. Mi ero ripromesso di non perdere più tempo dietro programmi pieni di scemenze come quello condotto dal finto pretino (con la p) Floris. Ma non ci sono riuscito. Verso le 22.00, a trasmissione ampiamente iniziata, con l’entusiasmo di chi deve otturarsi un dente, mi sono sintetizzato su raitre. Al centro del dibattito, la credibilità   Leggi tutto ...

    FURBETTI ALLA SBARRA

    L’ineffabile Antonio Fazio, già pio governatore della banca d’Italia, si è beccato un’altra condanna, stavolta per il caso Unipol-Bnl. Come ricorderete nell’estate del 2005, quella dei furbetti, il gotha affaristico-trasversale che ammorba l’Italia era in pieno fermento nel tentativo di ridisegnare le geografia economica e finanziaria del Belpaese. Un manipolo di avventurieri, spalleggiati dalla peggiore politica, tentava spericolate scalate ai vertici di alcuni importanti istituti di credito, mentre Fazio, da   Leggi tutto ...

    AMBIDESTRI

    “Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra…”, cantava l’indimenticato Giorgio Gaber qualche tempo fa. Già, ed oggi, ha ancora senso parlare di destra e sinistra come categorie politiche?, o queste ultime fanno orami parte di schemi novecenteschi superati dalla modernità? Proviamo a fare un minimo di chiarezza. In genere, in tutto il mondo, la parola destra è sinonimo di libero mercato, rispetto per le tradizioni e amor patrio. Per sinistra   Leggi tutto ...

    MORALIZZATORI IMPROBABILI

    Da piccolino ero uno juventino sfegatato. Quando la Juve non vinceva piangevo disperato. Durante i mondiali giocati in Messico nel 1986, mi attirai le antipatie di amici e parenti perché la mia fede bianconera mi portò ad esultare al gol di Platini durante un Francia-Italia 2-0 che costò l’eliminazione agli azzurri. Ritiratosi “Le Roy” cominciarono i tempi bui. Anni di sofferenze a guardare con invidia il Milan degli olandesi, il   Leggi tutto ...

    STRAGI IMPUNITE

    La Corte d’Appello di Catania ha rigettato l’istanza di revisione del processo Borsellino presentata dal procuratore generale di Caltanissetta Scarpinato. Nel farlo, però, i giudici hanno rimesso in libertà alcuni degli imputati condannati all’ergastolo in quel processo farsa, costruito all’indomani della strage intorno alla figura di tale Scarantino, piccolo delinquentello del rione guadagna, all’occasione elevato al rango di boss della cupola di Cosa nostra nonché noto frequentatore di “Giusy la   Leggi tutto ...

    EUROFOLLIA

    E’ curiosa la parabola di Berlusconi. Quando dice palesi cazzate su ridicole presunte parentele dell’ex Presidente egiziano Mubarak, trova una pletora di leccaculo pronti a fare finta di credergli. Quando invece trova il coraggio di dire una cosa forte e importante sull’inarrestabile fallimento dell’euro che scalfisce la retorica dominante, tutti a saltargli addosso. Cosa ha detto Berlusconi di così blasfemo da aver indotto i sepolcri imbiancati a uscire dalle catacombe   Leggi tutto ...

    IL POPOLO RIALZI LA TESTA!

    La lettera della Bce che impone all’Italia di praticare con maggiore protervia le politiche fallimentari e criminali che hanno impoverito l’occidente negli ultimi venti anni rappresenta un bivio per il nostro paese. Fatte le dovute differenze, l’imposizione della Bce all’Italia può determinare gli stessi effetti che provocò nel 1939 l’invasione della Cecoslovacchia da parte di Hitler. All’epoca il mondo fece finta di non capire, per pavidità, aprendo così le porte   Leggi tutto ...

    L’EUROPA RIPARTA DALLA CULTURA

    Francesco Maria Toscano per Gazzetta del sud Ripartire dal sapere e dall’integrazione culturale. E’ questa probabilmente l’unica via possibile per dare nuova linfa ad un processo di integrazione europea che, sulla scia della strisciante crisi economica mondiale, comincia a mostrare la corda. Magari, se anziché armonizzare soltanto i mercati e la moneta, le diverse classi dirigenti europee susseguitesi negli anni avessero provveduto a costruire un nuovo sentire comune, partendo proprio   Leggi tutto ...

    TIRANNI MASCHERATI

    Le dittature in Europa formalmente non ci sono più. A parte l’improbabile presidente bielorusso Lukashenko, il resto risulta sotto la voce “democrazia”. Ma siamo sicuri che sia proprio così? O forse,a ben vedere, anche il nostro sistema di democratico conserva soltanto la forma e lo sbiadito ricordo? Io propendo per questa ipotesi. Le dittature moderne,a differenza di quelle novecentesche, si sono fatte soltanto più furbe. I dittatori in senso classico   Leggi tutto ...

    SENZA VERGOGNA

    C’è qualcosa di malsano nell’idea del terzo polo. I vari Fini, Casini, Rutelli e Lombardo non sembrano avere in realtà nulla in comune se non il legittimo desiderio di sopravvivere. Nulla più di questa accozzaglia improvvisata mi fa venire in mente lo spesso abusato termine di “antipolitica”. Se l’antipolitica esiste sono certamente loro. E’ poi insopportabile l’ipocrisia di chi è così debole politicamente da non avere altro orizzonte se quello   Leggi tutto ...

    IL CASO FORLEO

    Del caso Forleo oramai non parla più nessuno. Del giudice che, si occupò in qualità di Gip dei processi riguardanti le scalate bancarie del 2005, si sono perse le tracce. La Forleo, così come de Magistris, fu sottoposta all’epoca a procedimento disciplinare da parte di quel Csm che esprimeva Nicola Mancino come vicepresidente, già ministro dell’interno al tempo dell’uccisione di Paolo Borsellino. Tantissime polimiche suscitò la definizione con la quale   Leggi tutto ...

    MEGLIO IL PRESIDENZIALISMO?

    Ho sempre pensato che andasse rivista l’architettura istituzionale del nostro Paese. Uno dei limiti principali che ha determinato il fallimento della cosiddetta seconda Repubblica è consistito proprio dall’aver eluso un nodo così importante. Dal 1994 gli italiani sono abituati a votare per un candidato premier indicato nella scheda elettorale senza che nessun articolo della nostra costituzione preveda, di contro, l’elezione diretta del Presidente del consiglio, la cui nomina tutt’oggi è   Leggi tutto ...

    UNA RICETTA SBAGLIATA

    Sbagliare è umano, perseverare è diabolico, sintetizza un abusato brocardo latino. Mi scuso per la mancanza di originalità ma alle volte anche le banalità servono a decifrare meglio i percorsi. Ho solo (si fa per dire) 32 anni, e fin da piccolo tutti i mass media del mio Paese mi hanno bombardato con concetti come “privatizzazioni”,” flessibilità” e “tagli alla spesa”. I migliori pensatori in campo economico che affollano inutilmente   Leggi tutto ...

    "nella mia vita ho conosciuto farabutti che non erano moralisti ma raramente dei moralisti che non erano farabutti." (Indro Montanelli)


    L’UNICO FASCISMO VIVO E...

    Scritto il 15 - feb - 2018

    10 Commenti

    LA CADUTA DEI GRILLINI,...

    Scritto il 13 - feb - 2018

    2 Commenti

    I NUOVI FASCISMI PORTANO...

    Scritto il 9 - feb - 2018

    3 Commenti

    IL 6 MARZO ESCE...

    Scritto il 7 - feb - 2018

    1 Commento

    NON HA SENSO VOLERE...

    Scritto il 4 - feb - 2018

    5 Commenti

    I PANNI SPORCHI DELLA...

    Scritto il 5 - gen - 2014

    1 Commento

    ARMIAMOCI E PARTITE

    Scritto il 17 - dic - 2011

    3 Comment1

    • Chi è il moralista

      Francesco Maria Toscano, nato a Gioia Tauro il 28/05/1979 è giornalista pubblicista e avvocato. Ha scritto per Luigi Pellegrini Editore il saggio storico politico "Capolinea". Ha collaborato con la "Gazzetta del Sud" ed è opinionista politico per la trasmissione televisiva "Perfidia" in onda su Telespazio Calabria.

    • Cos’è il moralista

      Sito di approfondimento politico, storico e culturale. Si occupa di temi di attualità con uno sguardo libero e disincantato sulle cose. Il Moralista è un personaggio complesso, indeciso tra l'accettazione di una indigeribile realtà e il desiderio di contribuire alla creazione di una società capace di riscoprire sentimenti nobili. Ogni giorno il Moralista commenterà le notizie che la cronaca propone col piglio di chi non deve servire nessuno se non la ricerca della verità. Una ricerca naturalmente relativa e quindi soggettiva, ma onesta e leale.

    • Disclaimer

      ilmoralista.it è un sito web con aggiornamenti aperiodici non a scopo di lucro, non rientrante nella categoria di Prodotto Editoriale secondo la Legge n.62 del 7 marzo 2001. Tutti i contenuti appartengono ai relativi proprietari, qualora voleste richiedere la rimozione di un contenuto a voi appartenente siete pregati di contattarci tramite la apposita pagina.